Dieci cose da non perdere a Dresda


Una  domenica pomeriggio, per caso, tra particuliers, vecchie poltrone e cavalli a dondolo. Quel giorno nel Dorset tra immensi campi coltivati,  a cogliere fragole in uno straordinario supermercato en plein airE poi seduti sull'erba a vedere Pollicina che attraversa il fiume, pedalando sull'argine battuto dal vento insieme a gabbiani e flamants roses o scivolando lungo una strada deserta mentre la radio suona proprio quella canzone...
Eccoci con un'altra personalissima hit di esperienze da non perdere.  Questa volta torniamo a Dresda, meta ideale per un piccolo break low cost di primavera, da assaporare centellinando tanti momenti emozionanti che insieme fanno del viaggio un'esperienza unica e speciale.



1.UN INSOLITO BALCONE
Fu il Conte Heinrich Von Bruhl a volerlo nel 1738, questo straordinario terrazzo a strapiombo sull'Elba che Goethe chiamò Balcone d'Europa. Un lungo passaggio che si srotola quindici metri sopra il fiume, adornato di statue, caffè, giardini e una meravigliosa vista sulla città.

In primavera tutto ornato di fiori e con i tavolini dei caffè all'aperto deve essere qualcosa di unico!
Bruhlsche Terrasse

2.DEUTSCHES HIGYENE-MUSEUM 
Un incredibile viaggio virtuale all'interno del corpo umano.
Il Museo si compone di due parti: nel seminterrato si trova l'area dedicata ai bambini ricca di giochi, esperimenti e percorsi interattivi per esplorare i cinque sensi.

Al di sopra c'è invece il Museo dell'igiene vero e proprio. Non lasciatevi fuorviare dal nome perchè si tratta di un'incredibile esperienza inerente l'anatomia, dagli studi culturali alla storia e la ricerca scientifica. Ci sono impressionanti modelli in vetro, esperimenti per conoscere il cibo e la sua assimilazione, la pulizia , l'amore, la morte e tutte quelle che sono l'esperienze umane. Alcune sale possono essere un po' inquietanti per i bambini ma se non siete troppo impressionabili non perdete una visita a questo  Museo unico nel suo genere.
Deutsches Hygiene-Museum

3.GLI OMINI DEL SEMAFORO
Non si può passeggiare per la città senza fare una caccia ai bizzarri omini del semaforo.
C'è il rosso, il verde, la bicicletta e ho scoperto da poco che pare ci sia anche una Ampelfrau (la donnina del semaforo). 
A noi è sfuggita, fatemi sapere se la trovate!
E tornati a casa, mi raccomando,  sbizzarritevi con i biscotti.

4. BLAUES WUNDER
Qualcuno dice che in principio era verde ma che con il tempo il giallo cromo che si mescolava alla vernice blu sia evaporato, lasciando il ponte dell'attuale colorazione. Altri affermano con certezza che è sempre stato così, di un meraviglioso blaues wunder.
In realtà, se lo chiedete ai cittadini di Dresda vi diranno che cambia colore a seconda della luce e della stagione in cui lo si guarda.
Amato e criticato, non potete non farci un salto per passare sulla riva opposta del fiume e passeggiare tra le splendide ville di uno dei quartieri più ricchi della città. E una volta di là c'è un treno speciale che vi aspetta..

5.  SCHWEBEBAHN LA FERROVIA SOSPESA
E' stata costruita nel 1898 ed è la più antica funicolare al mondo.
Si parte dal quartiere di Loschwitz e si percorrono 273 metri superando un dislivello di 84 aggrappati ad una impressionante trave retta da 33 piloni in ferro.
Purtroppo quando siamo arrivati, emozionati e pronti a salire a bordo, abbiamo scoperto che è in manutenzione fino al 28 Marzo, ma se ci andate in Primavera mi hanno assicurato che è un'esperienza da non perdere.
Affascinante anche la collega Standseilbahn che percorre, questa volta con le ruote su terra, i 547 metri  in salita per arrivare al bel Cafe-Ristorante Luisenhof dalla cui veranda si gode una magnifica vista sulla città.
6. KUNSTHOF PASSAGE
Si trovano nell'Äußere Neustadt il quartiere pullulante di ristoranti, locali, pub, dimore novecentesche e negozietti adorabili affacciati su un labirinto di strade a nord di Albertplatz.Fuori solo un buffo cartello e niente più.
Dentro, uno straordinario museo d'arte en plein air, un gioco di cinque bizzarri cortili progettati dall'architetto Boettcher Heike e realizzati da scultori, pittori, falegnami artisti che hanno dato ad ognuno forme e caratteri originali. C'è il cortile degli elementi, quello delle creature mitologiche, della luce, della metamorfosi e degli animali, il preferito di Aj.

In Primavera devono essere un incanto, con i giochi d'acqua che scorrono dalle pareti, la musica, i tavolini all'aperto.
Da non perdere!
I cortili segreti di Dresda

7. UNA CENA IN BIRRERIA
Tutto parla di tradizione e di storia in questo straordinario ristorante all'interno dell'antico birrificio di famiglia.
Un luogo affascinante dove si mangia bene, ci si diverte e naturalmente si gusta una birra favolosa.
A Dresda ce ne sono tre. Noi abbiamo cenato nel primo Watzke, quello aperto dal 1898 che ospita al primo piano  la sala da ballo dove danzano ancora le debuttanti. Fuori c'è un incantevole biergarten con vista sul Elba e dove immagino sia favoloso cenare in primavera e in estate.
Abbiamo provato anche l'altro, proprio sulla zona pedonale di fronte alla statua del Cavaliere d'oro, il monumento in onore di Augusto Il Forte.
Ai bambini piacerà senz'altro la campana che viene fatta suonare ogni ora!
I Ristornati sono grandi ma sempre molto affollati. Vi consiglio di prenotare in anticipo.
8. ALTSTADT

La Processione dei Principi sulle antiche scuderie reali
La notte del 13 Febbraio 1945, proprio al termine della seconda guerra mondiale una pioggia di terribili bombe incendiarie rase quasi completamente al suolo Dresda uccidendo migliaia di persone. Oggi i sontuosi edifici barocchi sono stati ricostruiti e questo sorprendente gioiello architettonico e culturale è in continuo rinnovamento.
Passeggiare per la città vecchia è un continuo coro di ooh e aah davanti alle sorprendenti architetture, i mosaici, i dipinti, i Musei che racchiudono incredibili tesori.
Un consiglio: camminate e camminate con  il naso all'insù!

9.DORMIRE IN UNA CASA DI BAMBOLE
In posizione perfetta per visitare la città questo BB è una vera casa di bambole e non è solo un modo di dire.
I proprietari appassionati di bambole e pupazzi d'epoca hanno arredato con un gusto particolarissimo le camere di questa piccola villa nel cuore di Neudstadt, tanto che vi sembrerà di dormire in una vera e propria Puppenhaus.Il giardino delle rose in primavera deve essere un vero incanto.
I prezzi sono ridicoli. Solo per darvi un'idea abbiamo pagato 37 euro (a camera non a persona) al giorno per gli  infra settimana e 47 euro per i festivi.
La colazione non è compresa nel prezzo ma se volete risparmiare davanti alla casa avete una sorprendente scelta di cafè per tutti i gusti.
La Villa dista due chilometri e mezzo (la metà  pedonali)  piacevolissimi da fare a piedi fino al centro.
La zona è proprio quella dei ristoranti, dei locali, dei negozietti bellissimi e dei cortili segreti.
Villa Romantika
Villa Romantika su booking
Cani ammessi
10. I DINTORNI DI DRESDA
Se Dresda è meravigliosa altrettanto lo sono i dintorni che meritano assolutamente un escursione da fare tranquillamente in giornata ma anche una vera e propria vacanza di più giorni.
La Sassonia è stata per noi un vero coup de coeur.

Dal diario di Aj: Meissen e la leggenda del Fummel
E voi? Avete in mente un piccolo break per la prossima primavera? Se siete ancora incerti trovate altre tre proposte primaverili nel mio articolo su Donna Moderna.

CONTINUA A LEGGERE I DINTORNI DI DRESDA:

Leggi anche:
White Dresda
Gli altri Da non perdere

Commenti

  1. Dieci cose che trovo meravigliose, amica mia.. sogno sempre quando passo da te. Almeno posso viaggiare con la fantasia, il che non è poco, tesoro! Grazie. Un bacio e.. corro a leggere le tue proposte. Magari, se starò meglio.. chi lo sa se potrò viaggiare un po' dove consigli! TVB!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely cara lo spero con tutto il cuore! Ti abbraccio forte forte!

      Elimina
  2. Che bello, ci fai sognare con i tuoi post super dettagliati!

    RispondiElimina
  3. Con questa top 10 mi hai convinta, Dresda è un'altra meta da mettere nel cassetto! Per "colpa" tua ho i cassetti pieni ormai :-)

    p.s.: Pierino e il lupo con cd musicale è piaciuto tanto al mio ometto mangialibri, ho trovato anche l'usignolo dell'imperatore azzeccatissimo per il nostro prossimo viaggio.
    Grazie Mammagiramondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! Sono contenta, bravissima, l'usignolo è davvero perfetto!!;-) Lo so ti avevo promesso il post, ma ho tante di quelle cose da scrivere. Ma arriva eh? Intanto te ne anticipo altre due classiche: il flauto magico e il lago dei cigni, triste ma bellissimo! Baci grandi!

      Elimina
  4. Di idee è piena la testa e di voglia di viaggiare è colmo il cuore...alla scoperta della Città dei bambini a Genova o alla ricerca della grotta della Sibilla nei dintorni di Norcia,a fotografare i tulipani in fiore di Sigurtà o a godersi la brezza del Lago Maggiore...qualcosa di questo faremo...e qualsiasi cosa sia non vedo l'ora!!!
    Devo dire che Dresda è inaspettatamente interessante, misteriosa e fiera come molti angoli di Germania riescono ad essere.
    Grande Dani!
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh tutte mete bellissime!Peccato che al Sigurtà non possano più entrare i cani, è un posto incantevole dove mi piacerebbe tanto tornare!Mi hai fatto venire in mente la frase che amo tanto di Dr. Suess, con un cervello in testa e le scarpe ai piedi si può andare ovunque nel mondo. Anche se a volte ci vuole un po' di pazienza! :-)
      Baci grandi!!

      Elimina
  5. Che meravigliaaaa!!! i tuoi post fanno bene all'anima.
    Anche di chi con il corpo resta seduto in ufficio...

    RispondiElimina
  6. Tutte le volte che passo da "te" mi riempio gli occhi e il cuore di colori e cose nuove.
    Mi sa che Dresda sarà una delle tappe della nostra vacanza...
    Buon mercoledì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io te la consiglio di cuore! ;-) un bacione!

      Elimina
  7. Una città tutta da scoprire! Bellissimo post!
    Federico

    ---
    http://lavaligiasottosopra.blogspot.it/

    RispondiElimina
  8. Ciao mammagiramondo! Il tuo blog è bellissimo e fa venire voglia di avere le valige sempre in mano!Noi siamo in 4 + il nostro cane. E' tanto che ti seguo,l'anno scorso ho seguito il tuo consiglio e siamo andati in agriturismo vicino al podere l'Agave( era pieno). Abbiamo visitato Populonia e il Golfo di Baratti. I cuccioli erano entusiasti ed anche noi!Quindi grazie!Quest'estate, ho una spinta fortissima verso la Danimarca. On the road mi piacerebbe tantissimo!Oltre ai tuoi preziosissimi consigli, che seguirei assolutamente, hai qualche suggerimento in piu' da darmi? sarebbe il nostro PRIMO vero VIAGGIO....Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Samantha hai già letto tutti i post della miniguida e l'ultimo post sull'itinerario Italia-Danimarca on the road?
      Di consigli intanto te ne anticipo uno subito!
      Divertitevi da matti!!
      P.S Ma viaggiate in camper o in macchina?

      Elimina
  9. Ho trovato la ampel Frau;) ... è una bambina in realtà, al semaforo di pirnaischer Platz

    RispondiElimina

Posta un commento