01/08/13

Camminare nel bosco con i bambini: un'idea divertente



"Tutti i grandi alberi della nostra foresta sono cavi come questo, nessuno escluso" rispose il vecchio Minipin. "E dentro ci vivono migliaia e migliaia di Minipin. Quest alberi sono pieni di stanze e scale, e non solo nel tronco, ma anche nella maggior parte dei rami. Questa è una foresta Minipin, e non è l'unica in Inghilterra".
Da Minipin, di Roald Dahl, pagg 27-28 ed. Nord-Sud
Ma quante favole nasconde il bosco. Insieme ai segreti sussurrati piano dai rami e al sinuoso frusciare e stormire e crocchiare delle foglie. E poi i piccoli tesori, che ronzano, frullano, profumano, cadono in attesa che qualcuno si incanti a guardarli o li raccolga per regalar loro una storia.



Una passeggiata nel bosco è uno dei doni più preziosi che potete fare ai vostri bambini. 
Spalancar loro le porte di un gigantesco microcosmo di odori, sapori, colori, sensazioni che si appiccano addosso insieme al rispetto e all'amore per la natura.



E quante cose si possono fare. Osservare gli uccelli per imparare a conoscerli meglio, raccogliere foglie e fiori per dar vita ad un erbario, cercare pietre preziose  e incantarsi davanti  a quegli incredibili starnuti di arcobaleno...o frammenti che se ne staccano quando l'arco non è completo (cit. da La fabbrica di farfalle, G. Belli)




L'altro ieri abbiamo partecipato ad una delle bellissime attività per famiglie organizzate da Val d'Ega Turismo.
Una divertente caccia al tesoro intorno allo splendido lago di Carezza tra favole e leggende, giochi e prove di coraggio.
Ma prima di raccontarvi tutto vorrei condividere un' originale idea escogitata da Georg e Christine per coinvolgere i bambini durante l'escursione.
Un semplice foglio di carta adesiva (da ritagliare nelle forme più fantasiose) da dare ai piccoli esploratori per raccogliere  i tesori del bosco.


 Foglie, fiori, cortecce, sassolini e tutto ciò che di prezioso ci regala la natura. E non trovate anche voi che sia una bellissima idea?
E soprattutto, osservate con occhi sfavillanti tutto il mondo intorno a voi, perchè i più grandi segreti sono sempre nascosti dove meno ve lo aspettate.
Solo chi  non crede nei prodigi non li scoprirà mai. Minipin, Roald Dahl, pag, 67 ed. Nord Sud
CERCHI ALTRE IDEE PER COINVOLGERE I BAMBINI NELLA NATURA?ECCOLE QUA:
L'acchiappatore di foglie
La primavera in una scatola di fiammiferi
Caccia al tesoro fotografica

Leggi anche:
Estate in Val D'Ega: alla ricerca del tesoro misterioso

-->

16 commenti:

  1. Idea meravigliosa! Lo faremo sicuramente, settimana prossima andremo a rinfrescarci un po' nel bosco vicino a casa. Grazie!

    RispondiElimina
  2. MOLTO carino e siccome ho appena prenotato un week-end sul lago di garda dove andremo a visitare le cascate di Molina (che tu ben conosci), mi ricorderò di questo tuo consiglio :)
    CIAO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh belle!!;-) Quell'altalena poi, è una meraviglia!! Chissà se c'è ancora... fammi sapere! Un abbraccio!

      Elimina
  3. Idea carina, peró magari dare prima un'occhiata all'elenco delle piante protette non sarebbe male (per esempio qui: http://www.provincia.bz.it/natura-territorio/temi/piante-protette.asp). Mi stupisco ad esempio nel vedere la Pulsatilla raccolta. Certo che fa la sua buona figura in un erbario, peró... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara la tua "critica" lo sai è sempre molto ben accetta anzi mi hai ricordato che è sempre bene aggiungere come ho fatto altre volte parlando di fiori, qualche riga nel post che ricordi che raccogliere tesori non significa strappare decine di fiori a casaccio. In realtà mi sento di difendere Georg e Christine perchè assolutamente hanno mostrato alle famiglie quali fiori non si potevano raccogliere. Quella che a te sembra pulsatilla a me è parsa una comune campanula rotundifolia, non sono per niente un'esperta ma mi sto appassionando a questo mondo e piano piano stiamo creando un nostro erbario di montagna. La pulsatilla non dovrebbe essere di un viola piè scuro e comunque diversa all'interno del calice?
      In ogni caso grazie mille per il link, davvero utilissimo e per noi alle prime armi una buona occasione di mettersi a studiare! Un bacione.
      P.S Stiamo raccogliendo diversi materiale per imparare a riconoscere i fiori. Quando hai tempo mi linkeresti anche i post dove parlate di botanica? Grazie e un grande abbraccio.

      Elimina
    2. Sono davvero felice di leggere che avevo capito male, insomma che invece avevano spiegato quali fiori non si potevano raccogliere. Allora mi scuso ufficialmente con G&C! :)
      Per la pulsatilla, mi riferisco alla prima foto con la scritta "Once upon a time" (secondo me si tratta di una pulsatilla in versione sfiorita stile "capellone" - che poi é pure un fiore abbastanza velenoso, c'é chi reagisce in modo allergico solo toccandolo).
      Volentieri vi mando qualche link piú tardi. Intanto buona giornata! :)

      Elimina
    3. Uh cara tu sei troppo avanti! No alla pulsatilla in versione sfiorita proprio non ci arrivavo. E mi sembrava così strano intendessi l'altra perchè sulla campanula ero piuttosto sicura. Quella l'abbiamo presa lungo il sentiero delle malghe salendo con la seggiovia da Obereggen. Ce ne erano tantissime e Aj ne è stato subito attratto perchè sembrava una testa con i capelli.E proprio non credevo si trattasse di pulsatilla sfiorita oltretutto come dici, anche velenosa. Una ragione in più per continuare a studiare!
      E grazie per i links li leggerò con attenzione. Un abbraccio forte!

      Elimina
  4. P.S. - La "critica" ovviamente non é rivolta a te ma a Georg e Christine che dovrebbero secondo me essere in grado di dare informazioni di questo tipo: quali fiori non devono/possono essere raccolti ecc... ;)

    RispondiElimina
  5. Questo te lo copio nei prossimi giorni .... sappilo!!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah bene, bene, ne sono felicissima!! <3

      Elimina
  6. Tutto ciò profuma di splendore e incanto sincero.. quanto amo i boschi.. quanto mi mancano.. visceralmente. Tvb, grazie per le belle emozioni che ci doni <3

    RispondiElimina
  7. Ciao, noi abbiamo un libro piccolo su flora e fauna delle dolomiti oltre che uno sugli animali.Alla piccola belva ho insegnato prima a controllare se è specie protetta e se si, lo fotografiamo e basta.
    Noi oggi per il mio compleanno siamo andati sul latemar a chiaccherare con i draghi.In località Gardonè c'è il regno dei draghi, molto carino e poi c'è alpin coaster per scendere in velocità.
    Qui sulle dolomiti ci sono veramente molte cose da fare con i bimbi, noi ci stiamo 1 mese tutti gli anni ed ormai non ci sfuggono.L'anno scorso nella zona del carezza c'erano storie animate fatte di sera nel bosco.Io domani rientro a bologna e torno il 9 agosto, fino al 9 settembre, prima o poi riuscirò a beccarti.
    Baci Uffa
    http://www.latemar.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siete bravissimi! Buona l'idea di fotografarla anche per inserirla nell'erbario!
      E... anche se in ritardo Auguri!! Proprio un bel modo di festeggiare! Dovevamo andarci a fine stagione l'anno scorso ma avevano già chiuso il regno dei draghi, ci dobbiamo assolutamente andare! L'alpin coaster lo abbiamo fatto (in Valle Aurina) ed è troppo uno spettacolo! ;-) Bello poterci stare 1 mese, da quelle parti ci sono tante di quelle cose belle da fare e da vedere. Sì l'escursione che abbiamo fatto fa parte del programma per famiglie e a seconda dei giorni ci sono escursioni di diverso tipo compreso quella notturna. Ahahah se ricapito prima del 9 ti scrivo!! Bacione

      Elimina
  8. Un bellissimo post e splednide foto. Per un bambino il contatto con la natura è fondamentale. Anche in Puglia esiste un posto altrettanto bello. Si chiama Parco Naturale Selva Reale. E' veramente un bosco incantato, abitato da fate, gnomi e delfi in carne e ossa, e all'interno organizzano numerosi spettacoli tetarali itineranti ispitati alle fiabe più belle di tutti i tempi. www.ilmagicobosco.it - www.selvareale.it

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin