Friburgo una città dove vivere. Capitolo settimo.

Diversi mesi fa Babbogiramondo era stato selezionato per un importante Master con sede in Germania. Durata sei, dodici mesi. Ricordo perfettamente quel giorno.
Al telefono aveva esordito così:

"Abbiamo poche ore per decidere, la partenza è prevista tra due o tre mesi, potremmo stare via sei mesi o massimo un anno, non si sa. Che ne pensi?"


Inutile dirvi cosa ne pensavo io, ma sentite cosa ha risposto il mio all'epoca duenne ometto.


"Ci sono i treni in Germania?" E io "Certo". "Allora andiamo!!"



Poi per mille motivi che non sto a spiegarvi il Master è stato rimandato a data incerta e indefinita.

Una delle città dove avremmo  dovuto vivere per qualche mese era Friburgo.



Ma facciamo un passo avanti e torniamo al nostro viaggio in Alsazia, perchè è lì che volevo arrivare...


Il sesto giorno il cielo ci sorprende ancora una volta con una bellissima giornata di sole. Oggi lasceremo per un momento questa terra alsaziana di cui ci siamo innamorati per passare nella vicina Germania, attraversando la foresta dove due famosi fratelli hanno ambientato le loro celebri fiabe fino a giungere alla meravigliosa e affascinante Friburgo.



Lasciamo l'auto nel comodo parcheggio a pagamento all'interno del centro commerciale Schwarzwald e siamo già nel cuore della città vecchia a camminare sui ciottoli provenienti dal Reno di cui è interamente ricoperto e a godere dello splendido sole primaverile.

SDC10811 - Copia



Friburgo è' una città da gustare assolutamente a piedi con lo sguardo rivolto verso l'alto per ammirarne le bellissime torri, le facciate delle case ricche di insoliti particolari ma anche verso il basso per non perdersi sul selciato i graziosi mosaici di fronte ai negozi, un diamante per una gioielleria, un bue per una macelleria, un bretzel per  un fornaio e così via in uno splendido gioco di divertenti simbolismi che affascina grandi e piccini,  per non parlare degli stemmi di Friburgo.

SDC10833

SDC10853



Pochi passi e siamo in Münsterplatz l'anima della città vecchia intorno alla quale si raggruppano dedali di strade, vicoli e imponenti facciate medioevali dai colori pastello. In mezzo batte il suo cuore la splendida cattedrale,capolavoro dell'architettura gotica tedesca, con il suo magnifico campanile visibile quasi da ogni parte della città e protagonista di ogni indicazione stradale che domanderete.

Ogni mattina (esclusa la Domenica) ai piedi di tanta bellezza si svolge il coloratissimo mercato settimanale fatto da contadini e artigiani.

Collage di Picnik474747 



Non se se è possibile descrivere con le parole ciò che si prova giungendo qui.



Immaginate di arrivare inquesta grande piazza circondata da edifici medioevali. In sottofondo le note leggere che  echeggiano  dallo strumento di qualche artista di strada. Lo sguardo si muove inevitabilmente verso l'alto dove a dominare l'intera scena ci sorprende la meravigliosa cattedrale gotica , il campanile e i suoi affascinanti e tenebrosi gargoyle che sbucano minacciosi dagli angoli. Intorno a noi un'esplosione di colori dalle bancarelle del varopinto mercato, fiori, frutta, prodotti artigianali locali. Nell'aria il profumo degli immancabili wurstel, krauti, panini, il profumo di un paese.

SDC10781

SDC10790

mercato settimanakl

gargoyle sulla cattedrale di Nostra Signora a Friburgo



In un attimo tutti i vostri sensi saranno gratificati e non si può che sentirsi felici, quasi commossi da quello che si prova. Non so quanto tempo siamo rimasti in questa piazza a respirarne l'aria, l'atmosfera,  per inebrarci di profumi, per catturarne ogni sfumatura per succhiare  tutto il midollo di una città.

E poichè al gusto non vogliamo fare alcun torto eccoci a gustare le sue specialità...

hot dog al mercato di munsterplatz a Friburgo



Difficile lasciare questa piazza e questo mercato da cui è affascinante osservare la vita di un paese, la vita che passa attraverso immagini. Una donna che compra le mele, un mazzo di fiori colorati, un ragazzo incantato dalle spezie. Si arriva in bicicletta con la borsa di juta a tracolla,  a piedi, da soli o con un amico. Il giovane, la signora, un mondo cha passa di qui.

E noi fermi ad osservare pezzi di vita che scorrono davanti agli occhi. In lontananza la musica, in alto una cattedrale con la sua storia lunga tre secoli, la sua forza che l'ha fatta resistere alle bombe, alla guerra. La sua torre gotica, sentinella che controlla l'intera città.

seggiolino peloso su una bici in munsterplatz



Qualche foto scattata da mio figlio al mercato:

 

fiori al mercato in Munsterplatz

IMG_0208 

IMG_0213

IMG_0215



E pensare che fino al 1770 la piazza era  circondata da mura e nel Medioevo serviva da cimitero!!

Ancora ipnotizzati dall'atmosfera, dal sole che brilla, dalla musica, ci lasciamo scivolare per vicoletti, stradine che costeggiano il fiume, piccoli locali, birrerie ma anche boutique, eleganti negozi, dividendo la strada con decine di  giovani e studenti, perchè Friburgo è una città moderna a culturale famosa anche per la sua Università.

SDC10826

SDC10802



Passeggiando non si può fare a meno di notare piccoli ruscelletti (bachle) che si trovano ai margini di tutte le strade.

Piccoli canali che lontani dal loro scopo originario sono diventati un elemento caratteristico di questa città. Furono costruiti nel Medioevo per pulire le strade convogliando, in una rete che oggi raggiunge i dodici chilometri, le acque dei torrenti che scendevano dalla Foresta Nera.



Molteplici oggi gli "usi". Chi ci si rinfresca i piedi d'estate,  chi ne approffita per placare la sete di un amico a quattrozampe, e chi... li usa persino come Porto dove ormeggiare una piccola barca privata che a noi ricorda tanto Stuart Little!!

SDC10828



Pensate che negli anni Settanta molti di questi canali che scorrevano lungo la carreggiata delle strade maggiormente trafficate furono dichiarati pericolosi per la circolazione e quindi ricoperti con grate di ferro o chiusi. Ma dopo la recente pedonalizzazione dell’intero centro storico i canali sono stati riaperti per la gioia dei turisti e dei bambini.



E per fortuna, noi c
i siamo fatti delle belle risate fingendo di cascarci dentro.

Attenzione però perchè  c'è chi non finge, i bachle sono famosi per trasformarsi in trappole per turisti distratti dalle meraviglie architettoniche da cui si è circondati, ma non abbiate timore, se rientrate nella categoria, un vecchio detto locale dice che se ci si cade con un piede dentro si sposerà una ragazza o un ragazzo della città!!

Ma Friburgo non è solo questa (e già sarebbe abbastanza).



E' una città circondata dal verde, parchi meravigliosi dove inebriarsi del profumo di splendidi dipinti fioriti, correre sui prati verdi, giocare nei piccoli parco giochi, scivoli sabbiere e altalene che non mancano mai ad ogni angolo.

SDC10846

SDC10847

SDC10844



Ma soprattutto fiori, magnifici, coloratissimi fiori e lo sguardo che si perde e che intravede il campanile di Nostra Signora!!

SDC10839



In pochi minuti si può anche decidere di salire con la funicolare (ma anche a piedi) sulla Montagna di casa per inoltrarsi nei sentieri della affascinante foresta nera, ma qui di storie se ne potrebbero raccontar tante...

SDC10834



Dai giardini torniamo verso l'Altstadt attraversando le strade che ci riservano ancora sorprese, affascinanti memorie storiche come la casa della Balena  dove soggiornò Erasmo da Rotterdam o la fontana nella piazza del municipio dove Aj si immerge nelle sue amate mappe e dove scopriamo un piccolo rinfresco per celebrare due sposi!!

SDC10809

SDC10775

SDC10813



Un po' di shopping, una giostra sull'amatissimo Bob the builder e ancora qualche scatto per ricordare le immagini di questa bellissima giornata, le immagini di una città vissuta da turisti curiosi, non sia mai che un giorno le confronteremo con quelle da cittadini curiosi, perchè adesso la voglia di viverci per un po' è ancora di più.


Bis bald Freiburg!!



Per leggere tutti capitoli del Viaggio in Alsazia clicca qui.



Informazioni pratiche:


Friburgo dista poche decine di chilometri da Colmar e dall'Alsazia perciò se si ha tempo a disposizione ne consiglio vivamente la visita.

Una volta arrivati in città seguite le indicazioni per l'Altstadt, la città vecchia che offre numerosi parcheggi a pagmento.

Noi ci siamo trovati benissimo parcheggiando allo Schwarzwald (avvicinandovi alla città vecchia trovate le indicazioni sui cartelli elettronici che indicano i posti rimasti).



Lasciata l'auto si esce nel centro commerciale e nel cuore della città, a due passi da Munsterplatz.

Inutile dire di non perdervi il mercato settimanale.

La città è piccola ma prendetevi l'intera giornata per curiosare tra i vicoli, ammirare le torri e riposare nei giardini ai margini dell'altstatdt, magari terminando la giornata con una salita in funicolare per ammirare il panorama dall'alto!!

 

 

 

 

 

Commenti

  1. Allora se ci andarai vorrà dire che verrò a trovare anche te!!! quando ci sono stata io, ormai qualche anno fa, faceva un freddo cane e non sono riuscita a visitarla così bene. e comunque tu descrivi in modo così romatico cose che magari io neppure avrei visto!! e che belle le foto di AJ! davvero bravo! diglielo, mi raccomando!!! un bacione smile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda ci sono stato due volte questa estate, che avevo la morosa in Erasmus, città stupenda, verdissima e abbiamo trovato quasi sempre nel tempo, c'ho passato due settimane in totale e di cose da vedere e fare ne trovavamo ogni giorno, ora mi sono imbattuto in questo blog perché ci vogliamo andare a vivere e stiamo rubando tutte le informazioni che possiamo trovare!

      Elimina
    2. Sono contenta! Se vi trasferite fateci sapere come vi trovate!

      Elimina
  2. Ciao mammagiramondo,ne so qualcosa dei probabili spostamenti di "residenza" all'estero, ad Andrea qualche anno fa (prima che nascesse Sofia)era stato proposto da un amico Australiano, un'opportunità di lavoro in Australia, lui da li a poco sarebbe andato in pensione ed avrebbe lasciato la sua attività a noi.Troppo lungo ora spiegare i motivi della nostra decisione ma è andata così ed abbiamo fatto la nostra ditta in Italia. Ma abbiamo visto come vive la gente laggiù quì si sopravvive la si VIVE!!!Complimenti ad AJ ha un futuro come fotoreporter!

    RispondiElimina
  3. Ci sono stata, è davvero bella! Ma dalle tue foto Frigurgo sembra ancora più carina! Io non ho beccato nessun mercatino...
    E che belle foto fa AJ!

    RispondiElimina
  4. Ma che bello...
    Io resto a bocca aperta ad ogni tuo reportage :)
    Anche io faccio i complimenti al pupo, ha un futuro come fotografo!!!
    :)
    baci

    RispondiElimina
  5. @Smile:grazie cara e beh, ci conto, anche se spero di incontrarti prima :)!
    Anche l'ometto ringrazia!!

    @Robertina:Io penso che esperienze più o meno lunghe di vita in un paese diverso siano un arricchimento enorme e diano la possibilità di conoscere un mondo con occhi diversi da quelli del turista.
    La città dove ho vissuto più a lungo per motivi di studio è New York e quando qualcuno che conosco ci va in vacanza e me ne parla a volte non la riconosco.
    Sicuramente avrete avuto le vostre valide ragioni per rifiutare, però che bello in Australia!!
    Aj ringrazia e... si sta montando la testa :)!!
    @Elisa: peccato per il mercato, c'è ogni mattina proprio sotto la cattedrale, magari era domenica :)!!
    Al terzo complimento l'ometto ha preso in mano la sua macchiona fotografica è ha cominciato a fotografare tutta la casa :)!!

    @mammamanga: grazie cara! Confesso che le foto di Aj mi rendono piuttosto orgogliosa (ma lo avrebbero fatto anche se fossero state teste mozzate .)!)
    Mi sa che tra un po' inizio a postare le sue che sono molto meglio delle mie!!:)
    Un bacio alla panciotta!

    RispondiElimina
  6. Aj promette bene come fotografo... mi ero fermata qualche puntata più in la, ma adesso ho recuperato tutto :-D ... che bello viaggiare con voi!

    RispondiElimina
  7. @Beta carissima grazie!! Lo so lo so sono dei polpettoni! Alla fine mi toccherà dare un premio per chi è riuscitao a leggere tutti i capitoli!! Un candy per l'impegno e la pazienza? (:

    RispondiElimina
  8. Ho appena letto tutti i commenti all'ometto che ha sfoderato un sorriso orgoglioso e irresistibile (è vanitosissimo).
    Ringrazia tutti e dice che continuerà a fotografare tanto ma alla mia domanda: "Allora cosa vuoi fare da grande?" Continua a rispondere senza incertezze.
    "Il Pompiere"!!

    RispondiElimina
  9. ma quello era sottinteso, ovvio!!!!!! ;))) baciiiiiiii

    RispondiElimina
  10. quello che stavo cercando, grazie

    RispondiElimina
  11. Si, probabilmente lo e

    RispondiElimina
  12. Che meraviglia! Dove avete alloggiato?

    RispondiElimina

Posta un commento