22/01/13

Ciaspolata con mistero



E' la quarta mattina che ci svegliamo dentro a questo incantevole paesaggio fatato. Eppure c'è sempre qualcuno di noi che non appena fa giorno corre alla finestra e  trepidante, tira le tende color ocra, quasi a volersi assicurare che la neve sia sempre lì al suo posto.
Credo che non smetteremo mai di stupirci di tanta impressionante bellezza.
Ieri mattina mentre Aj sciava e noi portavamo Charlie a fare una passeggiata abbiamo scoperto un cartello di quelli che fanno vibrare  lo stomaco.



Lo riconoscete il volto che compare in alto?
Sì, è proprio lei, la regina del giallo, che con la sua vita straordinaria e il titolo di uno dei suoi romanzi ha ispirato il nome di questo blog.
Negli anni '30 soggiornò al Grand Hotel Carezza e come per tutti i suoi libri fu ciò che la circondava ad insinuarsi felicemente in una delle sue storie. Allora avete capito quale?

Grand Hotel Carezza
Ma non voglio anticiparvi troppo perchè la storia è talmente interessante che vorrei raccontarvela al mio ritorno insieme a tutte le informazioni pratiche per trascorrere una giornata da sogno in quel labirinto di roccia, tra miti, leggende e una natura che lascia senza fiato.
Intanto vi saluto con qualche foto della nostra romantica ciaspolata.





Lago di Carezza


Tutti i dettagli quando torno, con le indicazioni per i vari sentieri e qualche informazione pratica sulle ciaspole per chi ancora non le avesse provate.
Adesso corro a chiudere i bagagli, che oggi lasciamo questo luogo di incanto per andare seicento chilometri più su, verso Nord, per una  tappa oltre confine prima di ripartire incontro ad una straordinaria città, un ponte da fiaba e si certo, i miei amati schiaccianoci...

10 commenti:

  1. Come sempre meraviglioso. Ricordo molto bene il lago di Carezza e credo che le montagne delle Dolomiti siano stupende davvero.. Una ciaspolata così deve essere stata un incanto.. e come sempre sogno a leggerti! :D Grazie, cara, con tutto il cuore! <3

    RispondiElimina
  2. Attendo con ansia il resto del racconto!!

    RispondiElimina
  3. bele belle le montagne fatate!!!!

    RispondiElimina
  4. i quattro grandi?
    o sbaglio? ho rovinato il mistero? ;-)
    aspetto il resto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hihihi proprio così, in italiano il titolo è Poirot e i quattro!;-) Bravissimo!!:-)

      Elimina
  5. a proposito, ci aspetta una settimana molto bianca (spero) a fine febbraio dalle parti della val di sole, hai qualche indicazione? il treenne inizierà a sciare, ma io mi rifiuto, prenderò le ciaspole e andrò per sentieri, se hai suggerimenti... grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo, ma perchè ti rifiuti?? Sciare è uno sport assolutamente meraviglioso, non rinunciarci!! Guarda è stata la seconda volta nella mia vita che prendo le ciaspole, prima non avrei mai rinunciato a perdermi neanche un'ora di sci!;-). Adesso che le ho scoperte non le mollo però mi dispiace ma non ho particolari suggerimenti per sentieri in Val di Sole!Questo però potrebbe esserti utile!http://www.valdisole.net/IT/Itinerari-Ciaspole/

      Elimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin