31/07/12

Scozia: Dunnottar Castle,


La bellezza delle strade scozzesi si insinua in fondo all'anima e ti travolge con i suoi paesaggi inaspettati.
Siamo diretti verso la costa orientale ma il paesaggio aspro e affascinante pare più quello della montagna. Visioni da cartolina  intimano alla lentezza, invitano a lasciarsi conquistare dal viaggio dove spazi e  visioni  quasi oniriche  divengono un  assaggio infinito.



Verso Stonehaven. In lontananza Alder, il nostro Campervan



Poi la strada si fa meno ruvida. Miglio dopo miglio si scende verso ovest fino a che non cominciano ad apparire  le prime case.
Siamo a Stonehaven,  dove  il duro granito degli altipiani delle Highlands  cede il passo alla morbida arenaria rossa che investe le strade di questo affascinante villaggio.


Lasciamo Alder al parcheggio e a piedi, imbocchiamo lo stretto vicolo che dalla Piazza del mercato conduce verso la costa.  Un suggestivo camminamento  di legno si srotola a fianco del mare dirigendosi verso il  porto e la scogliera.

Le assi ticchettano, i gabbiani cantano, il mare suona la sua irresistibile melodia. E' uno di quei momenti "perfetti", di quei minuscoli istanti eppure così enormi.
Di tanto intanto si incontrano strane straordinarie sculture che invitano a fermarsi per osservare da vicino la precisione dei dettagli, per fissare lo sguardo tra le pieghe sinuose del ferro in cerca di scoperte inaspettate.




Siamo felici ed entusiasti, pieni di quell'euforia che ti colpisce quando sei in viaggio e vieni travolto da sensazioni che a stento cerchi di controllare.
Aj saltella tra i sassi in cerca di  fossili  o antichi millepiedi, come quello che è stato ritrovato proprio qui nel 2004, il più antico essere vivente.

La passerella scivola nel porticciolo e viene interrotta bruscamente dalla minacciosa scogliera. Dall'altra parte, nascoste alla vista ci sono le rovine di Dunnottar Castle, uno dei più affascinanti manieri di Scozia.
Fu lì che il celebre William Wallace diede fuoco ad una cappella gremita di soldati inglesi. Lì dove vorrei volare, saltando le rocce per poterlo vedere subito.

E' quasi ora di cena, torniamo indietro, riprendiamo il campervan e  in pochi minuti siamo lì davanti ad una lunga e irresistibile scala di pietra mentre in lontananza, aggrappato alla roccia compaiono gli incantevoli resti dell'indimenticabile castello.





Ci siamo solo noi, lì in quel momento, noi quattro che  scivoliamo verso il mare mentre il vento si intrufola tra i vestiti e le scogliere ti abbracciano dall'alto riempendoti gli occhi di verde e di fiori e di mare e di gioia e di rocce e di dove la storia è intrisa in ogni pietra. Giù, sempre più in basso, fino a sfiorare il mare...



  Il castello è chiuso ma niente potrebbe guastare la magia di quel momento. Ci arrampichiamo sulle pietre per scorgere l'altra riva, tuffare lo sguardo oltre e innamorarsi di ogni istante.



E' tardi ma non abbiamo fretta. Su dalla scala Alder ci aspetta, i pasties sono già pronti, perchè noi stasera mangiamo qua...
La cena...

Dal campervan, ospiti durante la cena...
******
Mentre scrivo guardo le foto e  naufrago dolcemente nei ricordi, chiudo gli occhi e basta il tempo di un brivido per essere  di nuovo là a mangiare  insieme alle mucche, a perdersi tra le rocce, a vivere la magia di un viaggio che ci ha regalato indimenticabili istanti di quelli che valgono per sempre.
Oggi vorrei essere lì...
E voi, dove vorreste essere?

Link:
Un viaggio in Scozia non è completo senza la visita di queste straordinarie rovine. Fermatevi prima a Stonhaven, parcheggiate l'auto e imboccate la stradina subito dietro l'ufficio informazioni. Raggiungerete la costa e il camminamento in legno che arriva fino al Porto. I bambini adoreranno giocare tra i sassi o osservare le sculture di ferro. Al porticciolo ci sono un paio di pubs niente male per fermarsi a bere una birra o pranzare. Ci trovate anche il Tolbooth, il più antico edificio di Stonehaven che oggi ospita un piccolo museo che illustra la storia della città e la vita dei pescatori.
Se avete tempo potete arrivare a piedi fino al castello ma dal porto dovete fare una deviazione passando dall'interno prima di tornare sulla costa. In alternativa riprendete l'auto e seguite le indicazioni fino al castello dove trovate un comodo piccolo parcheggio.
Una curiosità:Dunnottar Castle ha fatto da set cinematografico nell'Amleto di Zeffirelli.


34 commenti:

  1. Che spettacolo............

    RispondiElimina
  2. Vorrei essere là anch'io, caspita sembra un posto pazzesco e tu descrivi sempre tutto così bene che sembra adesso un po' di esserci stata anche a me.
    Simona

    RispondiElimina
  3. Dunnottar e Stonehaven sono due dei posti che preferisco di più in assoluto in tutta la Scozia. Una tappa al castello, affascinante nella sua ruvidezza di pietre e scogliere, la consiglio a tutti coloro che partono per esplorare la Scozia.
    Io sono arrivata al castello proprio attraverso la stradina che parte dal porto: una bella passeggiata di 45 minuti, a tratti a strapiombo sul mare, ti porta a scorgere pian piano il castello. Davvero emozionante. Come emozionanti sono le tue parole, che mi fanno venire voglia di ritornare subito là!!!
    Aury

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aurora Grazie mille! Una volta arrivati al porto abbiamo chiesto per il castello ma due pescatori ci hanno scoraggiati dicendo che era lontanissimo. Deve essere stato bello arrivarci a piedi! I complimenti di un'esperta sono doppiamente lusinghieri! :-)

      Elimina
  4. Oh mio Dio che posto da sogno. La Scozia è nella mia lista dei posti assolutamente da vedere, quest'anno ormai è andata ma speriamo nel prossimo. Io vorrei essere là ma anche ovunque eccetto che in questa città caotica e con il caldo insopportabile. Meno dieci alle vacanze, sto contando i minuti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, dai allora che è quasi fatta!! Si, in effetti in questi giorni il caldo è insopportabile!!

      Elimina
  5. Foto mozzafiato e che spettacolo quelle sculture di ferro. Quel galeone con i pesci è troppo simpatico!
    Io vorrei essere da qualunque parte purchè sia freddo!!!!!
    Irene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si la barca è meravigliosa e le sculture davvero originali!
      Allora viva il freddo!:-)

      Elimina
  6. Incantata!!! letto e riguardato le foto per almeno 3 volte prima di poter formulare un pensiero (anche perchè mi sono persa un attimo nella ricetta dei pasties, che DEVO assolutamente riprodurre!!!!!)...e il mio pensiero in questo momento preciso (sempre in treno!!!!!!!) non può che essere.....CAVOLO, COME VORREI ESSERE LI!!!!!!! :)

    P:S.: ehm....non ricordavo dell'essere vivente più antico ritrovato proprio li, sei una miniera di informazioni!!!!! la userò a lezione e magari come scusa per andare al più presto a verificare sul posto!!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente si Raffaella, guarda è proprio necessario che tu vada a verificare di persona perchè questa storia dello Pneumodesmus non è affatto chiara. Sono davvero necessari ulteriori approfondimenti per capire se esistono veramente altri predecessori che come lui respirino aria. Si, si, si, io ti consiglio di inoltrare subito formale richiesta per lo studio di questo e degli altri artropodi presenti in gran quantità a Stonehaven e partire immediatamente insieme ai tuoi tre validi aiutanti (quello alto alto, quello medio e la bassotta:-)) I tuoi studenti hanno diritto di sapere!!! :-)

      Elimina
    2. ahahaha!!! sei troppo forte!!!!!!! si, in effetti un ricercatore in più potrebbe fargli comodo.....vado subito a inoltrare richiesta formale!!!!!!!!!!!!!! :D

      Elimina
  7. La Scozia è da sempre il mio sogno...è una terra meravigliosa, così evocativa e magica...Spero di riuscire ad andarci un giorno e soprattutto di portarci le mie due pesti! Complimenti per le bellissime foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Si, la Scozia, è davvero una terra magica...

      Elimina
  8. Mi vengono le lacrime da quanto mi emzionano queste foto e questi posti. Ho fatto un giro della Scozia nell'ormai lontano 2001 ed è stato bellissimo, ma ora mi stò rendendo conto di quante cose meravigliose mi sia persa. Ci devo assolutamente tornare presto !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara capita spessissimo anche a me! Un'ottima scusa per ritornare!

      Elimina
  9. Emozionata, commossa, trepidante, piena di sensazioni belle e di anticipazione per quello che verrà. Grazie davvero, cara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh ma grazie di cuore carissima!! Un abbraccio!

      Elimina
  10. Che meraviglia! E non posso non pensare a Tintagel Castle, mi sembrano posti così simili e così unici.... Ecco io oggi con questa afa vorrei essere in una delle spiagge della Cornovaglia in cui c'eravamo solo noi quattro e ci sentivamo padroni del mondo... oppure vorrei essere nelle grotte di ghiaccio dei ghiacciai del Rodano, un posto magico dove andavo sempre da piccola e dove un giorno spero di portare i bimbi.... Grazie per invitarci a far funzionare i neuroni e a sognare!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione cara. Ed è proprio così, oltre alla indubbia bellezza di questi luoghi la magia scaturisce proprio dal fascino di essere lì soli, con le persone che amiamo e nessun altro, davanti ad un paesaggio così forte, così potente che ti regala un brivido indescrivibile.
      Le grotte del Rodano ci mancano, devono essere meravigliose. Intendevi queste vero?
      Io di grotte di ghiaccio ho visto
      queste
      tanti anni fa. Davvero suggestive!

      Elimina
  11. Esatto proprio quelle! Ho delle foto di quando ero piccola con tutto quell'azzurro intorno... ecco mi sembra già che faccia meno caldo :) Suggestivo è l'aggettivo giusto!

    RispondiElimina
  12. Che bellissime foto, complimenti!

    RispondiElimina
  13. Cavoli che posto fantastico! L'anno prossimo andrò 2 mesi in Scozia, spero di vedere tutte queste meraviglie!

    http://acrosstheworld-f.blogspot.it/

    RispondiElimina
  14. Fantastico!! In due mesi avrai modo di vederne di meraviglie!! Sto preparando altri post sulla Scozia magari potranno essereti utili! Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro ne prenderò spunto! Grazie mille! :)

      Elimina
  15. In che periodo sei andata? che tempo hai trovato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono andata a metà Giugno e anche se freddino siamo stati davvero fortunati con il tempo!

      Elimina
  16. Ho prenotato viaggio dal 5 al 14 ottobre, spero che il tempo me la mandi buona......

    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena la Scozia è imprevedibile. Sicuramente sarà freddino ma per la pioggia non si può mai dire. E anche bagnata è pur sempre bellissima!:-)
      P.S Io adoro partire fuori stagione...

      Elimina
    2. Dimenticavo... che giro farai? La prossima settimana pubblicherò anche altri post sulla Scozia, magari possono esserti utili!

      Elimina
  17. questa parte di Scozia l'ho saltata. Sarà motivo di un prossimo viaggio sulle Hiighlands.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, la Scozia merita senz'altro più di una visita e questa parte di costa è assolutamente affascinante!

      Elimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin