In viaggio con Groupon 7/12: Parigi, dieci cose da non perdere con i bambini



Dodici piccoli grandi viaggi, dodici weekend alla scoperta di borghi e città, mari e montagne, angoli da svelare, scoprire, raccontare con parole e immagini. Dodici fine settimana girovagando per il mondo, incontro a quanto di bello ha da offrirci anche in un solo fine settimana low costDodici coupon,  uno per ogni mese, scelti su Groupon e  vissuti, valutati e raccontati su questo blog. Qui i dettagli
Sono state solo 24 ore ma così intense, sorprendenti e straordinariamente emozionanti da togliere il fiato.
Perchè per quante volte ci sarete stati  Parigi  non sarà mai la stessa che ricordavate e vi stupirà di nuovo e sempre, più di ieri e meno di domani.
E se ancora non ci avete portato i  vostri  bambini allora date un'occhiata qui sotto che la città degli Zefirotti, Cabret e delle misteriose statue di pietra che di notte prendono vita sembra fatta apposta per regalare sogni e incantare tutti i piccoli viaggiatori.


1. TORRE A SORPRESA


In 7 anni ha visitato quasi 30 stati, camminato in centinaia di città, milioni di strade tra laghi oceani e montagne. Eppure il mio bimbo giramondo  Parigi l'aveva visto solo nei suoi sogni, immaginata dentro ai libri, alle canzoni, alle immagini in bianco e nero dei vecchi film.
Ce l'aveva nel cuore ma , come Novecento, senza averla mai vista...
"Quello che a me piace, laggiù, è aspettare il tramonto andando avanti e indietro sul Pont Neuf, e quando passano le chiatte, fermarmi e guardarle da sopra, e salutare con la mano".
"Novecento, ci sei mai stato a Parigi, tu?"
"No.

da Novecento, A. Baricco, pag.32 ed. Feltrinelli
Non è stato facile tenerla nascosta fino all'ultimo.
Con i suoi trecentoventiquattro metri di ferro battuto tenuti insieme da due milioni e mezzo di rivetti  la Tour Eiffel è infatti  l'edificio più alto e riconoscibile di Parigi.
Parigi dalla ruota panoramica, come un This is di Sasek. Dal mio instagram
Siamo riusciti a salire su un autobus  e quando  Voie Georges Pompidou ha sfiorato il Pont d'Iéna gli abbiamo tappato gli occhi scoprendoli solo arrivati  davanti al capolavoro del Sig. Eiffel.

Ed è stato magico, oh se lo è stato. Mi ha ricordato quando Babbog. fece lo stesso con me e quanto è preziosa la meraviglia dentro agli occhi di un bambino.
Perciò se state valutando un prossimo viaggio a Parigi, pensateci, che una sorpresa così non si dimentica tanto facilmente.
E dopo averla vista di giorno, l'asparago di ferro, come la soprannominarono i parigini durante l'esposizione del 1889, merita assolutamente una visita al tramonto, proprio nell'esatto momento in cui le luci si accendono e si inseguono illuminandone il profilo.

Infine salite fino all'ultima piattaforma (se come noi lo fate di notte considerate che le scale per la seconda piattaforma sono chiuse e dovrete usare l'ascensore) e come fosse  una boule de neige, ammirate la città dall'alto.
Links e informazioni utili:
Oltre alle informazioni utili alla visita sul sito trovate tantissime curiosità che interesseranno ai bambini. Lo sapevate ad esempio che per l'installazione delle luci nel 2003, si è resa indispensabile la partecipazione di 25 alpinisti? E che nel 1987 John Hackett fece bungee jumping riuscendo a lanciarsi da 110 metri prima di venir arrestato dalla polizia parigina?
Nella sezione bambini ci sono dei giochi  e un libretto da scaricare (per adesso  disponibile solo in inglese e francese) che potrà esservi utile per intrattenere i bambini in fila alla biglietteria.
Attenzione, prima di salire dovete passare sotto un metal detector e vari controlli. Non tenete in borsa bottiglie di vetro o dovrete gettarle.
Cani non ammessi

2. PETITS BATEAUX
Li trovate  nei Jardin des Tuileries a pochi passi dal Louvre questi coloratissimi carretti di legno traboccanti di barchette a vela. 


Un divertimento dal sapore retrò,  in sintonia con noi amanti di Sasek e  dei giochi semplici ma che accendono il sorriso.



Per pochi spiccioli i bambini (ma anche i grandi) potranno spingere le loro petits bateaux intorno al laghetto, sfidando pericolosi mostri marini e spaventosi volatili giganti.
Da non perdere.

3.LA RUOTA PANORAMICA
Ancora Parigi dalla ruota panmoramica.Dal mio instagram
Sono così tante le cose da fare e vedere ai Giardini di Tuileries che potreste dedicargli un'intera giornata senza annoiarvi. Dopo aver spinto i bateaux salite sopra la ruota panoramica che sia Londra, Parigi o Vienna è sempre un coup de coeur.


Link e Informazioni utili:
La ruota panoramica fa parte dello storico Luna Park che da più di vent'anni punteggia i giardini nei mesi estivi. Questo 2013 lo trovate ai Jardin des Tuileries fino al 25 Agosto.
Cani non ammessi sulla ruota
4. LA FONTANA STRAVINSKY
Enormi o piccolissime, semplici o zampillanti di straordinari giochi di acqua e di luci, le fontane parigine sono un'attrazione irresistibile per tutti i bambini. Ideali per rinfrescarsi (specie se come noi ci andate in piena estate) ma anche per riposare un po' le gambe mentre i bambini si incantano dentro a gocce e riflessi.
Tra tante, ce nè una però  che davvero non potete perdervi ed è la coloratissima fontana Stravinsky o fontana dei robot.
Chi ha visitato il giardino dei tarocchi noterà subito  la somiglianza con le straordinarie opere d'arte capaci di far gioire gli occhi e il cuore nel favoloso parco toscano e in effetti la fontaine è opera proprio di Niki de Saint Phalle che la realizzò nel 1983 insieme al marito Jean Tinguely.
Questo insolito capolavoro lo trovate di fianco all'incredibile Centre Pompidou ed è un omaggio al grande compositore russo Igor Stravinsky.

I bambini rimarranno incantati dalle sedici sculture in alluminio tinteggiato di colori vivaci che si muovono nell'acqua ed  evocano storie e racconti fantastici.
Ma oltre alla fontana  questo incantevole angolo di Parigi nasconde infinite meraviglie per i bambini. Invitateli a cercare l'orologio del drago a nord della Piazza e se avete tempo visitate con loro il favoloso  Centre Pompidou, incredibile dentro ma anche fuori.

Lo sapevate che i colori dei tubi, camini e condotti all'esterno del Centre Pompidou oltre che ragioni estetiche rappresentano una vera e proprio mappa per identificarne i differenti usi? Blu per la ventilazione, verde per gli impianti idraulici, giallo per gli elettrici e arancione per le incredibili scale mobili e gli ascensori.
5. UN LUCCHETTO SUL PONT DES ARTS
Qualcuno lo vede come un oltraggio, una mascalzonata, un atto di feroce vandalismo.
Io devo ammettere che a parte il fatto che se non fossimo stati attratti dall'appariscente scintillio dorato molto probabilmente non saremmo mai saliti su questo ponte ("Guardate è tutto d'oro, ha gridato Aj sull'autobus) lo trovo romantico.
Insomma dopo tutto Parigi è da sempre la città più sentimentale del mondo, quella dove gli innamorati si giurano passione eterna e   i sogni paiono realizzarsi.
E allora come si può non sorridere davanti a tante luccicanti promesse saldamente strette tra i fili d'acciaio?


La tradizione vuole che dopo aver attaccato il lucchetto con su scritto i nomi si gettino le chiavi dentro alla Senna che le conserverà gelosamente per sempre.
E come si fa a resistere?


6.GARGOYLES
Basterebbe il celebre classico di animazione della Disney per accendere immagini di fantasia nella mente dei bambini che si trovano davanti alla straordinaria facciata di Notre-dame.
Ma in realtà anche senza aver visto il cartone non si può non rimanere impressionati dai mostruosi Gargoyles (anche se in realtà non è il termine esatto) che dall'alto della cattedrale scrutano minacciosi  i passanti.
Sono in tutto cinquantaquattro e contrariamente a quanto molti pensano furono aggiunti solo nel XII secolo per esprimere quelle che erano le ossessioni dell'epoca.
Se avete tempo salite i 255 scalini che si arrampicano sulla torre per un incontro ravvicinato con le impressionanti chimere e poi ancora 147 fino alla Bourdon, la campana gigante e il regno di Quasimodo.
E se poi avete la fortuna di arrivarci quando suonano le campane...
Only for kids:
Una curiosità interessante. Tra le campane di Notre- Dame la più grande è la Emmanuel che pesa 13.000 kg ecluso il battaglio. Più o meno come tre elefanti indiani o due Tyrannosaurus Rex!

Link:
Notre-Dame. Sul sito trovate anche la sezione bambini (in inglese o francese).

7.  SHOPPING SULLO CHAMPS -ELISEES

Un tempo vi coltivavano frutta e verdura, ci  allevavano maiali e ci hanno persino fatto sfilare i carri armati.
Sono i "Campi Elisi" che per gli antichi greci erano i luogo dove riposavano gli eroi dopo la morte.
Oggi questo infinito viale alberato che  corre dall'arco di trionfo a Place de la Concorde  è invece una delle strade più famose al mondo, celebre per ospitare le più svariate e importanti celebrazioni ma soprattutto  per  un'attività molto poco culturale ma ugualmente divertente. 
Shopping!
Vetrina di Louis Vuitton. Dal mio instagram
E dalla Disney a Vuitton riuscirete sicuramente ad accontentare  tutta la famiglia (anche se un po' meno i portafogli).

8 L'OBELISCO IN PIAZZA DELLA GHIGLIOTTINA

Sembra quasi impossibile che questa elegante Piazza parigina un tempo sia stata l'inquietante teatro di orribili decapitazioni. Eppure Place de la Concorde che in passato si chiamava  Louis XV fu proprio uno dei luoghi in cui durante la rivoluzione francese trovò la morte per ghigliottina il leggendario Luigi XVI e con lui all'incirca altre 40000 persone.
L'antico obelisco alto 23 metri e  proveniente dall'Egitto  attirerà senza dubbio l'attenzione dei bambini.
E' chiamato l'ago di Cleopatra e pare sia stato collocato qui nel 1836 per distrarre i visitatori dall'orribile storia del luogo...
Only for kids:
Il lastricato della piazza era spesso inondato di sangue ma state tranquilli, da allora la pavimentazione è stata cambiata!


9. PIRAMIDE DI VETRO
Rimanendo in tema d'Egitto oltre all'obelisco c'è qualcos'altro che piacerà molto ai piccoli archeologi.
Forse non avrà il fascino di quelle di Giza ma la piramide di vetro che fa da maestoso propileo al Louvre ha senza dubbio il suo fascino. E poi  come rinunciare alla visita di questo straordinario museo. Anche se non riuscite a visitarlo tutto ai bambini piacerà senz'altro la sezione dedicata all'Antico Egitto con mummie, piramidi e  sfingi giganti.
Link:

10.GUIDE, GIOCHI E LIBRI PER BAMBINI 

Se i libri aiutano ad immaginare, accendono la fantasia e il desiderio di vedere davvero il luogo dove è avvenuta la storia, le guide per bambini, se ben fatte, hanno il pregio di offrire spunti e curiosità, proporre mete altrimenti ignorate e soprattutto mostrare un altro punto di vista, quello importantissimo, dei piccoli viaggiatori.

Io ve ne propongo due oltre ad una insolita e divertente mappa 3D  da spiegare tra una tappa e l'altra.

Un manuale vietato ai genitori, ricco di storie, leggende, stranezze e appunti interessanti sulle principali attrazioni. Molte delle curiosità che ho segnalato in questo post vengono proprio da lì.
Purtroppo non c'è ancora la versione italiana ma se masticate un po' di inglese vi consiglio vivamente questo cofanetto comprendente 50 bellissimi itinerari scritti e disegnati su singole schede.
Si tratta di percorsi a misura di bambino, un po' come quell' itinerario che vi avevo raccontato per Vienna.
Da Notre- Dame a Giverny ogni scheda illustra i luoghi da non perdere e le cose da fare, tutto ovviamente a misura di bambino. Consigliatissimo.

Una mappa 3D stretta e lunga con tutte le principali attrazioni parigine (e una breve descrizione in inglese).
Da srotolare prima, durante e dopo il viaggio.

Assolutamente fantastica la Parigi in minatura dello straordinario Made By Joel, da stampare, ritagliare e piegare per dar vita a fantastiche storie. Un'idea utile e meravigliosa per le lunghe attese nei ristoranti !


IL COUPON
Dopo tanti weekend provati in Italia ero davvero curiosa di scoprire se anche all'estero i coupons di Groupon risultassero un'occasione per risparmiare senza rinunciare alle comodità.
Il coupon che abbiamo utilizzato prevedeva il soggiorno di una notte (estendibile anche a due o tre) per due persone  al Best western Hotel Eiffel Auteuil di Parigi. Inclusi nel soggiorno drink di benvenuto, la colazione, un lunch box per il pranzo (due sandwiches prosciutto e formaggio, patatine e acqua per ciascuno) e due biglietti per una crociera sulla Senna al prezzo di 99 euro (più supplemento terzo letto disponibile  solo per alcune camere)che considerati gli stratosferici prezzi di Parigi è davvero un'ottima occasione. Avevo letto in rete giudizi alquanto  contraddittori e visto anche il prezzo irrisorio non mi aspettavo chissà che cosa e invece devo dire che ci siamo trovati benissimo.
Sopra ogni cosa la posizione è fantastica. Potete raggiungere a piedi la torre Eiffel con una camminata lungo la Senna di una quarantina di minuti oppure prendere il comodissimo bus proprio di fronte all'hotel che vi porta ovunque in pochissimi minuti. La camera era pulita, non enorme ma moderna e il personale gentilissimo. La colazione non è stata un granchè ma, mi ripeto, per chi vuole trascorrere un weekend low cost a Parigi davvero un ottimo affare.
Cani ammessi!
Leggi anche:

Commenti

  1. Non ho parole.. una suggestione dietro l'altra.. un sogno dietro l'altro! Partirei.. domani!!! Che splendore! Un abbraccio forte forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely ripartirei domani anche io!! ;-) <3

      Elimina
  2. Bellissimo!, vorrei rivedere Parigi, è passato molto tempo e ritornarci sarebbe comunque come scoprire una nuova città! I tuoi consigli sono sempre preziosissimi compresi i libri per bambini dedicati alle città.

    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì brava è proprio così. Mi è capitato più di una volta in questi anni di tornare dove ero già stata prima di avere Aj e adesso con lui è tutto ancora più nuovo e diverso e bello e emozionante. Grazie cara, quando poi andate dimmelo che ho anche altri titoli da consigliarti. Per due autunni avevamo programmato una settimana a Parigi ed entrambe le volta è saltata per motivi di lavoro ma ne avevo ordinati un sacco su amazon. Però come, dire, non tutto il male viene per nuocere visto che andandoci adesso abbiamo avuto l'occasione per fare questa bella sorpresa a Aj. Dovevi vederlo quanto era dolce, non faceva che dirci grazie e baciarci e ripetere che siamo i genitori migliori del mondo. ;-)

      Elimina
  3. E tutto questo in 24 ore???? Non è' possibile! Quanto ti ammiro... Viaggiare senza limiti e confini..... Questo giugno ci siamo stati anche noi è ovviamente .... La cosa che è' piaciuta di più e' stata:lei la tour!!!!!che bello leggerti.a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha sì lo so è stato un po' un tour de force ma come ci capita spesso la smania di portarlo a vedere almeno le cose principali ha preso il sopravvento! ;-) In realtà a pensarci bene sono state pure meno perchè siamo arrivati da Calais (tornando dall'Irlanda) verso le 16.00 in hotel e siamo ripartiti alle 13 circa del giorno dopo. Lo sapevo che il tempo era pochissimo ma Parigi era una deviazione dall'itinerario di solo 1 ora e un'occasione per fare la sorpresa a Aj troppo perfetta per poterci rinunciare. Lui ci è cascato fio all'ultimo ma sapessi che risate ci siamo fatti io e mio marito per riuscire a non farli vedere i cartelli in autostrada! Comunque molte delle attrazioni che abbiamo visto non sono lontane e la fortuna è che abbiamo un figlio che cammina tantissimo.

      Elimina
  4. Avevo tenuto a distanza questo post perchè sapevo l'effetto che mi avrebbe fatto......ma oggi non ho resistito! avevo bisogno di cominciare la giornata con qualcosa di bello.....e sognare, chissà, di tornarci presto nella magica Paris!!! Ho le foto di Tommy a 5 anni con le stesse espressioni di AJ, occhi pieni di meraviglia e curiosità (mi ha fatto così tante domande su Notre Dame e la Tour che non so neanche se ho risposto a tutto!!!!!!!!!!)....e quelle barchette!!!!! Penso gli siano piaciute più di tutte le attrazioni di Disneyland!
    Ora dobbiamo tornare anche con Emma....anche lei come Novecento ne parla come se ci fosse sempre stata....in realtà era nella pancia e quindi qualche emozione deve esserle arrivata!!!! ;-)
    Un bacione a tutti! xxx

    RispondiElimina
  5. Bravissima mi hai fatto rivivere il viaggetto fatto a giugno a Parigi!! Foto meravigliose!

    RispondiElimina

Posta un commento