20/05/13

Mini guida Dordogna e Costa Atlantica: I Villaggi del Perigord Noir



Nero.
Come quel verde scurissimo delle querce che punteggiano boschi e foreste e i lecci ad ornare campi, colline e le strade sui ci si affacciano suggestive  falesie di calcare.
Si chiama così, questa parte di Perigord  che ricopre la straordinaria Vallèe Dordogne ed elegantemente diviso in colori
Scivola intorno all'incantevole cittadina medioevale di Sarlat per arrotolarsi incontro alla Valle del Vèzére, santuario della preistoria, fino ad abbracciare il pittoresco Lot gremito di inquietanti canyon scavati dal fiume.
E c'è tanto da vedere.
Villaggi in cui perdersi, il fiume sui cui dondolare e castelli, parchi, grotte da esplorare per scoprire quel mondo lontano e inimmaginabile che pare  strappato alle pagine di Jules  Verne.



Ma cominciamo a dare un'occhiata ad alcuni dei  villaggi più belli  e alle attività che possono offrire.
( la distanza  indicata è quella da Beynac che è stata la nostra base).


SARLAT-LA-CANEDA 
12 Km, 18 minuti da Beynac

Un incantevole susseguirsi di case color miele graziosamente interrotte da piazze, vicoli tortuosi e cortili nascosti traboccanti dei graziosi tavoli degli innumerevoli ristorantini dai nomi affascinanti.
E poi facciate medioevali , dimore a graticcio e fontane segrete attorno alle quali si incrociano turisti ansiosi di scoprire i segreti di questa affascinante e vivace cittadina.

Cominciate  dalla bella Piazza du Peyrou, quella della cattedrale e poi perdetevi esplorando tutt'intorno passando dai due bei cortili medioevali di La Cour des Fontaines e la Cour des Chanoines e  le stradine secondarie dietro a Rue de Consuls. Poi tornate indietro facendo un giro ad anello, visitate il mercato coperto e terminate la visita con una salita sullo straordinario ascensore di vetro.

Da non perdere con i bambini:
  • La statua di bronzo raffigurante tre oche a grandezza naturale in Place du Marché aux Oies, a due passi dalla cattedrale e dal mercato coperto.
  • Una salita sopra l'ascensore di vetro dentro al campanile della Eglise Sainte-Marie trasformata in Mercato Coperto dal celebre architetto Jean Nouvel.

E una volta lassù, scoprirete insieme ai bambini che la città... è a forma di cuore!
Potete acquistare i biglietti per l'ascensore panoramico fino a 5 giorni prima presso l'ufficio turistico o alla macchinetta alla base della torre. I biglietti indicano l'ora esatta e il giorno della visita.
Prezzo: 4-5 euro a seconda della stagione. Gratis i bambini fino a 12 anni.
  • Nei dintorni: Una visita al leggendario castello di Puymartin reso famoso dalla leggenda della misteriosa Dame Blanche il cui fantasma infesta tutt'ora i corridoi e le stanze del maniero...(date un'occhiata al sito insieme ai piccoli ghostbusters, è davvero inquietante... ;-))
Dove mangiare:A Sarlat c'è l'imbarazzo della scelta anche se essendo la più turistica delle cittadine del Perigord non aspettatevi di mangiare troppo bene.
Noi abbiamo cenato da Les Chevaliers de la Tour, cucina niente di particolare ma personale gentile e molto carina l'atmosfera nel cortile.
Cani ammessi (ma in Dordogna, come in quasi tutta la Francia non ci è mai capitato che non lo fossero)
Dove dormire: Se a Beynac preferite la più vivace Sarlat ho letto ottime recensioni sulle case in affitto, che tra l'altro mi sembrano  economiche e  deliziose.


LES EYZIES DE TAYAC
 20 km, 26 min. da Beynac

Siamo nel cuore della preistoria, dentro alla Valle del Vézère, circondata da boschi antichi e  grotte misteriose dove ritrovare testimonianze di un passato antico e affascinante.

La piccola cittadina di Les Ezyes-de-Tayac è un'ottima base per visitare le tante meraviglie dei dintorni ma anche per passeggiare lungo la strada principale piena di negozietti traboccanti di pietre e fossili e su cui si affacciano le affascinanti case incastrate nella roccia del famoso Museo della preistoria.
Fate colazione in una delle tante boulangeries (noi ci siamo fermati ai tavolini della Patisserie Margot in avenue de la Prehistoire, 49) e poi salite nella stradina interna che conduce al fantastico Museo della preistoria (purtroppo cani non ammessi)

Dopo il Museo potete riposare nel bellissimo parco sul fiume proprio dietro al parcheggio principale (davanti alla stradina per il Museo) prima di ripartire per una delle altre bellissime attrazioni preistoriche.

Da non perdere: i nomi delle strade, tutte a tema! :-)
NEI DINTORNI:
Tra grotte, villaggi trogloditi e parchi a tema c'è davvero l'imbarazzo della scelta. Fate un salto al grande ufficio turistico (sempre sul viale della preistoria a due passi dalla boulangerie) per prendere le tantissime brochures disponibili).
Noi abbiamo scelto Les  Grottes du Roc de Cazelle a soli 5 minuti dal Les Eyziers direzione Sarlat.

Un divertentissimo parco  a tema (è stato un vero successone)che ripercorre la storia dell'uomo dove non mancano le occasioni di divertimento (si è il parco della foto!:-))(seguirà post dettagliato).
Cani ammessi
Altre attrazioni nei dintorni:
Grotte de Font de Gaume
Grotte des Combarelles
Abri du Cap Blanc
Grotte du Grand Roc
Grotte de Rouffignac
Il Villaggio Troglodita di La Madeleine
La Roque Saint- Christophe
Altri siti preistorici nel Perigord



DOMME
11 km, 17 min. da Beynac
Tra i plus beaux village de France, Domme, aggrappato alla falesia 150 metri sopra il fiume, è un villaggio incantevole dove il passato, con le sue numerose testimonianze, si mescola alla vivacità di una cittadina allegra e in continuo fermento.
Lasciate l'auto al grande parcheggio centrale e cominciate a salire la ripida stradina che sale verso il centro disseminata di negozietti traboccanti di souvenir e  di bellissimi giochi in legno.
Arrivati in cima vi ritroverete sull'esplanade Belvedere. Avvicinatevi lentamente (i più romantici possono chiudere gli occhi e guidare coniuge/figli/compagni fino al punto panoramico) e poi.. beh dite solo... wow...


Il panorama sulla valle è unico e vale da solo il viaggio a Domme.
Da non perdere:
-la bella libreria dell'usato accanto all'esplanade.
- i negozi di giocattoli di legno lungo la stradina che porta al panorama.
-Una passeggiata fino ai bastioni duecenteschi della Torre dei templari
La discesa fino alla Porta dei Tenplari
-Per i più piccolini: il Petit train tour
- Le prigioni e i misteriosi graffiti dentro alla Torre dei templari possibile solo con la visita guidata organizzata dall'ufficio turistico (Per gli orari recatevi all'ufficio o scrivete a domme-tourisme@wanadoo.fr)
Altre attrazioni nei dintorni:

Leggi anche:


6 commenti:

  1. Non sai quanto sia interessante per me tutta questa informazione e il tuo blog! L'anno prossimo andremo col mio marito nel nord della Spagna, Italia nord-occidentale e sud della Francia, Bretagna, Castelli della Loira e Parigi. Molti dei siti che tu pubblichi, corrispondono al percorso che abbiamo pianificato, quindi grazie a condividere i dettagli. Saluti della Argentina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Party mi fa davvero piacere!!Mi raccomando,quando siete nel nord della Spagna(che è favolosa!)proseguite verso il confine francese facendo tappa a Bayonne e poi più su alle fantastiche dune di Pilat e CAP Ferret prima di continuare per la Bretagna!Faró un post sulla zona prossima settimana!!Un abbraccio!!

      Elimina
  2. Che dire: bello bello bello! Aspetto il seguito con impazienza!

    RispondiElimina
  3. Lo posso dire anche io?
    WOW.................

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin