09/03/09

Didò fatto in casa - Homemade playdough

Oggi dopo pranzo mentre Aj dormiva ho deciso di rifare un poì di Didò, perchè le nostre scorte dopo il vulcano si erano un po' esaurite e per uscire dal grigiore di pensieri dovuti alla spiaggia di Napoli.

Visto che molte mie amiche mi hanno chiesto la "ricetta" ho pensato di fotografare le varie fasi passo passo, per mostrare a chi non l'ha mai fatto come sia semplice e rapidissimo realizzare una magnifica pasta fatta in casa del tutto naturale.

Dunque cominciamo dagli ingredienti:

2 tazze di farina 1 tazza di sale fino 1/2 tazza di Maizena 2 cucchiai di olio 1 cucchiaio abbondante di cremor tartaro (si trova in farmacia) 2 tazze di acqua

coloranti alimentari

SDC12096

Mescolate tutti gli ingredienti tranne, se volete ottenere panetti di più colori, i coloranti alimentari.

SDC12097

Versate in una padella e cuocete il tutto girando con un mestolo per pochissimi minuti, fino a quando l'impasto non diventa duro e in poche parole vi sembra che non sia venuto niente!!!

SDC12102

SDC12106

A questo punto prendete l'impasto con le mani (se è troppo caldo aspettate un minuto) e formatene un panetto.

SDC12108

Ed ecco in pochissimi minuti già avete il vostro Didò!! Naturalmente manca la parte più divertente, quella della colorazione.

Dividete il panetto in tante parti quanti sono i colori che volete usare.

SDC12110

A questo punto in un recipiente mettete un po' di colorante alimentare e iniziate a mescolare. aggiungete colorante fino a quando non sarete soddisfatti del colore.

SDC12111

SDC12112

Io ho comprato una confezione di 3 comodi tubicini di colore blu, rosso e giallo e mi sono divertita a mescolarli per ottenere più colori.

SDC12116

La vostra pasta da modellare si conserverà morbidissima in un recipiente chiuso o avvolta nella pellicola.

SDC12119

Normalmente mi diverto a fare il didò insieme a Aj ma oggi è una splendida giornata e quando si sveglia usciremo e poi, avevo proprio bisogno di un po' di colore...

SDC12122

Per le ricetta ho mescolato quelle di più fonti che purtroppo non tutte ricordo.

Senz'altro però ho usato questa e quella di Claudia del meraviglioso blog La casa della prateria sempre grande fonte di ispirazione.

13 commenti:

  1. Che bei colori!
    L'ho fatto anch'io:
    http://enikolori.blogspot.com/2009/03/pasta-modellabile.html

    Ciao. :)

    RispondiElimina
  2. Complimenti complimentissimi... sono arrivata qui da "La casa nella prateria" ed è tutta mattina che leggo il tuo blog (ma ce n'è ancora!) è meraviglioso, bellissimi gli esperimenti che fai con il tuo bimbo, ma soprattutto interesantissimi i giri che riesci a fare con lui (finchè ne avevamo uno ci riuscivamo anche noi), adesso sono 3 e vanno a scuola, è diventato tutto più difficile (anche economicamente) e soprattutto i capricci di 3 sono da esporre all'infinito.... però quanto ci piace girare! Beta

    RispondiElimina
  3. Grazie cara Beta non sai quanto il tuo commento mi faccia piacere!!!
    Ma, hai un blog anche tu? Ho cercato sul tuo profilo ma non sono riuscita a trovarlo.
    capisco che con 3 figli certamente deve essere moooolto più complicato "muoversi" ma sono lieta che l'entusiasmo ci sia perciò non rinunciare!!!
    Spero di risentirti presto, un carissimo saluto alla grande famiglia.

    RispondiElimina
  4. Eniko complimenti per l'ingegno nell'"inventare" l'allume di potassio, il tuo didò è bellissimo.

    Claudia è sempre un piacere sentirti!!

    RispondiElimina
  5. L'ho fatto anche io ma... il giorno dopo era molliccio e appiccicosissimo.
    Come mai???
    L'ho rimesso in padella ma rimane piccico...eppure era venuto bene, bello morbido.
    L'ho tenuto chiuso nel barattolo di vetro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tata purtroppo leggo solo ora e ormai immagino sia tardi. In ogni caso ti rispondo perchè magari può essere utile ad altri. Non so dirti esattamente cosa sia successo. Io faccio il didò ormai da anni ed è sempre venuto benissimo. L'unica volta che, ma solo dopo qualche ora, è diventato molliccio come dici tu, è stato perchè non avevo aggiunto il cremor tartaro...

      Elimina
  6. ciao, ho citato il tuo blog nel mio parlando del didò casalingo..che proverò presto a fare!Spero non ti dispiaccia.
    Il blog è questo http://ilblogdiinfanziaedintorni.blogspot.com/2011/12/dido-casalingo.html
    ciao

    RispondiElimina
  7. Ciao,sono Raffy del blog il giardino incantato di bimbaiaia,grazie mille per la ricetta casalinga del didò,mia figlia adora la pasta da modellare e sicuramente proverò a farlo.
    vado tra i followers e faccio un bel giretto nel tuo blog.
    un sorriso.
    Raffy.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Raffy, poi fammi sapere ma vedrai che poi smetterai di comprarlo!:-)

      Elimina
  8. Ciao, arrivo dal blog di Suster, e volevo dirti che ho fatto il tuo dido' ed e' venuto benissimo: grazie!!

    RispondiElimina
  9. I prodotti di qualità sono sempre al primo posto, quando si parla di scelta giusta. Scegli anche tu tazza cuori lavagna. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2NzkyNjY5NywwMTAwMDAxMix0YXp6YS1jdW9yaS1sYXZhZ25hLTc4MzkuaHRtbCwyMDE2MDgwNCxvaw==

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin