23/05/11

Social weekend all'Altomincio Family Park



Venerdì pomeriggio sono  partita con le peggiori intenzioni.
Sicura di annoiarmi a morte e trascorrere tre giorni tra mini club e balli di gruppo, canzoni da villaggio e   relazioni forzate. Con quell'assillante vocina in testa che continuava a ricordarmi che io no,  io non sono un tipo da family village, io non "mollo" mio figlio al baby club, io non riesco a stare ferma più di dieci minuti senza fare niente.
Già a metà strada  quel senso di inadeguatezza ha cominciato ad abbandornarmi per far posto ad alcune certezze, quelle per cui dopotutto ho accettato l'invito a trascorrere un social weekend  gratuito all'Altomincio family park in compagnia di altri blogger:

1. Non ci sono dubbi sul fatto che mio figlio si sarebbe divertito. A 5 anni il piacere di viaggiare spazia con naturale nonchalance da un viaggio on the road al più grande parco di divertimenti. I bambini per fortuna non si fanno i problemi che assillano noi adulti.
2.Quale fortunata occasione per andare a scoprire un posto che nasce appositamente per le famiglie. Per soddisfare le esigenze  di chi va in vacanza con i proprio figli piccoli o grandi. Andare a scoprire di persona come sono organizzate le giornate, quali servizi offre il villaggio e non ultima la possibilità di  muovere eventualmente delle critiche su quelle che secondo me sono le mancanze.
3.La piacevole presenza di altri blogger. Manuela e Laura di Mammeacrobate e un papà-blogger, Cristiano di Zio Burp. Un modo carino per  dare un volto ad un blog e  scambiare chiacchiere tra colleghi.
4. La totale assenza di alcun obbligo.
Siamo state invitati a provare l'esperienza di un family village e nient'altro. Liberi  di parlarne bene, male o non parlarne affatto sui nostri blog .

Arrivati al village ogni dubbio si  è dissolto insieme alla cena, alle chiacchiere, alle risate, all'atmosfera rilassata, al ciotolino con l'acqua per Charlie, al menù da colorare, al minigolf davanti al Ristorante che ha irresistibilmente attratto tutti i nostri bambini.

Il village non è assolutamente il megavillaggio turistico che immaginavo.
A cominciare dagli stessi alloggi che sono dei semplici e confortevolissimi mobilehome immersi nel verde.

Freschi, comodi, con una bella veranda dove si può decidere di mangiare o rilassarsi sulla sdraio leggendo un libro mentre i bambini giocano in uno degli innumerevoli piccoli parchi gioco con sabbia che spuntano da ogni angolo.
L'animazione è assolutamente discreta e riguarda principalmente i bambini. C'è un miniclub proprio accanto alla zona relax  dove  ad alcuni orari si possono lasciare i piccoli a giocar,e ma dove si può anche stare a guardare mentre saltano sui gonfiabili, fabbricano collane o ridono davanti ai giochi di magia degli animatori.

Un piccolo minimondo per bambini dove tutto è alla loro portata.

Persino il bar davanti alla piscina ha il bancone basso per permette ai più piccoli di ordinare senza alzarsi in punta di piedi.
Ma tra parchi gioco e scacchi giganti, l'attrazione principale è stata senza dubbio la grande laguna.
Una delle tre piscine ha infatti l'acqua bassissima dove i bambini possono giocare e divertirsi senza alcun rischio mentre la Mamma chiacchiera e prende il sole, il Babbo sorseggia uno spritz o si gioca tutti insieme.
Aj e Tommy di Laura di Mammeacrobate










E il weekend che doveva essere una noia è volato via tra risate e relax, chiacchiere e tornei di minigolf, gelati, tanto cibo e una nuova passione, quella per Froggy la simpaticissima mascotte che si scorge un po' ovunque nel villaggio.



Inutile dire che Aj si è divertito tanto,  Babbogiramondo che fa sempre il supereroe si è rilassato (e ne aveva bisogno) e ha messo su (speriamo) almeno un paio di chili, Charlie ha scoperto una vera passione per gli irrigatori automatici del Parco.
E Mammagiramondo?
Io ho chiacchierato, ho conosciute delle bellissime persone, mi sono rilassata,  ho preso il sole e non ho cambiato idea sul tipo di viaggio che amo.
Però  ho avuto l'ennesima riprova di come sia importantissimo provare prima di giudicare, seguire il proprio cuore senza preoccuparsi troppo dei giudizi altrui, allargare la mente e non vedere sempre tutto bianco o tutto nero, che come dice  il postino Antoine nel bellissimo Giù al Nord esistono tante sfumature di grigio...

Conclusioni:
Abbiamo trascorso un bel weekend.
Per quanto mi riguarda due giorni sono più che sufficienti , nel senso che poi mi riassale prepotentemente la voglia di girare, scoprire, esplorare il mondo.
Ma per tutti colori che hanno bisogno di trascorrere una settimana di relax, sole, divertimento assicurato per bambini di ogni età (lo sapete che c'è anche la piscina per i bambini che fanno i primi passi?) mi sento davvero di consigliarvi l'Altomincio family village. Può essere il posto ideale anche per chi vuole esplorare la zona del Garda, alternare relax e escursioni ai parchi come Gardaland, ai borghi sul lago o magari fare la bella pedalata in bicicletta che costeggia il fiume e dal villaggio arriva fino a Mantova.
Perciò sono ben lieta di inserirlo nella tag degli alloggi che consiglio come ottima alternativa all'Hotel.
Anzi vi dirò di più, continuate a seguirmi che ci sarà presto una sorpresa... ;-)
Un grazie a Laura, Manuela e Cristiano per la bella compagnia e a tutti i  digital Pr e lo staff del Parco per la
graditissima ospitalità.

7 commenti:

  1. Ogni tanto ci vuole un pò di relax... anche Charlie mi è sembrato proprio soddisfatto!! :-)

    RispondiElimina
  2. Sono proprio contenta! hai fatto benissimo ad andare. anche io ho passato anni nei villaggi quando volavo e, anche se preferisco un altro tipo di viaggio, non è male farsi coccolare ogni tanto e ricaricarsi per poi ripartire!

    ps: Aj sta diventando sempre più grande! lo so che te lo dico sempre, ma ogni volta è un pò più ometto e meno bambino;)

    RispondiElimina
  3. devo dire niente male... noi viaggiamo sempre in posti così e ci divertiamo un mondo. questo mi sembra MOLTO carino quindi lo terrò in considerazione. peccato che a me nn sia ancora capitata l'occasione di fare una prova del genere...
    CIAO

    RispondiElimina
  4. Beh, sembra un bel posto: fatto un po'... su misura per loro. :)
    E poi il minigolf... Mattia e Tomamso lo adorano! :)
    Caterina

    RispondiElimina
  5. mi hai incuriosito..noi abbiamo sempre escluso queste soluzioni...magari qualche giorno, come dici tu, si può anche provare..mah..

    RispondiElimina
  6. Peccato non aver ricevuto la proposta ;-P! Hai fatto benissimo a metterti in gioco e dopo questa tua recensione ci farò decisamente un pensierino per la fuga di un week-end :-D

    RispondiElimina
  7. Grazie a questo tuo post abbiamo passato un bellissimo ponte del 2 giugno. Seguiranno post ;)

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin