19/01/15

Masuria, terra di mille laghi



A meno di cinquanta metri dallo chalet ho vacillato.
Sì, proprio io, la regina dell'irrequietezza, quella incapace di starsene tranquilla in una stanza  e perennemente arsa dall'interna fiamma... la febbre di andare...* che ti fa desiderare di dormire ogni notte in un posto diverso eternamente persa tra le strade del mondo.
A cento passi dalla riva ho infranto la promessa di non voltarmi e mi sono girata.
Ho guardato la casa di legno, il nostro terrazzino dentro al lago e il pontile dove dal tramonto alla sera raccontavamo  storie.
La poltrona dove sedevo da sola all'alba, incantata, ad ammirare le figure che disegnano gli stormi nel cielo e ad ascoltare la voce del lago.
I fiori violetti e quelli dorati e l'intrico di fusti che quando arrivava la  notte svanivano allontanandosi lentamente dondolando come giganti fruscianti. 




Aj e Charlie e sullo sfondo la nostra amata casetta sul lago






Ho guardato ancora una volta il nostro paradiso e poi mi sono fermata e ho pianto; 
non con quel luccicante brillio degli occhi che mi capita spesso davanti alla meraviglia ma con veri e grossi lacrimoni a rigarmi il volto.

Ci ho pensato un momento e poi ho richiamato i miei uomini poco più avanti :
"A Bialowieza possiamo andare in un altro viaggio. Restiamo..." ho detto.
E' stato l'ometto a rispondermi per primo e sono sincera, mi ha stupito. Nonostante abbia amato quel luogo almeno quanto me con voce ferma  e quell' irresistibile aria da grande che ha assunto da un punto di tempo a questa parte  ha esclamato: 

"No Mamma dobbiamo andare. Vedere la foresta primordiale ed esplorare ancora; i veri viaggiatori non si fermano".
Senza parole (e chi mi conosce sa che è un accadimento raro :-)) e punta sull'orgoglio ho ceduto  e mentre  Babbog. mi prendeva bonariamente in giro sono salita ancora un po' esitante in macchina.
A oggi sono sincera, non ho nessun rimpianto (la foresta è un altro luogo da sogno) ma piuttosto una salda certezza:
quella di tornare in  quel paradiso incantato che mi ha stregato: la Masuria, terra di mille laghi...


LA TERRA DAI MILLE LAGHI

La chiamano così la Masuria, ma in realtà pare ne abbia oltre quattromila.
Tutti circondati da chilometri e chilometri di foreste  e da un affascinante intreccio di canali e fiumi e paludi.
Basta fermarsi in un qualunque punto sulla strada, un nastro d'argento quasi perennemente avvolto da migliaia di conifere e camminare o pedalare su uno dei sentieri per arrivare in pochi minuti sulla riva di uno dei tanti incantevoli bacini.









Un vero paradiso per chi ama immergersi nella natura, pedalando, nuotando, remando ma anche solo stando a guardare lo spettacolo che vi circonda.

Potete noleggiare una bici e fingervi esploratori della giungla.


Scoprire isole sconosciute, salire su un kayak e remare sul Krutyinia lungo l'affascinante Amazzonia polacca.




Esplorare gli angoli più nascosti per scoprire che da queste parti vivono ancora veri vichinghi...





Ma soprattutto assaporare l'atmosfera da sogno che si respira sui laghi. Osservarli , viverli profondamente e a lungo, dal mattino presto alla sera tardi.



raccontando storie

Ascoltarli  e dopo che siete tornati raccontare agli altri il loro canto.

*in riferimento ad una citazione dal Kalevala, riportata da Chatwin  a pag. 224 del meraviglioso "Le vie dei Canti".


INFORMAZIONI UTILI:
La Masuria è una regione della Polonia nord orientale, confinante con la Bielorussia, la Lituania e l'Oblast di Kalingrad.
COME ARRIVARE:
Come sapete noi ci siamo arrivati in auto dall'Italia facendo ovviamente più tappe e visitando anche le altre regioni della Polonia. Tanto per darvi un'idea Wiartel, che è stata la nostra base in Masuria dista 1725 chilometri da Firenze, 274 da Danzica e 207 da Varsavia.
Se siete interessati ad un viaggio on the road date un'occhiata all'indice dove trovate anche la mappa con le varie tappe che abbiamo fatto.
Se invece optate per l'aereo (atterrando a Danzica o a Varsavia) considerate comunque di dover noleggiare un auto, indispensabile per muoversi in Polonia.

BICICLETTA:
Un modo bellissimo per esplorare la Masuria  ( e sempre un gran successo con i bambini) è quello di noleggiare una bici. Potete farlo presso il vostro hotel o presso alcuni noleggi che trovate presso i centri principali. Vi avviso che mentre non avrete problemi per i seggiolini è più difficile procurarsi biciclette per bambini.
Noi l'abbiamo trovata presso il Village bycicle Wioska Rowerova sulle rive del lago Beldany dove ci sono bici di ogni genere e da cui partono tanti bellissimi sentieri .

KAYAK:
Un'esperienza magica adatta anche ai bambini. Oltre ad organizzare vere e proprie vacanze sul fiume potete anche noleggiare un kayak per qualche ora . Ci sono noleggi un po' ovunque, non avrete problemi a trovarne lungo la strada!

IL CANALE ELBLAG-OSTRODA:
Considerato uno delle sette meraviglie della Polonia è lungo 82 chilometri  e segue un gruppo di sei magnifici laghi.
La Zegluga Ostrodzko- Elblaska organizza spettacolari escursioni a bordo di un battello che, per superare il dislivello di quasi centro metri utilizza un originalissimo sistema di scivoli. In pratica le barche vengono a tratti trascinate sull'erba tirate da una corda che le fa scorrere lungo dei binari.
Purtroppo con nostro grande dispiacere al momento del nostro viaggio un tratto del canale era in restauro e non è stato possibile provare questa emozionante avventura. In teoria quest'anno il canale dovrebbe essere riaperto, nel caso siate interessati vi consiglio comunque di contattare l'ufficio della Zegluga. Io la considero un'esperienza da non perdere.

I GALINDI; I VICHINGHI POLACCHI:
C'è un isola un po' misteriosa in Masuria che si dice sia stata l'ultima sede dei galindi, un popolo simile ai vichinghi  di cui vi parlerò prossimamente.
Se vi incuriosisce la storia di questo popolo pagano, volete saperne di più ma soprattutto volete trascorrere una giornata navigando su insolite imbarcazioni, giocando tra labirinti pericolosi e assistendo a strani spettacoli allora dovete visitare Galindia, un eccentrico villaggio (dove si può anche dormire) affacciato su uno dei tanti laghi ed immerso in una meravigliosa vegetazione.
Prossimamente altri dettagli...


DOVE DORMIRE:

Se andate in Masuria non posso non consigliarvi questo luogo d'incanto, quello che mi ha fatto vacillare e dove spero di  tornare presto.
Lo Zajazd Przylasek, prenotato all'ultimo minuto su booking dal nostro appartamento di Danzica (vi risparmio il resoconto per non annoiarvi ma la prenotazione è avvenuta dopo  tutta una serie di buffe coincidenze) è un autentico paradiso.
Non dimenticherò mai quando dopo aver aperto la porta dello chalet abbiamo visto che in pratica, il terrazzo galleggiava letteralmente sul lago.

Aj dà da mangiare a Cicì e Cocò, i due cigni nostri amici...


Allo Zajazd (in polacco:albergo, locanda) trovate tutto quello che si può desiderare.
Barche e pedalò per esplorare il lago e le sue isole disabitate.

Cigni, anatre, pulcini, libellule e ogni genere di animale che vi seguirà ovunque incantando i bambini.








 Una spiaggia per giocare e il lago per fare il bagno.


Un pontile, da cui tuffarsi o sedersi al tramonto per bere un aperitivo e per raccontare storie.




Un ristorante favoloso e una ragazza (la figlia della proprietaria) amabile che parla perfettamente inglese (piuttosto raro a dire il vero da quelle parti). Vi darà ottimi consigli e vi spiegherà storie e leggende dei piatti (presto un post sul cibo).


In alternativa potete acquistare carne e verdure nel piccolo ma fornito supermercato a due passi e preparare il vostro barbecue.
In camera trovate persino una coperta da picnic!
Sono disponibili sia camere che appartamenti. Quella che vedete nella foto è una casetta con tre distinte camere matrimoniali (non comunicanti se non dalla porta esterna) e tre terrazzini affacciati sul lago.
Gli appartamenti  sono in altre casette poco più in là sempre con vista lago... ma non sopra. :-)
Ma veniamo al prezzo...
in tre con il cane abbiamo speso 48 euro al giorno, e 6 euro a testa circa per ogni cena (luculliana)...

E adesso ditemi: siete pronti a partire? :-)

Se siete interessati ad un viaggio in Polonia on the road andate all'INDICE
Se invece volete una vacanza più relax potete abbinare la Masuria ad un soggiorno nella Foresta di Bialowieza per un perfetto mix natura e avventura...


-->

12 commenti:

  1. Veramente meravigliosa la Masuria! Non la conoscevo affatto prima di vedere il tuo post, e sono rimasta senza parole, ... capisco le tue lacrime ... Posso chiederti se le foto risalgono a questo periodo o ad un periodo estivo? (ho notato abiti primaverili e se fossero adatti per la stagione che stiamo attraversando ... allora la Masuria ... sarebbe ancora più fantastica!). Grazie per il post intanto :-) Patrizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patrizia, no, le foto sono state scattate in estate durante il nostro on the road in Polonia.
      Adesso a Wiartel ci sono zero gradi e... nevica! :-)
      Un abbraccio!

      Elimina
  2. È meraviglioso, un posto incantevole e proprio quello che cercavo per le nostre vacanze estive: uno chalet in riva al lago per noi ma anche per la nuova arrivata in famiglia una cucciola di flat coated retriver razza amante dell' acqua. Pensavo alla Slovenia...ma tutto può cambiare! Il mio ometto mangialibri dice Polonia... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh ma che bello, che meraviglia!! <3 <3 <3
      Allora, considera che i cani sono super ben accetti in Polonia ma in alcuni luoghi non hanno accesso alla spiaggia, tipo ti ricordi il post sulle dune mobili? Charlie è potuto venire ovunque tranne sulla spiaggetta finale. Allo Zajazd c'erano altri due cani, anche qui superfriendly ma non possono fare il bagno nel lago dalla spiaggetta accanto al pontile. Se accedi da un altro punto però nessun problema. Anche la Slovenia è un magnifico posto da scoprire! Ci torneremo in febbraio, sono curiosa di vedere il carnevale tradizionale, mi incuriosisce molto!
      P.S Come va con Moers? Noi abbiamo iniziato una nuova meravigliosa saga,Wildwood I segreti del bosco proibito di Colin Meloy!!! <2 Un abbraccio grande e... domani partiamo per la Val d'Ega, se capitate da
      quelle parti siamo lì fino a domenica! <3

      Elimina
    2. Bello cara Daniela, grazie per tutti i consigli ne farò Buon uso :-) salutami tu la Val d'Ega chissà che meraviglia con la neve! In questi giorni dovrebbe nevicare..speriamo!
      Orso blu l'abbiamo salutato da un Po' geniale ma a volte faticoso e prolisso (tieni conto che l'ometto ha appena compiuto 6 anni) ora stiamo finendo il secondo volume di Harry Potter il mio ometto l'adora...anzi lo adoriamo tutti in famiglia, tutte le sere prima di andare a nanna gran ritrovo nel lettone!!! Baci e buon viaggio

      Elimina
  3. la masuria non l'avevo mai sentita..mi ricorda il Canada di into the wild...quindi grazie x aver condiviso anche questo posto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì hai ragione anche a me ha ricordato un po' il Canada e anche i laghi svedesi. A dire il vero è stata proprio una sorpresa, se non ne avessi sentito parlare per caso da una mamma polacca mai avrei pensato che in Polonia ci potessero essere tali paesaggi.

      Elimina
  4. Fantastico questo posto!!! Ci devo assolutamente portare la fidanzata !! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è proprio super romantico! ;-)

      Elimina
  5. che spettacolo Dany...tutte le volte che vengo qui da te mi si accende un nuovo sogno...grazie per queste emozioni

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin