21/07/11

Giveaway Gallucci. Un giorno, un cane....


Viaggiando in autostrada mi è capitato spesso. Soprattutto in estate.
Una volta ho persino rischiato di fare un incidente per provare a fermarmi, ma lui cieco ha continuato a correre nella direzione opposta, senza rallentare.






Succede sempre così.
E in effetti a pensarci bene è del tutto ragionevole.
Loro non vanno avanti, vogliono tornare indietro.
A casa...

Non sono in cerca di una nuova famiglia ma rivogliono la loro.
Quella che forse  un tempo li aveva amorevolmente accolti da cuccioli ma che ora, non li vuole più.
I cani ti amano a prescindere.







Questo libro  è la storia di uno tra  i migliaia di cani abbandonati ogni anno. Perchè in vacanza sarebbe un peso, perché in spiaggia voglio stare libero, perché è diventato troppo grande, perchè nel nostro Hotel  gli animali non sono ammessi, perchè...
Perché  la bestialità degli uomini sorprende meno dell'intelligenza degli animali.

Un giorno, un cane è un libro senza parole.
Niente righe da leggere, la storia sta tutta dentro a quelle sessantaquattro tavole appena tratteggiate da Gabrielle Vincent, una delle più grandi illustratrici del XX secolo.
Un libro da guardare insieme, in un crescendo di emozioni e speranza fino all'ultima pagina...
Per vincere questo splendido libro gentilmente offerto da Gallucci Editore lasciate un commento a questo post entro Mercoledì 27 Luglio. (se non avete un blog o un account facebook scrivete la vostra mail).
Giovedì 28 estrarrò il nome del vincitore con random.org.
Ai fini del giveaway non è necessario ma vi invito in ogni caso a condividere.
Perché libri come questo meritano di essere diffusi, perché in questo periodo di feroci abbandoni c'è bisogno di una storia così. Che strazia il cuore e dona speranza.
E immaginarla insieme ai nostri figli forse può cambiare il futuro.

E poi ricordate.
Aj e Charlie in viaggio verso la Danimarca
Viaggiare con i cani non solo possibile ma regala al vostro viaggio un'emozione in più. Questo blog ne è la prova...
*****Aggiornamento 29 luglio*****


La vincitrice di  Un giorno, un cane gentilmente offerto da Gallucci è Annalisa.
Annalisa aspetto una mail con il tuo indirizzo.

E adesso vorrei ringraziare tutti per aver partecipato a questo giveaway così difficile.
Difficile perchè probabilmente un libro così si vorrebbe non esistesse, o meglio che non ci fosse ragione per scriverlo.
Ma la ragione purtroppo c'è, ed è scritta nello sguardo di tutti quei poveri animali abbandonati sulla strada, accanto al cassonetto, o dietro alle gabbie di un canile.
Un libro duro ma importante, una realtà che non si può far finta di non vedere, una storia triste che capisco non tutti vogliano condividere con l'animo sensibile di un bambino.
Credo però che prima o poi il momento di conoscere la realtà ci debba essere. Non so quale sia l'età giusta perchè forse semplicemente non c'è.
Ma non dimentichiamo mai che i nostri figli sono la generazione del domani. E forse, anche poche pagine come queste, possono fare la differenza...
Grazie anche perchè dietro a tante storie tristi ce ne sono moltissime a lieto fine. Come quelle che avete voluto condividere e che mi hanno profondamente commossa.
Grazie... 

65 commenti:

  1. Partecipo e condivido, perché non solo ritengo anche io che un libro così vada diffuso, ma so anche che mi commuoverebbe tantissimo...

    RispondiElimina
  2. partecipo con piacere metto il link sul blog http://concorsiblogcandyegiveaway.blogspot.com e incrocio le dita deve essere meraviglioso ed emozionante

    RispondiElimina
  3. Son qua, ci provo e condivido... bell'argomento...
    ciao

    RispondiElimina
  4. Stracondivido (personalmente e sul profilo FB https://www.facebook.com/profile.php?id=709159266)!!


    Ciao
    MammaLella

    RispondiElimina
  5. Anni fa lavoravo in una scuola in estate: mattina presto, momento dell'accoglienza ad un tratto i bimbi si mettono ad urlare e un cane nero focato magrissimo entra in cortile. E' così magro che passa fra le sbarre, la cuoca lo manda via con la scopa e lui ritorna dai bambini. Ero appena andata a convivere con il mio compagno, lo chiamo a casa e nel giro di 5 minuti mi presento da lui con il cane. Lui lo guarda: è magrissimo, spaventato, sporco, trema se alzi un po' la voce. E' chiaro che lo hanno picchiato, che è un cane abbandonato. Il mio compagno mi dice "pensaci tu" e così faccio. Diventa il mio cane Ricky.
    Luglio 1997 - giugno 2007 : 10 anni insieme con traslochi, viaggi, vacanze e feste varie sempre insieme.
    Adesso non c'è più e con me vive Lulù: trovata legata alla catena sotto la frana di Messina. Liberata, rimessa in sesto e dolce e paziente compagna di mia figlia.
    Partecipo anch'io!
    viviana

    RispondiElimina
  6. la bestialità degli umani non ha confini...concordo
    ma perfortuna c'è chi lavora per creare un mondo migliore anche per i nostri amici a 4 zampe.
    Vi segnalo questo rifugio dove una speranza è opossibile http://www.rifugiocavour.altervista.org/
    cri

    RispondiElimina
  7. Purtroppo anche altri animali vengono abbandonati soprattutto in estate: è una vergogna e se iniziative come queste denunciano la bestialità di queste persone, condividiamo e partecipiamo con immenso piacere.

    mammaLella&Giacomo

    raffaella@cospe-fi.it

    RispondiElimina
  8. Sono un gattone di circa 11 anni e mi hanno chiamato Rusky. A Bologna l'immondizia si chiama “rusco”, penso proprio che non ci sia un altro gatto che si chiami così. Ovviamente il mio nome ha un motivo. Era Pasqua del 2001, non mi ricordo se mi hanno portato lì o se mi sono perso, ero in un prato sui colli di Bologna, dove le persone vanno per fare scampagnate e stare all'aria aperta. Mi ricordo che la prima volta che ho visto Lei ero vicino ad un cassonetto dell'immondizia, cioè, del rusco. Appena ho sentito la presenza di persone che mi avrebbero capito, l'ho chiamata e Lei mi ha trovato. Lui aveva al guinzaglio un cane, a dir la verità simpatico, anche se un po' agitato dalla mia presenza. Avevo fame e Lei mi ha portato un pezzo di bistecca che hanno trovato in un barbeque abbandonato del giorno prima.
    Purtroppo, nonostante li abbia seguiti, non mi hanno preso con loro. Ho sentito che Lei ha chiamato il gattile ma, FORTUNATAMENTE, non mi ci hanno portato.
    Sono stato nello stesso posto per una settimana. E' piovuto tutti i giorni, infatti mi sono preso un gran raffreddore!!!!
    Dopo una settimana era una giornata bellissima per tanti motivi. C'era un bellissimo sole e tanta tanta gente. Improvvisamente...... non credevo alle mie orecchie e ai miei baffi …..... HO SENTITO DI NUOVO LEI!!!! Mi ha chiamato e io sono saltato fuori da dietro lo stesso cassonetto del rusco. “Dai, non possiamo lasciarlo di nuovo qui, prendiamolo e cerchiamogli una sistemazione” beh, l'hanno trovata. E' 11 anni che vivo con Lei e Lui: con Lei è intesa totale, ci capiamo al volo e miagoliamo tantissimo. Da Lui mi piace tantissimo farmi massaggiare, mi rilasso (e anche Lui) che è una meraviglia! Nel frattempo è arrivata anche una mini-Lei, un po' rompina ma carina e affettuosa. Mi piace moltissimo farmi accarezzare dalle sue manine.
    Non so quante vite possano avere Loro. Sette? Tre? Una? Spero proprio che sia la più lunga possibile.

    RispondiElimina
  9. sono molto sensibile a queste tematiche e con l'ultima foto mi è scappata una lacrimuccia di commozione! io non ho cani (solo2gatti) ma perchè i miei genitori hanno paura..e la prima cosa che faremo io e il mio fidanzato quando vivremo insieme ...bau bau!! :):) e starà sempre con noi! non concepisco l'abbandono.
    grazie per aver fatto questo post importante, ti seguo da poco,ma il tuo blog mi piace un sacco! a questo punto visto che non sapevo avessi un cane mi chiedo se hai già postato suggerimenti per chi vuole viaggiare con un amico a 4zampe..sarebbero utilissimi!

    ora ti saluto e condivido sul blog! grazie!

    fatapinella

    RispondiElimina
  10. Non abbiamo animali, ma li amiamo.
    Un libro così, poteva essere solo senza parole.
    grazie Simona
    mlabora

    RispondiElimina
  11. Infatti un libro cosi' poteva essere solo senza parole...ciao Elisa

    RispondiElimina
  12. @Mammalella: Hai ragione cara, purtroppo hai ragione.
    @Silvietta: Sono commossa e felicissima di scoprire che dietro a tante storie mostruose si celano racconti come il tuo pieni di amore e di speranza. L'ultima pagina del libro ha un disegno che lascia aperta la storia. Lascia a perte le storie, la speranza. Che ognuno di questi animali abbandonati possa trovare una nuova casa e un nuvo amore.
    Le vostre testimonianza sono il continuo di questo libro. Cani, gatti o qualunque altro animale si trovi a dover essere abbandonato.

    Grazie...
    @Le fate del feltro: Ancora non l'ho fatto. Sono solo dieci mesi che abbiamo Charlie anche se di viaggi ce ne sono stati già tanti. Lo farò presto quel post. un carop saluto.

    RispondiElimina
  13. Da 17 mesi condividiamo la nostra vita con una dolcissima cucciolona che ha completato la nostra famiglia. Il libro è bellissimo

    RispondiElimina
  14. Perchè non comprare una copia del libro e donarla alla propria biblioteca di quartiere? Si farebbero più opere di bene con un gesto solo.....

    RispondiElimina
  15. Condivido, in tutti i sensi! Ho uno splendido cane, ne ho avuti tanti, ognuno splendido a suo modo e non riesco proprio a capire come si possa compiere un gesto del genere. Incrocio le dita per il libro e se non sarò io a vincerlo andrò a cercarlo nelle librerie!

    RispondiElimina
  16. Ciao, ho sempre avuto cani quando vivevo con i miei, ma ora per mancanza di spazio ho preferito non tenerne in casa.
    I silent-book li ho scoperti qui e piacciono molto a me e al mio tato.
    Sarebbe perfetto poter "leggere" anche questo...
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  17. partecipo e se non vinco andrò a cercarlo per i miei cuccioli

    RispondiElimina
  18. Che tristezza...ogni estate la stessa storia :(

    Ho condiviso su FB:

    http://www.facebook.com/profile.php?id=1020616787#!/ranocchiomonello


    Imma

    RispondiElimina
  19. ciao, noi sentiamo ancora la mancanza del mostro cagnolone dopo 13 anni di vita insieme, .......l'avevo scelto io fra tanti cuccioli in un canile ....o forse lui aveva scelto me, e' stato un amico fedele che non ci ha mai deluso e ancora oggi quando ne parliamo scopriamo che lui c'e' sempre anche nei ricordi di mio figlio che purtroppo l'ha conosciuto per poco.
    L'AMORE CHE TI DONA NON E' PARAGONABILE A QUELLO CHE GLI DAI TU !!
    Franca
    stellinanew@yahoo.it

    RispondiElimina
  20. Questo post non è per partecipara al giveway.
    Mia figlia ha 3 anni, e alla vista di un animale solo, anche nei cartoni, mi chiede "dove è la sua mamma?", come posso farle vedere un libro tanto crudo? Vengono le lacrime a me alla sola idea dell'abbandono ....

    RispondiElimina
  21. Io ci sono e condivido subito!
    http://www.ideamamma.it/candy2/

    RispondiElimina
  22. @Silviamu: E' un'ottima idea.
    @anonimo: Per crescere individui che forse un giorno non commetteranno quelle atrocità. Il libro racconta attraverso le immagini una storia triste ma che (essendo un silent book)si può decidere di raccontare in tanti modi ad esempio con un meraviglioso lieto fine.
    Ovviamente è anche giusto e condivisibile scegliere di tenere all'oscuro i nostri figli dalla malvagità dell'uomo. Almeno fino a che si può...

    RispondiElimina
  23. Che occhioni dolci che ha Charlie!
    Ciao!

    RispondiElimina
  24. Mi sono venute le lacrime solo a vedere la prima illustrazione...

    RispondiElimina
  25. che tristezza...
    partecipo..email maison-@hotmail.it

    RispondiElimina
  26. I disegni di questo libro sono MERAVIGLIOSI...
    così reali che quando li ho visti la prima volta ho pensato che non avrei mai potuto "leggere" un libro che mi mettesse tanta angoscia...
    ma NON posso non condividere...
    da quando ho una casa ed una famiglia mia ho sempre avuto cani (di grossa taglia) che ci hanno SEMPRE seguito in ogni spostamento, facile o difficile che fosse e non potrei MAI rinunciare alla loro presenza!!
    =)

    RispondiElimina
  27. è un libro fantastico... i bei libri con i disegni fatti bene aiutano i bambini a scoprire cose nuove e a vedere la realtà con occhi differenti.

    Cri
    ripina@email.it

    RispondiElimina
  28. partecipo e condivido!!!!!E' sicuramente un libro da sfogliare con i nostri figli, saranno loro la società di domani e si spera una società più rispettosa degli animali e della natura.
    Ciao Sabrina
    sabrina66s@interfree.it

    RispondiElimina
  29. Partecipo e condivido con emozione.

    RispondiElimina
  30. che bel regalo per i nostri bambini...
    grazie
    lia
    lia.aquino@libero.it

    RispondiElimina
  31. Condivido volentieri, piu' che altro perche' sono un'amante dei cani! pensa che mia cugina ne ha raccolto uno abbandonato in autostrada con la spina spezzata. Sono anni che e' con lei ora, cammina ed e' felicissimo!
    Lo trovi qua:

    http://mammachecasa.blogspot.com

    e qua:

    https://www.facebook.com/pages/Mammachecasa/125266720867507

    RispondiElimina
  32. Non immagini quanta pasta abbiamo cucinato (con aggiunta di tonno ed altro) per i numerosissimi randagi che si incontrano viaggiando in Grecia! Me li sarei caricati in camper tutti quanti....ma non posso più farlo: l'ultimo raccolto un anno fa in Puglia (Lea) ora è amatissima a casa dei miei cognati. Non ho più nessuno a cui donarli.

    RispondiElimina
  33. Ciao, ciao, ho appena preso un cucciolo di beagle..ed è già parte della nostra famiglia come più non potrebbe. Proprio ieri, ed è incredibile, avevo pensato di comprare questo libro per la mia bambina..per noi tutti in realtà. Quindi partecipo molto volentieri.
    daniela.russo10@gmail.com

    RispondiElimina
  34. Prendere un cane o altro animale in casa, vuol dire prendersene cura, come se fosse una persona.
    bisognerebbe pensarci bene prima.
    Condivido su twitter sono micia18

    RispondiElimina
  35. Sono cresciuta sempre con un cane accanto. O un gatto. A volte portato a casa perché nessun altro li voleva.
    Ora il mio piccolo pirata ride come un matto quando il nostro cane lupo gli si avvicina. E per me è una gioia. Così come vederlo accarezzare il nostro gatto...Non riuscirò mai a capire come si possa abbandonarli!

    RispondiElimina
  36. Partecipo anch'io... i ricordi più belli dell'infanzia di Mr T riguardano un cane che suo padre aveva trovato abbandonato in autostrada. E' stata la sua compagna di giochi per tantissimo tempo e quando è morta lui non ha parlato per giorni...

    RispondiElimina
  37. WOW, MI HAI FATTO EMOZIONARE...ADORO I CANI! CERTO CHE PARTECIPO! HO ANCHE CONDIVISO SU FB DOVE MI TROVI COL NOME LAURA VALZY, LA MIA MAIL è valzy87@yahoo.it
    GRAZIE MILLE PER L'OPPORTUNITà...SPERIAMO!!! :D

    RispondiElimina
  38. tristissimo... iniziamoa sensibilizzare gli adulti di domani affinchè non accada mai più
    Alessia
    alessia.simoncini@alice.it

    RispondiElimina
  39. partecipo e condivido su fb

    amo gli animali...bella iniziativa e bel libro
    Carmen Melfi
    jasminem2004@hotmail.com

    RispondiElimina
  40. Partecipo e condivido! Ho sempre avuto gatti e vivere con un animale è bello ma anche una responsabilità! Non si può decidere da un giorno all'altro di abbandonare un animale perchè i nostri piani vacanza non van d'accordo con la sua presenza!

    RispondiElimina
  41. patecipo e condivido.
    ...a casa nostra il cane è trattato come (o meglio) di una persona....
    https://www.facebook.com/home.php#!/profile.php?id=1653573697

    RispondiElimina
  42. partecipo e grazie per averci ricordato cosa succede ogni anno in questo periodo...allucinante.....

    RispondiElimina
  43. Prima di avere Lillotto possedevo una cagnolina che si chiamava Susy...
    Susy l'abbiamo trovata lungo una strada trafficata dopo una serata di pioggia tuoni e lampi......spaventatissima percorreva la strada al contrario seguita dal suo fratellino. Ci siamo fermati e dopo non poco siamo riusciti a prenderla e a portarla via con noi, mentre un'altra coppia faceva lo stesso con il fratellino.
    Susy era uno scricciolo con il pancino gonfio, quasi senza pelo per la rogna, ma aveva degli occhi dolcissimi....per una settimana ha rifiutato il cibo, le coccole, le cure e non ha mai alzato lo sguardo su nessuno di noi. Quando ormai avevamo quasi perso le speranze, il miracolo. Susy ha cominciato a mangiare guarire e darci tutto l'amore possibile. Per tutto il tempo che è stata con noi (nel frattempo era diventata una cagnolona) Susy impazziva ogni volta che sopraggiungeva un temporale....scappava e si nascondeva, a volte anche solo la testa e rimaneva lì a tremare per tutto il tempo finchè non passava tutto....Susy adesso riposa in pace, sopra quelle nuvole che per tanto tempo gli hanno fatto paura.

    RispondiElimina
  44. partecipo e condivido https://www.facebook.com/dolcemanu86

    RispondiElimina
  45. Grazie per il post e il giveaway!

    RispondiElimina
  46. Eccomi, ho condiviso su Facebook e segnalo sul blog, un bacio

    RispondiElimina
  47. partecipo e condivido https://www.facebook.com/profile.php?id=100001615479679

    RispondiElimina
  48. Come posso non contribuire? Anche io ho una cucciola, amo gli animali e non sopporto vederli soffrire abbandonati ai margini della strada, spaventati e confusi. Nel mio blog dedico un post a questa importante iniziativa, perchè ci definiamo membri di una società "civile" ma ancora abbiamo bisogno di queste campagne di sensibilizzazione.

    RispondiElimina
  49. La mia passione, la mia vita e il mio lavoro sono in mezzo ai cani, ma soprattutto per i cani..
    Francesca
    dorotete@libero.it

    RispondiElimina
  50. certo che partecipo e non per vincere.. vado subito a scrivere il post nella speranza che questa voce circoli il + possibile e che queste cose non accadano +
    bacio
    Antonella

    RispondiElimina
  51. Un libro da mangiare con gli occhi!
    Per il momento lo pubblico qui:
    http://www.facebook.com/profile.php?id=1504122894

    RispondiElimina
  52. Partecipo e condivido molto volentieri. Ultimamente mi sto interessando molto all'argomento, che non verrà MAI trattato abbastanza.
    Ho condiviso sul mio blog, grazie della bella oppurtunità =)

    http://libri-di-rowan.blogspot.com/2011/07/un-giorno-un-cane.html

    seli_rahel@yahoo.it

    RispondiElimina
  53. partecipo con enorme piacere. voglio leggerlo. Amo gli animali.
    http://www.facebook.com/profile.php?id=1312989864

    RispondiElimina
  54. partecipo e condivido http://www.facebook.com/profile.php?id=100001506375010

    RispondiElimina
  55. ciao a tutti partecipo anchio con enorme piacere. Penso che al mio bambino piacerebbe e sono estremamente convinta che tutti dovrebbero leggerlo e farlo leggere per diffondere più sensibilità fra le persone. Io non ho un cane, perchè dove abito sarebbe troppo sacrificato, vivo in un piccolo appartemento e a casa non ci sono quasi mai, ma al mio bambino piacerebbe molto. Per ora abbiamo solo due piccoli criceti che quando partiamo per le vacanzi li lasciamo in custodia ai nonni. Ciao a tutti e a presto. Vorrei costruire anche io un mio blogger datemi dei consigli. ciao.
    silvy silvia.31973@libero.it

    RispondiElimina
  56. partecipo e condivido http://www.facebook.com/profile.php?id=100001739421315

    RispondiElimina
  57. è da 2 giorni ke abbiamo a casa uno yorkshire trovato al porto del mio paese.nessuno si è fatto ancora vivo....amiamo gli animali.partecipo con piacere.ciao lory

    RispondiElimina
  58. io non ci credo che esistano ancora persone dedite a queste barbarie!
    lo sai che prima o poi arrivano le ferie e che eventualmente devi pagargli la pensione anche a Lui!
    condivido!!!

    RispondiElimina
  59. Un'occasione in più per riflettere sul rapporto con i nostri amici a quattro zampe
    http://www.facebook.com/#!/profile.php?id=100000923247729
    Loretta

    RispondiElimina
  60. daniela
    bellissimo questo libro
    partecipo molto volentieri
    giorgettida@gmail.com

    RispondiElimina
  61. Oggi, finalmente il mio bimbo è tornato dal mare!!La prima cosa che ha voluto fare (dopo i 200 sbaciucchiamenti alla mamma e il controllo della sua zona di gioco)è stata quella di controllare i siti e i blog che guarda con la mamma.Appena gli ho letto il post ha iniziato a farmi un mucchio di domande sul perchè lasciano i cani per strada.
    Questo commento è a nome suo:
    "Perchè non hanno comprato una tartaruga, la potevano mettere in un laghetto e li non moriva".
    Baci Luca e Uffa

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin