02/04/12

Escursioni da Cracovia: Miniera di sale di Wieliczka

Un giorno di qualche anno fa un giovane minatore trovò una strana fenditura nella parete di uno dei cunicoli della vecchia miniera di sale di Wieliczka in Polonia. Ad un più approfondito controllo si accorse che proprio da quella insolita fenditura proveniva un rumore molto simile ad un inconsueto russare...
Decise quindi di allargare la piccola apertura per cercare di vedere oltre e subito, non appena cominciò a scavare, udì chiaramente strani bisbigli, sussurri e  piccole grida provenire dallo stretto tunnel retrostante.
Incuriosito considerevolmente da quei suoni bizzarri scavò ancora e ancora, sempre più velocemente fino a che non riuscì a scorgere un lungo corridoio buio.
L'uomo alzò la lampada che teneva nella mano e ammirò esterrefatto un piccole badile  che se ne stava sospeso in aria muovendosi su e giù nel terreno senza che nessuno lo governasse.
La straordinarietà di ciò che stava vedendo lo raggelò a tal punto che rimase fermo ad osservare il lavoro dell'invisibile scavatore. Ben presto alla prima pala se ne unì un'altra e poi ancora una mentre il lavoro degli eterei sconosciuti veniva accompagnato da un sorprendente gioco di luci danzanti, piccole e blu, che volavano nell'aria come bolle di sapone.
Il giovane infine si decise a chiamare in aiuto i suoi compagni e tutti insieme scavarono e scavarono fino a che non incontrarono corridoi inesplorati e un enorme camera segreta. Cosa videro al suo interno rimane un mistero ma quel che  si sa, è che i coraggiosi minatori scoprirono una terra sconosciuta abitata dagli gnomi del sale.
Pare che sia stato recuperarono persino lo scheletro di un gigantesco animale, forse un grosso drago,e dal allora le ricerche non sono mai terminate così come le sempre più formidabili scoperte... 



Bene, questa è solo una delle storie che potete raccontare ai vostri bambini prima di visitare le incredibili miniere di sale polacche.
 Un'esperienza strabiliante per tutta la famiglia, un viaggio attraverso il cuore della terra tra cunicoli, grotte, corridoi, sale e incredibili capolavori di sale.
Per tutte le informazioni pratiche vi rimando al magazine Piccolini dove trovate anche il video di questa nostra meravigliosa avventura.
La storia di cui sopra è liberamente tratta e tradotta dall'unico libro attualmente anche in inglese su Solilandia, la terra degli gnomi del sale.
La miniera organizza anche un apposito percorso per bambini che si basa sulle avventure degli gnomi ma che al momento si svolge solo in polacco.

12 commenti:

  1. Come per il precedente post su Cracovia, ti ringrazio di avermi fatto rivivere quella magia.
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta! E dell'ascensore per risalire che mi dici, te lo ricordi?:-)

      Elimina
    2. Più dell'ascensore ricordo le prime rampe di scale della discesa...guardando nella tromba, percepivo solo il buio e la profondità...e solo in quei momenti mi ha impressionato l'idea di scendere così tanto "sotto terra"!

      Elimina
  2. wow!!! suggestivo! stasera mi guardo il video coi miei pupi!!!!
    P.S.: lo so che le foto del diario di AJ sono per me!!!!!!!! grazie!!!! :D

    RispondiElimina
  3. ci sono stata e ne ho scritto anche un post sul mio blog! Quante scale però, ma in Polonia è tutto così, no? :)

    RispondiElimina
  4. bellissima escursione, ci siamo stati anche noi, qualche anno fa. Un posto veramente molto bello.

    RispondiElimina
  5. Leggendo l'articolo ho vissuto questi luoghi..bellissimo, brava!

    RispondiElimina
  6. Non va il link alla pagina delle miniere!!!

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Secondo voi è fattibile la visita con un bimbo di 9 mesi? Si potrebbe portare il passeggino o è meglio il marsupio?

    RispondiElimina
  9. Secondo voi è fattibile la visita con un bimbo di 9 mesi? Si potrebbe portare il passeggino o è meglio il marsupio?

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin