20/05/09

Cicogne, pesci, giocattoli e barche. Capitolo sesto.

La mattina comincia di consueto con il rito crepes, annaffiate quest'oggi da un ottimo succo di mele.Il cielo è un po' nuvoloso, ma con tendenza al miglioramento. Ne siamo certi dopo aver scoperto che i francesi, almeno qui in Alsazia hanno delle ottime capacità metereologiche.
Ogni mattina infatti, scendendo da casa incontriamo  Monsieur Arnaud che quotidianamente ci informa delle previsioni metereologiche giornaliere. E non sbaglia mai!!!
Ci dirigiamo tranquilli  verso l'incantevole borgo di Hunwihr, dove si trova il Parco delle cicogne e delle lontre e dove passeremo una giornata indimenticabile.
Il parco apre alle 10:00 e siamo i primi a fare i biglietti per entrare. Cicognina di peluche alla mano iniziamo a percorrere il sentiero che ci guida attraverso il parco.
Nidi!!
Siamo ormai abituati a vedere nidi di cicogne che spuntano dai luoghi più improbabili e cicogne che ci "accompagnano" con il loro volo lungo la strada del vino,  ma questo luogo
magico ci sorprende ad ogni passo.
A determinati orari è possibile assistere al momento del pasto e quando vediamo questo, allora il cuore si scioglie...

I primi pulcini che vedete nel video erano nati il giorno prima del nostro arrivo mentre i secondi e i terzi hanno circa 10 e poi 20 giorni. hanno un soffice piumino bianco ma sono nudi sotto le ali e sul petto.
SDC10697
Collage di Picnik665544
Il Parco è soprattutto un centro di reintroduzione per la salvaguardia di questa specie. Purtroppo infatti nella migrazione verso l'Africa accadeva sovente che le cicogne andassero a sbattere contro i pali della luce e questo insieme ad altre ragioni aveva portato questo bellissimo uccello a rischio d'estinzione.
Al centro da molti anni alcune cicogne vengono tenute per tre anni in una enorme voliera in modo tale da far perdere loro l'istinto migratorio. Dopo tre anni questi animali sono liberi, liberi di restare nel Parco, liberi di andare dove vogliono, di migrare, di tornare. Nella maggioranza dei casi le cicogne rimangono o tornano al Parco e questo ha fatto si che si arrivasse ad un numero di 200 esemplari che garantiscono la riproduzione della specie.
SDC10624 - Copia

SDC10659
E' uno spettacolo vederle così libere mentre volano con i pezzetti di legno nel becco per costruire quel capolavoro della natura che è il  loro nido o mentre si posano sui bellissimi salici piangenti di cui è ricca questa regione. Sia il maschio che la femmina collaborano alla costruzione del nido per cui occorrono fino ad otto giorni.SDC10651
Continuiamo a camminare in un sottofondo musicale fatto di tac tac, il suono che la cicogna emette aprendo e chiudendo il becco.
Le cicogne infatti non hanno un vero e proprio canto se non un debole sibilo ma per esprimersi semplicemente battono il becco!!
SDC10726
SDC10722
Oltre alle cicogne il parco si occupa da diversi anni anche della reintroduzione della lontra. Questo buffo animale simile ad una sorta di talpone-topone è però simpaticissimo ed è interessante osservarne i movimenti dal tunnel di vetro costruito per questo scopo.
SDC10644

SDC10640
Il Parco chiude all'ora di pranzo per riaprire poi il pomeriggio.
Fatto il timbrino che ci permetterà di tornare per assistere allo spettacolo delle 15:00 ne approfittiamo per una sosta in mezzo ai filari di viti per il consueto pic nic giornaliero. Cosa c'è di meglio che mangiare una bella baguette foderata con deliziosi affettati alsaziani in mezzo a tanta bellezza. Naturalmente abbiamo anche compagnia...
SDC10618
Qualche soffione dopo siamo pronti per tornare al parco per assistere ad un sorprendente spettacolo. Una esibizione che ci mostrerà il differente modo di nutrirsi di diversi animali.
Ci sediamo intorno ad una grande piscina vuota e il presentatore fa entrare il primo "attore" un cormorano.
E' affascinante osservare la velocità con cui insegue il pesce preda che gli viene lanciato, forse crudele per il povero pesce ma in fondo è la legge della natura. Dopo il cormorano è il turno delle lontre e poi dei pinguini che arrivano camminando impettiti nel loro doppio petto.
SDC10704
Ultima ma non per importanza una bellissima enorme, gigantesca otaria che provoca la gioia di tutti i bambini con il suo incedere  lento e così maestoso.
Collage di Picnik3453452345235
Quando l'otaria si sposta nella piscina l'acqua esce a fiumi e quando accade che le decine di pesci che le vengono gettate cadano innavertitamente (o forse volontariamente) fuori dalla vasca, quasi in mezzo a noi spettatori è il caos generale, urla risate, chi corre da una parte, chi si ritrae ridendo, chi agguanta il pesce che sguiscia però in un ultimo desiderio di libertà. Anche a me naturalmente è toccato catturare il povero pesce per darlo alla golosa otaria!! Lo spettacolo è stato così bello che Aj non voleva venire via e vi dirò, neanche io!!! Babbogiramondo poi si è letteralmente innamorato dell'otaria!!!
Come aveva saggiamente preannunciato Monsieur Arnaud il cielo si schiarisce e il sole torna ad illuminare la strada  verso Colmar.
Le sorprese non sono finite e la giornata ci riserva ancora altre emozioni.
Arrivati a Colmar  decidiamo di visitare il Musée Animé du Jouet et des Petits Trains dedicato ai bambini ma anche ai grandi che si sentono ancora un po' bambini e desiderano riscoprire i giocattoli di un tempo.

L'esposizione si trova all'interno di un vecchio cinema trasformato in un museo su tre livelli.
Il primo è costituito da una grande vetrina animata, con automi e giochi circensi. Il secondo è dedicato alle bambole antiche, ma anche Barbie dal 1959 ai nostri giorni.

Infine, il terzo livello è interamente dedicato ai treni. Circa 150 pezzi delle più grandi marche dell’epoca si muovono su un chilometro di binari all'interno di una Colmar immaginaria.
Devo ammettere che mi aspettavo molto di più, alcuni giochi sono senz'altro affascinanti ma non sono riuscita a sentire quella atmosfera, a vivere quei ricordi, a provare quelle sensazioni che dovrebbe dare un Museo dei giocattoli.
Collage di Picnik4746346
Come diceva Leopardi però i fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini trovano il nulla nel tutto  e l'opinione di Aj è stata senza dubbio diversa dalla mia!

Dopo circa un ora siamo di nuovo fuori ancora non stanchi di perderci per le strade di questa splendida città e cogliendo l'intrigante invito a passeggiare senza meta tra le case medioevali, le botteghe, i bistrot .
Ad un certo punto mio marito si allontana e lo vedo entrare in un Ristorante, le Caveau Saint Pierre che si trova proprio accanto al Launch, il fiume che attraversa l'incantevole Petit Venice.
Lo vedo spuntare dopo un attimo dalla porta sussurrando "Venite, seguitemi presto!"
Lo seguiamo incuriositi fino al fiume dove troviamo ad attenderci una piccola barca a fondo piatto, beh, ci mancava l'esplorazione di Colmar da questo punto di vista!!
SDC10768
Scivolando sul Launch si passa attraverso il cuore romantico della città, che un tempo era legato ai mestieri più antichi come la concia delle pelli e la pesca.
Questo isolotto di case di artigiani del XVI secolo, era posizionato sul canale dei mulini all'uscita della città, per evitare l'inquinamento e gli odori della concia delle pelli.
E come in una piccola venezia il nostro "gondoliere" ci racconta la storia di questa città in un affascinante tour che ci costringe anche ridendo a passare sotto ai bassi ponti di pietra.
SDC10761

SDC10759
Scesi di barca ci fermiamo proprio a Le caveau per un aperitivo prima di gustare la cena.
La fame inizia a farsi sentire ed è delizioso girovagare alla ricerca di un posto carino dove sprofondare ancora una volta nei piaceri della cucina alsaziana, sbirciando tra i menù esposti fuori da winstub e ristoranti.
Stasera ci aspetta  un buonissimo Porc aux deux pommes,carne di maiale cotta insieme alle mele e al Riesling.
Adoro il contrasto tra i sapori ad esempio amo l'arista alle prugne perciò ero sicura di non sbagliarmi quando ho scelto questo piatto accompagnato da una semplice e gustosa salade de pommes de terre che si sposa perfettamente con il secondo saporito.
Per finire una deliziosa tarte alsacienne per tutti, un dolce di mele tanto per rimanere in tema.
Un altro capitolo di questo libro che parla di viaggi, scoperte, magie e sogni si è  concluso; nell'ultima scena un bambino che dorme in mezzo alla Mamma e al Babbo abbracciando stretta la sua cicognina. Lo guardiamo così felice e sereno sprofondare in un sonno ricco di sogni e avventure. Bonne nuit mon trésor...
per leggere gli altri capitoli clicca qui

Informazioni pratiche:
Prezzi:
adulti 8,50 euro
bambini 5-12 anni 5,50 euro
Per gli orari d'ingresso  consultate la tabella qui
Per quelli degli spettacoli, cliccate qui

Per orari e tariffe consultate la tabella qui
Giro in barca sul Launch:
Potete acquistare i biglietti per il giro in barca di Colmar direttamente presso il Caveau saint Pierre in Rue de la Herse a Colmar.
Costo 6 euro.

22 commenti:

  1. che meraviglia resto incantata....

    RispondiElimina
  2. anchi'io non posso dire altro che sono meravigliata, e questa volta ci hai regalato anche un video...GRAZIE!!!!! sei veramente bravissima! buona giornata e un bacione al tuo ometto!!!! baci smile

    RispondiElimina
  3. Grazie ragazze, sono contenta che vi sia piaciuto.
    Grazie anche per la pazienza nel leggerlo, mi dilungo un po' troppo, lo so :)!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao, ho trovato per puro caso il tuo blog è penso proprio che lo segnerò tra i preferiti.
    Ti volevo chiedere su quale sito hai trovato l'appartamento da affittare. Noi siamo andati spesso in austria senza problemi e dovevamo andare in germania con lo stesso tipo di alloggio, ma in francia abbiamo fatto fatica a trovare qualcosa.
    Grazie mille, e complimenti ancora, copierò sicuramente il giro (già fatto da morosi in moto) da fare con i miei due birbanti.
    Maria

    RispondiElimina
  5. Lo so che sono una curiosona ma mi domando sempre, chissà dove saranno i giramondo questo weekend?
    Vi seguo sempre.

    RispondiElimina
  6. @Maria benvenuta!!
    Duneuq normalmente prenotiamo quasi tutto su booking ma in questo caso l'appartamento lo abbiamo trovato qui:
    http://www.homelidays.com/IT-Case-Vacanze/fr_alsace_fr/list_r2.asp
    Mi raccomando quando lo fate voglio sapere tutto!!!
    Per qualunque altra informazione chiedi pure.
    Un saluto affettuoso!!
    @anonimo:beh soddisfo subito la tua curiosità: questo w.end siamo partiti per la riviera romagnola. Sabato dedicato a relax e divertimento in spiaggia, mare, sole, parchi giochi. La sera in bicletta in giro per cattolica,cena sul mare shopping e giostre. Domenica dovevamo visitare il Parco dei delfini ma l'ometto ha avuto un po' di febbre quindi siamo tornati a casa. Ora per fortuna sta bene!!
    Un saluto!!

    RispondiElimina
  7. Grazie per il tuo commento sul mio blog, così ho scoperto il tuo che è ricco di spunti ed idee di viaggio :)
    Anche a me piace molto viaggiare, tempo e soldi permettendo ;)
    A Friburgo c'ero stata tanti tanti anni fa, ma forse è il momento di rinfrescare la memoria ;)
    baciotti

    RispondiElimina
  8. @Anna Drai: Grazie a te per essere passata!!!
    A presto.

    RispondiElimina
  9. Grazie mammagiramondo. Purtoppo per un po' saremo fermi perchè un tipo ci ha centrati in macchina (una settimana prima di partire per la foresta nera, con appartamento prenotato in una splendida fattoria che ti sarebbe sicuramente piaciuta). Ora per motivi di mutua non si sa quando torneremo a viaggiare, ma intanto sogno e segno indirizzi.
    Grazie mille.
    Maria

    RispondiElimina
  10. @Maria,ho i brividi ma state tutti bene? C'erano anche i bimbi? Mi dispiace moltissimo. Spero che non possiate partire solo per motivi burocratici e che stiate tutti bene. Mi raccomando fammi sapere. un abbraccio forte!!

    RispondiElimina
  11. Grazie, non ti preoccupare, ora stiamo bene. Con noi c'era il piccolino, che aveva 9 mesi (ora ha 1 anno). Per fortuna tutti allacciati come si deve, lui non si è fatto nulla, noi fratture dovute alle cinture di sicurezza (per fortuna, se no ci andava peggio). Siamo bloccati perchè mio marito è in mutua e non si sa quando tornerà al lavoro, per cui...per quest'anno pace amen.
    Ti confesso che dopo l'incidente non avevo più voglia di prendere la macchina, ma ora ho una gran voglia di ripartire, per cui leggerti mi fa bene, almeno mi sembra di essere li con voi, ma soprattutto mi dai delle idee che metterò in pratica non appena potremo.
    saluti, maria

    RispondiElimina
  12. Maria sono contenta di sapere che il piccolo non si sia fatto niente e che voi stiate bene. immagino sia stato terribile, la paura, il piccolo, non ci voglio nemmeno pensare...
    Spero che tutto finisca presto e che ricominciate presto a viaggiare. La paura è più che normale ma già il fatto che ci sia il desiderio è un buon modo per ricominciare.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

    RispondiElimina
  14. quello che stavo cercando, grazie

    RispondiElimina
  15. leggere l'intero blog, pretty good

    RispondiElimina
  16. Si, probabilmente lo e

    RispondiElimina
  17. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  18. molto intiresno, grazie

    RispondiElimina
  19. La ringrazio per Blog intiresny

    RispondiElimina
  20. leggere l'intero blog, pretty good

    RispondiElimina
  21. Un acquisto fatto bene ti premia nel tempo. Prova bambola con suoni e accessori. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2Nzg5NDM3NiwwMTAwMDAxMixiYW1ib2xhLWNvbi1zdW9uaS1lLWFjY2Vzc29yaS03NTY3Lmh0bWwsMjAxNjA4MDQsb2s=

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin