28/03/13

Intrecci Urbani. Yarn bombing a Genova

La bambina emise un grido di stupore e si guardò intorno con occhi sempre più grandi alla vista di uno spettacolo che era meraviglioso.
da Il Meraviglioso Mago di Oz, Frank Baum
E' un po' come sentirsi  Alice o Dorothy nel meraviglioso mondo di Oz. Ci si aspetta che da un momento all'altro possa arrivare un bianconiglio a svegliarci o forse un munchkin, vestito di blu e con un lungo cappello a cono in testa. Però magari fatto di fili di lana intrecciati, come le meraviglie che in questi giorni avvolgono il Porto Antico di Genova.

25/03/13

A Siviglia con i bambini

Sul Guadalquivir

Sbocciano gli azahares sui rami degli alberi di arance dei giardini di Santa Cruz. Il profumo invade il labirinto di vicoli del Barrio e si scontra con quello che rotola fuori dal patio de los Naranjos, lo straordinario cortile della Catedral.
È la Primavera sivigliana che profuma di agrumi e illumina l'incantevole ciudad andalusa rendendola, se possibile, ancora più bella.
Una città magica semplicemente perfetta per un viaggio con la famiglia. Parchi da esplorare, storie di esploratori e di pirati, torri dorate, un fiume su cui navigare e la cordialità degli spagnoli che faranno del vostro viaggio un'avventura indimenticabile.

22/03/13

Speciale Primavera: idee weekend, eventi, creatività, libri



  






























Amo l'odore della terra bagnata, il suo tocco umido tra le dita, il modo con cui si lascia attraversare dalle sottili radici che erompono da un seme.
Amo la delicata perfezione dei germogli  e quello straordinario incantesimo che tutto cambia quando i bambini radice si svegliano ed è tempo di Primavera.
Un inno alla vita, un invito a rallentare, a fermarsi per scrutare tra i rami di un albero o i ciuffi d'erba di un prato.
E' tempo di piantare bulbi e seminare, correre sui prati e partire per esplorare il mondo. Tempo di circondarsi di verdi e rossi, gialli e aranci, tempo di insinuarsi dentro a questa stagione per viverla con tutta l'intensità che merita.

20/03/13

Tutorial: la scala magica


Quanti ricordi dentro a quel clappette lento e cadenzato che sgorgava fuori dalle tavolette di legno.
Le lunghe passeggiate estive a guardare i talponi che facevano capolino dall'acque scure dell'Arno, le sfavillanti luci di una Firenze sbalorditiva, su dal muretto del Piazzale Michelangelo e poi le larghe scale intorno al giardino delle rose dove allora era ancora possibile veder brillare le lucciole.
L'avevamo scoperto dentro ad una delle tante bancarelle accanto al giardino dei balocchi. Avrò avuto cinque o sei anni e ricordo che rimasi affascinata da questo gioco magico dove il giovane venditore straniero aveva disegnato a penna una faccina triste. 

18/03/13

A spasso con Leonardo: Museo Leonardiano a Vinci


Anchiano,  lungo la strada per arrivare alla casa natale di Leonardo
Usciva con un blocco di fogli sotto il braccio, scivolando giù per  i campi e le colline punteggiate di ulivi e vigneti. Correva incontro alla campagna, alla libertà, a quell'affascinante mondo da scoprire, abbracciare, studiare, osservando le infinite venature che penetrano una foglia o l'incomparabile movimento d'ali che si aprono quando un uccello spicca il volo.
Poi si sdraiava sull'erba umida e scriveva, annotava, disegnava, quelle storie e quei paesaggi che anni dopo, avrebbero ispirato alcuni dei suoi più grandi capolavori.

15/03/13

Mappa da viaggio per bambini


E' divisa in  colori. 
Il verde, per le foreste di castagni e le  praterie. Il bianco,a ricordarne il suolo calcareo e le distese coltivate di cereali ed il nero per quel verde scurissimo delle querce.
E poi il rosso, intorno a Bergerac, per gli affascinanti toni e sfumature che velano in autunno le fogli di vite.
E' il Sud Ovest francese , il Perigord, che ricopre la Dordogna ai limiti del massif central.
Insieme alla Costa Atlantica è' la nostra prossima meta, quella che chiudo gli occhi e mi sembra già di sentirne il profumo. E so già che la ameremo alla follia (grazie Cristina ..<3>
Intanto nell'attesa (ancora un mese e mezzo!) leggo, sogno e progetto. E l'altro giorno, dopo aver visto il puzzle del tubo di Giada mi è venuta questa idea...

14/03/13

In viaggio con Groupon: 3/12: weekend in Liguria (di Ponente)



Dodici piccoli grandi viaggi, dodici weekend alla scoperta di borghi e città, mari e montagne, angoli da svelare, scoprire, raccontare con parole e immagini.
Dodici fine settimana girovagando per il mondo, incontro a quanto di bello ha da offrirci anche in un solo fine settimana low cost.
Dodici coupon,  uno per ogni mese, scelti su Groupon e  vissuti, valutati e raccontati su questo blog. Qui altri dettagli
LIGURIA DI PONENTE

La nostra base è CASTELBIANCO, un affascinante comune del ponente ligure situato nell'immediato entroterra di Albenga.  Si raggiunge lasciando alle spalle la costa per entrare in pochi minuti in un territorio ameno e selvaggio, fatto di  cascatelle che  scivolano attraverso  contrafforti di roccia calcarea, ripidi terrazzamenti e boschi e falesie amate dagli appassionati di free-climbing.
Un territorio dall'aspetto ameno e selvaggio che rivela a tratti incantevoli borghi di pietra in cui perdersi tra vicoli e case e terrazze da cui  si ammirano  splendidi paesaggi.
Castelbianco si trova in Val Pennavaire ed è composto da quattro frazioni tra cui quella di Colletta dal 2007 tra i borghi più belli d'Italia.

12/03/13

Caccia alle uova. Un'idea divertente per Pasqua



Secondo un'antica leggenda pagana, un giorno di primavera di tanto tempo fa, la dea Eostre trovò nel bosco un povero uccellino gravemente ferito. Eostre sapeva che non avrebbe più potuto volare e mossa a compassione, decise di salvarlo trasformandolo in un coniglio.
Il fortunato animaletto non perse però del tutto la sua natura e continuò a fare le uova.
Immensamente grato alla dea per averlo salvato, la primavera successiva decorò amorevolmente il suo uovo e lo regalò a Eostre, che ne fu così felice che chiese al coniglio di onorare con i suoi doni il mondo intero, affinché tutti potessero provare la medesima gioia.


11/03/13

Bastano pochi stocchi d'erbaspada (e un arcobaleno...)

Val Pennavaire
Mi sono infilata dentro al weekend avvolta dentro una nube di pensieri negativi ed esondanti totale sfiducia  nei confronti del genere umano.
Perchè sono così, passionale e intensa nelle emozioni anche quando sono sgradevoli e amare e mi annebbiano la vista, oscurandola a tutto ciò che di bello  c'è nel mondo.
Poi la strada è scivolata verso il mare, la Rivëa de Punènte è comparsa attraverso il vetro e ci siamo lentamente insinuati tra quelle affascinanti valli e il mare.

06/03/13

Come costruire un Taumatropio


Il Taumatropio è un semplice è meraviglioso gioco ottico che incantava i bambini dell'epoca vittoriana. Pare fu inventato da un astronomo nel 1824, il quale basò il suo funzionamento su una imperfezione naturale della retina che tende a  conservare per un micro lasso di tempo, le immagini di quello che vede.
Il gioco consiste nel girare velocemente un disco, sulle cui due facce si trovano disegni che si completano a vicenda. 
Il  disco, ruotando, regala l'illusione di osservare una immagine unica, così...

05/03/13

Festa del Papà: tre regali per stupirlo



Ho sentito i loro passi frenetici per le scale mentre mi correvano incontro ansiosi di raccontarmi tutto.
Gli occhi brillavano di eccitazione, pieni di gioia ed euforia, la voce vibrante di emozione mentre in un fiume di parole cominciavano a srotolare la loro indimenticabile giornata insieme.
Un giorno solo per loro, un padre e un figlio.
Per fare cose da grandi, raccontarsi segreti, abbracciarsi, vivere attimi preziosi da ricordare per sempre. Perchè in una famiglia sono importanti anche momenti come questo.
E allora perché non regalare a papà e figli qualcosa di speciale da vivere insieme? Del tempo prima di tutto, ma anche qualcosa di elettrizzante che assecondi i loro interessi e passioni.

04/03/13

L'acchiappatore di storie


L'orto dei frutti dimenticati
E' stata l'ultima tappa di un weekend surreale, a spasso tra luoghi dai nomi incantati su e giù tra i monti e il mare della romagna.
Il museo del bottone e Giorgio, il suo straordinario fondatore, hanno come teso un filo che collega ogni luogo, ogni oggetto, ogni straordinaria storia incontrata questo fine settimana...

01/03/13

Giochi da viaggio:Indovina chi da stampare


Con Tom e Sam ero sempre un po' incerta ed anche con Bill ed Herman. Alla risposta, sì è calvo non ero mai sicura se  buttarli giù o  meno; in fondo  qualche capello in testa si può dire che ce l'avevano.
L'unico con cui non avevo dubbi era Richard, ma d'altra parte, chi può negare che fosse pelato come una palla di biliardo.
Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin