30/05/11

Andersen Festival. E' tempo di favole.


E' tempo di favole.
Di fiabe, racconti,  magie e spettacoli.
Che scivolano giù dalle pareti color pastello, fuori da un vecchio baule o dalle pietre scalzate di un carrugio.


Quattro giorni di sogni e fantasia, acrobazie e musica, cultura e divertimento.
Per le strade, nelle piazze, sulla spiaggia e in tutti i luoghi pubblici del bellissimo borgo di Sestri Levante.
D'altro canto l'Andersen Festival non poteva che tenersi in questo straordinario angolo di Liguria dove una notte di tempesta del 1833 si riparò il celebre scrittore e poeta danese.  A bordo del suo veliero venne spinto dal vento nel piccolo porticciolo sestrese e impossibilitato a continuare il viaggio pernottò in una locanda sul porto.

"Che fiabesca serata trascorsi a Sestri Levante! La locanda era vicinissima al mare"
Da allora la città dei due mari è divenuta la Baia delle favole che da quarantudue anni si trasforma per quattro giorni nella capitale della letteratura favolistica di tutto il mondo.
Sabato siamo partiti anche noi.
Per sorprenderci di un borgo che ha il mare da tutte e due le parti, gustare la favolosa cucina ligure e immergerci in quel mondo fantastico che tanto amiamo.

E dalle favole siamo stati acchiappati. Da Calvino ai racconti dal mondo fino ai moderni favolisti di oggi, quelli che hanno partecipato al premio Andersen, il maggior riconoscimento italiano riservato ai libri per ragazzi.

Costruendo casette di tangram, inseguendo una canzone e  una scia di farina su e giù tra i carrugi o sotto il sole del nuovo teatro all'aperto.

Incantati davanti alla commovente storia di un vecchio baule, un musicista che parla con la musica e un calzino spaiato.

Quando mi svegliai capii di aver trovato finalmente il mio posto nel mondo. Rammendato, abbellito e ricucito ebbi nuova vita diventando il burattino a mano di un bambino ed egli mi amò profondamente per quello che ero: spaiato, ma non più solo.Esco così mi perdo di Matteo Razzini,vincitore della 43°edizione del premi Andersen per la fiaba inedita.
Un grazie di cuore ad Elisa che mi ha segnalato questo meraviglioso Festival. E' stato bello incontrarsi per caso, peccato per così poco!
Informazioni pratiche:

L'Andersen Festival si è tenuto quest'anno dal 26 al 29 Maggio 2011.
Per il prossimo anno il mio consiglio è quello di dedicare all'evento almeno un paio di giorni pernottando a Sestri poichè la maggior parte degli eventi si svolgono dal pomeriggio alla sera tardi. Armatevi di pazienza (la gente è tanta) tenete sott'occhio il programma e selezionate gli eventi più adatti per voi e i vostri bambini.
Premio Andersen

*****Aggiornamento 2014*****
Andersen Festival
Dal 5 all'8 Giugno 2014 a Sestri Levante

9 commenti:

  1. A saperlo prima =( ...
    ma l'anno prossimo non mancheremo assolutamente!
    Nel frattempo ci stiamo organizzando per la "notte di fiaba"...
    grazie per le bellissime segnalazioni!!
    Robi

    RispondiElimina
  2. E' stata una bella giornata!!!
    Siamo tornati a casa stanchissimi ma felici!!!
    Spero di vederti con più calma in un'altra occasione!Effettivamente c'era troppa gente e il caldo non aiutava! La prossima è la festa della Marineria dal 16 al 19 giugno...
    Elisa

    RispondiElimina
  3. le immagini di strada sono molto belli! Non sapevo niente di quest'evento, grazie

    RispondiElimina
  4. anche noi c'eravamo..non ci posso credere...:-D

    RispondiElimina
  5. grazie .... davvero.
    studio, scrivo, recito, amo, soffro e vivo con l'idea di poter trasmettere qualcosa.
    sono commosso e lusingato.
    con sincero affetto.
    un abbraccio.
    matteo razzini alias frederic baul per gli amici fefè.

    RispondiElimina
  6. @Mary Poppins:hai ragione, l'ho segnalato venerdì sull'almanacco di mammafelice ma a volte serve più tempo giustamente per organizzarsi. Ho a questo proposito un'idea in mente , vediamo un po'...Per la notte di fiaba non mancheremo,io adoro cenerentola!;-)
    @Donnette: Elisa mi è dispiaciuto un sacco non avere il tempo di fare due chiacchiere con calma ma è stato comunque bello inciontrarsi! Sono sicura ricapiterò presto l'occasione!;-) Grazie per tutte le belle segnalazioni che mi mandi e ancora una volta per il regalo bellissimo!
    @Tatiana: grazie cara!
    @Sly. nooo, non ci posso credere! Ma percaso eri anche tu a vedere esco così mi perdo al teatro conchiglia Sabato pomeriggio?!?
    @Mammachegiochi: eh si, proprio da favola!;-)
    @Matteo: Sono io ad essere lusingata di questa visita Matteo. E con la tua storia ci ha trasmesso ben più di qualcosa... grazie!

    RispondiElimina
  7. Buojour a tout le monde! Non scriverò in trombonese, Nn capireste:) ma la poesia racchiusa nelle parole lette in questo bellissimo blog mi ha toccato profondamente. Grazie Mamma Giramondo, da un musicista sognatore che nel suo trombone ha tutta la valigia della vita. Speriamo che ancora qualcuno in futuro abbia voglia di risentire due vecchi amici che raccontano di scarpe e di calzini, di eteree bolle e inaspettate rinascite a suon di parole che parole non sono, ma che chiare arrivano al cuore. Un abbraccio Stefano Tincani ... in soffitta... Janpierre Trombonne :)

    RispondiElimina
  8. Buojour a tout le monde! Non scriverò in trombonese, Nn capireste:) ma la poesia racchiusa nelle parole lette in questo bellissimo blog mi ha toccato profondamente. Grazie Mamma Giramondo, da un musicista sognatore che nel suo trombone ha tutta la valigia della vita. Speriamo che ancora qualcuno in futuro abbia voglia di risentire due vecchi amici che raccontano di scarpe e di calzini, di eteree bolle e inaspettate rinascite a suon di parole che parole non sono, ma che chiare arrivano al cuore. Un abbraccio Stefano Tincani ... in soffitta... Janpierre Trombonne :)

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin