04/07/12

Questa è... la Scozia. This is Scotland

Sketchbooking tra le Highland scozzesi

Mr. Sasek faceva così:
andava in una città in cui non era mai stato, ad esempio New York o San Francisco o Roma  e poi gironzolava di strada in strada per vedere tutte le cose di cui aveva sentito parlare, di cui aveva letto o magari  che si trovava semplicemente davanti. 
A questo punto si sedeva da qualche parte osservando bene i dettagli (i dettagli sono importanti per i bambini...) oppure stava in piedi appoggiato alla parete di mattoni di un qualche edificio o  ad un idrante, una cassetta della posta o non so quale affascinante lampadaire di una strada parigina, tirava fuori il suo taccuino bianco e... disegnava...
I suoi straordinari sketchbook sono poi diventati i ben noti e deliziosi This is che di frequente ci hanno accompagnati nelle nostre avventure. Come questo, letto tutti insieme nelle lucenti notti scozzesi, sdraiati a pancia in giù sopra il letto del campervan mentre fuori le pagine del libro era come se prendessero vita...

Stamani mattina ero qui davanti allo schermo, un dito sul tasto del mouse e gli occhi a insinuarsi tra le centinaia (migliaia?) di fotografie strette nella cartella Italia- Scozia. E ho pensato:
e ora da dove comincio? Facciamo un introduzione per questa miniguida? Qual'è stato l'inizio di questo viaggio che ancora non riesco a sciogliere in un unico filo ordinato?

Ho buttato giù un paio di righe e poi mi sono accorta che in realtà quello di cui avevo voglia di scrivere era altro.
Paesaggi, volti, sorrisi, interminabili strade, giornate trascorse a bearsi di quella straordinaria scenografia di cui abbiamo avuto il privilegio di far parte.
Minuscoli  istanti eppure così enormi. 
Istantanee in grado di intrappolare il tempo e ricolme di sentimenti infiniti: esultanza, entusiasmo, emozione, trepidazione, turbamento, musica, immensità, splendore, commozione, felicità. E potrei andare avanti senza fine.

E allora per poter cominciare a raccontare questo viaggio, dall'inizio, devo prima svelarvene subito almeno una piccola parte, lasciando qualche filo cucito qua e là, tra le Highland e i Borders, per portarvi subito con me nella speranza di travolgervi almeno un po' dentro a quel mondo di emozioni che ti si attorcigliano allo stomaco e non sai bene come fare a tirarle fuori.

So... This is Scotland...
Bagpiper davanti al castello di Eilean Donan
Le cornamuse.Può sembrare banale che cominci proprio da qui, da un vetusto clichè, una comune associazione. Eppure  non lo è. Perchè in Scozia kilt e  cornamuse sono davvero una cosa seria. E potrete anche aver sorriso pensando ad uomo in gonnella  ma quando poi  osservate il loro sguardo fiero, quando la sentite suonare, la cornamusa, mentre urla il suo pianto straziante allora non potrete fare a meno di tremare perchè quelle note ti entrano dentro e ti spaccano l'anima. 

Ieri come oggi, e per semprele bagpipes affidano ai venti del cielole emozioni più vere del cuore dello scozzesein gioia e in tristezza, in guerra come in pace. Hugh Mac Diarmid, Lament For The Great Music


Le strade.
Sulle strade scozzesi i chilometri rotolano via sull'asfalto mentre rimani con il naso incollato sul finestrino e neanche te ne accorgi. Attraversano montagne e laghi, avvicinano scogli e brughiere, rincorrono castelli e ti trasportano in altri mondi.
Risvegli
Una mattina in campervan
Ci mancano terribilmente quei risvegli. Quando apri gli occhi e la felicità ti si dispiega tutt'intorno. Quando la prima cosa che fai appena sveglio è sorridere.
Quando le emozioni si aggrovigliano al cuore e vorresti che momenti così non finissero mai.

Paesaggi
Isole Skye

Dalla  delicata bellezza della campagna ondulata e solitaria fino alla  selvaggia atmosfera della costa. E poi le  montagne delle Highlands, i boschi del Loch Lomond, le vellutate brughiere delle Skye. Paesaggi unici, solenni, imponenti, brutali, incantati, come quadri in cui gettarvisi dentro e volare tra le infinite sfumature di colore.

Scale

Quelle dei closes, i vicoli stretti e bassi di Edimburgo, quelle che  scivolano sino alle imponenti sciogliere della costa orientale o alle rovine di un favoloso castello. Un viaggio nello spazio e nel tempo.

 Libertà

Campo di battaglia di Culloden

Quella della Scozia, che emerge violentemente dalla brughiera che copre i campi di battaglia e quella dei suoi abitanti più selvaggi.

Si incontrano quando meno te lo aspetti. Niente gabbie, recinti, vasche di vetro.



Che siano scottish blackface ai margini delle strade (e spesso anche in mezzo), hebridean breed che masticano sul prato oppure aquile, falconi, balene, delfini e foche, che spuntano improvvisamente dall'acqua e ti fanno sognare come fosse una continua meravigliosa magia.

E poi naturalmente ci sono i castelli e le colazioni, il mare e il campervan, le storie e le leggende, i libri e i fantasmi, le gite in barca e  i villaggi di pescatori ma per adesso è meglio se mi fermo altrimenti questo This is rischia di non finire mai.
E poi mi è già venuta voglia di raccontarvi di  quella volta che abbiamo fatto wild camping davanti alle rovine di un castello, di quell'altra in cui ci siamo persi in un bosco e siamo stati ospitati in una casetta alla Hansel e Gretel e poi di quell'altra che ...
Ma andiamo con ordine.
Prestissimo..

31 commenti:

  1. Insomma, sai sempre emozionarmi. Chissà se un giorno ci conosceremo! Attendo ansiosa il resto del racconto. Anche perchè questa è una terra che mi porto nel cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh si brava, la Scozia è una terra da portare nel cuore. Ti si attorciglia dentro e mi sa che non te ne liberi più. Vero? Ma certo che ci conosceremo, dobbiamo!

      Elimina
  2. Ecco fatto: brividini ovunque, nostalgia folle e voglia di tornare in questo Paese che, inaspettatamente, mi aveva rubato un bel pezzo di cuore!!! LO sapevo che ti saresti innamorata della Scozia, lo sapevo che ne avresti amato le strade, le highlands, le persone, lo sapevo che correndo a leggere questo post che stavo aspettando mi sarei fatta del male, avrei annuito e sorriso e ripensato a quel viaggio e iniziato a programmare un altro viaggio, simile, ma arricchito oggi da un piccolino che deve ancora vedere tutto per la prima volta! !
    GRAZIE!!!!!!
    Giada
    P.S. ribadisco: il camper ancora meglio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io aspettavo te cara, perchè so che hai provato lo stesse emozioni, gli stessi brividi, lo stesso amore. E cosè viaggiare se non questo. Lasciarsi conquistare da un paese e dare tutto se stessi. Si, è vero, dopo fa male, ma cavoli se ne vale la pena!!

      Elimina
  3. che emozioni dani... belle foto.. bel viaggio.
    again...

    RispondiElimina
  4. ...emozioni che ti si attorcigliano allo stomaco e non sai bene come fare a tirarle fuori

    Le mie che per adesso non posso viaggiare , le provocano i tuoi racconti. Grazie!!!

    RispondiElimina
  5. ricordi di un meraviglioso viaggio: se hai voglia di confrontare le foto vai qui http://lacucinadiziasimonetta.blogspot.fr/2010/06/londra-e-scozia.html

    RispondiElimina
  6. Che bel racconto, un diario di visioni, emozioni, lampi di esperienze... le foto e le atmosfere mi hanno ricordato molto l'Irlanda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si hai ragione in parte ci ho pensato anche io, le pecore, sulla strada, le strade deserte, le scogliere... eppure poi c'è qualcosa di profondamente diverso tanto diverso.

      Elimina
    2. E cos'è questo qualcosa? Mi interessa perché essendo stata in Irlanda in un lungo viaggio on the road finora ho creduto che tutto sommato la Scozia sia un doppione...

      Elimina
    3. Le tue domande Palmy sono sempre azzeccate, interessanti e stimolanti! Si è vero, sono molte le somiglianze tra i due paesi, dal piacere di viaggiare su strade avvolte da grandi paesaggi fino alla cultura celtica anche se, ma questa è una cosa personale, in Irlanda l'ho respirata in modo assai più profondo . Quello che ho sentito diverso invece è proprio l'atmosfera che va ad influenzare inevitabilmente il carattere delle persone, l'atteggiamento delle stesse e in qualche modo anche i luoghi. La storia dei clan scozzesi, il rapporto con l'Inghilterra pur se in parte simile traspare in maniera più evidente in Scozia, si appiccica ai castelli, ai campi di battaglia, al suono delle cornamuse dando vita a qualcosa di completamente diverso. Per quanto riguarda il paesaggio in Scozia l'ho trovato più collinare con grandi distese e allo stesso tempo picchi cime come il Glen Nevis o le three sisters mentre d'altra parte le scogliere irlandesi sono ben più suggestive di quelle scozzesi con spiagge al nord quasi caraibiche e addirittura in parte coperte di palme! Queste ovviamente sono solo le mie impressioni, influenzate sicuramente anche del fatto di aver vissuto i due paesi 8li ho amati entrambi) in modo completamente diverso (e in anni molto diversi!)

      Elimina
  7. Bellissimo! mi sono presa 10 minuti (come al solito sono in treno!) per lasciarmi trasportare dolcemente dalle tue parole e dalle meravigliose foto! ed eccomi in Scozia (aggiunta alla lista!!!!!!)...paesaggi mozzafiato, castelli fiabeschi (e "magheschi"!!!!!!!!)....e cornamuse!!!!!! Mi potrai perdonerai spero....ma quando vedo foto di gonnellini scozzesi e cornamuse nelle mie orecchie suona subito il tema di Candy Candy!!!!!!!!!! :D
    ma quanto erano belli Antony, Alberts and co. quando suonavano le cornamuse!?!?!!? :))

    ciao, grazie come sempre Dani per condividere queste emozioni! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah è vero è vero!! devo andare a ricercarmelo su youtube!:-)

      Elimina
    2. ahahahahahahaha!!!!!!!!! mitici!!!!!!!! grazie per il video!!! ora mi hai fatto tornare la voglia di guardare Candy Candy!!!! :D

      Elimina
  8. Bellissimo, Daniela!
    Non vedo l'ora di leggere il seguito, mi fai tornare a prepotenza in quei posti fantastici! Sull'isola di Skye noi avevamo visto gli Hilander games, con il famoso lancio del tronco, siete riusciti a vederne qualcuno? Sono estremamente emozionanti!!!
    Intanto sto preparando la Strada delle Fiabe in camper, fra poco si parte!!!
    Giorgia dei Mostri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dimenticavo... ti ho ringraziata anche nell'intervista che mi ha fatto Palmy, per gli spunti e i bellissimi post!!!

      Elimina
    2. Uh che meraviglia!! C'erano volantini ovunque che pubblicizzavano gli Highlander games ma purtroppo tutti in Luglio!deve essere stato davvero emozionante! Ma lo sai che mi piacerebbe tornarci lungo la strada delle fiabe? Non vedo l'ora di sapere quanto vi è piaciuta!! Salutateci i musicanti di brema, i topini di hameln, Cenerentola, hansel e Gretel... :-) E mi raccomando un giro sui draisine! Il camper poi mi sembra proprio il mezzo ideale per quesi posti! Un bacione grande e grazie mille, ora vado a leggere l'intervista di Palmy, me l'ero persa!

      Elimina
  9. Questo post e le immagini in esso contenute, mi hanno ri-portato alla mente dei bellissimi ricordi, Elian Donan, Culluden, Edimburgo gli hebridean breed (per la verità li avevo molto fotografati ma ignoravo il loro nome)e molto altro...la Scozia resterà sempre nel mio cuore! Interessanti i libri per bambini "This is", ma da che età sono adatti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha io il nome l'ho scoperto casualmente, non immagini quanti ne ho fotografati!:-) Mio marito mi prende sempre in giro perchè anche in Irlanda lo facevo fermare di continuo la macchina per fotografare pecore e mucche!:-) Ascolta, i libri This is(alcuni li trovi in italiano altri solo in inglese) secondo me vanno davvero benissimo per ogni età. I testi sono brevi e semplici ma sono soprattutto le immagini che attraggono i bambini ed è un modo intelligente e allo stesso tempo divertente quello di mostrare un paese o una città attraverso immagini . Ad ogni età ne apprezzeranno aspetti diversi! Ad esempio i più grandicelli noteranno come alcune cose siano cambiate da quando sono stati scritti (alla fine nelle note ci sono degli appunti in proposito)ed altre no. Insomma uno sguardo su città e paesi che va bene per tutti. anche per gli adulti!

      Elimina
  10. sono a bocca aperta!

    complimenti di cuore per come racconti e comunichi emozioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma Grazie!!! Ancora un bacio a New York!<3<3<3

      Elimina
  11. Künstlerische Fotos! Es scheint, Sie verbrachten eine tolle Zeit. Herzlichen Glückwunsch!

    RispondiElimina
  12. Ciao, ho letto con piacere del tuo viaggio in Scozia. Posso chiederti come ti sei organizzata con il campervan? Sarebbe una cosa nuova per me e la mia famiglia... Ma lo trovo estremamente interessante per fare un viaggio in Scozia. Ma non ho capito se dormivi in giro, o presso qualche campeggio. anche perchè mi pare di capire che non abbia il bagno no? solo cucinina? scusami sono proprio ignorante in materia :) grazie mille se potrai aiutarmi Daniela

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin