09/02/15

Magia d'inverno in Garfagnana: il lago di Isola Santa


Ho un debole per i laghi, penso che  ultimamente ve ne siate accorti.
Li trovo così incredibilmente affascinanti e  armoniosi  con le loro rive seducenti e sinuose su cui far lunghe passeggiate incantati dai mille riflessi che danzano piano o forte a seconda del vento.
E quel loro essere specchi di meraviglie? Di rami intrecciati e montagne e  cieli e luci e colori che cambiano completamente a seconda della stagione.
Come si fa a non amarli? 
E poi c'è una cosa che veramente adoro ed è quel primo momento in cui ti appaiono davanti. Può succedere dietro ad una curva, in cima ad una salita, passato un gruppo di case o di fitti alberi oppure, sì, persino affacciandosi da una finestra, che  è esattamente quello che ci è capitato questo weekend  a zonzo tra l'Appennino e le Alpi, in una terra tinta di bianco e immersa, come una boule , dentro all'incantesimo della neve.




E' incredibilmente bella la Garfagnana. 
D'inverno non l'avevo mai vista e ho pensato che perdersi tra le sue strade tortuose sotto montagne tinte di bianco in cerca di piccoli paradisi lontani dal tempo fosse una buona idea.
Così abbiamo lasciato l'autostrada a Capannori, entrando nella statale che attraversa la bella provincia di Lucca. Superando suggestivi ponti come quello del diavolo, passando borghi incantevoli come Castelnuovo e arrampicandoci sui monti in cerca di neve.

Verso l'ora di pranzo ci siamo ritrovati a guidare su tornanti strettissimi ancora inconsapevoli che sotto di noi  si nascondeva qualcosa di incredibilmente magico. 
Abbiamo trovato un inaspettato ristorante immerso nella neve e una volta entrati nella sala al secondo piano siamo subiti andati alla finestra per vedere fuori.

vista dalla finestra del secondo piano

Giù in basso, come un inattendibile miraggio,   un fiabesco laghetto dagli ammalianti toni turchesi. Incastrato tra i monti più incantevoli e dalla cui superficie bianca si alzavano come trine sottili fusti marroni.
Un coup de coeur,  una tale meraviglia da rimanere senza fiato.



vista dalla terrazza dietro il ristorante
Dopo aver pranzato la nostra meta era decisa, una manciata di curve e poi il lago, nel cuore del Parco della Alpi Apuane.
Lasciata l'auto lungo la riva siamo scesi passando da una piccolissima apertura scavata nella neve che permette di accedere alle scale che portano all'antico borgo disteso sull'acqua, Isola Santa.


Un tempo era un antico hospitale, un luogo di riposo e di ristoro per i pellegrini che partivano o erano diretti in Versilia.
Nel 1949 una diga costruita per l'energia idroelettrica costrinse gli abitanti a lasciare il borgo che in seguito è stato completamente abbandonato. Negli ultimi anni un progetto di recupero ha riportato vita sulle sponde del lago, avviando la ristrutturazione di alcune delle vecchie case e trasformandole in stanze d'albergo.


In questa stagione il borgo è quasi deserto.
Scendendo tra le vecchie abitazioni in pietra, molte delle quali ancora in rovina l'atmosfera magica e irreale.



Passeggiamo lungo il lago ammirando il pontile bianco sospeso sull'acqua, facendo a pallate e giocando a chi le lancia palle ghiacciate più lontano.







Charlie si rotola nella neve, Babbog. e Aj ridono e  io mi innamoro di nuovo.

Informazioni Pratiche:
Isola Santa è un antico borgo della Toscana affacciato sulle acque dell'omonimo lago in Garfagnana, situato sulla Via d'Arni, sulla sponda sinistra del fiume Turrite Secca sbarrato a scopo idroelettrico da una diga che ha dato origine al lago.
Il borgo si trova a un quarto d'ora di auto da Castelnuovo Garfagnana, facilmente raggiungibile con la SP13.
Se ci andate in questo periodo dell'anno non dimenticate i doposci o meglio ancora le ciaspole per fare la bella passeggiata lungolago.
Il Ristorante panoramico di cui vi parlo nel post è il Ristorante la Ceragetta in località Capanne di Careggine proprio sopra al magnifico lago.
Il ristorante (che ho letto affitta anche camere in una sorta di albergo diffuso e organizza anche iniziative come ciaspolate, trekking, etc) ha un ottimo menù a prezzo fisso con piatti tipici che vanno dall'antipasto al dolce al costo di 23 euro.
Il ristorante è enorme (ed era pienissimo) e non tutti i tavoli sono affiancati alle finestre per cui se andate vi consiglio di prenotare prima chiedendo il tavolo con vista lago.
Il cibo è ottimo  e il personale gentilissimo ma merita anche solo per la vista. da lì partono anche  numerosi sentieri per fare trekking, in questo periodo ovviamente con le ciaspole ai piedi.
I cani sono ammessi

 Isola Santa è stata solo la prima tappa del nostro viaggio in Garfagnana che ci ha fatto scoprire anche un altro incredibile lago, più misterioso e con un affascinante segreto nascosto tra le acque.
Ma di questo vi parlerò la prossima volta... 

Intanto però perchè non mi raccontate i vostri laghi preferiti?


-->

23 commenti:

  1. Bellissimo! Allora dovete andare assolutamente al lago di Dobbiaco...in parte ghiacciato con un bosco intorno che sembra di stare nelle Cronache di Narnia...proprio nel lago c'è un ristorantino su una palafitta...noi non volevamo più andar via :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh fantastico! Grazie mille per il consiglio, mi sono fatta un quadernino con tutti i luoghi che vorrei vedere, idee weekend, etc., segno subito!

      Elimina
  2. Ah ed accettano cani, noi il nostro non l'abbiamo portato perchè essendo un San Bernardo gigante ed essendo i tavoli stretti non ci sarebbe entrato :) ma c'era un pastore tedesco quindi via libera anche per Charlie ;)

    RispondiElimina
  3. Io ho un bellissimo ricordo del Lago di Caldonazzo. Ho passato un bel weekend e successivamente ho anche scoperto che per di la passa una bellissima pista ciclabile che ho descritto qui http://www.mattley.it/pista-ciclabile-valsugana/ :-) Ciaoo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. UH Mattley grazie di cuore! Oltre ai laghi sono anche in cerca di belle piste ciclabili! Questa me la segno subito tra quelle da non perdere insieme alla Levanto Bonassola che abbiamo visto l'anno scorso!
      P.S Adoro la Valsugana, qualche tempo fa siamo stati ad Arte Sella, che incanto!

      Elimina
  4. Con il mio ometto mangialibri nello zaino e la mia fagiolina nella pancia ricordo con piacere il lago di Anterselva con il suo sentiero natura con pannelli didattici che spiegano la flora e la fauna del territorio. Passeggiata semplice adatta alle famiglie in una Valle dell''alta Pusteria. Non molto lontano c'è il lago di Braies bellissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, bravissima, ottimo consiglio! Sto segnando un "mare" di laghi da vedere! ;-)

      Elimina
  5. Ciao a tutti! Se vi va di aggiungervi qua c'è il mio blog che tratta di turismo e natura da un punto di vista un po' particolare! :) http://coloridiunavalle.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulia ho dato al blog un'occhiata, davvero molto interessante però la prossima volta magari mandami un mp che così mi suona tanto spam ;-)

      Elimina
  6. Ma mi spieghi come fai a scovarli tutti tu sti' posti! Spettacolare!!!!

    RispondiElimina
  7. Come sempre foto spettacolari!!!! Anch'io adoro i laghi....mi trasmettono un senso di pace e serenità. Ho la fortuna di abitare a metà strada tra il lago Maggiore e il lago d'Orta in Piemonte, entrambi bellissimi seppur diversi tra loro. e non mi stanco mai di andarci.
    Tamara (quella indecisa tra la Val d'Ega e l'Alpe di Siusi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tamara! Ecco, quella zona là è da tempo nella lista. Ma quante meraviglie che ha la nostra Italia!
      HEhehe, siete riusciti a scegliere poi?
      Un abbraccio

      Elimina
    2. Abbiamo optato per Siusi quest'anno e l'anno prossimo Val d'Ega!!!!

      Elimina
  8. Scoperto il blog da poco.. Racconto & foto davvero spettacolari

    RispondiElimina
  9. Noi adoriamo il lago di Viverone, nell'alto Piemonte. Circondato da splendidi Castelli come Masino e Montalto Dora, è immerso in una ampia pianura ancora miracolosamente incontaminata ( e in cui vogliono costruire un faraonico Parco divertimenti...). Sergio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, non riesco a ricordarmi in che occasione ne ho sentito parlare. In ogni caso ho cercato le immagini e beh, magnifico. Se poi parli di natura miracolosamente incontaminata mi hai già conquistata. Circa il Parco divertimenti mi auguro solo che qualcuno li fermi anche se ahimè so come funzionano queste cose... )-:
      Grazie mille per lo splendido consiglio, segno...

      Elimina
  10. Ciao. Trovo davvero molto interessa il tuo blog. Posso solo dare un suggerimento? Una cartina... si x avere subito un'idea di dove si trovino i posti di cui scrivi!
    Cmq x il resto niente da dire. Mette voglia di viaggiare!
    Brava.
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara grazie mille. In genere metto la mappa quando scrivo di itinerari on the road, ma hai ragione , penserò a farlo per ogni post, è un'ottima idea.
      Grazie!

      Elimina
  11. Ciao! Un altro lago meraviglioso della Garfagnana, che potete scorgere anche in treno o in macchina nel comune di Pieve Fosciana vicino a Castelnuovo Garfagnana, è il Lago di Pontecosi... uno splendore negli occhi uno specchio nella natura!!!

    RispondiElimina
  12. un incanto! ma anche il lago di garda e bello di autunno!le terme in trentino saranno la nostra prossima tappa www.visit-levico.it

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin