Val di Luce: una ricetta e un'idea weekend per un picnic di Ferragosto.


Bastano pochi minuti di seggiovia per salire dalla Val di Luce  al Passo d'Annibale, un valico disteso tra Toscana ed Emilia il cui nome ricorda il leggendario passaggio del generale cartaginese.
Un quarto d'ora o poco più per raggiungere un incantevole universo di pascoli verdi, foreste di conifere e 
fiori a profumarlo tutt'intorno.
C'è l'aria buona della montagna, ci sono strade sottili e bianche che da lontano paiono ruscelli di  latte e quel magico nonsoche, formidabile potere della natura, di saper regalare felicità al primo sguardo.
Imboccando il sentiero a sinistra in meno di un'ora si passano due graziosi laghetti turchini che sembrano fatti apposta per far da palcoscenico a viaggi e avventure.
Se ci andate dovete portare con voi una barchetta di sughero perchè soprattutto entrambi sono l'habitat di straordinarie specie acquatiche come il tritone alpino e quello crestato (anfibi protetti), attori perfetti per far la parte dei mostri (ovviamente senza disturbarli e con il dovuto rispetto).

Dal mio profilo instagram
E proprio avventurandoci incontro al Lago Nero che  Domenica ci siamo  trovati circondati da un manto di cespugli dall'aria familiare, un intreccio infinito di rametti e foglie caduche dentro ai quali come tesori si nascondevano  i mirtilli.



Una sorpresa inaspettata e dal sapore delizioso. Cosa volere di più?
E fischiando e cantando come vuole la tradizione di famiglia ne abbiamo raccolti un bel po', che poi quando cominci non riesci più a fermarti e per arrivare al vicino Passo della vecchia ci abbiamo messo un secolo ma è stat un tempo dolcissimo e decisamente gustoso.




contenitore per mirtilli improvvisato
Un picnic, uno scenario come quello degli splendidi appennini e la lingua nera nera. Basta davvero questo per essere felici.







Se poi ci aggiungiamo la soddisfazione di preparare non uno ma ben due dessert con quanto raccolto, beh, davvero non posso chiedere niente di più ad un weekend.


All'inizio avevo pensato di preparare un crumble ma poi ho preferito seguire il suggerimento di molti di voi e cucinare qualcosa a freddo per non sprecare le favolose proprietà di questi frutti e gustarne  il  sapore così diverso da quelli che si comprano al supermercato.
Allora ho preparato il favoloso cheesecake al cioccolato bianco e mirtilli (tutto a freddo) dei meravigliosi Fico e Uva; ve lo consiglio di cuore perché è davvero straordinario.


La seconda ricetta invece, velocissima,  l'abbiamo fatta per il nostro picnic notturno di stasera.
Un libro di storie del cielo da leggere alla luce di una lanterna, le stelle che cadono e questo goloso dessert da tirar fuori dalla borsa frigo.

 VERRINES MYRTILLES ET MASCARPONE
con la ricetta presa da Brunchs di  Marion Belin (lo stesso libro di  madeleine e tarte à l'oignon comprato in Aquitaniama usando  i mirtilli al posto delle fragole 

INGREDIENTI*
mascarpone
mirtilli
zucchero
pistacchi e menta (per decorare)
succo di limone per la coulis

*Le dosi sono ovviamente a piacere e dipendono da quanti vasetti volete riempire e dal gusto personale. 

Frullate il mascarpone con lo zucchero .
Adagiate una manciata di mirtilli in un bicchiere (o un vasetto chiudibile se pensate di usarlo come dessert da picnic) ricopritelo con il mascarpone e infine con una coulis ottenuta tritando mirtilli, zucchero e poco limone (come quella del cheesecake di Ficoeuva per intendersi).


Aggiungete una foglia di menta e qualche pistacchio tritato e voilà, avete un delizioso e velocissimo dessert .




Mirtilli e stelle cadenti per un magico picnic notturno.

Informazioni Pratiche:
La Val di Luce si trova a meno di due ore da Firenze (sono meno di 100 km ma la strada da Pistoia è tutta curve) e a cinque minuti dall'Abetone, noto comprensorio sciistico sull'appennino tosco emiliano.
E' un'ottima idea weekend se amate la montagna, le passeggiate, i picnic i giochi in riva al lago e, ovvio, i mirtilli. Per salire al Passo d'Annibale potete prendere la comoda seggiovia o se avete voglia di fare un bel trekking, anche a piedi. Scendendo alla seconda e ultima fermata della seggiovia (alla prima trovate un rifugio dove si può anche pranzare) e girando a sinistra si arriva in dieci minuti al primo lago, quello Piatto e in poco più di mezz'ora al lago Nero dove si trova anche un rifugio alpino. Il sentiero è facile, adatto anche ai bambini piccoli ma non ai passeggini.
Se ci arrivate da Firenze una sosta obbligata è il Ponte Sospeso, trovate le indicazioni sulla strada subito dopo San Marcello Pistoiese. 

-->

Commenti

  1. Siamo passati qui da te per lustrarci un po' gli occhi sulle tue ultime avventure... ed ecco che ci mangiamo virtualmente una fettina di questo cheesecake insieme! Felicissimi di sapere che ti è piaciuto :-D... certo che se è fatto con mirtilli appena raccolti deve essere meraviglioso!
    Un abbraccio e buona settimana!

    RispondiElimina
  2. nonnagiramondo18 agosto 2014 08:33

    uno spettacolo ,,, e mmmmmmmmmmmmmm

    RispondiElimina

Posta un commento