23/10/13

Verso la Costa dei dinosauri: prima tappa Roussillon


La Francia è sempre una buona idea.
Che la scegliate per una vacanza o per una tappa on the road incontro ad altre mete,  ogni regione, départements  o villaggio in cui deciderete di fermarvi vi regalerà magia e incanto, emozioni ed entusiasmo.
Come dicono i francesi qui bien commence, bien avance e non trovate che riempire gli occhi di stupore e meraviglia sia il modo migliore per cominciare una nuova emozionante avventura?

























La strada della lavanda, non più in fiore ma comunque straordinaria


Il nostro Hotel 


Siamo partiti all'alba Sabato scorso, ansiosi di cominciare un nuovo eccitante viaggio tematico.
Attraversando la Francia fino a Roussillon, un coup de coeur di qualche anno fa  e dove non ho resistito alla tentazione di tornare, per scoprirlo coperto di autunno e più affascinante che mai.





E poi verso quella costa che ci aveva stregato in Maggio prima di scivolare incontro alla Spagna. Tappa dopo tappa abbiamo passato i Paesi Baschi e la Cantabria e da ieri siamo nel magico e sorprendente principato delle Asturie.
Oggi scendiamo dal Picos de Europa e cominciamo la caccia.
A fossili, impronte e tracce lasciate da quegli affascinanti giganti estinti lungo quella che viene chiamata La costa de los dinosaurios.
Ed è tutto così incredibile qui che non vedo l'ora di raccontarvi tutto...

18 commenti:

  1. è vero la francia è sempre un gran bel posto....

    RispondiElimina
  2. Che posto meraviglioso!!! con le tue splendide foto ci hai regalato degli scorci interessantissimi, complimenti per la scelta di questo itinerario.
    Posso chiederti come ti regoli con la scuola primaria di tuo figlio? da noi sono severissimi sulle assenze e quindi "rubare" qualche giorno per un viaggio diventa un problema.... anche se per un bimbo è estremamente arricchente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Per quanto riguarda la scuola non ho mai avuto problemi. Aj non è l'unico ad assentarsi per un viaggio, magari lo fa un po' più spesso dei suoi compagni ma in fondo è come quando un bambino prende l'influenza. La maestra è d'accordo con noi nel ritenere il viaggio un'esperienza di arricchimento a cui non si può certamente di di no. Insieme alla maestra prima di partire valutiamo cosa Aj non deve perdere e mi viene fornito il materiale. Quest'anno che è in terza e che i bambini hanno cominciato a studiare ad esempio ho avuto l'elenco delle pagine di storia. Tra l'altro visto che hanno cominciato i dinosauri, direi che il viaggio è decisamente in tema. Visto che il viaggio di andata e di ritorno è lunghetto Aj studia in macchina, ripete noi, ne discutiamo insieme e direi che è anche un momento divertente. Per lo scritto per ogni viaggio fa un diario, racconta cosa ha fatto, incolla, disegna, fa un po' quello che si fa in classe con i penso e scrivo. Tutto il resto lo recupera quando torna. Tutta questa severità sinceramente non la capisco, questa chiusura alle esperienze...

      Elimina
  3. Che splendidi posti Daniela! Vedere i ricci delle castagne in un paesaggio così arido, di terra rossa e rocciosa crea un contrasto incredibile.
    Una domanda pero' che mi sono sempre chiesta: ora vostro figlio prequenta la scuola elementare (o primaria...) non ricordo se e' in prima o gia' in seconda... Ma le maestre cosa dicono? Sono d'accordo? Come fa ad assentarsi così tanti giorni da scuola senza rimanere indietro come programma scolastico? I vostri splendidi viaggi infatti non si limitano a un breve weekend ma spesso coprono anche un'intera settimana, quando normalmente in questa stagione i bambini vanno a scuola. Come fa AJ? Ha dei permessi speciali? Gli fate recuperare le lezioni voi facendogli homeschooling? Lui comunque e' molto fortunato perche' durante i vostri viaggi si arricchisce sicuramente piu' di un "normale" bambino che al contrario e' costretto ad andare a scuola tutti i santi giorni... Beato lui! ;-) L'unica cosa e' che non so come vengano viste queste assenze dalle maestre della sua scuola. Come fate a fargli recuperare le lezioni perse?
    Potessero farlo tutti i bambini sarebbe un'occasione per avere splendide lezioni di vita e arricchimento culturale ma le scuole sarebbero tutte vuote! Ah, ah, ah... :-)
    Buona continuazione di viaggio comunque!
    Ciao, Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emanuela, penso di aver risposto alla tua domanda proprio al commento qui sopra.
      E mi sa che dobbiamo ritenerci fortunati perchè è una domanda che mi fanno spesso eppure da noi non è assolutamente un problema e come dicevo sopra Aj non è l'unico ad assentarsi per un viaggio, anche se magari lo fa più spesso degli altri. La maestra non farebbe mai rinunciare un bambino ad una esperienza, come dici tu, così arricchente e che poi quando torna può condividere con i compagni. Aj fa otto anni a fine anno ed è già in terza elementare!;-) Oh mamma come passa il tempo! :-)

      Elimina
  4. Avrei dovuto visitare anch'io Roussillon l'anno scorso e dopo aver visto queste foto rimpiango davvero di non essere potuta andare. Complimenti, sono assolutamente magnifiche! Sono una nuova lettrice del blog e me ne sono già innamorata. Vostro figlio è proprio fortunato, sono cresciuta anch'io così, continuamente in viaggio grazie ai miei genitori, ed è la cosa di cui più vado fiera!
    Complimenti di nuovo, non vedo l'ora di leggere nuovi post! :)
    Alessia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Alessia e benvenuta! Lunedì appena torniamo comincio subito a raccontare tutto, che questo viaggio merita! :-)
      Sì Roussillon è un incanto. C'eravamo già stati qualche anno fa con Aj piccolino ma visto che si passava proprio di lì non ho resistito alla tentazione di tornarci in autunno!

      Elimina
  5. ah, meravigliosa Roussillion! ci siamo stati l'estate di due anni fa, anche al sentiero delle ocre, la mia bimba non camminava ancora e abbiamo delle foto in cui sembra che stia gattonando su marte! fantastico!

    RispondiElimina
  6. Roussillon così come altri paesini della Provenza mi sono rimasti nel cuore. Abbiamo visitato il sentiero dell'ocra a fine Giugno ed è stata una gita divertentissima con i bambini rossi dalla testa ai piedi. Quando hanno visto le tue foto mi hanno subito chiesto di ritornarci...
    Grazie!
    Laura



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credo! Per i bambini è troppo divertente. A fine Giugno allora immagino siete stati anche a vedere i campi di lavanda. Abbiamo dormito proprio nei dintorni di Sault , lungo la strada della lavanda e anche se ancora non è in fiore i campi sembravano già mari straordinari. Mi è venuta una voglia di tornarci ! :-)

      Elimina
  7. Carissima Daniela, dopo tanto tempo e mille impegni torno sul tuo blog entusiasta per le novità..l'Asturia mi ha già conquistata ho visto le foto su Istagram sono bellissime!
    Il nostro viaggio in Danimarca è stato magico! Abbiamo vissuto esperienze, visto luoghi e conosciuto persone che non dimenticheremo mai. I tuoi consigli sono stati preziosissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emanuela ne sono davvero felicissima!
      Un abbraccio e a prestissimo!

      Elimina
  8. è un posto dove ho lasciato il cuore e dove sicuramente tornerò ... dev'essere splendido in tutte le stagioni!!!
    Non ti dico di che colore era Samir dopo essersi letteralmente rotolato sulle ocre e giuro che l'ho invidiato tantissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo io non mi stanco mai di tornarci! :-)

      Elimina
  9. pensavo di andare presto a Roussillon con le bambine (5 anni). me ne ero innamorata con il tuo primo post! mi indicheresti qualche posto carino per dormire ? volevo rimanere 3/4 gg....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, noi abbiamo dormito in un posto un po' insolito a poco più di mezz'ora dal sentiero lungo la strada della lavanda. Si tratta di un vecchio carrozzone riadattato a camera . Purtroppo in quattro non ci sarebbe abbastanza spazio (c'è solo un letto matrimoniale) ma la la struttura ha anche camere più "normali". Ti lascio il link:http://www.booking.com/hotel/fr/chambre-d-ha-tes-bleu-or.en.html In ogni caso dai un'occhiata anche agli altri hotel su booking nelle vicinanze, tra Roussillon e i dintorni ci sono tante chambre d'hotes carine!

      Elimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin