12/09/12

Riciclare le mappe: sottobicchieri geografici





C'è quello al bar con le amiche, la mattina dopo aver lasciato i bambini a scuola.
Fatto di chiacchiere, confidenze, segreti,  che si insinuano tra la polvere di cacao e la schiuma del cappuccino.
Quello tutti insieme  in hotel la domenica mattina, traboccante di nuove scoperte,di risate, di baffi sulle labbra,  di programmi e di  amore infinito.
C'è quello on the road, quello perfetto per raccontare storie, quello per perder tempo con gli occhi luccicanti di luoghi mai visti.
C'è il rito prima della partenza e quello del tè, con la voce del mare che rotola sui sassi o accompagnato dal picchiettare della pioggia sui vetri e le decorazioni che scintillano a vestire la casa di atmosfere straordinarie.

E poi c'è quello del mattino, quello solo mio, prestissimo persa tra i sogni o nelle pagine di un libro.

Un caffè lungo, lunghissimo, sorseggiato con lentezza, centellinando la felicità come si fa con il buon vino.
In realtà mi affascina il modo con cui queste bevande si insinuano nella mia vita.
Spesso mi siedo al tavolo della cucina, raramente in salotto, sovente alla scrivania.
Niente tovaglia, ma solo uno di quei coasters rubati le sere nei pubs.
Gli stessi che ci piace trasformare in stampi per frottage, lavagne, o altri giochi da viaggio.

In questi giorni convulsi in cui stiamo facendo il restyling alla casa, ho trovato un'infinità di vecchie cartine e ritagli portati via alle mappe per i nostri diari di viaggio.

Troppi ricordi, troppe preziose memorie in quelle carte per essere gettate via.
E allora...
Sottobicchieri geografici
Occorrente:sottobicchieri o cartoncino rigido
mappe o cartine
carta adesiva trasparente
forbici, matita e colla
Appoggiando il sottobicchiere sulla mappa tracciatene i contorni con la matita.
Ritagliate e incollate.
Plastificate il sottobicchiere con la carta adesiva trasparente.

E ora godetevi il vostro caffè, tè, cappuccino. Lentamente, perdendovi tra il gusto dell'aroma e quello dei viaggi, passati e futuri.. veri o anche solo nella fantasia...


E per i bambini che ne pensate dei sottobicchieri fatti con la mappa del tesoro? Per sognare di favolose avventure tra mostri marini, pericolosi vulcani, terribili tempeste e  intrepidi pirati...
E voi che tipo di caffè siete?:-)

26 commenti:

  1. Ecco, io ti Adoro! Riesci a far sembrare anche una cosa insulsa come bere un caffè in qualcosa di magico. E, sei contagiosa! Io purtroppo sono un tipo da espresso, preso al volo al bar innumerevoli volte al giorno. Sono una proprio poco romantica in questo eppure mi fai venire una voglia di rallentare!!! L'idea come sempre è magnifica e di quella della mappa del tesoro ne farò tesoro!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh no, non è affatto insulsa!:-)
      E adoro essere contagiosa!!:-)

      Elimina
  2. Io sono tipo da caffè macchiato. Tra i numerosi quello sacro è quello delle 10.00, una pausa rigenerante di un quarto d'ora insieme alla mia amica/collega. Bellissima idea, bellissimo post!
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! Un tempo anche io ero una da caffè macchiato!!;-)

      Elimina
  3. io sono da ogni tipo di caffè. Dall'espresso a quello americano, all' acqua sporca. Per me basta che sia caffè. Che ne abbia l'odore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah fantastica!! Mentre scrivo sto prendendo il caffè, lunghissimo, come piace a me!:-) Bacio

      Elimina
  4. Io sono un tipo da cappuccino (con croissant possibilmente :P !) Grazie per questa idea, la utilizzerò sicuramente per la prossima cena a tema viaggio con gli amici! Anche io ho un blog di viaggi insieme al mio ragazzo ma non propongo mete per bambini (devo ancora laurearmi :P !). Se ti va passa a trovarci! Complimenti ancora e buona serata!
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cappuccino dipendente, eccomi qua. Io sono capace di berlo anche dopo pranzo e dopo cena, come gli americani!!:-)
      Passerò senz'altro!!

      Elimina
  5. Adoro il caffè intenso, forte, profumato e lo sorseggio mentro mi perdo nei progetti del giorno o mentre leggo un libro...
    ciao cara,
    Amalia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco invece quello forte io proprio non ce la faccio a berlo. Insomma, niente espresso per me. Pensa che mio marito invece lo prendo forte e senza zucchero.. Noooo non ce la posso fare! Un abbraccio grande!

      Elimina
  6. A casa nostra il caffè non c'è!!!
    Inizialmente avevamo una caffettiera ma veniva usata talmente poco che il caffè era sempre cattivo...così abbiamo eliminato questa bevanda!(tazzine comprese) Certo non è facile x gli amici comprendere questa "frivolezza" ma tutto passa con una buona tisana o un the.
    Il caffè per me è al bar nella pausa lavoro o al tavolo con un'amica!!!
    Sono da the e biscotti!
    baci Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti siete una razza rara in Italia dove ho conosciuto gente che si porta la caffettiera anche in vacanza!!;-)
      Io amo il tè ma mai la mattina solo quello delle cinque!!;-) però mi faccio dei caffelatte con biscotti... ;-)

      Elimina
  7. Per me il caffè è quella cosa che ti tiene sveglia di giorno dopo una notte in bianco... La bevanda da cui mi faccio "coccolare" è invece il tè, infuso o tisana che sia... bevuto da sola o insieme alle persone che amo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, si, il tè è proprio la bevanda da coccole! Viba il tè ma per me solo quello del pomeriggio!:-)

      Elimina
  8. Belli! E usare come supporto dei vecchi cd? Riuso creativo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idea favolosa!! Vengono un po' più grandi ma perfetti per le tazzone!!:-)

      Elimina
  9. Simpatici i sottobicchieri!!! E il post l'ho trovato "romantico" :)

    Anche noi non siamo tipi da caffè :D Abbiamo una piccola caffettiera che usiamo solo per il tiramisù...e questo è tutto dire!! Per il resto, chi viene da noi può trovare infinite varietà di the e tisane o una cioccolata calda (niente preparati, non si bara!) :D

    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro il tiramisù!!
      C'è stato un anno, mi pare un paio fa, che non c'era pomeriggio d'autunno senza una buona cioccolata superdensa. Poi d'improvviso più niente... vediamo quest'anno... :-)

      Elimina
  10. Per me basta che ci sia della caffeina dentro visto le poche ore di sonno che mi permettono lavoro e figli :-)
    ora so come utilizzare tutte le vecchie mappe stradali che hanno ancora i miei genitori!grazie!
    maria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah UH! Bellissime le vecchie mappe!!
      Un bacione cara!

      Elimina
  11. quest'idea te la rubo subito ho il tavolo stracolmo di cartine anche doppie riportatemi in viligia. Così rimarranno visibili e non perdute in quello scaffale che tanto amo ma che nasconde tutto.
    Mi ero ripromessa di ringraziarti dei tanti spunti che mi hai dato quest'estate, giravo con fogli stampati dal tuo sito per poi leggere nei momenti di pausa. Ho fatto un bellissimo viaggio in Danimarca grazie anche ai tuoi racconti e finalmente ho dato il via alla "condivisione". Un saluto

    RispondiElimina
  12. Noi siamo in viaggio..... In valigia c' è la moda...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate ..c' è la moka ....e la polvere!!!

      Elimina
  13. Eccomi, io sono una di quelle che porta la caffettiera anche in vacanza (potrei lasciare a casa le mu....e, ma non la caffettiera)... e non ti dico le scene quella volta che ce la siamo dimenticata ;)
    Io comunque adoro il "macchiatone"... lo so lo so sembra che sia tipico veneto, dato che una volta a S.Marino, ho dovuto insegnare al barista come farlo (e non è stata l'unica volta) :) Ma in realtà, non è altro che un caffè lungo in tazza grande con un po' più di latte a macchiarlo... non faccio prima a dire "macchiatone"? ;)

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin