25/10/12

Val di tures e Aurina: miniguida per famiglie. Seconda parte




Stupefacenti visioni. Avvolti da una natura in costante trasformazione la prima cosa che colpisce della Valle è la bellezza dei paesaggi. Si potrebbe anche solo sedersi su un prato e stare per ore intere a guardare. A perdersi dentro i monti, i pascoli, il suono dei campanacci, il profumo del legno.Come quando si rimane immobili davanti ad una tela dipinta da uno straordinario pittore e seduti si osserva intensamente fino a desiderare quasi di entrarci dentro e infine  poter farne parte.
PARCO NATURALE VEDRETTE DI RIES

Non si può arrivare in Valle Aurina senza fare almeno un escursione in questo straordinario Parco Naturale.
Ancora un modo  per avvicinare i bambini alla natura, vederli correre con libertà, fermarsi a osservare le mucche o stendersi su un prato per guardare all'insù,  le cime degli alberi, la pioggia di foglie danzanti o le guglie imbiancate di neve.
Incantevoli chiesette, paesaggi idilliaci e naturalmente le malghe dove fermarsi ad assaporare tutta la bontà dei cibi tradizionali  e ridere e chiacchierare insieme mentre i bambini giocano.
Käse-Knödel e giochi per bambini presso la malga Prastmann

Informazioni Pratiche:
Noi siamo partiti da Casere davanti al Centro Visite (Il Museo del Centro Visite attualmente è chiuso riapre il 20 Dicembre ma è sempre ovviamente possibile accedere al Parco).
Un cartello indica i tempi necessari per raggiungere le malghe e se sono aperte o chiuse.

Noi abbiamo percorso il sentiero che arriva alla prima malga (Prastmann) è piano e agevole e percorribile tranquillamente anche con il passeggino.
Se soggiornate a Campo Tures, Casere si trova ad una quarantina di minuti di auto, subito prima delle Miniere di Predoi.

CASCATE DI RIVA
Ho sempre pensato che le cascate abbiano qualcosa di magico. Un candido drappo composto da centinaia di migliaia di minuscole comete d'acqua che brillano quando la luce vi scivola dentro quasi a tentare di aprirlo per svelare i segreti che celano al suo interno. Quando ero piccola credevo che dietro ogni cascata si nascondesse la porta per un mondo incantato popolato di folletti, gnomi o altri esseri magici.

Le cascate di Riva compaiono all'improvviso in fondo ad un sentiero boscoso  fatto di scale e discese. Una favolosa avventura tra gli alberi e il sole che a tratti si insinua tra le foglie creando giochi di luce straordinari.
E mano a mano che vi avvicinate le sentite cantare, sempre più forte. Quando arrivate al piccolo ponte di legno che sorvola il fiume il fragore è immenso, affascinante, magnifico. E poi quella nube di minuscole gocce che vi danzano intorno lasciando i capelli bagnati e le gocce che scivolano dentro al sorriso dei bambini.
Le guardi e pensi che si, dietro deve esserci per forza qualcosa...
Informazioni Pratiche:
Potete accedere alle cascate di Riva da  punti diversi. La più spettacolare delle tre cascate è quella alta che si trova a monte. Potete raggiungerla  velocemente con una bellissima passeggiata in discesa di 10-15 minuti a piedi lasciando l'auto presso il parcheggio del Ristorante Toblhof località Acereto pochi minuti da Campo Tures. In alternativa potete percorrere il sentiero di San Francesco o risalire la cascata dal basso con un percorso di 1-2 ore.
MUSEO DEI PRESEPI DI LUTTAGO

Che amiate o meno i presepi non si può non rimanere impressionati da questo incantevole Museo che ripercorre la storia della scultura del legno. Presepi piccoli, scintillanti, di legno, di carta,  grezzi, minuscoli o a grandezza naturale. Accompagnati da giochi di luce e suoni percorrete un viaggio nella storia e nelle tradizioni e potrete osservare l'intagliatore al lavoro nel suo studio. E fate attenzione alle maschere dei Krampus!!
Informazioni Pratiche:
Il Museo dei Presepi si trova a Lutago  a meno di dieci minuti da Campo Tures.

Naturalmente queste sono alcune delle attrazioni che offre questa valle d'incanto alcune delle quali sono aperte soltanto durante la stagione estiva e/o invernale.
Ma i paesaggi da sogno, le montagne, la magioa dei fiumi e delle cascate, i pascoli verdi o coperti di neve, quelli li trovate tutto l'anno. 

******

Ci tengo molto a  ringraziare di cuore Stefan Auer Presidente dell'associazione turistica di Campo Tures e Aurina per tutte le fantastiche informazioni che ci ha fornito, i dettagli, la cura, la cortesia e la precisione nel fornirci tutte le indicazioni necessarie a vedere così tanto in così poco tempo. Grazie inoltre a Ella Studio per l'idea e per aver fatto così perfettamente e galantemente da tramite.

E prossimamente...
FESTA DELLA TRANSUMANZA

Leggi anche:



3 commenti:

  1. Che posti magnifici e che voglia di una bella passeggiata in montagna, anche se mi sa che fra poco si potranno fare solo con le ciaspole:-)

    RispondiElimina
  2. Andrei in questo posto solo per vedere la cascata, per stare un pò vicino, per respirare aria fresca e bagnata. Bellissimi posti dove civiltà sembra non è arrivata ed è rimasta la Natura.

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia...domenica 11 c'è la cavalcata di San Leonardo Alta Badia...questa volta il lavoro mi blocca!
    Baci Elisa

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin