Di musei insoliti e di nuove partenze


E' stata una settimana insolita e complicata.
Me ne sono andata in giro tra un impegno e un  imprevisto  con la guida della lonely sempre in borsa insieme al quadernino dove appunto note e leggende, luoghi  e bozze d'itinerario che cambiano continuamente.
Questa volta  più delle altre non sono riuscita a buttar giù un vero programma  ma  questo, sono sincera, è uno degli aspetti del viaggiare on the road che mi attrae di più: 
l'incertezza, fino all'ultimo secondo. Il percorso che prende forma lentamente cambiando continuamente direzione, saltellando tra paesi e strade per arrivare alla meta.
All'alba si parte.
Ho dovuto inserire una prima tappa in Svizzera domani, "per colpa" di una mia lettrice che alcune settimane fa mi ha girato il link di un posto che, beh, devo proprio visitare.  (Grazie Germana!)
Mi piace proprio da matti quando mi mandate suggerimenti che potrebbero essere i miei. Significa che qui, in mezzo a questo groviglio di parole, passioni, consigli e idee talvolta strampalate sono riuscita in qualche modo a lasciare molto di me, di quello che mi piace e mi emoziona e  che tanti di voi sanno cogliere alla perfezione.
E' davvero una cosa meravigliosa.
Dopo la sosta in Svizzera Domenica proseguiremo a Nord verso  un paese incontrato qualche anno fa e che adesso attrae mio figlio come una calamita.
Perchè per lui ,che disegna ovunque fumetti e la sera sogna insieme a Milou e Tintin, il Belgio è sopra ogni cosa la patria di Hergè, uno dei suoi eroi.



Vagabonderemo quindi  una decina di giorni per il paese e  non solo a caccia di fumetti.
Ho scoperto una miriade di posti interessanti, musei insoliti, simulatori di tempeste e anche un villaggio  dove noleggiano draisine e non vediamo l'ora di risalire a bordo come tanti anni fa, pedalando ancora una volta sui binari del treno.

Mi dispiace non essere stata molto presente questa settimana, ho fiumi di messaggi a cui rispondere e post promessi da pubblicare ma proprio non ho trovato il tempo. State certi però che  mi farò perdonare.
Intanto, in attesa di aggiornarvi sulle nuove avventure  vi lascio con un'altra bella  idea weekend
Un insolito museo a cielo aperto disteso lungo il molo di una nota località di mare.
Allora vi ho incuriositi?

Potete leggere il post sul magazine Piccolini e magari trovare un ispirazione per un ponte del 2 Giugno  tra Marche e Abruzzo (e magari da San Benedetto scendere lungo la meravigliosa costa dei trabocchi.
Un caro saluto a tutti e a presto con tante nuove avventure.


Commenti

  1. Io aspetto il nuovo post sull'alsazia che ci avevi promesso nella news letter :)..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione managgia quante promesse non mantenute! )-: Il post è anche pronto ma mi mancano dei links e dei dettagli a cui tengo. La miniguida dell'Alsazia deve essere speciale! :-)

      Elimina
  2. Aspetterò i tuoi resoconti che come sempre mi faranno sognare e poi un itinerario che cambia strada facendo mi incuriosisce molto

    RispondiElimina
  3. Come mi piacerebbe poter visitare tutti i posti di cui parli... ma per ora non se ne parla continuerò a fantasticare seguendo i tuoi post! :)

    RispondiElimina
  4. bellissimo post!
    www.gomypass.com

    RispondiElimina

Posta un commento