Zoottica. Come vedono gli animali

 
Dopo cena, i due piccioncini che non la smettevano di darsi bacini e farsi coccole, si erano accomodati in poltrona di fronte a un aggeggio simile a una grossa scatola che non avevo mai visto prima. Al tocco di Doriana il lato anteriore si era illuminato, poi dentro alla scatola erano apparsi degli umani che ne facevano di tutti i colori. (...) A me sembravano tutti scemi e pazzi: i miei padroni e quelli dentro la scatola che faceva tanto fracasso. Vita di Bernie. Il cane che non voleva abbaiare, M.L Salvadori

Ma quant'è straordinario...
Quel brillio negli occhi che li fa scintillare come stelle e poi dà vita ad un  profluvio incontrollabile di domande. Una dopo l'altra, ininterrottamente, lanciate fuori  come un uragano senza nemmeno respirare.
Talmente forte che a volte mi aspetto persino che comincino a muoversi gli oggetti, cadano bicchieri o i gessi della parete lavagna del mio ufficio comincino a muoversi da soli.
(Ok , avete ragione,   mi sa che Dahl stia cominciando a  darmi alla testa).


Scherzi a parte, mi affascina da morire quella sua sete di conoscenza.
A essere del tutto sincera mi capita anche di sbuffare, specie quando la raffica scaturisce da un libro che no, non può assolutamente aspettare, nemmeno se in quel momento sono in bagno a lavarmi i denti o a farmi gli affari miei. Poi però mi viene da ridere,  mi spiego finalmente  lo sguardo allucinato di Nonnag. quando cominciavo una frase con Perchè..., e penso, ma che meraviglia.
Quell'adorabile fame di cultura. Quella brama di sapere che apre le porte a mondi straordinari.
Quella che ti fa alzare  di notte a cercare informazioni sul geco Tokay o passare ore  e ore a leggere del perchè il camaleonte ha gli occhi che si muovono in tutte le direzioni.
Insomma, il bello di essere genitori è anche questo. Riscoprire il piacere di studiare, imparando anche le cose più assurde e inaspettate.


E a proposito di occhi e di camaleonti una delle ultime valanghe riguardava proprio  questo argomento.
Come ci vedono gli animali? Ma Charlie è daltonico? Ma quella tartaruga che c'era oggi al parco come mi vede? E di notte? Come fanno gli animali a vedere di notte?
Ebbene, dopo aver constatato la mia totale ignoranza sull'argomento ho scoperto questo:


Il mondo, visto attraverso gli occhi di venti animali diversi.


Un favoloso albo illustrato che mescolando sapientemente scienza e fantasia, svela l'universo di immagini che scorrono davanti a  mammiferi, uccelli, rettili, insetti  e persino gasteropodi.



Dopo una interessantissima spiegazione sul perchè non vediamo tutti allo stesso modo e il doveroso accenno alle quattro chiavi che spiegano le principali differenze, il grande Guillaume Duprat ci regala venti favolose illustrazioni di animali  e del mondo nascosto dietro i loro occhi.









Una stessa immagine iniziale, quella di un paesaggio composto da case alberi, animali e oggetti vicini e lontani si rivela dietro ad ogni cornea, ciascuna diversa, da quella sfaccettata dell'ape alla sfuocatissima visione della rana che, pensate un po', sarebbe capace di scambiare una patatina fritta per un lombrico.






Insomma. un sorprendente viaggio tra scienza e fantasia, per rispondere a millemila domande ma anche per scoprire il mondo insieme, questa volta, attraverso le pagine di un libro.

Zoottica. Come vedono gli animali?
Gullaume Duprat 
L'ippocampo Junior
40 pagine
15,00 euro
-->

Commenti

  1. Che meraviglia... Lo voglio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? A Topastro piacerà da matti! :-)

      Elimina
  2. Ecco stavo per scrivere le stesse parole di Pollon!!!!

    RispondiElimina
  3. un genio!!!!! (lui....e pure tu!)
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aahahah lui di sicuro! (ce n'è anche un altro favoloso, vedrai, vedrai... :-))
      <3

      Elimina

Posta un commento