San Candido e dintorni


Lassù i monti sorridono.
Lo scampanio delle mucche, i ragli degli asini, i masi, le chiesette, gli specchi d'acqua, gli scenari da sogno.
I colori che sfumano con l'umore dell'aria, il gioco e il divertimento che divengono un inusitato tutt'uno con la natura. 
Si è così.
La montagna ti ruba il cuore e l'anima e non solo quello di una Mammagiramondo...

Viaggiare è ( anche )il mio peccato presenta:




Protagonisti:Emma e Chiara
Età:9 e 5 anni
In viaggio con:Mamma e Papà
Consiglieresti questo viaggio:Assolutamente si, ripartirei all'istante.
Punti chiave: La montagna d'estate una meravigliosa scoperta e tante attrazioni per grandi e bambini. E se avete problemi a fare camminare i più piccoli, una pashmina può rivelarsi un'ottima soluzione!



Le nostre prime vacanze in montagna. Dopo anni di mare abbiamo provato la montagna: ci ha sorpreso e stupito con tutta quella natura, ma non solo…

Meta San Candido in Alta Pusteria.

Abbiamo scelto un residence per essere indipendenti da orari e per avere una cucina a disposizione. 

Dal sito dell’Alta Pusteria ho preso una valanga di appunti, non ci saremo annoiati per le famiglie e i bambini c’è di tutto: attività, parchi gioco passeggiate.






Già ma in montagna bisogna anche camminare e Chiara 5 anni e un pezzettino non ama le lunghe passeggiate, partiamo con passeggino e la mia pashmina.

L’appartamento è con vista sul Monte Baranci, con un bel giardino, altalene e una casetta nascosta in un albero, per Emma e Chiara un ottimo rifugio, ma siamo anche ad un passo dall’Acquafun, si sa in montagna il tempo potrebbe fare brutti scherzi e avere un asso nella manica è sempre utile.
Quante sguazzate nell’acqua tiepida, quante risate immersi nelle bolle.

Siamo saliti con la seggiovia sul Monte Baranci stretti al papà un po’ sbalestrato per le vertigini.
Da qui si poteva poi scendere con il funbob la “slitta” estiva…ehm mi è mancato il coraggio siamo scesi a piedi!

Con la cabinovia e un papà più tranquillo siamo saliti sulla Croda Rossa per un appuntamento speciale: conoscere le renne, ma soprattutto lei la Renna Rudolph.


Abbiamo imparato tante cose di questi bellissimi animali: sono golosi del fungo velenoso amanita, gli abbiamo dato da mangiare licheni e fieno, li abbiamo accarezzati, in questa stagione perdono il pelo!
Gli abbiamo sussurrato qualche parolina all’orecchio, caso mai Babbo Natale avesse bisogno di suggerimenti per i prossimi regali.

Con la funivia siamo saliti a 2000 metri sul Monte Elmo, che panorama ma che freddo quel giorno, ci siamo riscaldati arrivando a 2200 al Rifugio Gallo Cedrone per un ottimo pranzo. 
E’ stato bello scoprire che i rifugi e ristoranti dove ci siamo fermati a mangiare avevano sempre un menù bimbi con pasta al pomodoro o cotoletta e patate o porzioni ridotte per bambini, così mentre i golosi (compresa Emma) assaggiavano le prelibatezze del luogo, chi di provare cose nuove non ne voleva sapere ha trovato di che leccarsi i baffi!
La passeggiata intorno al Lago di Braies è spettacolare, accessibile ai piccoli un po’ meno ai passeggini in certi punti, ma tanto il nostro era rimasto in auto. 



 Ci siamo fermati sulla riva per il nostro pranzo al sacco, prima, però ci siamo rinfrescati i piedi nell’acqua del lago, forse è meglio dire congelati…da morir dal ridere per scappar fuori.

Volete sapere a cosa è servita la pashmina? Avevamo una missione da compiere la mia mamma ci ha detto “salutatemi le Tre Cime di Lavaredo”...quindi camminata dal parcheggio al Rifugio Lavaredo, il minimo per trovarci di fronte queste imponenti montagne.
A metà strada Chiara cede, non ne vuole sapere di andare oltre, eppure dietro quella curva c’è il nostro punto di arrivo “mi fanno male i piedi, sono stanca stiamo qui”. E le Tre Cime? Ne vediamo solo mezza…non manca molto per noi, ma per lei è abbastanza e allora la pashmina è stata l’aiutino per tenermi Chiara sulla schiena: missione compiuta!
E’ servita solo per l’andata perché al ritorno abbiamo incontrato una famiglia con delle bimbe, (i bimbi fanno amicizia in un baleno) tra una chiacchiera e l’altra senza accorgersi siamo arrivati al punto di partenza! 
Chiara è già grandina, ma ci sono negozi che affittano passeggini e zaini porta bimbo!

Avrei ancora un sacco di cose da raccontarvi…che faccio ne scrivo un altro
  1. Simona T.

    ******
    Un grazie di cuore a Simona per aver condiviso con noi le sue bellissime vacanze in montagna e buon fine settimana a tutti.

    Noi torneremo a spasso per il Ducato , questa volta per rivivere le gesta dei cavalieri e poi levarci le scarpe e... beh, insomma, non vi anticipo niente.:-)


Commenti

  1. Brava Simona e la Val Pusteria è bellissima!
    Mammagiramondo anche io avrei un bellissimo viaggio da raccontarti. Che dici posso mandartelo?

    RispondiElimina
  2. Io vado in montagna in estate da quando sono piccolissima. I miei genitori erano fanatici delle passeggiate e io e mia sorella trovavamo sempre qualcosa di interessante per divertirci. Quando eravamo piccole i miei usavano lo zaino porta bimbi e quest'estate lo abbiamo usato anche noi con Luca che ha tre anni e per adesso si stanca ancora facilmente. E' stato comodissimo! Non avevo mai pensato alla pashmina come soluzione alternativa! Usi qualche tecnica in particolare?

    RispondiElimina
  3. ...si ripartirei all'istante, ma non solo io anche le bambine sono tornate entusiaste!
    Grazie mammagiramondo!
    Simona

    RispondiElimina
  4. ciao Elisa, prima di partire ho passato in rassegna il blog "la casa nella prateria" di Claudia Porta a disposizione avevo solo la pashmina abbastanza lunga da poter tenere su Chiara e fare il nodo, certo che la strada fatta con lei sulle spalle non era molta ha pur sempre 5 anni ...comunque una pashmina in valigia non occupa molto spazio tu portala! Averla scoperta un paio di anni fa...
    Simona

    RispondiElimina
  5. Anche noi abbiamo scoperto da poco la montagna estiva! Mio marito continuava a dire che è roba per vecchi e i bambini non camminano, e se piove non c'è niente da fare e così via. Poi finalmente l'anno scorso l'ho convinto e siamo partiti per il Trentino. Pensa che alla fine della vacanza mi ha detto: "Ma l'anno prossimo torniamo qui?"
    Isa

    RispondiElimina
  6. Ci siamo stati anche noi l'anno scorso!!! che meraviglia!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cinzia io me lo sono segnata come prossima idea weekend!!:-)

      Elimina
  7. Le renne!!! Voglio vederle anche iooo!!!

    RispondiElimina
  8. Favoloso il tuo blog a partire dal titolo!
    Anche io sono una viaggiatrice e quest'anno in estate ho previsto proprio una vacanza a San Candido dopo che lo scorso anno vi ho trascorso un week end.
    http://mydesignhotel.blogspot.it/

    RispondiElimina
  9. Anche noi in partenza per la montagna con due bimbi, la unenne nello zaino e il pigrone treenne a piedi... Vorrei copiare l'idea della pashmina, ma non ho capito come dev'essere legata!!
    M.

    RispondiElimina
  10. Come ti sei trovata Nicoletta in Val Pusteria? Hai fatto del trekking dolomiti, sei stata a san vigilio ? Posti stupendi. Ciao Simona

    RispondiElimina
  11. E tu sei mai stata a San Candido e d'intorni? Io vado sempre li e mi trovo benissimo... se nn sai dove alloggiare conosco il www.posthotel.it ed é molto bello.

    RispondiElimina
  12. Le tue foto mi ricordano il periodo che andavo a Val Gardena.. troppo bello. Visto che qui vengono fatte proposte d'alloggio, noi siamo andati piu Volte al www.laperlahotel.info .. giusto per rendere l'idea

    RispondiElimina
  13. A me sembra piu la zona dell'Alto Adige. E ne so qualcosa perche ogni anno facciamo una vacanza benessere al www.belvita.it ed é uguale

    RispondiElimina
  14. A me sembra piu una vacanza in montagna tipo in Austria come quelle che si vedono su www.vacanzeinaustria.com

    RispondiElimina

Posta un commento