27/08/09

Cà Borgo vecchio, un nido tra le colline piemontesi

Quando ci si inoltra lungo la piccola strada in salita che da Brusasco sale verso l'alto è difficile immaginare che a pochi minuti si nasconda un luogo magico, un lembo di Piemonte affascinante, meno conosciuto, legato indissolubilmente al passato.
Curva dopo curva si sale lungo la strada polverosa che serpeggia i campi e poi quasi d'improvviso ci si ritrova nel Borgo.


Nel silenzio compaiono come per magia, una Piazza, una vecchia chiesa e antiche costruzioni che si affacciano sul selciato velato dalla ghiaia.

Spessi muri di mattoni e pietre incorniciano una piccola strada dove i sassi fanno da pavimento e i fiori decorano le pareti delle case.
Accanto al bel portone di legno, su uno sfondo di mattoni dal rosso intenso una mattonella disegnata fa da insegna alla Cà palesando da subito il buon gusto della proprietaria che

Insegna della Cà Borgo vecchio


recentemente ha restaurato l'antica casa di famiglia ricavandone quattro appartamenti e il calore dell'accoglienza .

Cristina giunge puntualissima e ci apre la porta di un piccolo mondo familiare, accogliente, caratterizzato dalla cura per il particolare.
Cà Borgo Vecchio
Il Cortile della Cà di Borgo Vecchio


Ancora i mattoni a far da sfondo ad un grazioso cortile, il verde delle piante in contrasto con il giallo intenso che affiora dalle pareti e già il mio pensiero va alla sera immaginandoci seduti al chiarore della lanterna a chiacchierare, magari sorseggiando il re dei rossi piemontesi o qualcun'altro degli ottimi vini che si può trovare nella taverna.

cà Borgo vecchio


Tre degli appartamenti, tra cui il nostro bilocale hanno l'ingresso sul Dehor, mentre il quarto si trova al primo piano ed ha uno splendido terrazzino che si affaccia sulle colline piemontesi.

Ogni alloggio ha un nome bellissimo, Girasole, Non ti scordar di me, la Rosa... e una volta dentro capisco perchè.
Il nome è richiamato da tanti piccoli dettagli in ogni stanza, attaccati alla cucina, in mostra sul cassettone in legno della camera da letto e persino nella bella cesta in vimini del grande bagno.




Cristina ci racconta la Cà con la luce negli occhi di chi un posto lo ama, ci racconta della nascita del Borgo quando nell'Ottavo secolo la gente, stanca delle continue scorribande militari e delle piene del Po' si rifugiò quassù tra le colline intorno al castello dando vita al Lucus, il Bosco Sacro, oggi Luogo di Brusasco.

Particolare del cortile della Cà Borgo Vecchio


La salutiamo mentre si allontana lungo la strada con la sua auto dopo averci lasciato le chiavi del nostro nido e in un istante trovo negli occhi di mio marito conferma della scelta fatta.

Il bel portachiavi della Cà di Borgo Vecchio


Tutto era cominciato un paio di settimane fa quando avevamo deciso di passare il weekend a Torino per visitare il Museo Egizio, una piccola sorpresa per il mio archeologo in erba.

In principio mi ero messa a cercare un Hotel in centro ma dopo aver letto qualche commento su booking, troppo rumoroso, stanza piccola, troppo vicino alla stazione , mi è venuta l'idea.
Perchè non passare un Sabato cittadino, tra Museo, Mole Antonelliana, Via Po' e magari una schiacciatina al toro rampante sotto i Portici di Piazza San Carlo (grazie Maria per gli ottimi consigli!) e una Domenica tra castelli, torri e borghi aggrappati ai pendii. Tra una sagra e una passeggiata in campagna.


Così ho provato a cercare qualcosa di diverso, in campagna e quando casualmente sono capitata sul sito della Cà sono rimasta subito colpita dalla descizione...



Invito alla fuga.

Un piccolo, antichissimo borgo medievale nascosto tra i colori e le colline del Monferrato offre rifugio ai confini del Bosco Sacro del Luogo di Brusasco. Il posto, ancora quasi sconosciuto, è silenzioso e magico almeno quanto lo è il suo nome: Cristina e Massimiliano, dopo un lungo e delicato restauro aprono la loro Cà tra le terrazze del Borgo Vecchio, e promettono ai loro ospiti una vacanza preziosa, ricca di opportunità.



Sono così andata a guardarmi la mappa e ho visto che si trovava una mezz'ora da Torino ma in un punto strategico del Monferrato, al confine con quattro province e non lontano da luoghi come la Reggia di Venaria.

Quando poi ho letto dei cestini di Cristina, ricolmi di frutta fresca, verdura vera, tè e leccornie piemontesi non ho avuto più dubbi, una mail ed era fatta.
E non mi sono sbagliata.


Il tempo passato alla Cà anche se breve è stato prezioso.

Gli uomini sono andati a caccia di indizi nel Borgo, immaginando, complice la visita al museo,misteri nascosti dietro ad ogni porta, dopodichè ho approfittato della comodità della cucina per preparare una cenetta all'archeologo affamato mentre io e Babbogiramondo avevamo in programma una sagra.
SDC11946


Cristina ci ha infatti lasciato nell'appartamento un inifinita quantità di depliants con le attività della zona e quando ho letto della sagra del taierin cun l'oca, specialità piemontese non ho resistito.

Al ritorno la sera, dopo l'oca, un giro in trenino e una pesca di beneficenza siamo rimasti fino a tardi a chiacchierare in cortile , proprio come avevo immaginato.


Nel silenzio del borgo, interrotto soltanto dallo sbattere delle ali delle farfalle notturne contro il vetro della lanterna e dal frusciare delle foglie delle piante. Un silenzio pieno di rumori.



La mattina prima di lasciare la Cà sono scesa in taverna, un locale accogliente raccolto intorno al caminetto in pietra e ancora una volta l'immagine è corsa via ad una sera d'inverno, stretti e vicini intorno al fuoco a leggere o a giocare con uno dei tanti giochi di società.

Sono scesa per aprire il libro deli ospiti, per sbirciare le parole e i pensieri di chi è stato qui, immagini di momenti brevi ma vissuti con intensità.
Libro degli ospiti in taverna


Ho ritrovato con gioia le stesse mie sensazioni e naturalmente
anche io ho tradotto in lettere le emozioni che lascia la Cà, qui in questo borgo medioevale, in questo luogo fuori dal tempo...



Conclusioni



Sono molto contenta di poter inaugurare la nuova tag dedicata agli alberghi con questo luogo magico, la Cà Borgo Vecchio.

E' un luogo che consiglio a tutti, a coppie in cerca di un nido romantico, a famiglie con bambini, che possono ritrovare la quiete di un luogo fuori dal traffico cittadino e la comodità dell'appartamento. A chi ha voglia di esplorare le colline piemontesi, di una passeggiata a cavallo nel vicino maneggio che organizza giornate per bambini, di un tour lungo la strada dei vini, di un tuffo nel lago o nella piscina non lontana.
A chi ha voglia di scappare dalla città, a chi come noi visita Torino ma cerca un posto diverso a contatto con la natura.



Informazioni pratiche:



Cà Borgo Vecchio
Borgo Garibaldi,11
10020 Brusasco (To)
Per il Navigatore:
Coordinate satellitari: N 45° 08' 59" E 08° 03' 48"

Potete trovare tutte le informazioni pratiche e le foto degli appartamenti sul sito della
Cà Borgo Vecchio.



15 commenti:

  1. come al solito non potevi trovare un posto così bello e romantico!
    buon prossimo viaggio con tutta la famiglia
    baci

    RispondiElimina
  2. Ciao, sono molto contenta di trovare sempre una risposta ad ogni mio commento. Da nuova navigatrice del web non mi aspettavo fosse, per certi aspetti, così comunicativo. Leggere di questo posto mi ha aperto il cuore e , per un momento, mi sono immaginata seduta fuori nel silenzio della notte, ad assaporare quel qualcosa che in questo momento mi manca!!!! Posto bellissimo, sul genere di quelli che piacciono a mé. Sai che anche io abito in un paese dove c'è un borgo antico!!! www.borgomalanotte.it magari ti viene voglia di farci un giro! Quì nelle vicinanza c'è anche il castello di S.Salvatore dei conti Collalto, molto bello da vedere. Io abito in prov di Treviso, Conegliano. E' sempre un piacere leggerti, un saluto Sara.

    RispondiElimina
  3. Ciao! Grazie per la visita e il commento che mi hai lasciato, sono sempre graditi! Io il tuo blog lo conosco già da qualche tempo... ogni tanto vengo a farmi un giro per vedere i bei posti che sei andata a visitare! A presto, Carla

    RispondiElimina
  4. mi piace molto che ci racconti anche come nasce un vostro viaggio! certo che hai una dote rara e preziosa, quella di andare alla scoperta di piccoli mondi sconosciuti ai più, di costruire un percorso, diverso e affascinante ogni volta
    così sì che il piacere del viaggio inizia molto prima della partenza!!!
    e il modo in cui trasmetti (trasmettete, non voglio certo escludere babbogiramondo!!!) questa passione al piccolo giramondo è toccante
    tornando al post, un posto delizioso!

    RispondiElimina
  5. ... doveva essere davvero bello starsene la sera al fresco del portico e alla luce delle lanterne (tranne per le farfalle notturne però)...

    RispondiElimina
  6. Davvero un bellissimo posto, lo stamperò come del resto faccio con tutti i tuoi post. E' la prima volta che commento, fino ad ora non avevo mai avuto il coraggio ma penso che tu sia davvero una bellissima persona. Grazie per farmi sognare e per tutte le indicazioni utili che ci dai.
    Un saluto da Miriam

    RispondiElimina
  7. Grazie per condividire con noi questi viaggi, questi posti poco conosciuti e proprio per questo pieni di fascino e così particolari, anche se si tratta di un posto sperduto del Piemonte,
    buona domenica,
    Amalia

    RispondiElimina
  8. Fantastico!! Sono capitata qui cercando giudizi sulla Cà. Ora che ho letto questo non ho più dubbi!!! Grazie!!
    Complimenti per il blog,è utilissimo e meraviglioso!!!
    Ilaria

    RispondiElimina
  9. Ciao!
    Lasci sempre dei bellissimi resoconti di viaggio, e di questo sono molto contenta!
    vorrei chiederti se per caso sei stata dalle parti di Rosenheim e Monaco di Baviera.
    Ci vado in ottobre e mi piacerebbe visitare qualche posto...hai qualche consiglio?
    grazie e a presto!!
    Vania

    RispondiElimina
  10. @Mina:Grazie Mina.
    P.S Sono passata anche io da te e ho trovato una bella sorpresa! Un bacio.
    @Sara73:Ciao Sara è proprio cosi' che vorrei che fosse questo blog. Non solo un "giornale" da leggere passivamente ma un posto dove scambiare saluti, idee, opinioni, consigli, storie.
    Tu ne hai colto da subito lo spirito!
    Ti ringrazio tanto per il link, non conoscevo il borgo e mi ispira moltissimo. Tra l'altro ho letto del panevin del 5 Gennaio, il falò, la befana che scende dai tetti, mi sembra bellissimo. Tu ci sei mai andata?
    @Chiara71:Ho visto che ultimamente sei stata da quelle parti. bellissimi i vostri programmi.
    @Carla: Allora la prossima volta se ripassi lasciami un saluto! a presto!
    @Silvia: I tuoi commenti mi fanno sempre arrossire. Grazie!!
    E' che spesso i piccoli posti vengono nascosti dalla fama di quelli più famosi e turistici. A volte c'è una ragione, altre, come in questo caso, è un vero peccato!
    @Daniela: (-:!!
    @Miriam: Grazie, mi fa davvero piacere quando oltre a leggere si lascia un saluto.
    @Amalia: Mi piace condividerli con voi :)!
    @Ilaria: Mi fa davvero piacere Ilaria esserti potuta essere d'aiuto!
    @Vania: Conosco abbastanza bene quelle zone davvero meravigliose! Tra l'altro ottobre è un bellissimo periodo per ammirare la natura e il fenomeno del foliage quando le foglie degli alberi si dipingono di colori intensi regalando scenari incredibili.
    Ma vai all'Oktoberfest?
    Mandami una mail con scritto che genere di cose ti interessano (Musei, Parchi, Città, laghi, quando vai e quanto tempo stai e sesei in auto e io ti scrivo stravolentieri.
    mammagiramondo@gmail.com
    Un bacione

    RispondiElimina
  11. come sempre molto interessante , utile e simpatico cio' che scrivi..
    ti ho risposto...poi mi fai sapere..
    baci!!

    RispondiElimina
  12. Ciao!viaggiare é una delle cose che mi riesc meglio :-) eh eh!Appena posso parto a farmi un vaiggio da qualche parte,l' ultimo é stato in Israele per 2 settimane quest'estate,zaino in spalla e nessuna prenotazione..alla totale avventura con il mio fidanzato!Inutile dire che é stato stupendo!Vengo spesso a leggerti e partirei immediatamente per ogni meta che descrivi!
    Daniela
    www.ilcoltellodibanjas.blogspot.com se vuoi leggere qualcosa di me mi farebbe piacere!

    RispondiElimina
  13. Ciao, sono Cristina, ti ringrazio molto per le belle cose che hai scritto sulla nostra Cà. Un grosso saluto a te, a papàgiramondo e al piccologiramondo.

    RispondiElimina
  14. @Alle: Sei grande!
    @Daniela B: Grazie Daniela sono venuti subito a curiosare sul tuo blog e tornerò spesso!
    @Cristina: Grazie a te Cristina!!!

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin