Itinerari on the road: Paesi baschi, Cantabria e Asturie. Introduzione




Ora volerai, Fortunata. Respira. Senti la pioggia. È acqua. Nella tua vita avrai molti motivi per essere felice, uno di questi si chiama acqua, un altro si chiama vento, un altro ancora si chiama sole ed arriva sempre come ricompensa dopo la pioggia. Apri le ali. L.Sepulveda, Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare
E' un lungo e seducente volo. Sopra oceani stretti tra rocce che paiono giganti e imponenti cime ventose che si slanciano verso il cielo come spaventosi e possenti ciclopi.
E poi giù, fino a sfiorare la cima di fari centenari. Attraverso nubi che decorano  sorprendenti cammini di pietra e grotte traboccanti di meraviglie. Un favoloso ondeggiare incontro a porticcioli dipinti, musei e  pueblos encantados, dove tutto narra di tradizioni, storie e leggende.
E' la Spagna del Nord, distesa tra i Paesi Baschi e l'affascinante Principato delle Asturie. Quella che sa sorprendere il viaggiatore con inaspettate meraviglie, che travolge l'anima tuffandoti in una fiaba e insegnandoti a volare insieme alle maree, al vento, alla pioggia, al sole...



Peine del Viento, San Sebastian
Laghi di Covadonga

Picos de Europa


Playa El Silencio
   



Faro di Ortiguera

Luarca
Puente Colgante


Gatzelugatxe

Playa de la Griega


Playa As Catedrais

Siamo tornati ieri sera e abbiamo ancora gli occhi ancora sfavillanti di meraviglia.
Siamo a casa ma da oggi sarà un po' come ripartire , attraversando di nuovo la Francia e poi la Spagna da Est a ovest , da San Sebastian fino a  Ribadeo, in Galizia.

Un altro emozionante itinerario on the road e questa volta insieme a voi.
Lungo un percorso  a misura di famiglia, vivendo un'avventura che porterà grandi e bambini alla scoperta di emozionanti meraviglie.

E voleremo insieme, dalla Concha alla Playa as catedrais dove quando la marea baja porta via le onde si può andare a caccia di tesori scivolando attraverso impressionanti cattedrali di pietra.



Volteggeremo su fari, alcuni più timidi, che ti fanno arrampicare per chilometri prima di comparire immensi come giganti apparenti, altri che ti ritrovi davanti per caso e allora ti incanti per come sono sfrontatamente belli.



Andremo incontro a città dominate da architetture ultramoderne e villaggi dove il tempo si è  fermato e le pietre delle case raccontano ancora storie di inquisiciones e di brujas.
Santillana del Mar

Museo Giggenheim, Bilbao

Scopriremo inquietanti e affascinanti musei, dal celebre Muja fino al centro del calamaro gigante dove, come un viaggio di Verne scopriremo mostruose creature degli abissi.

Risaliremo sui monti del Picos de Europa, passeggeremo con il vento tra i laghi solitari, verseremo il sidro alla maniera asturiana e naturalmente attraverseremo ancora  quella Costa che ha ispirato questo viaggio e che ha riempito gli occhi di Aj (ma anche i nostri) dell'indiscutibile meraviglia che suscita la storia di questi formidabili giganti estinti.
La strada dei dinosauri...

 Dite ai bambini che potranno calpestare l'impronta di di sauropode più grande del mondo e saranno già pronti a partire...




In attesa di scoprire tutte le tappe con i consigli su dove dormire, cosa visitare, l'indicazione dei prezzi e delle distanze qui sotto trovate la mappa del nostro itinerario.
MAPPA DELL'ITINERARIO
La prima e ultima tappa sono state rispettivamante Roussillon e Avignone ma su Italia-Spagna trovate altre possibili soste per spezzare il viaggio in auto fino al confine spagnolo.
Allora che ne dite, è un viaggio che potrebbe interessarvi o avete paura di volare? ;-)

Qui sotto  il link al post dove trovate tutte le tappe di questo itinerario, da San Sebastian (Paesi Basci) fino a Ribadeo (Galizia).

Commenti

  1. Wow!!! Sono pronta a partire con te!!! E ho fatto vedere le foto a mia figlia e ne è rimasta affascinata, soprattutto da quella con l'impronta del dinosauro e i piedi di Aj, e mi ha detto "ma allora i dinosauri esistono davvero!!!!!! E sono passati da lì!!!!!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì guarda, a vedere le impronte ci siamo emozionati anche noi grandi!!

      Elimina
  2. i lunghi viaggi un po' mi spaventano con le due ragazze...ma se guardo la cartina e sopratutto le tue foto...nessun luogo e' lontano<3

    RispondiElimina
  3. spaventati? per nulla! anche noi siamo arrivati in macchina fino a Bilbao attraversando la francia. non sai la carica che mi da' un viaggio (e invece lo sai, è un modo di dire) e come si torna belli cambiati e ti guardi intorno e gli altri sono sempre gli stessi (quelli che non hanno viaggiato ovviamente). e con i bambini poi è sempre una bella scoperta e ogni imprevisto è un'avventura. vorrei tanto mettere il piede anche io nell'orma del dinosauro...chissà magari la prossima estate . la strada chiama, impossibile resisterle!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santissime parole mia cara, sì hai proprio ragione, la strada chiama e una volta che si comincia non si riesce più a smettere... <3

      Elimina
  4. Volare con un pilota come te, cara Daniela, è magico sia che si parta davvero che stando fermi a casa. Le tue foto parlano, le tue parole incantano e soprattutto fanno fremere il corpo che non riesce a star fermo e a resistere alla irrefrenabile voglia di viaggiare.

    RispondiElimina
  5. Stupendooooooooooo!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Cara Dany, come sai San Sebastian è parte della mia vita...
    Venerdì si parte per le Langhe, vino tartufo e amici!
    Spero di sentirti presto!
    Baci Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro spero anche io di sentirti presto, mi manca quella lunghissima chiacchierata al telefono!
      Un tris vincente, quello, divertitevi da matti! A noi ci aspettano le olive e il frantoio e se riusciamo l'alto adige che in questa stagione è più bello che mai!
      P.S Ho scoperto un sentiero della castagna che mi ispira da matti!!

      Elimina
  7. Interessante questo itinerario! Bilbao splendida *_* e di San Sebastian che dire?! *_*
    Ci siamo stati appena due anni fa...ma il ricordo è ancora limpido!!

    Non vedo l'ora di viaggiare con i tuoi racconti per scoprire questo angolo di Spagna che ancora non conosco ;)

    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda San Sebastian ci è piaciuta tanto e Bilbao varrebbe la pena anche solo per il Guggenheim. Però andando oltre che si trovano le vere meraviglie!! (meno cemento e più natura!! :-)
      Grazie!!!

      Elimina
  8. un salto nel passato di otto anni! l'isolotto della prima foto di questo post, il ragno di Bilbao e Santillana del Mar... e poi quel tesoro nascosto e ogni tanto svelato dal mare che è la spiaggia delle Cattedrali... attendo con impazienza tutti i tuoi post!!!

    RispondiElimina
  9. Svegliarsi e leggere un tuo post è il modo migliore per cominciare la giornata! Bentornati

    RispondiElimina
  10. Ecco dove andremo il prossimo giugno, hai già fatto tutto il lavoro, grazie! :-)
    Credi che una settimana / 8 giorni siano sufficienti?
    Visto che viaggio con mia madre e mia figlia pensavo di facilitarmi la vita partendo da Bilbao, per evitare di attraversare la Francia in auto, tu che dici?
    Aspettiamo le altre informazioni ma nel frattempo abbiamo già preparato la valigia dell'esploratore e il distintivo di cacca detective di primo livello...
    http://www.edizionilapis.it/it/libro.php?id=291

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma bene!! Allora 8 giorni per il tratto che abbiamo percorso noi vanno benissimo. Considera che noi avevamo lo stesso tempo (8 notti) ma siamo partiti da Firenze. Fai benissimo a partire da Bilbao , tra l'altro ci sono diversi voli low cost. In alternativa c'è l'aeroporto di Santander. Bravissimi, abbiamo anche noi quel libro! ;-) Vedrai, vi divertirete da matti. oggi comincio con i post tappa per tappa! Un bacione!

      Elimina
  11. Ho trovato solo oggi il tempo di leggere questo post e ancora una volta devo farti i complimenti! Le foto sono bellissime e mi hai messo tanta, tanta voglia di visitare quei luoghi! :)

    RispondiElimina
  12. Devo essere sincero, sono stato attirato dalle foto. Ma poi leggendo e continuando a vedere gli scatti mi è sembrato di essere lì.. Ho adorato, davvero. La mia foto preferita?
    Quella del piccolo con l'ombrello rosso. Un saluto.
    www.spezio.it

    RispondiElimina
  13. che voglia di tornare!!!!! Non vedo l'ora che i miei cuccioli crescano per andare con soste!!!! Di solito ci tocca fare un diritto fino ad Oviedo. Non ti conosco ma mi sembri già un po' asturiana pure tu! ;)

    RispondiElimina

Posta un commento