Rothenburg ob der Tauber. Storie e leggende.

-
Sembra uscita da un libro di fiabe.
Con le sue mille case a graticcio avvolte in una ragnatela di vicoli acciottolati, i balconi traboccanti di fiori e le deliziose insegne in ferro battuto.

Mamma facciamo quel gioco di indovinare cosa vende il negozio?



I balconi fioriti di Rothenburg

Rothenburg ob der Tauber è una gemma medioevale.
Abbracciata da mura torrite che la circondano ad anello lungo la celebre Romantische Strasse. 
Le meravigliose porte d'accesso riportano  al passato, quando venivano aperte dall'alba al tramonto e di notte nessuno poteva entrare o uscire.
C'è il posto di guardia, l'angolo dove venivano riscossi i dazi e naturalmente arcaici ma efficaci sistemi difensivi  come la maschera per gettare la pece. 

Durante il giorno i turisti affollano le strade e riempiono i caratteristici negozi.
Primo tra tutti il celebre Käthe Wohlfahrt il negozio dove è Natale tutto l'anno. Schiaccianoci, carillons, piramidi di Natale e straordinarie decorazioni che trasportano inevitabilmente dentro a quell'atmosfera d'incanto che si respira nel mese di Dicembre.
L'enorme Schiaccianoci davanti al negozio di Wohlfart

Ma tra giocattoli e giganteschi orsi di pezza, vestiti tradizionali e negozi di souvenir non si può fare a meno di notare le famose palle di neve.
abiti tradizionali


Tutte le vetrine delle Konditoreien traboccano di Schneeballen, i dolci più  tipici di Rothenburg.
Schneballen

L'apposito strumento per friggere le palle di neve
 Si tratta di vere e proprie palle di dieci centimetri formate da strisce di impasto arrotolate (e che ricordano i nostri cenci /chiacchiere), fritte e ricoperte nella versione più semplice di zucchero a velo.
 I più golosi potranno assaggiarle anche avvolte nella cioccolata, nel cocco, nel marzapane e in altre mille dolcissime versioni.
E' impensabile venire qui e non assaggiarne almeno un tipo.
Aj mentre ritaglia schneeballen per il suo diario di viaggio
A cena alla Gasthaus

Proseguendo lungo la Herrngasse si viaggia a ritroso nel tempo circondati da meravigliose fontane, palazzi patrizi , torri e angoli che catturano il cuore.
Rothenburg al mattino presto
Una delle tante fontane di Rothenburg. In passato permettevano ai cittadini di rifornirsi d'acqua senza percorrere chilometri fuori dalla città.


Fino alla Marktplatz, il centro della vita cittadina dove si trova l'imponente municipio e la Ratstrinkstube, l'edificio con l'orologio più celebre della città.
Marktplatz
Fu montato nel 1683 ma è solo dal 1910 che ai suoi lati si aprono due finestre che mostrano la leggendaria storia del Meistertrunk...

Nel 1631 la guerra dei trent'anni raggiunse le porte di Rothenburg.
Il generale cattolico Tilly alla guida di un esercito di 60000 uomini minacciò la città di saccheggio e incendio, catturò i dignitari e li condannò a morte. Il villaggio sembrava non avere più speranza quando improvvisamente dopo aver bevuto del vino, il generale decise di arrivare ad un compromesso.
"Se qualcuno dei consiglieri riuscirà a bere questo boccale di vino in una sola sorsata risparmierò la città".
L'enorme boccale conteneva 3 1/4 di litri di vino.
La leggenda raccontà che il vecchio sindaco riuscì nell'impossibile impresa e Rothenburg fu salva.
L'orologio che narra la leggenda della celebre bevuta del borgomastro.

L'orologio narra la bevuta del borgomastro diverse volte al giorno, l'ultima alle dieci la sera, quando la città si svuota, i vicoli si illuminano e il guardiano comincia la sua ronda.
Il guardiano notturno
Un tempo dalle nove alle tre di notte assicurava con i suoi canti i cittadini che dormivano. Una lanterna per farsi luce, un corno da suonare in caso di incendio e un'alabarda per difendersi dai pericoli celati dal buio. Oggi racconta la storia di questo affascinante paese ai turisti che lo seguono in giro per la città...

Informazioni Pratiche:
Rothenburg ob der Tauer, si trova in posizione idilliaca sulle sponde del fiume Tauber. Fa parte della celebre Romantische strasse, uno degli itinerari più celebri della Germania.
Si raggiunge facilmente in auto ma anche in treno o in pullman.
A causa del suo fascino attira purtroppo migliaia di turisti ogni anno, specialmente viaggiatori giapponesi. Il mio consiglio è quella di evitare i fine settimana estivi o in ogni caso non rinunciare ad una passeggiata di notte o alle prime luci dell'alba, quando i vicoli sono deserti e la città risplende in tutta la sua bellezza.
Nel 1945 un bombardamento ha distrutto buona parte del centro per cui la città è stata in buona parte ricostruita dopo la guerra.
L'orologio
L'orologio racconta ogni giorno la celebre leggenda del borgomastro.
Alle 11:00,12:00,13:00,14:00 15:00 20:00, 21:00e 22:00. Non aspettatevi grandi cose ma il fascino della storia e le finestrine che si aprono incanteranno senza dubbio i vostri bambini.
Imperdibili anche il giro sulle mura, la visita al negozio del natale e a quello degli orsi di pezza che farò felici i vostri piccoli viaggiatori. Durante il giorno da una finestra all'angolo del negozio un orso lancia bolle di sapone che volano nella Piazza e tra i vicoli. I bambini lo adoreranno.
se volete portare agli amici qualcosa di originale le pasticcerie vendono le palle di neve in meravigliose confezioni. Andate a dare un'occhiata.
Se volete conoscere storie e curiosità sulla città seguite il guardiano notturno (alle 14:00 visita in inglese, alle 21:30 in tedesco). La visita è organizzata dall'ufficio turistico ed è a pagamento.
Musei:
Reichstadt Museum. Il Museo nazionale sistemato in uno degli edifici del monastero dominicano.
Puppen und Spielzeugmuseum: Museo delle bambole e giocattoli
Deutsches Weihnachtsmuseum: Il museo che illustra le diverse tradizioni natalizie nella loro evoluzione storica.
Feste e manifestazioni:
Ogni anno a Pentecoste sfilate, e balli per celebrare la bevuta del borgomastro. La commedia che racconta la leggenda viene invece messa in scena a Settembre e Ottobre in occasione della festa autunnale.
Il Weihnachten Reiterlesmarkt è il Mercatino di Natale che trasforma Rothenburg in un villaggio da fiaba (e già lo è tutto l'anno). Dal 25 Novembre al 23 Dicembre 2011 . Da non perdere!
Dove dormire:
Assolutamente dentro le mura. Ci sono decine di Gasthaus e Hotel dall'atmosfera unica. Prezzi decisamente convenienti rispetto all'Italia.







Commenti

  1. Sembra un posto da fiaba...
    mi piace questo percorso, fatto alle prime luci dell'alba, le impressioni che suscitano i colori dei fiori sui davanzali delle finestre, il profumo dei dolcetti... affascinante la storia del borgomastro che si ripete senza sosta ogni giorno...che meraviglia.
    Grazie, cara!

    RispondiElimina
  2. @Amalia: Io ti adoro! Sai cogliere l'essenza di un posto in poche parole. Ti auguro con tutto il cuore di andarci un giorno, magari proprio per Natale! Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
  3. Che bello! Che ricordi!
    Sono stata a Rothenburg nell'ormai lontanissimo 1992. Corrispondevo con una ragazza di Wuerzburg e la andai a trovare. La sua famiglia mi portò anche a Rothenburg.
    I negozi natalizi, le Schneeballen (ne comprai una scatola da 4 da portare a casa e sai che fine fece la scatola? Fu ritagliata, dato che aveva dei simpaticissimi disegni d'epoca, e usata per il mio diario di viaggio!!!), il ristorante sulla piazza del municipio dove mangiai un arrosto di maiale con le prugne divino...
    Bello bello, anche io tra qualche anno voglio portarci la mia bimba!

    RispondiElimina
  4. @Tata: Grazie per aver condiviso questi meravigliosi ricordi!!!

    RispondiElimina
  5. posti bellissimi, da sogno,da visitare prima o poi..... molto carino anche l'impermiabile di tuo figlio davanti lo schiaccianoci...ciao e a preto
    silvy

    RispondiElimina
  6. Ero certa che questo posto ti sarebbe piaciuto! E' stato bello riviverlo attraverso le tue parole!

    RispondiElimina
  7. CHE MERAVIGLIA!!!!!!
    grazie come sempre, i tuoi post sono un viaggio insieme a te!!!!
    un abbraccio grande!!!

    RispondiElimina
  8. Mammagiramondo, questo è senza ombra di dubbio uno dei miei posti preferiti around the world! sono anni che ci voglio portare Sofia, tra qualche settimana incrociando le dita facciamo un viaggio on the road germania-austria, spero con il tempo a disposizione di riuscire a fare questa tappa....mi sono letta tutto di questo paesino da favola e rileggerlo da te è bellissimo, come sono le palle? stucchevoli o buone?

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia di posto! Ma gli attuali abitanti sono ancora dei buoni bevitori come il vecchio Bürgermeister?
    Per quanto riguarda il negozio dove è sempre Natale e l'orso che fa le bolle di sapone, un po' di anni fa ho visto un negozietto analogo sul Fisherman's Wharf di San Francisco: vendeva addobbi natalizi tutto l'anno e vicino all'insegna del negozio c'era un Babbo Natale che lanciava nuvole di bolle di sapone ...

    RispondiElimina
  10. stupendo... e la fantasia vola!!!

    RispondiElimina
  11. cara mammagiramondo...inizio a conoscerti oggi... il tuo sito mi incuriosisce molto...ma quello che vedo e leggo è entusiasmante... il tuo bimbo è molto fortunato... buone vacanze!!!

    RispondiElimina
  12. cara mammagiramondo...inizio a conoscerti oggi... il tuo sito mi incuriosisce molto...ma quello che vedo e leggo è entusiasmante... il tuo bimbo è molto fortunato... buone vacanze!!!

    RispondiElimina
  13. posto magnifico e riesci sempre a cogliere dei bellissimi particolari con le tue foto

    RispondiElimina
  14. @Silvy: E' adorabile vero?;-)
    @Unacucciapergatti: Lo sai che proprio ieri mi sono ricordata che me ne avevi parlato in una mail? Quando ho fatto l'itinerario per la Danimarca ho ristretto la zona che si trovava a metà e quel nome mi suonava famigliare. Sia perchè ne parlavano al Villaggio di Natale Flover che abbiamo visitato l'anno scorso e che è una riproduzione in miniatura di Rothenburg sia perchè me lo avevi detto tu!Pensa che sono andata pure e rileggermela. Il tuo è stato decisamente un ottimo consiglio!;-)
    @Kosenrufu mama: mia cara che gioia sapere che mi leggi anche da lì! un abbraccio grande e un bacione alla pancina.
    @Robertina:Mia cara che piacere sentirti! farete senza dubbio un viaggio da favola! Se ce la fai ti consiglio vivamente anche Norimberga che ha un museo dei giocattoli meraviglioso. E' stata la nostra ultima tappa di ritorno dalla Danimarca.
    Le palle eheh, abbiamo provato solo le tradizionali, quello con lo zucchero a velo. una in due perchè sono davvero enormi! Ho trovato il sapore assolutamente simile alle chiacchiere perciò buone ma dopo un po' in effetti stuccano un po'. Almeno questo lo penso io, Babbog. si sarebbe mangiato tutto il negozio!;-)

    RispondiElimina
  15. @EligR@pHix: A giudicare dai boccali che ho visto in Gasthaus direi decisamente di si!;-)
    Il negozio del Natale in effetti non è poi una rarità. Mi è capitato di trovarne diversi, in Olanda, in germania e in Austria (famosissimo quello di Salisburgo!). Certo a San Francisco non me lo aspettavo!
    @Fico e uva: Felicissima dell'apprezzamento cara!
    @Anonimo: Allora benvenuto/a!
    @CioccoMamma: Grazie!!!

    RispondiElimina
  16. Viaggiare....mi è sempre piaciuto tantissimo....dopo la nascita delle bambine un pò meno, forse per la pigrizia....il tuo blog mi ha dato la smossa per ricominciare a farlo...grazie per questo. un bacio

    RispondiElimina
  17. @Annalisa:Mi fa tantissimo piacere Annalisa! Allora mi raccomando, tienimi aggiornata sui vostri viaggi!Un caro saluto

    RispondiElimina
  18. Ma sai che anche gli americani hanno una cultura di gadgets natalizia forse un po' più sentita della nostra italiana ...

    RispondiElimina
  19. Quando ci sono stata, da ragazzina, ne sono rimasta letteralmente stregata: le vie, le insegne, i tetti e la magnifica passeggiata intorno alle mura con gli alberi carichi di susine. Dovrò portarci presto mia figlia.
    Cristina

    RispondiElimina
  20. Lo sai che avevo quasi prenotato qui per i mercatini di Natale, poi l'alberg di cui ci eravamo innamorati non accettava cani e di lasciare a casa il nostro San Bernardo che tra 10 giorni arriverà non se ne parla...così ci siamo lasciati prendere da Vipiteno...adoro cambiare meta così al volo :) !!!!!

    RispondiElimina
  21. abbiamo prenotato per il weekend dellì8 dicembre .....ti faremmo sapere

    RispondiElimina

Posta un commento