21/01/13

Tutta colpa degli schiaccianoci



Siamo arrivati di notte venerdì.
Inconsapevoli delle visioni fiabesche che prendevano forma mano a mano che salivamo. L'incanto e la bellezza nascosti dal buio come a volerci maggiormente sorprendere l'indomani, con la magia di un risveglio tutto luce e candore.
Perchè ve l'ho detto,quando incontro la neve il brivido è sempre lo stesso.
E adesso siamo qui, tutti e quattro, in questa Valle da sogno.
A scivolare sulle piste, fare a pallate di neve e  entusiasmanti gare di slittino.



A indossare tute da sci e scarponi e ammirare al tramonto lo spettacolo dell'Enrosadira, mentre da un libro di fiabe scivolano fuori personaggi e creature fantastiche.

Re Laurino. Ogni ovovia riporta al suo interno una bellissima leggenda delle Dolomiti

Il Nano del Latemar

Ma allora, cosa c'entrano gli schiaccianoci?
Ebbene c'entrano eccome, perchè la Val d'Ega è soltanto la prima tappa di questo viaggio (quella lavorativa perchè sono qui come reporter per Eggental ;-) che nei prossimi giorni ci porterà un migliaio di chilometri oltre confine. E la colpa è proprio di quegli affascinanti omini di legno oltre che sì, anche un po' di un ponte. Ma questa è un'altra storia e ve la racconterò nei prossimi giorni insieme a tutte le Informazioni Pratiche per organizzare un weekend sulla neve o una settimana bianca  a misura di bambino.
Non vedo l'ora di raccontarvi tutto!

15 commenti:

  1. posto adorabile e magico, come solo può esserlo la montagna con metri di neve!!!!!! :)
    senti...ma queste piste vuote??? riuscire a viaggiare evitando la massa è veramente impagabile!!!!!
    buona continuazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raffaella guarda non potevamo scegliere periodo migliore! Queste sono le settimane dopo le feste e quindi con meno gente. Temperature fantastiche, neve meravigliosa e piste semivuote! Un sogno!

      Elimina
  2. Mamma mia che meraviglia iniziare la settimana con queste foto... alla facciazza della pioggerellina uggiosa della bassa padana. Buona avventura!

    RispondiElimina
  3. Invece noi qua soltanto sogniamo la neve...
    Quella foto con la montagnia nei colori caldi e con le nuvole sotto semra immagine di un altro mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima!! Si davvero sembra un altro mondo, incantato e fatto di magia e di sogno!;-)

      Elimina
  4. Re Laurino! Non ci credo! E il suo giardino di rose! Non sai quanta emozione mi danno queste fotografie.. da piccola le Dolomiti erano il luogo dove passavo le mie vacanze.. e non mancava mai il mio libro di fiabe dalla copertina celeste! La principessa che moriva nell'abito di rose e spine, le pope del Latemar.. il Re Laurino.. Grazie per questi ricordi e salutami quei cari monti!! :) Buona settimana, cara..!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely cara non sai quanta emozione mi dai tu perchè mi sembra di rivivere la mia infanzia. Ho imparato a sciare da bambina a Canazei e la mia mamma mi ha regalato proprio quel libro, quello con la copertina azzurra che adesso leggo a mio figlio! Quella della principessa con il vestito di rose era la mia preferita... <3<3<3

      Elimina
  5. Ahhh che paesaggio incantato. Amo anche io la neve e sono stata anche io in un posto simile prima di natale. Lo racconterò a breve. Dove eravamo noi le ovovie avevano storie di draghi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh i draghi!! Allora mi sa che ho capito dove siete stati!! Spero di trovare il post per quando torno!!;-)

      Elimina
  6. Conosco la zona, e ne sono innamorata...adoro la montagna, d'estate e d'inverno, e nonostante abiti non lontano dalle prealpi bresciane, sono nulla al confronto di quelle del Trentino Alto-Adige.
    Aspetto i dettagli!


    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima!!! Un bacione grande grande!

      Elimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin