22/02/11

La Primavera in una scatola di fiammiferi. Come costruire una pressa e un erbario da viaggio.


Manca ancora un mese all'arrivo della Primavera ma già la madre dei fiori si insinua dentro le pieghe gelide dell'inverno e tra  pioggia e  neve ci regala il profumo dei suoi colori meravigliosi.
Erompono dalle pieghe dei marciapiedi, nella breccia di un muro, rallegrano i prati sbiaditi e i balconi delle case.

The world is asleep
The trees are still bare,
But Earth Mother calls
To her root children nthere:
"It soon will be Spring,
There's no time to waste,
So wake up, wake up,
Come on now, make haste!"
Story of the Root children di Sybille Von Olfers
Ai tempi del Flower Monday era diventata un'abitudine divertente cercarli tra le strade di nuove città, in riva al mare o in cima ad una montagna e allora ho pensato perchè non farlo ancora...
Ieri pomeriggio abbiamo passeggiato insieme per il centro e ho proposto a Aj di costruire un erbario. L'occasione perfetta per sfruttare la mia nuova passione per le scatole di fiammiferi.
L'erbario è una raccolta di piante essiccate corredata dal nome che identifica ogni esemplare.
Costruirlo insieme può essere un'attività affascinante che aiuta non solo a imparare in modo divertente i nomi di fiori e delle foglie ma anche e soprattutto a cogliere la bellezza della natura, a cercarla ovunque nel mondo che ci circonda, lungo la strada di casa o durante i nostri viaggi.

Per seccare i fiori abbiamo costruito una mini pressa.
Occorrente:
cartoncino spesso (potete riciclare una scatola)
fogli o carta di giornale
forbici
elastici

Ritagliate il cartone della misura di cui desiderate la vostra pressa.
Fate lo stesso con i fogli piegati in due.Alternate un foglio e un cartone sovrapponendoli.
Realizzate tanti strati quanti fiori volete raccogliere. Inserite la pianta nel foglio doppio e chiudete la vostra
pressa utilizzando degli elastici.

Decorate a piacere.
Dopo una settimana circa i fiori saranno pronti per essere catalogati.

Un semplice libretto piegato a fisarmonica è diventato il nostro erbario.
Su ogni pagina un fiore da attaccare e un nome da scrivere, sul retro una data e un luogo.
Insieme alla pressa questo mini erbario è della misura giusta per stare dentro alla scatola di fiammiferi, pronto per essere tirato fuori in ogni occasione, in ogni viaggio, ogni volta che l'occhio cade su quel fiore...
Senza dimenticare una regola fondamentale.Raccoglierli solo quando sono più di cinque.
E la Primavera non sembra poi così lontana...
-->

10 commenti:

  1. Bellissima quest'idea,
    molto riciclosa, brava Daniela!
    un abbraccio,
    Amalia

    RispondiElimina
  2. Bellissima questa tua proposta. E pensa che, siccome anch'io adoro le scatolette di fiammiferi, ho proposto per la rivista per cui lavoro delle marionette da viaggio in scatola. Le pubblicherò a giorni...

    RispondiElimina
  3. Come sempre una bella bellissima mini-idea! Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. @Amalia:Grazie cara!
    @Antonella:Uh qui la mania delle scatolette sta dilagando. Aj ieri ne ha presa una per metterci gli omini della lego e io ho già in testa un milione di progetti, dopo i giochi da viaggio in lattina via con quelli in matchbox!;-) Attendo curiosissima il post!
    @Beta:Grazie cara, un MEGA abbraccio!;-)

    RispondiElimina
  5. @Lizzina: Qui è stata un vero successo! E' doppaimente divertente perchè comprende attività fuori/dentro casa. Ora devo solo trovare un buon libro per identificare i fiori, ho una ignoranza paurosa in merito...

    RispondiElimina
  6. Che bella idea fare una cosa piccola (nella scatola di fiammiferi)!
    Ah, una pressa é una bella cosa. Sono anni e anni che mi ripeto che ne vorrei fare una. Alla fine invece continuo ad usare l'elenco telefonico dove inserisco i fiori e le foglie, poi ci metto sopra altri libri pesanti per alcune giornate. Funziona molto bene (forse anche per questo non mi sono mai messa a farla per davvero, la pressa che vorrei), solo che capita di scordarsi, poi devi chiamare una persona, apri l'elenco telefonico e ti versi adosso fiori e foglie... ;)

    RispondiElimina
  7. @Sybille: Hahaha Sybille, pensa che io le mettevo invece dentro un manualone di diritto e procedura penale degli anni '30 con sopra un boccalone di birra che uso come vaso!;-) E funzionava benissimo! Il fatto però è che la maggior parte della raccolta la facciamo il weekend quando siamo fuori città e mi ritro sempre la borsa piena di petali e erba secca che poi spesso dimentichiamo di mettere a pressare e si sbriciola dappertutto. Così invece è comdissimo. La scatola in borsa o nello zainetto, si coglie si mette subito a pressare!;-)

    RispondiElimina
  8. Ma che bella idea!!! alcuni anni fa ho comprato una piccola pressa con il simbolo di una montagna qui vicina, ma poi non mi ricordo di prenderla dietro ... l'idea di una piccola scatolina da tenere sempre in borsa mi piace!!!
    grazie e buona giornata Patrizia

    RispondiElimina
  9. Ho mostrato questo post a mio figlio Sorley proprio ora, che naturalmente si e' entusiasmato e vuole farlo subito!!!Ma qui in scozia dobbiamo attendere ancora per i primi fiori...presto:-)

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin