05/05/11

Tradizioni dal mondo:Kodomo No hi.


L'aria si riempe del profumo dei kashiwa-mochi  mentre innumerevoli file di pesci di stoffa colorata sventolano fluttuando nelle valli, sui tetti, i balconi le finestre di ogni famiglia giapponese. Non sono pesci qualunque ma carpe, simbolo di perseveranza e  tenacia.
I  bambini corrono, scherzano e giocano trascinando i loro aquiloni e cantando una canzone...
I koinobori sono più in alto dei tetti
La grande carpa nera è il padre
Le piccole carpe dorate sono i bambini
Sembra che si divertano a nuotare...
E' il Komodo No Hi, la meravigliosa usanza giapponese che si celebra ogni 5 Maggio e che festeggia tutti i bambini, perchè crescano sani e forti, felici e spensierati.
Arte, musica, teatro, giochi,  in tutto il paese sono tante le inziative per festeggiare ma sopra tutte quella dei Koinobori, aquiloni a forma di carpa che vengano fatti fluttuare nell'aria appesi a  delle aste.
Una antica leggenda cinese narra che un tempo una carpa coraggiosa riuscì a raggiungere la cascata situata sulla Porta del Drago superando ostacoli e spiriti malvagi e per questo venne trasformata in un grande drago.
Un insegnamento importante nella competitiva società giapponese.
 
Nelle stanze dei bambini viene appeso un kusudama, una meravigliosa sfera di origami  che serve a proteggere dalle malattie e si organizzano corsi per avvicinare i bambini alla straordinaria arte di piegare con la carta.
 
Oggi i nostri Koinobori sono fatti con gli origami.
Come spiega oggi Claudia nel suo bellissimo post, uno per ogni membro della famiglia.
 
Poche semplici pieghe  facili da realizzare anche per i bambini.
E per gli amichetti che non conoscono questa festa un koinobori dolce da colorare. 


Perchè è importante conoscere le tradizioni del mondo e l'occasione per parlarne insieme e sentirsi più vicini ad un popolo in difficoltà.
*****
A proposito della tragedia in Giappone ci sono molti modi di aiutare. Una mia cara amica giapponese ha cominciato a realizzare e vendere attraverso l'associazione giapponese in toscana dei meravigliosi orecchini tsuru in origami. Il ricavato andrà direttamente alla croce rossa giapponese attraverso l'ambasciata a Roma.
Vi segnalo il suo contatto facebook

4 commenti:

  1. Bellissime le tue koi di origami! E anche gli orecchini della tua amica, quasi quasi ci faccio un pensierino, sperando che i buchi delle orecchie non si siano ormai richiusi...

    RispondiElimina
  2. se vi piacciono i pinguini...questo è il primo capitolo che ho scritto anni fa, prima del Picci, sul viaggio di un pinguino ed un bambino masai.

    http://cicciosognatore.blogspot.com/

    se vi piace ti mando gli altri:)

    RispondiElimina
  3. che bella questa "storia"...bella questa usanza. e sono sempre d'accordo con te, è importante conoscere le usanze di altre culture!

    RispondiElimina
  4. Bellissima usanza. Ho visto il sito e ....GRAZIE!
    Sandra

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin