Pomaria. Il tempo delle mele.Seconda parte

Val di Non
Oh oui. L'automne est arrivé.
A partire dallo scorso fine settimana a Pomaria mi sento  completamente e felicemente avvolta nella nuova stagione. Tra le pagine di libri e agende cominciano a spuntare le prime foglie secche, ritorna l'amato rito del tè pomeridiano  e la sera si legge arrotolati in una coperta, sgranocchiando una noce o una castagna calda..
Cambiano i ritmi, i desideri, i colori. Cambiano i profumi che circondano la casa, quello delle candele, dei mandarini e naturalmente del mulled cider che ieri ha dato ufficialmente il benvenuto alla nuova stagione.
L'ho preparato con il succo di mela comprato a Casez, quello  fatto dai ragazzi dell'Istituto agrario che offrivano a tutti i visitatori una dimostrazione di lavorazione.


Dalle mele al succo. Dimostrazione si lavorazione a  Casez, in occasione di Pomaria
Ancora una piccola grande magia agli occhi dei bambini. Un modo  naturale per imparare osservando dal vivo le fasi di trasformazione delle mele in succo.
Perchè il merito di Pomaria è anche questo. Quello di trasmettere tradizioni, conoscenze, saperi, storie, usanze. 
Si può passare tra le bancarelle e lasciarsi semplicemente abbracciare dai colori e dai profumi dell'autunno oppure si può scegliere di partecipare, diventare protagonisti della festa assorbendo quanta più bellezza possibile, lasciandosi inebriare dal miracolo della natura, dal fascino della trasformazione, sporcandosi le mani con la farina, infilandole tra le foglie e staccando una mela.
Condividendo tutta questa meraviglia con la propria famiglia. 

Mani in pasta
Le mele si ricoprono di sfoglia in questo dolcissimo laboratorio in cui grandi e bambini si cimentano nella preparazione di un vero strudel di mele.
Farina, zucchero, acqua e un po' di olio per creare un impasto facile da lavorare. Questa volta sono stati gli uomini di casa a impegnarsi per realizzare il dolce. Io e Charlie li guardavamo da una parte, mentre affondavano le mani nella farina e si passavano il mattarello, attendendo con trepidazione il momento in cui alla fine di tutto, lo strudel usciva dal forno. Loro ridevano, lavoravano, si sporcavano il naso con l'impasto alzando ogni tanto gli occhi a cercare il mio sguardo. E ho pensato banalmente quanto è bello che la vita sia fatta anche di momenti così.
Mani in pasta, babbog. e Aj alle prese con lo strudel!
In cui si ammira la bellezza dall'esterno riempiendosi il cuore con l'immagine di un padre e un figlio che condividono gesti semplici come quello del cucinare insieme.
E dopo lo strudel (vi prego non chiedetemi come è venuto ;-)) è toccato alla marmellata.
Coccole di Mammina
Formaggio e marmellata, un abbinamento favoloso


Insieme a  Flavia abbiamo assaggiato un'infinita varietà di mele antiche, gustato il felice accostamento del formaggio con la marmellata e preparato  una deliziosa confettura di zucca e mele...
La ricetta di Flavia
1Kg di mele
750 gr di zucca
700 gr di zucchero
400 gr di uva sultanina messa in ammollo nel rum
1 l di succo di mele
mezzo limone, succo e scorza

Sbucciate le mele e togliete il torsolo. Fatele a piccoli pezzi successivamente spruzzate con del succo di limone.
Prendete la zucca, pulitela e tagliatela a pezzetti molto piccoli.
Laboratorio le coccole di Mammina
Fate cuocere insieme al succo di mela per circa mezz'ora facendo attenzione che non si attacchi al fondo. Eventualmente aggiungete altro succo.

Usate il mixer per ridurre in purea. Aggiungete lo zucchero e cuocete  per altri dieci minuti e infine l'uva sultanina cuocendo ancora dieci minuti senza smettere di mescolare.
La vostra marmellata è pronta.
La ricetta viene dalla meravigliosa Flavia dell'Azienda Calliari.

E tra un laboratorio e una ricetta, una caccia al tesoro e una frittella c'era la festa.
Fatta di musica e allegria, dimostrazioni d'arte e antichi mestieri. 
Anrichi mestieri nel borgo di Casez in occasione di Pomaria 2011


Fatta soprattutto di gente.
Unita e riunita. E chissà se Neruda quando scrisse la sua ode alla mela la immaginava un po' così...

(...)voglio una città,
una repubblica,
un fiume Mississipi
di mele,
e alle sue rive
voglio vedere
tutta
la popolazione
del mondo
unita, riunita,
nell'atto più semplice che ci sia:
mordere una mela.

TORNA ALLA PRIMA PARTE 
OPPURE SE NON NE HAI ABBASTANZA GUARDA ANCHE 
*****

Oggi per la prima volta dopo tanti anni festeggio il mio compleanno nella mia città. Invecchio di un altro anno o come preferisco di gran lunga dire, cresco ancora un po'.
Sarà che nonostante  compia trentaquattro  anni  (wow, 34!) continuo irrimediabilmente a sentirmi una bambina.
E ora non posso fare a meno di pensare ad una frase che mi ha detto Nonnog.  qualche mese fa quando l'ho chiamato per fargli gli auguri di compleanno mentre lui era a festeggiare in Marocco con Nonnag.
"Cosa vuoi di più dalla vita" gli ho detto al telefono "che passare il tuo compleanno viaggiando?"
"Ti sbagli," ha risposto. "Tutto il resto dell'anno in viaggio ma il compleanno a casa con la mia famiglia e gli amici".
E oggi capisco che aveva ragione...
Grazie a tutti per l'infinità di Auguri che mi avete già fatto trovare questa mattina. E' stato un meraviglioso risveglio!

Informazioni Pratiche:
Pomaria, Ogni anno a Casez in Val di Non, il secondo fine settimana di Ottobre.
Da leggere:
Per bambini
Johnny Appleseed, la storia di Giovannino Semedimela considerato oggi uno dei precursori dell'attivismo ambientalista ed ecologista (qui la storia). Trovate infinite edizioni in inglese ma purtroppo nessuna in italiano. Qualcuno forse ricorderà una delle sette perle della Disney.
La ragazza mela che trovate nella Fiabe di Calvino, ad esempio in questa bella selezione, Il principe granchio e altre fiabe italiane.
Per grandi
Ovviamente lo straordinario capolavoro di Irving, Le regole della casa del sidro un libro che parla di mele ma anche di tante altre cose. (è una buffa coincidenza ma mi è stato regalato tanti anni fa da Nonnag. proprio per il mio compleanno; comincio a pensare che tra me e le mele ci sia una strana sintonia ;-))

*****AGGIORNAMENTO 2014*****
Pomaria 2014 si svolgerà a Casez l'11 e 12 Ottobre.
Tutte le informazioni, il programma, le novità, etc. le trovate sul sito di Pomaria.


-->

Commenti

  1. Beh allora Tanti Auguri anche qui sul blog....che come sempre mi ha regalato 5 minuti di pace, sognando di essere li dove il tuo racconto mi porta!
    P.S.: A proposito di autunno...avevo cominciato a fare torte di mele, comprato la zucca, giocato coi bimbi con le foglie colorate di arancio....ma qui a Rimini ieri sono tornati 30°!!!!
    Baci
    Raffaella

    RispondiElimina
  2. Tantissimi auguri di buon compleanno!

    RispondiElimina
  3. Io salgo su in Trentino il 23....chissà se ci saranno ancora di queste iniziative? Baci e ancora auguri

    RispondiElimina
  4. Tantissimi auguri "casalinghi"!!Silvia

    RispondiElimina
  5. Sarà un segno che le mie blogger preferite oggi compiano gli anni?
    Auguri con tutto il cuore!
    Simona

    RispondiElimina
  6. Tanti auguri di buon compleanno!!! Domenica siamo stati a Firenze ma purtroppo "Cucciolo" era chiuso, ma ci ritorneremo e ti farò sapere! Grazie! Ora vado... a mangiarmi una mela^-^!!!!

    RispondiElimina
  7. Buon compleanno carissima! Un abbraccio di bene a te e famiglia

    RispondiElimina
  8. Bhè allora tantissimi auroni!!! Queste ricettine mi hanno veramente ingolosita!!

    RispondiElimina
  9. Auguroni di buon compleanno!!!
    Quello che deve rimanere sempre giovane è lo spirito!
    Bacioni Elisa

    RispondiElimina
  10. Questo articolo sprigiona un profumo inebriante...proverò la marmellata di mele e zucca!
    Ancora auguri.
    Macca

    RispondiElimina
  11. Tantissimi auguroni, anche se in ritardo!!!! Bello questo post, come sempre. Mi segno Pomaria per l'anno prossimo! Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Tanti cari auguri di buon compleanno anche da me,
    un bacione,
    Amalia

    RispondiElimina
  13. Ovviamente ho già fatto la confettura per regalarla a Natale: suggerimenti di abbinamenti i modi per mangiarla? Grazie!

    RispondiElimina

Posta un commento