16/02/10

Happy Pancake day!

Felt Food: homemade pancake
Fettisdagen, Fastnach, Mardì gras, Shrove Tuesday, oggi in molte parti del mondo si festeggia il Martedì grasso.
La tradizione vuole che in questo giorno che precede l'inzio della quaresima si consumino tutti i cibi grassi che sono in casa, proibiti nel periodo che precede la Pasqua.
In Gran Bretagna, negli Stati Uniti e in altri paesi anglofoni il martedì grasso è anche conosciuto come Pancake day, la giornata del pancake.

Oggi per molte persone è consuetudine mangiare pancakes, a colazione, merenda piuttosto che a cena. Queste "frittelle dolci" contengono infatti un po' di quegli ingredienti grassi e proibiti come uova, burro e zucchero.
Ma non è tutto.
In alcune città, scuole, famiglie si disputano vere e proprie competizioni in cui si corre con una padella in mano contenente un pancake freddo. Per vincere occorre farlo "saltare" in aria  per almeno tre volte.

Pare che questa usanza derivi da un fatto avvenuto già nel XV secolo.
Una donna stava preparando i pancakes in occasione del martedì grasso quando fu interrotta dal suono delle campane che annunciavano l'ora della confessione. Temendo di far tardi in chiesa, con il grembiule ancora indosso e la padella in mano, uscì di casa correndo mentre i pancake incuranti continuavano a cuocere...
Anche noi abbiamo celebrato oggi il nostro pancake day.
A modo nostro.
Toreo di "salto in alto"

Però mica ci poteva accontentare solo di questo no? 


AMERICAN PANCAKES
150 gr di farina
2 cucchiaini di lievito in polvere
un pizzico di sale
2 cucchiai di zucchero
1 uovo
240 ml di latte
30 gr di burro fuso
Per guarnire:
Burro, sciroppo di acero, frutti di bosco, fragole, banane e quant'altro.

Mescolate in un recipiente tutti gli ingredienti secchi e in un'altra quelli liquidi.
Unite il tutto e mescolate solo un po' con una frusta. L'impasto non deve risultare liscio bensì denso e grumoso.
Mettete una noce di burro in un tegame d'acciaio (va bene anche una padella antiaderente ma io preferisco usare il primo) e solo quando è completamente sciolto (fate la prova con un po' d'acqua) e bollente versate un po' d'impasto al centro.
Non appena si formano le bolle sulla superficie girare il pancake e cuocere fino a farlo dorare leggermente.
Mangiatelo caldo con una noce di burro e tanto sciroppo di acero.

Questa ricetta arriva direttamente dagli States ed oltre a profumare di ricordi di un anno che non dimenticherò mai è davvero una delle migliori che abbia mai provato. Se volete  qualcosa di diverso alla versione tradizionale vi consiglio di aggiungere all'impasto anche due banane schiacciate.
Di nuovo un viaggio attraverso le tradizioni ,  un tuffo nei ricordi, un modo per sentirsi cittadini del mondo...
Happy Pancakes day!

17 commenti:

  1. Per puro caso oggi a prazno ho mangiato dei pancakes con sciroppo d'acero, finendo la pastella delle crepes fatte ieri sera!non sapevo di questa usanza per il martedì grasso!ps che belle le smorfie buffe di Aj mentre fa volare il pancake di stoffa! :-)

    RispondiElimina
  2. bellissimo e che bravo cuochino che fa girare il pancake... ha un futuro!

    RispondiElimina
  3. che dire io ho preparato le chiacchiere e non hanno avuto un gran successo, la tua ricetta dei pan cake me la trascrivo perché mi é venuta volgia di provarli..grazie!!

    RispondiElimina
  4. devo provare questa ricetta.....
    Aj è un amore ...
    scila

    RispondiElimina
  5. Pancakes è per assoluto la colazione preferita di Claudia, e, in forma di buono, è stata anche uno dei regaletti dell'ultimo Calendario dell'Avvento.
    Ma anche io non sapevo che facesse parte della tradizione di Martedì Grasso. Quando mi decido, ne preparo una bella pila e surgelo, passandone ogni mattina uno o due nel microonde.
    Aj è stupendo nella sua veste di giratore acrobatico di pancakes!
    DaniVS

    RispondiElimina
  6. Di la verità... ma chi mangia poi in casa tutte le prelibatezze che prepari??? no, perchè qui me le mangerei io per tre quarti rischiando di diventare una botte ambulante! ;-)
    bravissima tu e bellissimo Aj!
    un bacione

    RispondiElimina
  7. @Daniela:ma pensa te. La pastella delle crepes però è molto liquida rispetto a questa, ci hai aggiunto qualcosa?
    @Beba:Mia cara non riesco a trovare la tua mail. Ho bisogno del tuo indirizzo per farti mandare il libro! un abbraccio
    @Alleg:Ora passo a vedere. qui le chiacchiere si chiamano cenci e proprio un paio di giorni fa Nonnag. me ne ha portati alcuni presi in un forno vicino a me che li fa benissimo. no perchè da qualche parte sono orribili! Non mi sono mai cimentata. Mi raccomando se la fai fammi sapere come sono venuti e mi raccomando alla fine non mescolare tanto,è importante altrimenti vengono piatti!
    @Scila: Grazie cara, poi voglio sapere se a Dennis sono piaciuti!
    @Verde Salvia:carinissima l'idea del buono pancake. Surgelati? ma dai non ci posso credere è grandioso! devo assolutamente provare...
    @Smile: ti dirò che ultimamente è proprio quello che faccio. Quando torna babbog è rimasto sempre poco... ;) Fortuna che sono di quelle che non ingrassa anche se ultimamente secondo me un paio di chiletti li ho messi.
    Considera però che oltre a quello che posto per il resto si va avanti a pane e acqua... :)
    @scila:

    RispondiElimina
  8. Mi piacciono moltissimo i pancake! Voglio proprio provare a farli con la tua ricetta! Grazie.
    P.S.: anche io quando li faccio li congelo!

    RispondiElimina
  9. Mmmmhhh questa ricetta m'ispira molto ... peccato che oggi siano già Le Ceneri... ma prima o poi ;-D
    Aj con padella e (meraviglioso!) pancake di feltro è bellissimo e buffissimo... Un bacione

    RispondiElimina
  10. Che bravo Aj, si è divertito da matti! Non conoscevo questa usanza dei pancake il martedì grasso, grazie per la ricetta e sempre più brava con ago e filo, il pancake di pannolenci ti è venuto proprio bene,
    buona giornata!

    RispondiElimina
  11. Che combinazione!
    Domenica sera i miei figli più grandi hanno cucinato pancake, aggiungendo lievito alla solita ricetta delle crepes, perchè preferiscono frittelle più alte e morbide. In mancanza di sciroppo d'acero hanno optato per il miele d'acacia e l'immancabile...nutella. Slurp!

    Ciao
    baci
    Giuliana

    RispondiElimina
  12. @Pollon72:Ma allora ero l'unica a non saperlo!! stamani abbiamo mangiato a colazione quelli avanzati (che avevo messo in frigo)scaldati nel microonde. In effetti erano ancora buonissimi. La prossima volta raddoppio le dosi e congelo, vuoi chenon si riesca a mangiarli a colazione anche il sabato che partendo siamo sempre di corsa!
    @Beta ;) A Babbog. stamani ho portato la colazione a letto. Il pancake di pannolenci ;)
    @Amalia: Grazie cara, con la macchina da cucire ho fatto in un attimo. Ho cucito a mano solo la parte superiore perchè mi sembrava più carina così.
    Aj si è divertito tanto davvero. non solo a lanciareil pancake in aria e a correre ma anche a inventare il continuo della leggenda della signora.
    Allora la storia proseguiva così...
    la signora correndo con la padella in mano inciampa in un grosso sasso, fa un bel volo, cade e finisce con la faccia nei pancakes.
    A questo punto il pancke li si incolla al viso e lei non riesce a toglierselo. Entra in chiesa con la faccia da pancake e tutti scappano credendola un mostro.
    beh, non male no? Lo dovevi edere mentre se ne andava in giro per casa con il pancake di pannolenci incollato sulla faccia :)
    Un abbraccio e buona giornata. scappio in libreria e poi a prendere Aj. Ho un nuovo libro per la newsletter... Bacio

    RispondiElimina
  13. @Giuliana: ma dai!! Wow che cuochi! In effetti il lievito fa davvero la differenza. sai che con il miele non li ho mai provati? Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Ciao Mammagiramondo, sembra proprio che questa volta abbiamo passato una giornata molto simile....si vede però che tu sei più brava a cucire di me, in effetti sono una piccola frana, ma migliorerò :) Ha poi vinto aj? la sofia l'ha fatta cadere svariate volte, ma alla fine il bacino l'ha voluto ugualmente!!!

    RispondiElimina
  15. :(((
    Ho fameeeeeeee!!!!!!

    Caterina

    RispondiElimina
  16. @Robertina:E' davvero pazzesco Robe, e io che credevo di essere l'unica in Italia a festeggiare il pancakes day. la cosa buffa è che abbiamo avuto la stessa idea per quello di pannolenci. Sono senza parole, siamo proprio sulla stessa lunghezza d'onda. Grazie per il complimento ma non mi è sembrato affatto un disastro! Un gradne abbraccio.
    Ah dimenticavo. Noi in realtà non abbiamo fatto una vea e propria gara ma piuttosto corso per la casa e fatto volare il pancakes prendendolo con la padella o con le mani e non sapevo del bacino. !uelli però ne becca sempre in abbondanza!!;)

    RispondiElimina
  17. @caterina: Ok ti assicuto che è davvero casuale ma ti raccomnado allora di non leggere l'ultimo post su Cioccolentino.
    Anzi no, leggilo e segnati le ultime righe!! ;)
    Un abbraccio dolce dolce...

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin