15/09/09

Locanda del Biancospino, un posto da favola tra le valli bergamasche.

Una leggenda celtica afferma che le recinzioni di biancospino celavano l'accesso ad un altro mondo, segreto, incantato, abitato da fate e folletti.
Un mondo dominato dalla natura, dove le fronde degli alberi si muovono dondolate dal vento, i rami nodosi si intrecciano, il profumo è quello dei fiori, dell'erba tagliata e le luci della città sembrano lontane di mille miglia.
panorama dalla terrazza della Locanda del Biancospinno
Si dice che queste porte intrecciate di bianco non di rado compaiano misteriosamente e che allora i fortunati visitatori che ne varcano la soglia possano godere della magia di questi luoghi.
Qualche volta può anche capitare che coloro che hanno fatto questa scoperta decidano di condividere la gioia della natura con il resto del mondo, prendendosene cura con amore e passione e allora, come in un quadro, l'immaginaria mano di un pittore dipinge una grande casa circondata da faggi e noccioli.
Compare un ampio terrazzo e saloni pennellati di toni di rosso caldo, intenso, in contrasto con il verde delle foglie dei prati, degli alberi e delle piante che continuano a mostrarsi dalle grandi vetrate.
Accanto agli aceri, le betulle e i faggi compaiono le stanze degli ospiti, la tela si riempe di colori, la mano esperta dell'artista ritrae ogni dettaglio, una cornice piena di tesori, lo specchio che riflette un immagine, il camino in pietra.
specchio

Una sedia a dondolo per lasciarsi cullare chiudendo gli occhi e ascoltando la musica suonata dalla natura.

E' così che mi piace immaginare sia nota la Locanda del Biancospino, un luogo oltre la porta segreta, un quadro bellissimo in cui immergersi e sciogliersi nel colore...
L'aria diventa fresca salendo verso Leffe, le strade asfaltate lasciano il posto a prati macchiati dalle sagome delle mucche e i grandi palazzi intonacati di grigio sostituiscono piccole villette colorate.
Poi quasi d'improvviso un cancello che la mia fantasia figura ornato di biancospino ci proietta in un oasi immersa nel verde.
Scendiamo di macchina, un respiro profondo all'aria frizzante e si entra su un grande terrazzo coperto da una splendida veranda. E' quasi ora di cena e  grandi tavoli rotondi sono già elegantemente apparecchiati per accoglierci, la bianca tovaglia ricamata sul broccato vermiglio.
 
Mi affaccio nel salone dipinto di rosso incantandomi ad osservarne i dettagli sulle pareti, i quadri, il vecchio telefono di legno, il gioco dei contrasti che regalano all'ambiente una atmosfera familiare, di casa.



Poi compare la Signora Annamaria, delicata, leggera, silenziosa come una fata. Ci accoglie il suo amabile sorriso e dentro di me non ho più dubbi, è lei la magica visitatrice che ha scoperto la porta del luogo segreto.
Ci conduce nella nostra stanza passando lungo il giardino e camminando attreverso una piccola biblioteca. Sulla porta della camera una deliziosa targa incisa nel legno ne recita il nome :
Il Faggio.
targa di legno sulla porta della Locanda del Biancospino
Ogni camera è associata agli alberi che più facilmente si possono ammirare dalle sue finestre, faggi, aceri, betulle, frassini, noccioli, ma anche noci e pini, proprio a sottolineare l'importanza e il ruolo della natura che circonda la Locanda.
Dietro la porta ci attende un ambiente elegante, un arredamento caldo, mobili di legno e a far da protagonista un bellissimo camino in pietra.
Lanostra camera alla locanda, il faggio


Le tende verde e oro avvolgono le vetrate che ricoprono due delle pareti e scostarle significa lasciar entrare la natura nella stanza.
Il verde, le piante, gli alberi, i faggi, il frusciare delle foglie, l'aria fresca della sera, è come essere dentro al quadro dell'immaginario pittore.
La cena ci viene servita sul terrazzo dal quale si gode un incredibile vista sulla Val Gandino e in lontananza splendono nel buio le luci della città.
Il terrazzo della Locanda del Biancospino
Si comincia con un antipasto, dolcissimi fichi su un letto di un ottimo prosciutto crudo seguito da tortelli dal gusto squisito e delicato. Come secondo delicati moscardini accompagnati da polenta. Il tutto innaffiato da un ottimo vino.

Cena alla locanda del Biancospino
Anche se la cena è finita non abbiamo ancora voglia di lasciare questo belvedere e la serata va avanti piacevolmente al suono della voce della cantante di un pianobar chiamata per festeggiare un compleanno, tra chiacchiere in compagnia , un ballo e una risata.
La mattina, svegliati dagli uccellini come nel più perfetto mondo fatato, non vediamo già l'ora di tornare sul terrazzo dove un luogo inondato di luce prende il posto del suggestivo tramonto della sera  ed è piacevole sedersi con la sensazione di calore sulla pelle, i raggi che scaldano
l'aria fresca del mattino e assaporare le ottime marmellate , il pane tostato con il burro, lo strudel di mele, i croissant, sorseggiando un caffèlatte con lo sguardo alla valle.


dddd
Il prato sotto al terrazzo invita a correre a piedi nudi, a passeggiare e cercare un angolo dove fermarsi a leggere, a giocare, a cercare un "tesoro" da raccogliere e portare a casa o regalare a qualcuno, come il fiore che Aj ha voluto donare ad Annamaria mentre a me dietro, palpitava il cuore.


Durante la colazione abbiamo avuto la fortuna di conoscere suo marito che ha gentilmente accettato il nostro invito a sedersi per un momento al nostro tavolo per scambiare due chiacchiere e raccontarci la storia di questo luogo incantato.
Sarei stata una giornata ad ascoltarlo mentre ci racconta la sua vita, la nascita della locanda, i tempi in cui era solo una residenza estiva, la casa della sua famiglia e lui era l' unico maschio tra sette sorelle. Ogni giorno andava alla fonte a prendere l'acqua, mezz'ora a piedi camminando attraverso i boschi, lui, l'uomo di casa, con la pioggia e con il sole. Un uomo che ha girato il mondo, un uomo che fa ancora immersioni nel mar Rosso, un uomo che fa venir voglia di prendere una penna e scrivere, per provare se mai è possibile a racchiudere una vita in mezzo alle pagine di un libro.
Spero mi scuserà se ho la maleducazione di svelarne l'età ma una persona giovane nell'aspetto, nel cuore e nello spirito non può esserne che orgoglioso.
Quando ci ha rivelato di avere settantrè anni mi sono venute in mente un po' di quelle parole che ho letto un giorno sulla pietra della giovinezza:
...Non si invecchia per il semplice fatto di aver vissuto un certo numero di anni ma solo quando si abbandona il proprio ideale.
Se gli anni tracciano i loro solchi sul corpo, la rinuncia all’entusiasmo li traccia sull’anima. La noia, il dubbio, la mancanza di sicurezza il timore e la sfiducia sono lunghi lunghi anni che fanno chinare il capo e conducono lo spirito alla morte. Essere giovane significa conservare a sessanta o settant’anni l’amore del meraviglioso, lo stupore per le cose sfavillanti e per i pensieri luminosi; la sfida intrepida lanciata agli avvenimenti,il desiderio insaziabile del fanciullo per tutto ciò che è nuovo, il senso del lato piacevole e lieto dell’esistenza.
Resterete giovani finché il vostro cuore saprà riceverei messaggi di bellezza, di audacia, di coraggiodi grandezza e di forza che vi giungono dalla terra, da un uomo o dall’infinito... 
Forse questa coppia ha saputo cogliere il senso di questa frase, o forse, c'è un'altra spiegazione...



Informazioni pratiche
Via Monte Beio, 26
Leffe
Sul sito potete trovare tutte le informazioni necessarie per soggiornare alla Locanda.
Oltre alle cinque camere matrimoniali e ad una singola è disponibile anche un appartamento.
E' possibile andare alla Locanda anche soltanto per mangiare, ma solo su previa prenotazione. Il panorama è straordinario e immagino cosa deve essere in autunno.
Oltre ai piatti più saporiti è possibile avere anche piatti per i piccoli ospiti e è presente il seggiolone.
Noi abbiamo soggiornato alla Locanda dopo aver visitato Minitalia leolandia park, con cui è oltretutto convenzionato (trovate presente la Locanda sulla lista di Hotel presenti sul sito di Leolandia). Si trova a circa mezz'ora di auto ma è ideale per passare un fine settimana che alterni il divertimento alla visita di luoghi suggestivi e immersi nella natura come Gandino, il suggestivo lago di Endine o la cittadina di Lovere sul lago d'iseo.
Se andate alla Locanda, mi farebbe davvero piacere se portaste i miei saluti e poi, naturalmente, mi raccontaste se ho avuto ragione!

21 commenti:

  1. non dirmi che sei venuta a lovere... non ci sei venuta vero????

    RispondiElimina
  2. Che bella la leggenda del biancospino come porta per un altro mondo fatato! :-)
    Daniela

    RispondiElimina
  3. Incantevole l'atmosfera di questo posto, ma, tutti tu li trovi!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Naturalmente sai che è tutta invidia! un abbraccio Sara.

    RispondiElimina
  4. è un posto davvero meraviglioso!!!

    RispondiElimina
  5. Che bel posto e nemmeno tanto lontano da qui!Grazie per le info!e anche per la visita al mio blog!Leggi Un albero cresce a Brooklyn perché è proprio bello!

    RispondiElimina
  6. @Silvia: Non ci credo! Tu abiti a Lovere? Pensa che volevamo fare un giro al lago prima di partire per il Garda perchè avevamo fissato di andare al caneva World e la sera dovevo incontrare una amica virtuale per la prima volta al medieval times, perciò alla fine non abbiamo fatto in tempo!!
    @Daniela B.:Si davvero bellissima, io adoro mescolare sempre la realtà con la fantasia...
    @Sara73::) Mi devi raccontare del 10/09!!
    @Chiara71: Se capitate da quelle parti in uno dei vostri giri, o magari vincete i biglietti di leolandia te la consiglio con tutto il cuore!!!
    alehcim81:Sono andata oggi pom. in libreria ma non l'ho trovato. Domani provo all'altra altrimenti lo ordino! un saluto.

    RispondiElimina
  7. Che posto incantato!
    Bellissima la frase sulla giovinezza dell'anima! Dobbiamo sempre tenerla a mente, grazie Daniela!

    RispondiElimina
  8. Forse ti sei sbagliata, il mio anniversario è il 19 09 quindi deve ancora arrivare! Ma ti anticipo che non andrò più via!!! Piango o non piango..........ormai ho finito le lacrime! ti aggiornerò a presto Sara.

    RispondiElimina
  9. Ciao mammagiramondo, io ti avevo già fatto i complimenti per la bella idea di postare i "vostri alberghi"? beh te li ri-faccio per non sbagliare!
    grazie per le tue sempre precise indicazioni, a presto
    P.S. anche io parteciperò al tuo blog candy...non appena un amico non mi spiega come devo fare per linkare....qualsiasi cosa!!!!ci sia da linkare

    RispondiElimina
  10. osservare il mondo attraverso i tuoi occhi e quelli di Aj fa apparire tutto ancora più bello!!! ti penso anche se la ripresa del lavoro ha reso la quotidianità più frenetica e gli spazi solo per me sono ormai rubati al sonno... ti auguro buona notte di cuore, un bacione :)

    RispondiElimina
  11. @Amalia: Hai ragione è davvero una frase che adoro, trovi il pezzo per intero sul post del Parco Sigurtà. Da salvare nel cuore...
    @Sara73: Perdonami cara, mi sono confusa. Mi dispiace che non partiate più ma sono sicura troverete un modo bellissimo per festeggiare anche a casa, l'importante è stare insieme!
    @Robertina. :) Grazie. In giornata ti mando una mail ok?
    @Smile: grazie cara, le tue parole mi scaldano sempre il cuore.

    RispondiElimina
  12. Caspita proprio bello come posto! Complimenti per le foto. Un abbraccio Marta

    RispondiElimina
  13. La ringrazio per Blog intiresny

    RispondiElimina
  14. leggere l'intero blog, pretty good

    RispondiElimina
  15. Ciao mammagiramondo!!!! Grazie di cuore per le emizioni che ogni giorno riesce a trasmetterci!!!! La scorsa settimana abbiamo soggiornato presso la locanda del Biancospino e ci hanno assegnato proprio la vs. Stessa camera. Mi sono emizionata! Ti volevo consigliare la visita delle pitture rupestri dellla valcamonica e anche una locanda immersa completamente nella natura: agriturismo Boccapane nell' oltrepo' pavese, ideale x visitare cowboyland! Un abbraccio, Laura e famiglia felice!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura non immagini quanto mi faccia piacere!! E dimmi come stanno Annamaria e suo marito? A me sono rimasti nel cuore. Grazie anche per il consiglio, ne farò tesoro!! Un abbraccio grande.

      Elimina
    2. Stanno bene, sono persone molto gentili e disponibili! Grazie anche x Camogli, e' un paese bellissimo , una terrazza sul mare...i tuoi consigli sono sempre preziosi!!!! Un abbraccio anche a te, Laura e famiglia felice.

      Elimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin