04/09/12

Il castello di Gropparello


Aggrappati in cima ad arditi speroni di roccia, mimetizzati tra i boschi o a strapiombo sui torrenti raccontano di intrighi e assedi, di fantasmi e segreti, cavalieri e incantesimi.
Ventidue suggestivi manieri che punteggiano una straordinaria terra di confine dove ciascun castello svela storie uniche e piene di fascino.
Ed è proprio là, in quel magico Ducato fatto di rocche e borghi senza tempo che si trova il magico Castello di Gropparello.
Magico si, perchè i suoi prodigi non vivono solo dentro all'imponente torre di difesa, nella bella e triste storia del fantasma di Rosania o nel bosco secolare che lo circonda. L'incantesimo scivola fuori dalle imponenti mura di pietra per insinuarsi nel cuore di ogni visitatore, grande o bambino, che per un giorno oltrepassa le soglie del tempo per varcare le porte di un mondo incantato...



IL PARCO DELLE FIABE
E' un po' come entrare in uno di quegli affascinanti volumi di fiabe sonore, ve li ricordate?
Quelli dove il suono di un campanello indicava all'ascoltatore quando si doveva girare pagina.
Solo che nel Parco delle Fiabe a tintinnare sono le fronde degli alberi che rivelano  un mondo antico fatto di 
magie e sortilegi, trucchi e inganni.
Un universo incantato dove mano a mano che si procede nel bosco ci si può aspettare di tutto e ogni voltar di pagina corrisponde all'ingresso di nuovi formidabili personaggi.
C'è il prode cavaliere, forte, leale, coraggioso eppur simpatico. Lo boscaiolo che più che occuparsi degli alberi si intende di vino e di locande. Il frate inglese che con il suo accento pronunciato e le irresistibili battute per lo più improvvisate fa ridere  fino alle lacrime. E poi l'inquietante minatore con la sua orribile voce cavernosa, la bella fata, il folletto, la strega, il terribile orco.
Un suggestivo calderone di personaggi fantastici che accompagnano i visitatori nel bosco creando uno straordinario spettacolo itinerante, coinvolgente, a tratti esilarante, spaventoso, divertente, fino all'ultima pagina...
Links e Informazioni Pratiche:
Il Parco delle Fiabe al Castello di Gropparello è aperto tutte le Domeniche e festivi dal 18 Marzo al 18 Novembre. E' preferibile chiamare il Parco per informarsi sugli orari dell'avventura che si svolge più volte durante l'arco del giorno (ultima avventura ore 16.00).
I bambini sono accompagnati dai genitori.
LA BATTAGLIA

Ma il viaggio nel tempo non è finito qua, a spasso tra rocce millenarie e alberi secolari.
L'avventura va avanti con l'addestramento dei piccoli visitatori e la indispensabile vestizione che li assurge a coraggiosi paladini del regno di Gropparello.

I giovani apprendisti imparano le arti del combattimento, studiato con straordinaria intelligenza affinchè diventi anche una piccola grande lezione di vita. E poi giù, di corsa nella valle per allearsi con l'orco e sconfiggere la strega. 

A suon di leggeri colpi di spada si, ma anche di filastrocche e pernacchie.
Entusiasmante!
Informazioni Pratiche:
I bambini partecipano alla battaglia subito dopo il percorso nel bosco. Al termine dell'avventura riceveranno la meritatissima pergamena con l'investitura di Cavalieri.


PRANZO IN TAVERNA
Se partecipate all'avventura del mattino potete fermarvi a pranzo alla Taverna del Castello.
Illuminati da grossi candelabri e circondati da cameriere in abiti medioevali sarà come fingersi viandanti in cerca di ristoro. O cavalieri affamati, naturalmente...
Tavoli all'aperto  a disposizione per chi invece preferisce un picnic!
Link e informazioni Pratiche
In fondo alla pagina del sito trovate i pdf dei menù disponibili.

EVENTI AL CASTELLO
La festa dell'uva
Dal mercato medioevale alla festa del grano che castello sarebbe se non ci fossero sensazionali eventi ad animare la  magica Corte di Gropparello.
Tutte le domeniche  di Settembre i bambini potranno  provare l'emozione di entrare nel piccolo tino e insinuare i piedini nudi tra raspi e chicchi d'uva.
Salti, risate e "spremiture" per ottenere un "delizioso" mosto. Per imparare giocando!
E per i grandi c'è la degustazione di vini doc dei colli piacentini a cura di un simpaticissimo sommelier che vi insegnerà qualche utile trucco per assaporare l'inebrianti sapori del vino come veri esperti.

Link:
Festa dell'uva
 VISITA DEL CASTELLO


Aggrappato ad un picco roccioso si estende per tre lati su un affascinante orrido che potete ammirare con una breve passeggiata che ripercorre quello che era l'antico camminamento di ronda.
Dentro è un affascinante combinazione di storie e straordinari racconti di battaglia  che la guida racconterà  stanza dopo stanza a grandi e bambini.
Lo sapevate che i soldati colavano grasso di maiale dalle feritoie? E che i servi si muovevano nel castello scivolando silenziosamente attraverso oscuri corridoi?
Un viaggio nella storia reale ma anche in quella leggendaria perchè un castello che si rispetti non può non avere almeno un fantasma.
Link:
La visita al castello è compresa nel prezzo del biglietto



DOVE DORMIRE
In primavera ci eravamo innamorati di Castell'Arquato, un piccolo gioiello arroccato sulla collina che  per il suo fascino medioevale è stato uno dei set  cinematografici del film di Lady Hawke.
E l'albergo Leon d'oro si trova proprio lì in un palazzetto liberty affacciato sulla Piazza Europa.
Un piccolo  gioiello dall'atmosfera elegante e accogliente dove abbiamo passato due splendidi giorni ospiti della Signora Gibelli.
Favoloso il Ristorante, gentilissimo tutto lo staff
Link 
Cani ammessi

Informazioni pratiche sul Castello di Gropparello



Il Castello di Gropparello si trova a Gropparello in Via Roma 82/1
Subito prima del castello troverete un ampio parcheggio gratuito dove lasciare la vostra auto.
Una volta acquistati i biglietti entrate dentro al Parco dove troverete un membro dello staff che vi spiegherà come si svolgerà la vostra giornata.
Il percorso nel bosco non è fattibile con il passeggino che potete però lasciare davanti all'ingresso del castello.
Tra il Parco dell fiabe, la battaglia, la visita del castello e le varie attività considerate di trascorrere una intera bellissima giornata .
I cani non sono ammessi all'interno del Parco ma potranno aspettarvi insieme allo staff della biglietteria. Ricordate in questo caso di telefonare prima per chiedere maggiori informazioni.
I cani sono invece ammessi nella Taverna, sotto il pergolato o se di piccola taglia anche all'interno.
Un grazie a Simona e alla sua bellissima famiglia per averci accompagnato in questa bella avventura!

CERCHI ALTRE IDEE  IN ZONA?


-->

30 commenti:

  1. come al solito BELLISSIMO racconto :)
    ni finalmente quest'anno dovremmo andarci xché i bambini dai 3 anni possono partecipare alla pigiatura e quindi lo scorso anno il piccolo Lorenzo non avrebbe potuto e devo dire che guardare il fratello nn sarebbe stato un bello spettacolo x lui e così... quest'anno però ci faremo tappa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!E mi raccomando cara, fammi sapere come è andata!!

      Elimina
  2. Avrei potuto conoscerti di persona e i nostri figli, ne sono sicura, avrebbero giocato e riso a crepapelle tra schiamazzi d' uva, spade e merletti... Ci sarà sicuramente un' altra occasione.
    Nel frattempo mi sono goduta un pò di Gropparello comodamente seduta grazie alle tue parole, un misto fra poesia e realtà! Complimenti Daniela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara davvero sarebbe stato così!! Anche a me è dispiaciuto tanto ma davvero sono sicura ricapiteranno mille occasioni!Grazie cara!

      Elimina
  3. Noi abbiamo visitato il castello di gropparello un pomeriggio nebbioso di fine febbraio e c'era un atmosfera bellissima, unici visitatori ci fece da guida niente meno che il proprietario, un giro appassionante.
    Pranzammo benissimo a Castell'Arquato, l'ottimo arrosto di coppa.
    Un bellissimo ricordo, il primo week end (lungo) via io e mio marito che proprio oggi festeggiamo 7 anni insieme, quindi mi hai fatto un bel regalo!!! Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh Sandra ma che meraviglia!!! Sai anche a me ispira l'idea del castello in inverno, come dici te, con quella nebbiolina suggestiva... :-)
      Grazie a te per aver condiviso queste belle emozioni e... Auguri!

      Elimina
  4. ciao Daniela, con facebook ti ho segnalato la manifestazione a Castell'Arquato (PC) RIVIVI IL MEDIOEVO. Trovi tutte le info sul sito e se vorrai passare un week nel piacentino spero di poterti incontrare
    Ciao claudia
    PROGRAMMA SABATO 8 SETTEMBRE





    10.00 Apertura dell’Accampamento lungo il torrente Arda


    I mercanti e i mestieranti mostrano i loro prodotti e la loro arte


    10.30 Torneo Internazionale di Combattimento ad impatto pieno - Il campo si anima


    12.00 Apertura Stand gastronomico a cura delle Associazioni Arquatesi


    14.30 Iniziano i giochi Medioevali per i bambini e al campo si susseguono le animazioni a tema


    15.30 Torneo di Arcieria nel campo di battaglia oltre Arda


    16.30 Finali del Grande Torneo Internaziona di Combattimento - I Campioni incrociano le armi


    21.00 Partenza Corteo Storico da vari punti del Borgo fino alla Piazza del Municipio


    21.40 Grande Spettacolo a tema nella Piazza Monumentale











    PROGRAMMA DOMENICA 9 SETTEMBRE





    10.00 Riaprono le botteghe


    10.30 Torneo di Arcieria nel campo di battaglia oltre Arda


    riprendono i giochi medioevali per i bambini e al Campo si susseguono le esibizioni,


    Musici – Danzatrici, dimostrazioni di antichi mestieri


    11.00 Santa Messa nella Collegiata Santa Maria Assunta con piccolo corteo di figuranti e musici


    12.00 Apertura Stand gastronomico a cura delle Associazioni Arquatesi


    14.00 A rotazione, in vari punti dell'accampamento, esibizioni e animazioni a tema


    14.30 Proclamazione del Vincitore del I° Palio di Cucina Storica


    15.00 Combattimenti liberi dei Campioni nella lizza


    16.00 Falconeria Maestra: i Falconieri del Vessillo


    16.30 Giostra Equestre in armatura nel campo di battaglia oltre Arda


    17.00 Calcio Medioevale e a seguire Premiazioni dei Campioni


    18.00 Grande Battaglia Finale presso Lungo Arda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia grazie mille per la bellissima segnalazione!Castell'Arquato è già bella di suo, mi immagino tutta addobbata a festa!:-)) La prossima volta che veniamo ti avverto sicuramente!
      UN carissimo saluto

      Elimina
  5. Non conoscevo questo castello e mi sembra una idea bellissima!! Cercheremo di organizzarci al più presto!
    Grazie mille!
    Laura

    RispondiElimina
  6. Sei sempre unica e preziosa!
    Cristina

    RispondiElimina
  7. Il sogno della mia vita è aprire un parco delle fiabe: pensa che ho scritto il primo progetto che avevo 21 anni... un giorno verrai a visitare il mio es scriverai un post bello come questo!!! grazie per avermi fatto sognare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I sogni qualche volta si avverano, come dice Dr Seuss almeno al 98 e 3/4% :-)
      You'll move mountains, dear!
      Brava Gaia, considerami già lì, è una promessa!

      Elimina
  8. Quante risate si sono fatti i nostri bambini! Beh ce ne siamo fatte tante anche noi, davvero coinvolgente per tutti, grazie a te per la magnifica giornata! Se vedete brutto tempo e avete intenzione di incontrare Mammagiramondo credetemi non rimandate, domenica non si è vista nemmeno una goccia d'acqua!
    Simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah Simona, noi abbiamo passato la serata a ripetere le battute del frate, hihihi, Saaaaanta Danieeeela...hihihi bellissimo!!!Ora che ci penso... però tu ta la sei scamapata!:-)
      Siamo stati benissimi , grazie per la bella compagnia e un saluto a tutta la famiglia!

      Elimina
  9. oddio che darei per esser li anke io...
    ke bimbi fortunati!!!
    buona serata

    RispondiElimina
  10. wow!!!!!!Bellissimo post! Non vedo l'ora di vivere questa bella giornata con il mio ometto mangialibri, la mia bimba "ok" e papà on the road...speriamo di non incontrare Rosania, non vorrei mai che lanciasse la testa come Sempronia Stercoraro della Scogliera!Uahhhhhhh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah no no tranquilla se anche la incontrate stai tranquilla che Sempronia poverina la testa la tiene sul collo.
      Ti aspetto per farmi sapere quanto vi siete divertiti!:-)

      Elimina
  11. Bellissimo questo post...e soprattuto una ottima idea di come potere passare un week end in armonia con la natura, la storia e facendo divertire i bambini.....i castelli poi....lasciamo stare quelli della Loira...sono sempre più convinta che viviamo nel paese più bello del mondo....non si offendano gli altri...

    RispondiElimina
  12. Anche io è un po' che vorrei andarci. QUasi quasi convinco il mario per domenica..non siamo nemmeno troppo lontani.
    Che magici racconti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara!! Guarda te lo consiglio di cuore! Se andate fammi sapere come è andata, mi raccomando!!

      Elimina
  13. Io mi sto segnando tutte queste meravigliose idee... appena la piccola che adesso ha un mese me lo permette ci rimettiamo in pista!
    Magico post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh tesoro!! Tantissimi auguri per l'arrivo della piccolina!!<3<3<3

      Elimina
  14. I ragazzi del parco emotivo sono talmente bravi che io a quasi 40 anni ho riso a crepapelle con il Frate e mi sono emozionato (quasi sino a piangere) per il minatore o per la strega. Sicuramente una bella esperienza. Il mio bimbo però (5 anni) ne è rimasto un po' scosso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stesso è stato per noi! Avevamo le lacrime dal troppo ridere... Per quanto riguarda il bimbo questo tipo di esperienze sono sempre molto soggettive. Per alcuni è chiaro che si tratta di finzione, altri si immedesimano a tal punto da credere che sia tutto vero. In genere si tratta di una paura "buona... :-) Spero che poi in fondo però si sia divertito!!

      Elimina
  15. Il mio ometto mangialibri (3 anni e mezzo)si è divertito tantissimo, si è immedesimato nella parte, ha riso, si è spaventato, è fuggito appena ha visto orco e strega durante la battaglia ma poi da valoroso cavaliere si è ributtato nella mischia e ahime! prima di lasciare il campo di battaglia ha tirato una randellata con la spada sulla testa della povera strega che era a terra morta...ops...forse proprio valoroso non è stato ma lui ha detto "mamma ma tanto è morta!". Si caro poi a casa ti spiego....
    Anche noi veterani (cosi' ci chiamava il cavaliere nero) abbiamo riso a crepapelle, il pellegrino è diventato il mio mito!! :-) Il minatore mi ha spaventato con la sua vocina e quando mi ha coinvolto per distribuire i sassi magici ho rivissuto proprio quell'emozione che provano i bambini di fronte alla paura "buona" spaventa ma attrae allo stesso tempo. Consigliatissima questa esperienza non solo per i bambini ma soprattutto per gli adulti che hanno voglia lasciarsi andare!
    Castell'Arquato è un borgo suggestivo, abbiamo partecipato solo al sabato mattina all'evento rivivi il medioevo assistendo al torneo di arceria dove si tiravano delle vere e proprie randellate!! Un pò violento...ecco perchè ha colpito la strega!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emanuela che meraviglia!! Grazie di cuore per averlo condiviso! Sono così felice che vi sia piaciuto e ahahah che ridere il tuo ometto! Povera strega!!:-)
      Un abbraccio grandissimo!!

      Elimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin