29/05/10

Di caravelle e del viaggio di un Cheesecake

image

Uno dei ricordi più belli del primo e unico anno di asilo è quello dell'ora delle storie.
Ci sedevamo tutti nella sala grande, il mangiadischi Penny suonava una canzone e al centro una maestra cominciava a raccontare. Non solo favole e fiabe ma  storie realmente accadute, intrise di un significato profondo o addirittura, racconti di mondi lontani e di lontane scoperte.
C'era una volta tanto tempo fa un signore genovese che molto amava viaggiare...
Forse per questo, per la mia data di nascita  o per altri motivi che la storia di Colombo e delle caravelle era senza dubbio la mia preferita. Quando ci penso, non posso fare a meno di pensare a quella stanza, al profumo delle pareti, al timbro di quella voce, alla dolce sensazione di attesa. Chissà se è proprio da quei momenti che che è cominciato il mio amore per le storie.
E' un ricordo speciale, uno di quelli che quando irrompe in maniera inattesa ci avvolge nel lato buono del passato.

Vorrei che anche per mio figlio esistessero momenti come questo.
Una storia e un attimo da ricordare come ricordi preziosi.
image
image
C'era una volta...image

image

E un po’ come Cristoforo Colombo ha viaggiato in quella direzione anche il cheesecake.
Dall'antica  Grecia dove  veniva offerto agli atleti delle prime olimpiadi, fino al vecchio continente.
Dall'Europa ha viaggiato con gli immigranti verso l’America fino a quel famoso Ristorante della 49th dove Arnold Reuben ha sviluppato la  ricetta del moderno cheesecake.

Ieri tra una storia e una caravella è nato anche il nostro primo dolce di formaggio.
La ricetta è di Nonnagiramondo.
Cheesecake

image
Ingredienti:
Per la base:
200 gr. biscotti tipo oro saiwa
180 gr. di margarina
Per la crema di formaggio:
3 uova
100 gr.di zucchero
300 gr.ricotta di mucca
250gr. mascarpone
1 bustina vanillina
Per la copertura
marmellata, frutta, cioccolato o quant’altro.

Tritate i biscotti fino ad ottenere una polvere e mescolate con la margarina. Stendete l’impasto in una teglia rotonda precedentemente imburrata o ricoperta di carta da forno.
image 
image 
Amalgamate con una forchetta tutti gli ingredienti per la crema di formaggio e ricoprite la base di biscotto.
Infornate a 180°, forno ventilato, per circa 40 minuti. Lasciare raffreddare in frigo.
image
Dopo un paio d’ore potete sbizzarrirvi con la guarnizione. In assoluto la nostra versione preferita quella con marmellata di fragole fatta in casa.
Semplice, facile, veloce, favolosa.
 
 
image
E  forse tra tanti anni anni, quando anche Aj avrà dei figli e si troverà a raccontar loro la storia di Colombo, gli torneranno in mente le nostre noci.
image
e magari come una madeleine proustiana, anche il sapore del cheescake sulla lingua...
image
image

Un dì Isabella Regina di Castiglia
Donò a Colombo un piccolo naviglio
Tre Caravelle con scialuppe e l'equipaggio
Deciso a tutto anche a fare un arrembaggio
Note:
Sebbene sia luogo comune che la Niña, la Pinta e la Santa Maria fossero caravelle in realtà soltanto le prime due lo erano. La Santa Maria era una caracca ed essendo la più grande venne usata come nave ammiraglia.

L’idea delle barchette di gusci di noce viene da questo post del bellissimo blog  Made by Joel.
Le strofe sono prese da questa canzone dello zecchino d’oro.
Per il terzo guscio di noce ringrazio tanto una nuova amica. Grazie Simona!

5 commenti:

  1. Mmmmm, cheese cake, uno dei miei dolci preferiti!! Da provare assolutamente la variante NonnaG.
    E non sapevo che le 3 caravelle fossero in realtà 2+1...
    DaniVS

    RispondiElimina
  2. Buonissimo il cheese-cake!
    Magnifiche le manine nella ciotola!
    E, sì, la narrazione orale è un 'esperienza di ascolto di cui ogni bimbo dovrebbe godere. Ho ancora davanti le faccette dei miei ultimi bimbi di prima elementare, seduti sul loro cuscino sul pavimento dell'aula ad ascoltare, ascoltare, ascoltare...

    RispondiElimina
  3. Daniela buono il cheese cake e anche a me piace con le fragole io lo amo amo nella versione fredda ossia non cotto in forno ma anche cosi è buonissimo.
    Prego prego per la noce sono contenta di aver contribuito alle caravelle e alla gioia di Aj noi invece abbiamo il nostro bicchieri di fagioli aspettiamo che spuntino
    Ciao Simo

    RispondiElimina
  4. Ciao cara Daniela. Mio figlio da un pò manifesta la voglia di cucinare insieme ed io gli sto preparando in gran segreto un grembiulino per l'occasione...sicuramente proveremo questa ricetta da voi collaudata, è molto invitante! e anche fresca per i primi caldi!
    un abbraccio Debora
    PS: ora mi firmo mammasorriso (ho da poco aperto un blog),e naturalmente sei la benvenuta! ciao

    RispondiElimina
  5. @Verde salvia:Mi raccomando provalo, è una favola! A me oggi tocca a grande richiesta rifarlo! E' finito in un attimo!
    @Sandra:si, guardare la loro faccia magicamente interessata è una meraviglia e una soddisfazione enorme!
    @Simona:Davvero avete fato l'esperimento dei fagioli? Fantastico. Poi voglio sapere che dice Abdrea... ;)
    Interessante la versione fredda!
    Mammasorriso:Bravissima! Ho dato un'occhiata al volo stamani mattina ma nel pomeriggio ripasso. Mi sembra bellissimo e sono molto contenta. Ora siamo colleghe ;)
    Bacione

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin