17/08/08

Parco giardino Sigurtà!!

Ed eccoci di ritorno, ancora emozionati dalla visita del Parco Giardino Sigurtà, prima tappa del nostro meraviglioso fine settimana!! Ascoltate...A due passi dal Lago di Garda sorge un vero e proprio miracolo della natura, un'oasi naturale che è stata definita dai botanici di fama internazionale uno tra i giardini più straordinari del mondo.
Per visitare il Parco ci sono tanti modi diversi, uno dei quali sopra un piccolo treno che per circa mezz'ora cammina attraverso quello che a ragione viene chiamato l'itinerario degli incanti. Naturalmente vista la passione di mio fio figlio e per avere una prima idea di cosa visitare cogliamo al volo questa occasione. Tutti a bordoooo!!!! Ah, quali meraviglie incantano i nostri occhi, una esplosione di colori, di profumi da rimanere senza fiato; sembra quasi di muoverci come per magia all'interno di un quadro di Monet : Iris, rose, fiori di ogni forma e colore, laghetti fioriti di ninfe e querce secolari, chilometri di soffici tappeti erbosi!!!! Un inno alla Natura!!!
Felici, emozionati, ci divertiamo cantando la canzone del trenino thomas... "Chugga chugga chug chug, Chuff chuff chuff He rides along the way And when you hear that whistle It can only be one train" Scesi dal treno ancora storditi da tante meraviglie pranziamo al fornitissimo chiosco ; ora dovete sapere che si dice che nel Parco, all'interno di una grande quercia ci sia una tana che da quasi 400 anni ha ospitato tanti scoiattoli. Adesso ad es. c'è n'è uno molto speciale il cui nome è Ta...Un bel giorno Ta trovò unio strano cappello di Napoleone, forse lo aveva dimenticatio nel Parco quando ne fece il suo accampamenteo nel 1859, comunque Ta lo prese e non lo lasciò più!!
Questo piccolo scoiattolo è diventato il simbolo del Parco e di fronte al chiosco un negozio di souvenir ne vende ogni sorta di gadget. Mio figlio adesso abbraccia forte il suo Ta che ci accompagnerà durante tutta la giornata!!A questo punto inizia la nostra esplorazione del Parco!! dal momento che è enorme decidiamo di munirci di un golfkartche ci permette di muoverci più rapidamente ma di fermarci ogni volta che desideriamo scoprire cosa si nasconde dietro quell'albero, quel cespuglio e perderci e sognare...Presa confidenza con il mezzo siamo pronti per la nuova avventura. Che divertimento!! Ci muoviamo lungo stretti sentieri , in salita, in discesa,una risata dietro l'altra. Un delle prime soste è il grande tappeto erboso!!! Il richiamo è irresistibile e via per una corsa fino a far mancare il fiato e a rotolare nell'erba!!!Che meravigliosa sensazione!!! continua... Arriviamo a piedi davanti a due magnifici laghetti pieni di pesci tropicali, chinati sul bordo i pesci si avvicinano per nulla intimoriti lasciandosi persino accarezzaree deliziati dalle risate di mio figlio che resta incantato.Dopo aver fatto tesoro di queste sensazioni torniamo al nostro kart, ci aspettano ancora tante meraviglie.continua... Viale dei Pini, Rotonda degli incanti, viale dei due imperatori, ci muoviamo attraverso queste strade dai nomi fiabeschifermandoci per ammirare una meraviglia dietro l'altra. arriviamo alla Valle dei Daini, il prato è zuppo d'acqua, il Parco nasconde infatti sottoterra una rete di tubazioni per l'irrigazione lunga chilometri!!!Togliamo le scarpe e via a provare l'incerdibile sensazione dei piedi nudi sull'erba bagnata;grissini alla mano, nutriamo i daini che sembrano gradire molto il pasto Torniamo al kart ed è la volta delle caprette, un po' di fieno e tante risate!!Arriviamo ad un luogo magico, il belvedere di Giulietta e Romeo, nome romantico dato a due grandi cipressi dalla popolazione locale. L'aria è tersa e ci permette di scorgere in lontananza l'arco alpino e la catena degli Appennini!!!E ancora il Viale delle rose da cui si ammira il castello in lontananzacontinua... ...e ancora colori colori e profumi inebrianti.Passiamo davanti ad un grande gazebo dove si sta preparando un ricevimento di nozze!!!Ah, ad averlo saputo prima!!!!!Dal Parco non si vorrebbe mai andar via. Facciamo merenda al chiosco e restiamo piacevolmente sorpresi nello scoprire che sta per iniziare il concerto di un gruppo di studenti di un college inglese. Musical e colonne sonore di film!!!Non è mai troppo presto per appassionare i bambini alla musica e mio figlio si diverte da matti al suono del trombone,ballando tutti insieme, applaudendo forte le mani e gridando Bravi!!!!E' l'ora di andare, domani sarà la volta della romantica Verona ma portiamo con noi i ricordi, le magiche sensazioni,le emozioni che questo Parco magnifico ci ha donato e che non ci lasceranno mai più. Adesso vorrei però lasciarvi con qualcosa di speciale. Lungo il Parco c'è una grande Pietra, la Pietra della giovinezza; quello che c'è scritto sopra lo riporto qui:
"La giovinezza non è un periodo della vita.è uno stato d’animo che consiste in una certa forma della volontà,in una disposizione dell’immaginazione, in una forza emotiva:nel prevalere dell’audacia sulla timidezzae della sete dell’avventura sull’amore per le comodità.Non si invecchia per il semplice fatto di aver vissuto un certo numero di annima solo quando si abbandona il proprio ideale.Se gli anni tracciano i loro solchi sul corpo,la rinuncia all’entusiasmo li traccia sull’anima.La noia, il dubbio, la mancanza di sicurezzail timore e la sfiduciasono lunghi lunghi anni che fanno chinare il capo e conducono lo spirito alla morte. Essere giovane significa conservare a sessanta o settant’annil’amore del meravigliosolo stupore per le cose sfavillanti e per i pensieri luminosi;la sfida intrepida lanciata agli avvenimenti,il desiderio insaziabile del fanciullo per tutto ciò che è nuovoil senso del lato piacevole e lieto dell’esistenza.Resterete giovani finché il vostro cuore saprà riceverei messaggi di bellezza, di audacia, di coraggiodi grandezza e di forza che vi giungono dalla terra,da un uomo o dall’infinito.Quando tutte le fibre del vostro cuore saranno spezzatee su di esse si saranno accumulatile nevi del pessimismo e i ghiacci del cinismo,è solo allora che diverrete vecchi.E possa Iddio aver pietà della vostra anima" informazioni pratiche:
Per arrivarci in Auto:Autostrada A4, uscita Peschiera del Garda, 8 km in direzione Valeggio sul Mincio.
PREZZI INDIVIDUALI Adulti€ 9,50 Ragazzi (5-14 anni)€ 6,00Bambini (0-4 anni)gratisOltre i 65 anni€ 7,00 Per muoversi nel Parco: A piedi: seguendo i percorsi consigliati o semplicemente la propria curiositá In trenino: con il trenino che percorre l´"Itinerario degli Incanti" (35 minuti circa; € 3,00 a persona; gratis per i bambini inferiori al metro di altezza e per i disabili al 100%) In bicicletta (noleggio: € 4,00 all'ora per adulti; € 3,00 all´ora per per bambini). In golf Kart (noleggio: € 13,00 all'ora nei giorni feriali; € 16,00 all'ora nei giorni festivi) In shuttle: con lo shuttle elettrico alla scoperta della storia e delle curiosità del Parco accompagnati da una guida professionista (1 ora circa, massimo 10 persone; adulti € 4,90; ragazzi 5-14 anni € 3,90; gratis per i bambini inferiori al metro di altezza).
Per ogni altra informazione: Parco Giardino Sigurta

2 commenti:

  1. oh, ma che bel post!!! ci sono stata qualche mese fa con mio figlio, poche ore solo per passarsi via (è a 5 min da casa nostra!). la prossima volta userò un po' delle tue indicazioni però!!
    http://porcellinogiramondo.blogspot.com/2011/07/un-pomeriggio-al-parco-giardino-sigurta.html

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin