03/10/13

In viaggio con groupon 8/12: weekend d'autunno nel viterbese




Dodici piccoli grandi viaggi, dodici weekend alla scoperta di borghi e città, mari e montagne, angoli da svelare, scoprire, raccontare con parole e immagini.
Dodici fine settimana girovagando per il mondo, incontro a quanto di bello ha da offrirci anche in un solo fine settimana low cost.Dodici coupon,  uno per ogni mese, scelti su Groupon e  vissuti, valutati e raccontati su questo blog. Qui i dettagli

Se fosse una musica sarebbe il soul, quello che ti entra dentro e ti strappa l'anima in pezzi. Lo vedi nelle strade, che salgono e scendono come gli accordi su un pentagramma punteggiato di  borghi; ed è formidabile come rimangano aggrappati a polverosi promontori di tufo, quasi come  note solitarie fuori dal rigo.
Lo senti mentre dondola tra le crespature dell'acqua, quelle che si formano tra le piccole onde fiere che lo fanno apparire come un  immenso mare.
E lo ascolti mentre scivola fuori dai balconi, dalle finestre ancora accostate dove le fronde degli alberi gettano ombre luminose; perchè in questo straordinario periodo dell'anno nulla scalfisce la brillantezza dei colori e tutto accende il desiderio di ballare.








Siamo nel Lazio, poco più in basso di quella stretta ansa che divide la Toscana dall'Umbria, nel cuore della Tuscia viterbese. Un  inestimabile scrigno di tesori, traboccante di gioielli medioevali e rinascimentali ma anche di una natura incantevole distesa tra paesaggi che chilometro dopo chilometro si modificano inaspettatamente. Laghi vulcanici, foreste, riserve naturali, zone archeologiche e parchi che fanno di questo territorio una meta perfettamente adatta a trascorrere un incantevole vacanza o un weekend di famiglia.

RISERVA NATURALE MONTE RUFENO
IL MUSEO DEL FIORE


Un avvincente racconto che si snoda su tre piani trasportando i visitatori dentro al mondo dei fiori, della natura, della biodiversità di un territorio magico e incantevole.
E' il Museo del fiore, che  si trova all'interno di  un vecchio casale contadino nella bella Riserva Naturale di Monte Rufeno .
 Enormi e affascinanti erbari, dettagliate ricostruzioni , insetti giganti, modellini plastici, infinite curiosità e tante divertenti sfide e giochi per imparare divertendosi e scoprire e sorprendersi ancora una volta delle meraviglie della natura.

Un viaggio "dal basso" per scoprire il grande contributo dato alla vita dai fiori e mano a mano, salendo, il loro rapporto con l'uomo e con gli altri animali.
Un Museo per imparare a vedere la natura da altri punti di vista, indossare i panni di una farfalla, di un'ape di un insetto impollinatore che si trova ad affrontare i piccoli grandi problemi della vita.

Il tutto accompagnato da esperienze sensoriali, tattili, olfattive e gustative.

DA NON PERDERE:
  • Una sfida di famiglia al grande gioco da tavolo sul pavimento al secondo piano.
  • Il gioco degli odori
  • La leggenda dei Pugnaloni (al terzo piano) una affascinante tradizione che rivive ogni anno ad Acquapendente la terza domenica di Maggio. 
La leggenda dei Pugnaloni
  • L'albero di fichi subito prima di arrivare al Museo


PREZZI
  • 3 euro interi
  • 2 euro ridotti (bambini tra i 7 e  14 anni)
  • gratuito sotto i 7 anni
Vi verrà consegnato inoltre il dvd con il video del Sistema Museale del Lago di Bolsena e una tessera che dà diritto ad una riduzione sul biglietto d'ingresso nei Musei indicati.

COME ARRIVARE:
Il Museo si trova a Torre Alfina nei pressi di Acquapendente (VT).Una volta raggiunto il paese seguite le indicazioni per il Museo e la Riserva, imboccate la strada sterrata e in pochi minuti troverete il cancello da cui si accede alla riserva. Da lì proseguite a piedi scendendo per trecento metri sulla destra. 
ORARI
Periodo estivo (ora legale)
10-13:00, 15:00-19:00
Periodo invernale (ora solare)
10:00-17:00

VIAGGIATORI  A QUATTROZAMPE:
animali ammessi a guinzaglio
DOVE MANGIARE:
Davanti al Museo, accanto ai bei sentieri natura c'è una bella e comoda area picnic.
In alternativa nel borgo di Torre Alfina (da non perdere il suo bellissimo castello) c'è un ristorante di cui ci hanno parlato molto bene. Cucina casereccia e prezzi buoni. Lo trovate proprio accanto al Parcheggio e si chiama Ristorante Nuovo Castello. Noi l'abbiamo trovato chiuso (per ferie) e consigliati da una simpatica signora abbiamo raggiunto il Podere Belvedere, un agriturismo poco distante in cui abbiamo mangiato benissimo nei tavoli all'aperto antistanti il casale. C'è un bellissimo pratone, dondoli e giochi per bambini.
Ottime le tagliatelle ai funghi, gli antipasti della casa e sublime  la torta della nonna!

IL SENTIERO DEL FIORE

La Riserva naturale di Monte Rufeno si estende su 3000 straordinari ettari ricoperti di boschi, colline, radure, stagni e numerosi sentieri che in autunno sono un incanto di profumi e colori.


Il sentiero comincia proprio davanti al Museo del Fiore quasi  come un prolungamento en plein air in cui ritrovare le meraviglie conosciute all'interno.
Tre chilometri ad anello per scoprire la natura attraverso apposite stazioni fatte di interessantissimi pannelli illustrativi che aiutano a vedere quello che (solo in apparenza) la natura tiene segreto.



Un sorprendente viaggio incontro a boschi, torrenti, mulini alla scoperta dell'autunno e dei tesori che ci regala.


Quasi alla fine del sentiero scoprirete inoltre un'arnia didattica dove osservare in totale sicurezza l'affascinante lavoro delle api.
DA NON PERDERE:
  • Utilizzate l'acchiappatesori per raccogliere foglie, fiori (attenzione a non raccogliere le specie protette!) cortecce.
  • Anche un bel cesto o una scatolina di latta possono essere utili per raccogliere piccole meraviglie come questo aculeo di istrice, la nostra più emozionante scoperta .
dal mio instagram

  • Raccogliete le pigne cadute  sono perfette per i lavoretti, specie in vista del Natale! (e per sorprendere i bambini, mettendole in acqua e osservando come per magia,le brattee si chiudono!
  • Non dimenticate un acchiappatore di foglie o fiori. Una volta a casa potrete costruire il vostro piccolo erbario della riserva (come quello gigante del Museo del fiore). A questo proposito ho un paio di libri bellissimi da consigliarvi , prossimamente.
  • Il piccolo parco giochi all'inizio del sentiero (accanto al Museo), perfetto per rilassarsi dopo la lunga passeggiata.
  • Le noci fresche.

Link:
Riserva naturale Monte Rufeno
Brochure da scaricare
VIAGGIATORI A QUATTRZAMPE
Cani ammessi a guinzaglio


LAGO DI BOLSENA


E' la magia dell'acqua, di questo scintillante ovale blu ,verde e azzurro che attrae con  graziose spiaggette  a cui si alternano  canneti in cui passeri e aironi fanno il nido. E poi  giganteschi salici piangenti e maestosi arbusti che allungano i rami già tinti d'autunno verso quell'acqua così pulita che i pescatori, dicono, si possa bere.


Sulla sponda settentrionale si trova la città di Bolsena stretta tra il lago e le alture che un tempo costituivano il bordo del cono vulcanico.
Dalla piazzetta poco distante dal lago imboccate lo stretto Corso Cavour e poi cominciate l'affascinante salita che attraverso vicoli e scalette abitate da gatti sonnacchiosi ,raggiunge la bella Rocca Monaldeschi, la fortezza medioevale che oggi ospita l'interessante Museo territoriale e a cui si accede attraverso un suggestivo ponticello.

Ogni angolo racconta storie, leggende tradizioni, perdetevi tra i vicoli e divertitevi insieme ai bambini a cercare le  statue che racchiudono fiori, decorano porte e negozi (e fanno persino da cestini della spazzatura).

Da non perdere:
  • Il gioco del fantasma. Lungo la salita alla Rocca trovate un vicolo coperto che si presta perfettamente a fare scherzi da brivido.

  • Il Museo territoriale. Oltre all'interessante documentazione geologica e archeologica il Museo ospita una sezione naturalistica che accoglie un grande acquario di acqua dolce dove poter osservare le tante specie che popolano il lago.
  • Il suggestivo camminamento sulle mura  della fortezza(parte del Museo territoriale).
  • La fontana dè Medici lungo il vecchio cammino dei pellegrini che giungevano dalla Francia e che si  trova all'inizio della salita per la Rocca.
  • L'elezione del gatto più buffo o simpatico. I micioni sono tantissimi, dormono sulle soglie delle case, spuntano dai vicoli e dai balconi dei terrazzi. 

  • Una pausa pranzo o tè alla Libr'osteria Le Sorgenti (vedi sotto).

  • Una passeggiata sul lungo lago
  • Nascondino tra i salici piangenti

Links:
DOVE MANGIARE:
dal mio instagram, il nostro tavolo

Scoperta per caso passeggiando lungo il Corso Cavour merita assolutamente una sosta se amate i libri, lo yoga, e i luoghi dove si incontrano cibo e cultura.
Un po' libreria, trattoria, centro olistico Le Sorgenti è un luogo incantevole e ideale per fermarsi a pranzo o magari a merenda con un tè e un dolce (il cheescake è favoloso!)
Non pensate di venire qui per fare la grande abbuffata, il menù offre pochi piatti (ma anche vegetariani e vegani) ma deliziosi. Noi abbiamo provato l'insalata arance, olive e finocchi, la pasta pomodoro e basilico, semplice ma deliziosa e ovviamente , la carbonara.
Io ve lo consiglio!
Corso Cavour 75
Bolsena

Ma il Lago di Bolsena ha altri borghi da scoprire, dalla bella Capodimonte dove partono i traghetti per le isole a Montefiascone, celebre per il vino Est Est Est (la conoscete la leggenda?).

Il nostro weekend è finito qua, con un emozionante temporale autunnale che ci ha travolto domenica pomeriggio in viaggio verso casa. Ma il viterbese racchiude un'infinità di altre emozionanti attrazioni. Ecco allora un piccolo elenco di quelle che abbiamo visitato nei mesi (e anni) scorsi e... come sempre aspetto anche i vostri consigli.

IL PARCO DEI MOSTI DI BOMARZO
Un Parco di sculture mostruose e fantastiche ispirate alla storia e alla mitologia. Un autentico bosco delle meraviglie capace di divertire e sorprendere, spaventare e disorientare. Come la casa pendente costruita su di un masso inclinato e dove si può entrare per trovarsi improvvisamente confusi e meravigliati e ancora l'elefante, le sfingi i giganti e naturalmente l'orco, uno dei tanti luoghi che compaiono nell'irrinunciabile libro di Vampirino che vi consiglio assolutamente per una visita ancora più fantasiosa.
Tutti  i dettagli sul Parco nel vecchio post.

CIVITA DI BAGNOREGIO


Per quante fotografie possiate aver visito questo straordinario paese che muore vi coglierà di sorpresa, con quel ponte a cui pare aggrapparsi per evitare di cadere.
L'antico borgo è condannato. Pochi anni ancora, forse dieci, forse venti, forse pochi mesi, e poi la fine è sicura...Che resista ancora, appollaiato sul tufo, circondato da tutte le parti solo d'aria, come un uccello sulla punta più alta e inaridita di un paesaggio morto...che resista ancora, sbranato dai terremoti, corroso dalle acque,...è più miracolo che cosa vera, più leggenda che realtà. (Bonaventura Tecchi)
E dopo il ponte ci sono i vicoli e  le piazzette da esplorare, e i calanchi, che compaiono dietro le stradine affacciate sul vuoto.
Tutti i dettagli e i consigli per visitare questa incredibile cittadina nel vecchio post:

OPERA BOSCO
Era in programma per Domenica mattina ma le previsioni incerte ci hanno fatto rinunciare a favore del Lago di Bolsena.
Se ne avete la possibilità però andateci, perchè se è anche è bello solo la metà di Arte Sella, allora ne vale sicuramente la pena.
Opera Bosco è un Museo di Arte nella natura e si trova nella bella Calcata.
E'aperto la Domenica e i giorni festivi da fine Marzo a metà Dicembre, dalle 11:00 al tramonto. Maggiori dettagli sul sito.

IL COUPON
La colazione alla Tenuta

Il groupon che abbiamo utilizzato prevedeva una notte per due persone con cena (per i bambini lettino da campeggio o nel lettone) nella fantastica Tenuta di Ferento al prezzo di 129 euro.
A scelta anche opzioni più economiche come quella a 49 euro (credetemi, un prezzo incredibilmente ridicolo per questo tipo di struttura) nel caso di soggiorni infrasettimanale (senza cena).
Penso di poter dire con certezza che dopo tanti coupon, questo è decisamente uno dei più incredibili.
La tenuta è un luogo a dir poco straordinario.
A cinque minuti dal centro di Viterbo e totalmente immersa in un Parco punteggiato da migliaia di ulivi, ippocastani e giganteschi cespugli di salvia e  rosmarino che compaiono ovunque riempiendo l'aria di profumi.


Le cinque stanze si trovano dentro a quella che era la vecchia casa dei contadini e che oggi è stata elegantemente ristrutturata mantenendo quei dettagli che raccontano antiche e affascinanti storie.

I proprietari sono assolutamente amabili, direi che questo è il termine più adatto. E poi c'è Luciano che vi coccolerà in un modo così dolce, educato, simpatico che credetemi, alla fine vorreste portarvelo via con voi.
Concedetevi una bella passeggiata nel Parco, raccogliete castagne d'India (non si mangiano ma sono bellissime!) e godetevi il paesaggio accanto alla piscina.


Aspettate la cena ( favolosa!) nell' incantevole sala comune, accoccolati sui divani davanti all'enorme camino.
Un altro di quei posti speciali che vi consiglio con il cuore.
VIAGGIATORI A QUATTROZAMPE
Cani ammessi solo su richiesta

Come arrivare:
La tenuta si trova a Viterbo, lungo la Strada Sammartinese 10. Non ci sono insegne o cartelli, una volta raggiunta la strada fate attenzione ai numeri civici e quando vedete il cancello (sopra c'è scritto proprietà privata) 10/12 entrate, subito dopo, vi troverete davanti alla Villa.
UN CONSIGLIO
L'ho già detto ma lo ripeto ancora una volta. Prima di acquistare un coupon leggete sempre i giudizi degli ospiti che ci hanno soggiornato. Tripadvisor va valutato con attenzione ma trovo booking  decisamente attendibile (a differnza del primo gli ospiti possono lasciare il proprio giudizio solo se hanno effettivamente soggiornato nella struttura). Questo vi permette inoltre di fare una verifica sul prezzo e valutarne la convenienza. Non dimenticate inoltre di controllare o richiedere direttamente all'hotel i costi aggiuntivi per eventuali terzi letti, animali, etc. Forse non sempre, ma in questo modo, credetemi, si possono fare splendidi weekend a prezzi decisamente low cost.
NOVITA' SU GROUPON
Già disponibile per alcune offerte la possibilità di prenotare la struttura direttamente dalla pagina di groupon.
Un'ottima sistema per non rischiare di acquistare un buono e magari non trovare posto nelle date che abbiamo disponibili.
UN'INIZIATIVA IMPORTANTE
Pink is good
Su groupon in questi giorni trovate un bellissimo deal di solidarietà organizzato insieme alla Fondazione Umberto Veronesi per la ricerca contro il tumore al seno. Un progetto che prevede un'intensa attività di sensibilizzazione rivolta a noi donne e un finanziamento per dieci borse di studio per i ricercatori specializzati.
Bastano solo 3 euro, pensateci...
LA MAPPA DEI LUOGHI
Sulla mappa interattiva, alcuni dei luoghi che si possono visitare con un weekend nel viterbese.

Leggi anche:

-->

13 commenti:

  1. Che dire: bel fine settimana tipicamente autunnale! Concordo su tutto il discorso di Groupon. A noi finora è sempre andata bene, ma come dici tu bisogna un po' "indagare". Siamo stati a Mantova in settembre (Bellissima) e la prossima settimana nella zona di Cremona, sempre con i buoni. Forse mete che tanti hanno visitato, ma a noi mancano e di mese in mese, sfruttando i coupon, ci muoviamo nella nostra bella Italia. Mi hanno anche regalato dei cofanetti, ma anche li non è facile scegliere, non tutti le strutture secondo me sono all'altezza. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma fate benissimo Dolly! Chi se ne importa se altri le hanno visitate! La nostra Italia è così bella e si trovano sempre meravigliosi angoli da scoprire e "personalizzare", città conosciute e meno note. L'importante è andare... Pienamente in accordo sull'ultima frase. Si trova di tutto, ma tenendo gli occhi aperti si riescono a trovare ottimi affari! Un bacione!

      Elimina
  2. ho amato molto la tuscia, ho fatto la mia tesi di laurea su corredi etruschi del museo d tarquinia e tuttora mi manca molto. ogni volta che ci torno, è come tornare a casa. durante l'università (a milano) passavamo settimane e mesi a tarquinia e da lì abbiamo visitato quasi tutto. è uno dei miei posti del cuore!!! grazie ciao Clara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho trascorso un mezzo e mezzo a Tarquinia in estate a portare gruppi di turisti in giro per pagarmi un viaggio in Egitto.La Necropoli era sempre un gran successo! ;-) Anche io un pezzettino di cuore ce l'ho lasciato...Un bacio

      Elimina
  3. Complimenti per il bellissimo racconto e le foto stupende. Se ho scelto di venire a vivere a pochi km da tutto ciò che tu hai descritto ci sarà un motivo,no ? ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Beatrice! Ahhh ma allora sei di parte eh? ;-) Se hai altri consigli su cose belle da visitare in zona, saranno super ben accetti! Un bacio

      Elimina
  4. che bello....mi hai dato una idea per una breve gita (da Roma non dovrei mettermi molto)...bellissime foto e resoconti come sempre....grazieeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roma- Museo del fiore sono giusto giusto un paio d'ore! Per Opera Bosco invece solo un'ora! Se vai fammi sapere com'è e ricordati che è aperto solo la domenica ! Grazie mille e un bacione

      Elimina
    2. Il Museo del fiore è aperto tutti i venerdì sabato e domenica, festivi e prefestivi di tutto l'anno ... e ad agosto tutti i giorni!! ... Grazie ancora per il bellissimo articolo sul blog.

      Elimina
  5. wow meraviglioso... ma il coupon su Groupon non è più disponibile, temo... corretto? :-(
    Maya

    RispondiElimina
  6. Hai ragione Maya l'offerta purtroppo scadeva il 30 noi l'abbiamo presa proprio last minute! )-:

    RispondiElimina
  7. Ma quanto saranno spettacolari i tuoi post, le tue foto, la tua famiglia!!!! O mamma , mi viene una voglia di partire!! Ormai consultare il tuo meraviglioso blog prima di partire e' diventato un must.
    Grazie per la passione che metti nel tuo lavoro e nella tua vita: in questi tempi frenetici e tristi, sotto molti aspetti, sei un raggio di luce! Un caro abbraccio e continua così !!
    Ely79

    RispondiElimina
  8. Carinissima Bolsena anche se io preferisco Capodimonte, con quel suo infinito lungolago e le paperelle, e un fantastico sentiero che parte dalla zona alta per arrivare in un punto in cui il lago ha una forza incredibile che non ti aspetti, sembra mare! Noi ci siamo stati una settimana in camping...meraviglia assoluta...fare il bagno con mamma papera e papero tutti che ti passano accanto, non serve che ti dica la gioia dei bimbi :) ! E l'Est Est Est è stato il nostro souvenir per tutti...ci avranno preso per degli avvinazzati :D !

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin