13/07/11

Miniguida della Danimarca. Ribe prima parte


Vista su Torvet dal tavolino di un ristorante
Lo so, una mini guida che si rispetti dovrebbe iniziare con un introduzione.
Però, avevo troppa voglia di scrivere questo post. E dunque  rimandato il prologo (che ovviamente ci sarà) oggi comincio da qui, da questo villaggio vichingo che si trova non lontano dal confine tedesco e per questo adattissimo a chi come noi, arriva in Danimarca in auto. Perfetto come base di partenza per un viaggio on the road attraverso il paese ma anche come meta unica, per chi ama il relax e la possibilità di avere diverse attrazioni a portata di mano, senza spostarsi troppo.
Naturalmente  è anche la destinazione perfetta se si viaggia con i bambini, e vedrete presto perchè.

Ribe è' la città più antica della Scandinavia, con una meravigliosa cattedrale in travertino e una scuola del XVI secolo. Il centro medioevale si snoda lungo un affascinante vicolo pedonale  di selce e  su cui si affacciano pittoresche case in legno.
Durante il giorno tutte le botteghe e i negozi espongono la propria merce al centro della strada, vestiti, quadri, oggetti di ceramica, capolavori in vetro ma anche oggetti di uso comune.
L'atmosfera è allegra, i vicoli sono pieni di gente ed è piacevole fermarsi a bere qualcosa in un cafè o passeggiare  alla scoperta di piccoli dettagli, come una porta decorata, una casa storta, le targhe sui muri di edifici storici o persino la ruota di un vecchio mulino ancora funzionante.

Ma è la sera che la città sfodera tutto il suo fascino.
D'estate la notte tarda ad arrivare ma nella sua lenta discesa la luce la avvolge regalandole un'atmosfera straordinaria.
Davanti alla vecchia Weis Stue da dove ogni sera dal 1°Maggio al 15 Settembre parte la ronda del vecchio guardiano notturno.

Si cena in uno degli affascinanti ristorantini all'aperto per non perdere nemmeno un minuto del prezioso sole del Nord. Intanto la guardia notturna comincia il suo giro di ronda intonando le tradizionali canzoni per avvisare i cittadini che è arrivata l'ora di andare a dormire.
Master, maid, and boy,
would you the hour know
It is the time that you
to rest should go
Trust in the Lord with
faith and careful be
of fire and light, for ten o’clock has struck.
Qualcuno posa per una foto, altri lo seguono curiosi di ascoltare di streghe, leggende e storie nascoste tra i vecchi muri. Come quella del terribile incendio che distrusse la città nel 1580.
Le case vichinghe accavvallate una sopra l'altra correvano continuamente il rischio che impietose lingue di fuoco si diffondessero facilmente tra i tetti di paglia.

Ascoltate e lasciatevi avvolgere dalla sensazione di un tempo che pare fermarsi, seguite la vecchia guardia e poi scendete lungo la strada principale lasciandovi la cattedrale alle spalle.
Scoprirete un piccolo porticciolo che si imprimerà inevitabilmente nei vostri cuori.
La magia della luce del tramonto sul molo

Mentre il sole tramonta lasciatevi cullare dal canto degli uccelli e seguite il corso del fiume osservando le affascinanti barche che dondolano sull'acqua.
Ribe pirati...

E allora anche se siete arrivati solo da un giorno capirete che già vi è entrata nel profondo dell'anima, quest vecchia città e che già la amate.

Ma Ribe non è fatta solo di affascinanti case storte, caratteristici porticcioli e ristoranti all'aperto. Quello che la rende ideale come meta per le vacanze è che offre innumerevoli attività ideali per tutta la famiglia.
Un luogo assoltamente da non perdere se si viaggi con i bambini (ma non solo) è il Ribes Vikinger.

Museet Ribes Vikinger

Ribe Vikinger, una meta ideale per tutta la famiglia

Il Museo dei vichinghi è un viaggio attraverso la storia. Una passeggiata nel  passato grazie alle  meravigliose ricostruzioni che mostrano come si viveva all'epoca dei vichinghi e nel medioevo, come erano fatte le case, le barche, le strade, cosa la gente indossava,  mangiava e persino quali giochi erano diffusi tra i bambini.
Ma quello che affascinerà inevitabilmente i vostri figli è che tutto si può toccare e provare. Nella stanza dei giochi si possono lettaralmente indossare le vesti di un vichingo, provare il peso degli scomodissimi guanti metallici, fare un gioco di società o fingere di essere panettieri. Fuori nella sabbiera ci si trasforma in archeologi a caccia di reperti.
E come se non bastasse per rendere l'avventura ancora più emozionante all'ingresso consegneranno ai vostri bambini un foglio che facili indizi da cercare nelle varie stanze del museo e che li terrà impegnati in una vera e propria caccia al tesoro. E' inoltre disponibile una valigetta per bambini con diversi attraenti materiali come una torcia per veri esploratori.
Informazioni Pratiche:
Il Museet Ribe Vikinger è  raggiungibile in pochi minuti a piedi dalla strada principale seguendo le comode indicazioni.
Il Museo chiude il Lunedì e a seconda del mese è aperto fino alle 16:00 o alle 18:00 con orario continuato.
All'interno anche un grazioso cafè con una affascinante vista.
Se alloggiate a Ribe con tutta probabilità avrete anche una RibePas, una brochure timbrata dal vostro Hotel grazie alla quale riceverete uno sconto all'ingresso. (Adulti 50 DKK, Bambini fino a 17 anni gratis)
I cani sono ammessi  al bar ma non all'interno del Museo

Ma Ribe è una città vichinga e un solo Museo non poteva bastare. Se il Ribe Vikinger offre la possibilità di imparare giocando al RibeVikingeCenter non esistono tetti o vetrine perché si tratta di un vero e proprio Museo a cielo aperto.
L'esperienza unica di camminare in un villaggio vichingo assolutamente realistico.
Entrare nelle case, respirarne l'atmosfera osservare gli abitanti scalzi che cucinano, dormono, creano, combattono come mille anni fa.
Ma di questo parleremo domani nella seconda parte di questo capitolo su Ribe, che sarà dedicato alle attività nei dintorni e naturalmente comprenderà  anche un consiglio su dove alloggiare con la famiglia.
Fine prima parte

-->

8 commenti:

  1. Confermo! E quando ricordiamo Ribe, Matteo cita come prima cosa "la ruota del mulino in mezzo alla città"... Eh! I particolari dei bambini! Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. @Letizia: Grazie cara. E visto che abbiamo fatto in parte lo stesso viaggio (e quasi contemporanemante eheh) sentiti libera di aggiungere, criticare e scrivere quello che ha emozionato più voi e i bambini! Così grazie a te (e a tutti quelli che ci sono stati)la guida sarà più completa! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Grazie per farci girare il mondo con i tuoi post e le tue guide. Tiziana

    RispondiElimina
  4. Che atmosfera! La via, il fiume, il tramonto,
    mi immagino seduta sul ponticello di legno a dipingere le barche...

    RispondiElimina
  5. Spero che un giorno riuscirò anch'io ad andare a Ribe ...

    RispondiElimina
  6. Mi è venuta una gran voglia di partire! Ora mi butto sul sito della Ryanair e vedo cosa viene fuori! Aspetto con ansia la seconda parte!

    RispondiElimina
  7. Mi sono già stampata la prima parte e attendo il seguito.
    Laura

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin