Biscotti di Natale dal mondo:Spitzbuben


Five little cookies in the bakery shop.
Shining bright with the sugar on top
Along comes Sarah with a nickel to pay.
She buys a cookie and takes it away.
Mettevo i naughty boys uno accanto all'altro sopra il piatto e poi cominciavo a recitare la mia parte mentre lei,  sempre contenta di fare questo gioco con me, afferrava uno ad uno i biscotti che sparivano velocemente in quella bocca tutta sporca di zucchero a velo.
A volte mi viene da domandarmi se si  ricorda ancora quindici anni dopo. Di quella ragazza italiana che ha vissuto nella sua grande casa di Brooklyn per un po'. Che qualche volta di giorno giocava con lei e la sera usciva per immergersi nel buio della grande mela, che poi con tutte quelle luci buio non è mai.
Mi salutava con quella sua vocina sottile e poi si alzava in punta di piedi per darmi un bacino e mi faceva sempre la stessa domanda.

"Where you gonna go Daniella?"
Qualche volta la prendevo in giro. "Vado a comprare i biscotti", le sussurravo ridendo.
Ma lei non ci credeva mai, lo sapeva che a casa Wagner i biscotti sono solo homemade.
Helene era bravissima. Di origine tedesca conosceva ogni genere di ricetta ingrassante. Nel periodo che ho abitato in casa loro credo di aver messo su almeno tre chili.
E accanto ai dolci più tipicamente americani c'erano quelli che la riportavano a casa . Come gli Spitzbuben, questi favolosi biscotti che in realtà pare vengono dalla Svizzera ma sono diffusissimi anche in Germania.
Lei impastava e con lo sguardo sognante mi raccontava dei suoi Natali da bambina a Francoforte a casa della Nonna paterna.
Sarah adorava aiutare la Mamma a cucinare i naughty boys, come li chiamava lei. Forse le piaceva quella cosa magica del biscotto con la finestrella. "When do we bake Christmas cookies Mum?" Chiedeva spesso.

E dunque dopo questa doverosa lunghissima premessa eccovi la ricetta, quella in tazze, perchè Helene comunque, era pur sempre un'americana.

Ricetta Spitzbuben o Naughty Boys

Ingredienti:
3 tazze e mezzo di farina
1 tazza e mezzo di burro
1 tazza di zucchero
acqua
5 cucchiai circa di mandorle tritate
zucchero vanigliato
marmellata di lamponi o altra a scelta
Mescolare il burro fuso con lo zucchero e aggiungere uno dopo l'altro la vanillina, le mandorle e la farina. Se l'impasto risulta troppo sbricioloso aggiungere mezzo bicchiere d'acqua.
Una volta ottenuta la palla stenderla su un piano infarinato e ritagliare le formine. Quella per la base e il sopra con il foro. 
Coprire una teglia con carta da forno e cuocere a 180°(ventilato) per 7/8 minuti. State attenti a non cuocerli troppo altrimenti si induriscono.
Una volta freddi mettere un po' di marmellata al centro della base e ricoprire con l'altra parte dopo averla spolverata di zucchero a velo.


La cosa bella è che dopo tanti anni mi ritrovo di nuovo a fare quel gioco...


Along comes Aj with a nickel to pay.
He buys a cookie and takes it away...


 *****
Vi ricordo che potete continuare a  mandarmi le vostre ricette per la raccolta di Biscotti di Natale dal mondo fino al 1°Dicembre.



-->

Commenti

  1. che golosi che sono; quest'estate ho fatto un'ottima marmellata di susine che credo ci starà benissimo, dovrò solo industriarmi a trovare due formine adatte a fare tondo e buco, perché quell'attrezzino che hai tu mi manca...

    RispondiElimina
  2. I biscotti che hanno una storia da raccontare sono ancora più buoni! Grazie della ricetta e del racconto!

    RispondiElimina
  3. Belli! perfetti per un five o' clock tea, se poi si gioca c'è più gusto.
    Ho messo le foto dei miei crochi se vuoi curiosare, non ancora fioriti.
    Ciao, Silvia.
    P.s. uno per Charlie no?

    RispondiElimina
  4. Buoni!!!!!!!! si fanno di sicuro questo week end....ho anche io una marmellatina che aspetta di essere usata!!
    Bella anche la storia! :-)
    Mi piacerebbe partecipare alla raccolta dei biscotti ma non ho ancora trovato la giusta ricetta romagnola!!! Ma mi impegno!!!
    ciaoooo
    Raffaella

    RispondiElimina
  5. @Valeria e Marco:Ciao cara secondo me con la tua marmellata sarnno fantastici! Per l'attrezzino dai un'occhiata al supermercato, nel reparto dolci dovresti trovarlo facilmente! In alternativa va benissimo un tubo di platica, sai tipo il mattarello che c'è nel didò? Fai la forma esterna e con quella il buco piccolo!;-)
    @SilviaB: Grazie!
    Ho visto le foto dei crochi bellissimi anche i miei sono così! Spero davvero che fioriscano, ti giuro che tutte le mattine corriamo a vedere se è uscito qualcosa di viola! Ma lo sai che ne è venuto fuori un terzo? Credevo che da due bulbi venissero fuori solo due crochi...
    P.S Noononono, per Charlie c'è troppo zucchero, lui ha i suoi fatti dal pasticciere e rigorosamente sugar free! ;-) cane viziato!:-)
    @MammaLella: benissimo cara, se anche non è tipicamente romagnola puà anche essere una ricetta che comunque seiete soliti fare durante il Natale. E ovviamente rappresenterà la vostra famiglia e quindi la Romagna!:-)

    RispondiElimina
  6. bellissimi, anche la storia, complimenti inoltre per le foto rendono la bontà di questi biscotti.

    RispondiElimina
  7. gnam gnam che delizia questi biscottini..carinissimi...e sicuramente golosissimi!..ciao Dani...tantissimo che non ti scrivo! un abbraccio grande..spero postare al più presto i nostri biscottini! ciao ciao buon w.e.

    RispondiElimina
  8. uhm...ci proverò senz'altro....grazie

    RispondiElimina
  9. Belli... Il mio babbone fa delle marmellate meravigliosamente buone... Io le uso per le crostate ma mi sembrano invitanti e li proverò... Solo una domanda, ma le tazze.... A cosa corrispondono? :)

    RispondiElimina
  10. @il cucchiaio magico: Grazie mille!
    @Sly: Favolosi!Ciao cara, non vedo l'ora di vederli! Un abbraccio grande anche a te!
    @Twins(bi)mamma: vedrai, è un po' laborioso il fatto delle due parti ma i bambini si divertono un sacco a mettere la marmellata e fare il sandwich!;-)
    Poi fammi sapere!
    @Suzie:Fantastico il babbone! Allora per le tazze io ti consiglio di comprare il misuratore in plastica bianco da ikea che da una parte ha i dl dall'altra proprio le cups così si fa benissimo! In ogni caso più o meno dovrebbe essere così:una tazza di farina corrisponde a 100/110 gr circa, 1 tazza di zucchero dovrebbe essere 225/250gr e una di burro uguale a 210/225.

    RispondiElimina
  11. mmmhh, che deliziosi...adesso mi hai fatto venire la voglia di qualcosa di dolce...mi alzo dal letto e vado a cercare qualcosa!!...addio dieta!
    un bacione e felice weekend

    RispondiElimina
  12. Adoro quando la cucina incontra la poesia del ricordo!

    RispondiElimina
  13. Io li adoro questi post, che si incrociano tra la meraviglia dei racconti e quella della cucina... :)
    Caterina

    RispondiElimina
  14. Che bella questa ricetta raccontata cosi..e i biscotti sono una delizia!!

    RispondiElimina
  15. Gnam gnam, sembrano proprio golosi, proverò a farli!!! Oggi poi abbiamo fatto una merenda golosa da "Cucciolo"!!! Sì, siamo tornati in centro e siamo andati a fare merenda con le ciambelle che cadono dall'alto, e sono delizione!! A Martina è piaciuto moltissimo guardare le ciambelle che cadevano (e anche a me!)! Grazie per il consiglio, ci torneremo sicuramente!

    RispondiElimina
  16. Che fame che mi hai fatto venire...ci starebbero benissimo con il caffè di metà mattina no ;) ?! Mannaggia a me ancora devo mandarti una nostra ricetta di biscotti natalizi! Ce la farò :) !

    RispondiElimina
  17. ma sono bellissimi questi biscotti! io mi sono data alla marmellate in questo periodo! ^_^

    RispondiElimina
  18. @Mammasorriso: hahhah fantastica!
    @Piccolalory: L'adoro anc'io... ;-)
    @Caterina: Grazie cara!
    @Blog Family: Si, una doppia delizia;-)
    @Laura: Ma daiii sono troppo contenta che le sia piaciuto!
    @Lacasettadelleidee: perfetti! Io aspetto, mi raccomando eh?;-)
    @LaFrancese: uh adoro le marmellate! Quest'anno abbiamo fatto solo zucca e mele a Pomaria. Ma questo weekend ho scoperto la marmellata di kiwi, voglio proprio provare!

    RispondiElimina
  19. ohhh ma è semplicemente splendido! voglio provare a fare questi meravigliosi e poetici biscotti...

    RispondiElimina

Posta un commento