12/12/11

Gli anni folli. La Parigi di Modigliani, Picasso e Dalì a misura di bambino



Siamo nei primi anni venti.
La guerra  è  finita da poco e un vento nuovo  soffia sulla ville lumiere. C'è fermento di idee, voglia di ballare, di incontrarsi, di reinventare un nuovo modo di vivere, libero, lontano dai dispiaceri e dalle amarezze, folle...
Da ogni parte del mondo artisti, musicisti, fotografi, scrittori accorrono a Parigi spinti da quel vento magico. Si incontrano ai tavolini dei caffè di quel quartiere dai vicoletti fioriti per condividere la propria immaginazione, quella irresistibile voglia di esprimersi attraverso la magia dell'arte.
Voi riuscite a immaginarlo?

Gli anni folli narra proprio quella Parigi caratterizzata da una straordinaria energia creativa. Un caleidoscopio di stili diversi ma accomunati dal desiderio di conquistare una nuova armonia, ripartire da zero e dar vita ad un'arte completamente inedita....
Alcune delle opere in mostra a Palazzo dei diamanti.
Potete anche stamparle e invitare i bambini a cercarle all'interno delle sale.
Adesso pensate ad un viaggio.
Un ragazzino dai capelli rossi  che spinto dal vento cammina per le strade della capitale mondiale dell'arte con i suoi calzoncini corti e lo sguardo perso dentro alle sorprendenti meraviglie che li compaiono magicamente davanti.  
Tou Eiffel, Robert Delaunay 1924-1926 Olio su tela - Arlecchino seduto di Juan Gris,1919 olio su tela
Oplà, un salto dentro al taccuino di uno scrittore  e pagina dopo pagina comincia un'avventura che lo porta a conoscere  i capolavori dei grandi artisti.
La vertiginosa Tour Eiffel di Delaunay, l'Arlecchino seduto di Gris,  il gallo fiabesco di Chagall, la favolosa nave perduta di Savinio, perfetta per volare via veloci spinti dal vento magico che continua a soffiare dalla finestra.
Il gallo, Marc Chagall, 1928, olio su tela - La nave perduta, Alberto Savinio 1928, olio su tela

Opera dopo opera, fino a trovare quella che gli somiglia di più, la sua sedia, i suoi colori, le sue sfumature, le pennellate che conosceva, fino a casa...
Ragazzo con i pantaloni corti, Amedeo Modigliani 1918, olio su tela
Si sedette sereno, con gli occhi sazi dei dpinti assaporati, il cuore pieno di bellezza. E piano piano si addormentò.Quel vento magico a Parigi, L. Dal Cin, K. Verplancke
Questa  storia è raccontata nel libro Quel vento magico a Parigi in vendita presso la mostra Gli anni folli, La Parigi di Modigliani, Picasso e Dalì a Ferrara.
Uno straordinario escamotage per coinvolgere i bambini in visita a Palazzo dei diamanti
Insieme al percorso interattivo per bambini e famiglie e alle visite speciali, un brillante progetto didattico-educativo realizzato da Ferrara Arte e  teso a rievocare il fermento culturale di Parigi  con un linguaggio comprensibile anche ai bambini, tra narrazione e informazione, gioco ed emozione.

Trovo che visitare una mostra d'arte  con i propri figli sia una bellissima idea per queste giornate piovose.
Perchè l'arte appassiona grandi e bambini, perchè andare ad una mostra con i propri figli è sempre una straordinaria avventura, un'occasione unica per raccontarsi davanti ad un quadro, osservarlo insieme, viverlo e ascoltarlo dalle parole di un bambino.
A caccia di dettagli con la mappa interattiva della mostra Gli anni Folli - Chitarra, bicchiere e fruttiera, Picasso, 1924, olio su tela
Si può andare a caccia del dettaglio  ( e vedrete che in questo sono sempre più bravi loro), fingere un immaginario viaggio, ridere degli stravaganti e irrispettosi dadaisti, imparare che la realtà si può vedere in tanti modi diversi.
Appassionarsi insieme, stupirsi, vivere e condividere con i nostri bambini un altro pezzetto di mondo, quello fantasioso, artistico, unico, magico, incredibile dell'arte.
E una volta a casa vi accorgerete che l'arte è contagiosa...:-)
Aj, stoffa e fili su tela, 2011
Se avete voglia di raccontare le vostre esperienze arte/bambino o siete a conoscenza di altre mostre che prevedono progetti didattici potete segnalarlo nei commenti.

*****
Oggi su Piccolini parlo di insoliti Babbo Natali... nel mondo!

Links:
La mostra:
Il libro:
Il progetto didattico-educativo:
Dove dormire:
Uno straordinario Hotel immerso nel verde di un Parco  dove un tempo cacciavano i nobili estensi. Una ristrutturazione originale e unica di una dimora storica a due passi a piedi  dal centro ma in quella che viene chiamata la campagna dentro le mura. Prossimamente maggiori informazioni perchè è uno di quei posti troppo belli per non essere condivisi, anche solo su una pagina di un blog...

10 commenti:

  1. Questo post mi ricorda proprio l'ultimo film di Woody Allen, appena visto al cinema: Midnight in Paris. Non ti dico di più perché non voglio rovinarti la sorpresa se magari vuoi vederlo... :)

    PS AJ che legge il libro con il suo sguardo curioso è adorabile!

    RispondiElimina
  2. @Piano B: La prossima settimana volo a vederlo!;-) Grazie!

    RispondiElimina
  3. In effetti può essere difficile coinvolgere i bambini quando si va a visitare una mostra. Il libro della mostra dev'essere davvero bello.

    RispondiElimina
  4. sei sempre fonte di ispirazione..stavo giusto cercando il regalo eprfetto per la mia migliore amica che compie 40 anni...apapssionata di arte e lettrice volonatria per bambini...una bella gita a ferrara...

    RispondiElimina
  5. Vorremmo andarci con mia figlia, ma ha un anno e mezzo, sarà possibile?
    Per i più piccoli non è semplice anche se lei ha visto la sua prima mostra a sei mesi...

    RispondiElimina
  6. Meraviglioso post!!!!! e meravigliosa mostra!!!
    da andare sicuramente magari durante le vacanze....i prossimi weekend sono già pieni di appuntamenti, recite natalizie, ultime compere e....oh mamma è già Natale!!!!!!!!! ;)
    ciaooooo

    RispondiElimina
  7. un doppio viaggio stavolta: a Ferrara (bellissima città) e a Parigi... vissuti in questo modo sono davvero una fantastica avventura, come hai scritto tu.

    RispondiElimina
  8. Bellissimo post e bellissimo libro, spero di riuscire a portare il mio bambino che è appassionato. Sto per mettere giusto un post sull'arte e i bambini sul mio blog. Stefano ama dipingere e colorare.
    Elena

    RispondiElimina
  9. Quelli si che erano anni pieni di creatività e di genio!

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin