18/08/14

Bruges: 10 cose da non perdere. Prima parte



Una delle tante leggende che avvolgono Bruges e i suoi affascinanti canali racconta una storia avvenuta ai tempi di Massimiliano I d'Asburgo.
Dopo esser caduto prigioniero della cittadinanza nella rivolta del  1488 il futuro Imperatore vide giustiziare molti dei suoi uomini tra cui, si racconta, l'ufficiale Pieter Lanchals  la cui testa venne fatta cadere sulle pietre della bella Piazza del Markt.
Una volta liberato, Massimiliano volle  che i colli lunghi ((lange hals in olandese significa collo lungo) tornassero simbolicamente al potere e ordinò agli abitanti di Bruges di mantenere per sempre i cigni che popolavano i suoi canali.
Ecco perchè ancora oggi è facile vedere molti di questi eleganti animali scivolare dolcemente tra le acque  e c'è persino un'intera colonia che vive intorno al Minnewater, il lago dell'amore e il nostro primo da non perdere di questa meravigliosa città belga.






1. I COLLILUNGHI DEL MINNEWATER

Sembra quasi impossibile credere che nel Medioevo  intorno a questo lago incantato  le navi mercantili scaricassero  le loro preziosi merci.  Oggi è un luogo romantico  immerso nel verde e attraversato da ponti da cui si gode una magnifica vista.


Visitate il Begijnhof, il complesso dove un tempo vivevano le beghine ed oggi oasi di pace di una congregazione di monache benedettine ma soprattutto godetevi l'atmosfera incantata che si respira tra l'acqua e  i prati  abitati da centinaia di magnifici cigni.



Una tappa d'obbligo al tramonto per rilassarvi  insieme ai bambini dopo una intensa giornata in giro per questa bella città.
Info utili:
Il Minnewater si raggiunge con una bella camminata di un quarto d'ora dal Markt.
Se volete passeggiare dentro al suggestivo Begijnhof ricordate che le monache chiudono i cancelli alle 18.30.
Piacerà ai bambini la bella fontana con la statua della testa di cavallo dove prendono l'acqua i proprietari delle carrozze e che si trova in una vivace piazzetta (Wijngaardplein) a pochi metri dal lago.


E' circondata da cafè, ristorantini  e negozietti piuttosto turistici ma comunque pittoreschi e incantevoli.

2.IL PANORAMA (E LA BIRRA) DI DE HALVE MAAN

Sono almeno tre  i motivi per visitare l'antico birrificio a conduzione familiare, unico rimasto nel centro di Bruges.
Primo: quello di conoscere tutti gli affascinanti segreti  della birra in un paese che è  tra i più grandi produttori del mondo:




una visita guidata di 45 minuti vi condurrà attraverso strette e ripide scale da un piano all'altro dell'edificio raccontandovi la storia del birrificio  le  differenze tra una birra e l'altra, gli ingredienti e le fasi di  produzione dalla A alla Z ma anche simpatici aneddoti e curiosità a cominciare dall'origine del nome della celebre Brugse Zot la sola e unica birra ad essere interamente prodotta qui  nel centro di Bruges...
LA LEGGENDA:
Si narra che per offrire un caloroso benvenuto all'arrivo di Massimiliano d'Asburgo (sì sempre quello che in seguito venne imprigionato) i cittadini avessero organizzato in suo onore una grande parata di buffoni e pagliacci. Quando alla fine della festa gli fu chiesto di finanziare un nuovo manicomio egli rispose:
" Oggi in giro ho visto solo pazzi, Bruges è già di per sè un gigantesco manicomio!"
Da allora gli abitanti di Bruges vengono chiamati Brugse Zotten (i pazzi di Bruges) e da qui il nome della birra.
Secondo: per la  magnifica vista sulla città.
Come vi dicevo la visita guidata vi porterà a salire i diversi piani del birrificio fino ad arrivare sulla cima.
E beh, poi  ditemi se non ne è  valsa la pena.






Terzo: per gustare il nettare degli dei ( e pranzare) nel delizioso caffè del birrificio.
dal mio profilo instagram
Lo potete fare anche se non partecipate alla visita guidata e che decidiate di pranzare nel cortile o accanto alla finestra sul fiume ne vale la pena anche solo per l'atmosfera (e il cibo è ottimo!)
Informazioni Utili:
La visita guidata del birrificio ha una durata di 45 minuti e comincia approssimativamente ogni ora a partire dalle 11 del mattino.  La visita  si svolge in gruppo ed è disponibile in inglese, francese, olandese o tedesco.
Se ci andate in alta stagione vi consiglio di prenotare.
Incluso nel prezzo anche un boccale di Brugse Zot da gustare al cafè.
Non pensiate che la visita non sia adatta ai bambini, o almeno piacerà a quelli più grandicelli, curiosi di esplorare le stanze e sapere come si fa a fare la birra. Io credo che qualunque luogo sveli i segreti di come siano fatte le cose sia affascinante per grandi e per piccoli.
E poi, se come Aj fanno la collezione di tappi di bottiglia dentro al birrificio ne troveranno di meravigliosi! :-)


De Halve Maan si trova in Walplein, 26 a soli 900 metri dal Markt.
Da non perdere nella piazzetta davanti al birrificio una delle tante statue di bronzo sparse per la città .

3.UN VIAGGIO NEL MEDIOEVO

Vista dalla terrazza del bar all'interno dell'edificio dell'Historium. 
Basta varcare la soglia del  grande portone in mezzo alla Piazza più bella della città per ritrovarsi improvvisamente indietro di centinaia di anni.
L'Historium è un'attrazione insolita è quasi magica che vi condurrà stanza dopo stanza nella Bruges del 1435 stupendovi con incredibili effetti speciali capaci di coinvolgere tutti i 5 sensi.
Trovate tutti i dettagli e le informazioni pratiche  nel post dedicato a questo incredibile Museo.
E  al termine della visita c'è un'altra bella vista , anzi due, che vi aspettano.

4.IL MUSEO DELLE PATATINE FRITTE

Non si può visitare una qualunque città belga senza fermarsi almeno una volta a comprare uno dei gustosi coni on the go traboccanti di patate fritte.



Perchè che l'abbiano realmente inventate  i belgi (e vedrete che ogni città dove andate ne vanterà i natali) o  in verità siano stati i francesi (ma mi raccomando, non chiamatele french fries) qui le irresistibili Friet sono oltre che motivo d'orgoglio anche un contenitore di infinite storie, aneddoti, curiosità e tradizioni divertenti e affascinanti da scoprire tutti insieme ( e magari prossimamente ci faccio anche un post)
Dove?
Ovviamente al  Museo della patatine fritta traboccante di oggetti, video, storie, ricette, gadgets e riproduzioni di friggitorie dove giocare e farsi un sacco di risate.







Alla cassa, insieme ai biglietti riceverete  anche un buono sconto per una degustazione e degli adesivi che i bambini devono attaccare sulla base di indizi seminati lungo le sale del museo.
dal mio profilo instagram
Noi ci siamo divertiti un mondo.
Informazioni utili:
Il Friet Museum  è aperto tutti i giorni dalle 10 all 17.00  e si trova in Vlamingstraat, 33 a soli  250 metri dal Grote Markt.
Potete acquistare il biglietto singolo (6 euro adulti, 4 euro bambini 6-11 anni) o quello combinato con altri musei (ad esempio con il dolcissimo Choco Museum a due passi).
Considerate almeno un paio d'ore per vedere tutto e leggere i pannelli (anche in inglese) con storie, curiosità e ricette.
Io intanto ve ne lascio  una favolosa per affogarci le vostre patatine. Quella andalusa:

SALSA ANDALUSA

Mescolate:
  • 1 tazza di maionese
  • 2 cucchiai  di concentrato di pomodoro
  • 2 cucchiai di cipolla tritata fine
  • 1 cucchiaio di peperoncino in polvere verde
  • 1 cucchiaio di peperoncinoin polvere rosso
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 cucchiaino sale

Lasciate macerare 1 ora e voilà, il gioco è fatto.

5.UN GIRO DI GIOSTRA

Non so voi  ma noi non sappiamo davvero resistere alla tentazione di osservare una città dall'alto.
Ci arrampichiamo su campanili, ruote storiche, chiese, palazzi e ogni altro ascensore che ci faccia passare qualche minuto sopra le nuvole.
Perciò quando affacciandoci ad uno dei tanti bei canali di Bruges l'abbiamo vista, che ve lo dico a fare, è bastato un attimo ed eravamo già in cima.



La trovate presso il  Luna Park vicino alla stazione.

E per oggi direi che è abbastanza.
Gli altri cinque da non perdere  prossimamente nella seconda parte del post  insieme alla mappa interattiva per una più  facile localizzazione.
E voi, siete mai stati a Bruges?
Leggi la seconda parte

INDICE BELGIO ON THE ROAD


-->

10 commenti:

  1. Che sogno Bruges! Ci sono stata insieme ai miei genitori quando ero piccola e posso ancora sentire il profumo della cioccolata per i vicoli delle strade!:-D
    Spero di riuscire a portarci presto i miei cuccioli e come sempre farò tesoro dei tuo preziosi consigli. Attendo con ansia la seconda parte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Caterina, mmmh sì la cioccolata è davvero onnipresente! A Bruges credo di aver mangiato la pralina più favolosa del mondo! ;-)
      Un caro saluto

      Elimina
  2. che bella! io ho in mente un viaggetto tra bruges e bruxelles! il Belgio mi affascina da sempre! sarà perchè studio francese :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Debora quando vai dai un'occhiata anche agli altri post, tra Bruges e Bruxelles ad esempio c'è Gent che merita sicuramente una tappa. Trovi il link in fondo al post, à bientôt! :-)

      Elimina
  3. Wow quante belle indicazioni! Andrò a Bruges insieme a mio marito e la mia bimba di quattro anni tra un mese. E' stato il mio regalo di compleanno e non vedo l'ora.
    Aspetto la seconda parte!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I viaggi sono sempre i regali migliori! :-)
      Vi divertirete un mondo e settembre è davvero un bel mese per Bruges.

      Elimina
  4. Bruges, ha quel mix tra Amsterdam e Strasburgo che mi piace molto!
    Meta interessante :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che hai ragione? Ed è un mix molto molto interessante! :-)

      Elimina
  5. spero di riuscire ad andare in primavera. consigli sul volo ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lorenza noi avendo il cane ci muoviamo sempre in auto per cui non ho consigli da darti per esperienza diretta però posso dirti che la cosa migliore e più economica credo sia volare su Bruxelles (ad esempio con ryanair o easyjet tanto per dirne due) e poi prendere il treno per Bruges. Dalla stazione di Midi partono almeno due treni ogni ora direzione Oostende che arrivano a Bruges in circa un'ora. Lo stesso puoi fare volando su Anversa.

      Elimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin