Gita in barca nelle valli di Comacchio


C'è una piccola Camargue distesa sul delta del dolce gigante.
Un intrico di paesaggi surreali  che scivolano sotto il livello del mare come un infinito labirinto di acqua e di terra.
Lagune, banchi sabbiosi, boschi, pinete strette tra sponde che attraversano strade incantate in cui la vita scorre ancora con i ritmi della natura.
E' il regno dei  gabbiani,  delle sterne,  i fraticelli, le  morette,  gli aironi cenerini .  Un universo abitato da centinaia di uccelli tra i più antichi del mondo, come gli affascinanti fenicotteri rosa.
E osservarli tutti insieme mentre si muovono armoniosi tra le acque basse, con le lunghe gambe affusolate e il collo piegato alla ricerca di cibo è una visione incantevole e  dolce, quasi irreale e magica.




Siamo nelle Valli di Comacchio, un complesso lagunare di  11.000 ettari spiegati tra le province di Ferrara e Ravenna. Un ambiente suggestivo e insolito da esplorare lentamente, per scoprire tutti i segreti nascosti dentro le acque salmastre, le vistose infiorescenze di limonio, i fusti carnosi di salicornia.


A piedi o in bicicletta, pedalando accanto alle sponde sulle quali si aggirano indisturbati i suoi aggraziati abitanti.



Oppure in barca, sfiorando la superficie di questo  piccolo mondo  incontaminato tra Comacchio e il Reno.

E non è affascinante, sedersi sul tetto di un piccolo battello bianco e blu per immergersi dentro all'antico paleoalvo del Po mentre la brezza vi scompiglia piacevolmente i capelli e tutt'intorno compare l'affascinante popolo di questo paese sospeso tra acqua e terra?





Un'escursione magica per grandi e bambini, per osservare le abitudini degli uccelli più diversi e straordinari. Guardarli mentre pescano, si parlano, si alzano in volo o fanno asciugare le piume al sole. Per ammirare la particolarissima flora che si è sviluppata dentro e fuori dalle acque salmastre.
Ma non solo.
Il percorso dei casoni della valle prevede la sosta e la visita di due vecchie stazioni di pesca che vi trasporterà indietro nella storia al tempo in cui i vallanti si dedicavano alla pesca che in queste terre ha avuto un' importanza fondamentale per il sostentamento economico degli abitanti.


Scoprirete  storie incredibili, di vita e di ingegno, di intelligenza e fatica, strategia e arte.
Vedrete le stanze dove vivevano, le astuzie e le trappole come il lavoriero e ancora  i forni per affumicare le anguille, i "sottomarini" per trasportarle.
Rimarrete incantati dalle storie dei fiocinini, i pescatori di frodo che partivano nelle notti buie e coperte di nebbia e a turno sacrificavano un compagno per permettere agli altri di sopravvivere.

Storie d'amore e di sacrifici, di passione e di lavoro, da ascoltare scivolando dolcemente su queste acque
basse e scure come una straordinaria avventura.
Links e Informazioni Pratiche:
Una bellissima idea per un weekend in famiglia tra arte, storia e natura. Visitate il bellissimo centro storico di Comacchio chiamato la piccola Venezia sorta dall'unione di tredici piccole isole. Passeggiate accanto ai canali, salite sul bellissimo  Trepponti, assaggiate la gustosa cucina locale.
Partite alla scoperta del Parco regionale del delta del Po che offre numerose possibilità di esplorazione, centri visita, Musei, percorsi, escursioni organizzate.
Tra le tante visite possibili irrinunciabile è quella nelle Valli di Comacchio, Potete noleggiare una bicicletta, fare trekking o partire per una bella escursione in barca.
Sul sito trovate la descrizione delle due gite in barca, ai casoni o nella valle di fattibello oltre ad altre escursioni come quella suggestiva alla salina.
La visita dei casoni (quella che abbiamo fatto noi) ha la durata di circa 1 ora e 45 minuti ed è possibile da Marzo a ottobre.
L'imbarco si trova a pochi minuti da Comacchio. Per arrivarci superate il ponte di metallo di fianco alla caserma dei carabinieri e proseguite per circa quattro chilometri seguendo i cartelli marroni che indicano il percorso storico naturalistico delle valli di Comacchio. Maggiori  indicazioni sul sito.
Prezzi:
11 euro adulti
8 bambini
cani ammessi

Da non dimenticare:
-binocolo
-acqua 
-macchina fotografica
-blocchetto e matite 
-le schede per riconoscere gli uccelli (prossimamente sul blog...)


-->

Commenti

  1. Bellissime immagini! Un posto da sogno!

    RispondiElimina
  2. Siamo stati a Comacchio a fine luglio (un caldo pazzesco) per visitare il museo della barca romana http://www.ferraraterraeacqua.it/it/comacchio/scopri-il-territorio/arte-e-cultura/musei-gallerie/museo-della-nave-romana-di-comacchio-il-carico (molto interessante, presto sul blog). Poi "avremmo" dovuto vedere i fenicotteri in una riserva del WWF, ma questa parte della gita è stata un mezzo fiasco. Se ci torneremo il giro in barca lo prenotiamo subito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato per la gita mezzo fiasco, sono curiosissima di leggere del Museo.
      Per una prossima gita direi che l'autunno è il mese ideale. Temperature decisamente migliori per camminare e andare in bici.
      Bacio

      Elimina
  3. In un posto così mi ci perderei. Che bello, trasmette così tanta serenità stella.. grazie, viaggiare con te è sempre una vera gioia <3 <3 TVTTB!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely, sei sempre un tesoro!<3 <3 <3

      Elimina
  4. Hai risvegliato in me la voglia di andare in questi luoghi... Che ne dici primavera potrebbe essere una buona stagione?
    Grazie per emozionarci sempre con i tuoi viaggi! A presto Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara direi assolutamente sì! Primavera e autunno secondo me sono le stagioni ideali per questo tipo di gite. Oltretutto da Marzo a Giugno sono sempre previsti tantissimi eventi, mercatini, laboratori didattici e naturalmente le fioriture!
      Grazie a te!

      Elimina

Posta un commento