22/04/09

Il ciclo dell'acqua - Water Cycle felt board

La prima volta che ho visto l'oceano avevo 9 anni.
Ricordo come fosse ieri la sensazione dell'acqua sulla pelle, le correnti forti dell'Oceano indiano che ci trascinavano come fossimo piume e le risate con mia madre.
Da allora di oceani ne ho visti tanti e una volta ci ho pure dormito sopra. Cinque notti e Cinque giorni senza toccare terra, dai Caraibi a Gibilterra, svegliandosi con il prufumo del mare attaccato alla pelle e ballando sotto le stelle guardando lontano e vedendo solo lui, il mare, il mare che non finisce.
A settembre ci siamo incontrati ancora ed è stato come la prima volta.
Oceano atlantico a Nazarè
Oceano atlantico a Nazarè
Siamo arrivati a Nazarè nel primo pomeriggio. Aj si era addormentato in macchina e io mio marito ci siamo fermati sul molo. Siamo scesi, in lontananza un peschereccio si muoveva verso il Porto.
Decine centinaia di gabbiani affamati lo seguivano in volo, uno spettacolo unico!! Ho ancora i brividi se ci ripenso. Poi l'ometto si è svegliato e siamo andati sulla spiaggia deserta.

C'era molto vento, ma il vento ci faceva attaccare addosso l'oceano. I miei due uomini si sono messi a ridere e giocare sulla sabbia e mi sono goduta lo spettacolo. Mi sentivo ipnotizzata, la forza delle onde, i colori tutto era perfetto e non ho potuto fare a meno di piangere, piangere per quella bellezza, piangere per la natura potente e meravigliosa, piangere di gioia perchè eravamo lì noi tre davanti all'immensità dell'oceano. E in quel momento mi è sembrato di sentirla davvero la voce.
 La voce del mare, quella voce tanto agognata da Novecento, quella voce che grida "Lo volete capire che la vita è una cosa immensa!"

Sono giorni che ci ripenso,e oggi in occasione dell 'Earth day ho pensato di parlarne.
Del mare, dell'oceano, dell'importanza dell'acqua per la vita. Sempre più spesso nei bagni degli Hotel mi capita di leggere messaggi sul risparmio dell'acqua e ne sono felice.
Cerco sempre di insegnare a mio figlio l'importanza dell'acqua e così oggi approfittando dell'occasione di questa giornata abbiamo letto questo:

(Ho liberamente tradotto il testo inglese dalla splendida storia di Drippy di Joel M. Kimball)


Drippy goccia di pioggia si stava divertendo molto. Era impegnata a fare la sua cosa preferita, galleggiare sull'oceano. Guardando in su, sorrise al suo amico. il Signor Sole che era appena spuntato.
E mentre il tempo passava il Sig. Sole saliva sempre più in alto nel cielo. Drippy iniziò ad avere caldo, molto caldo!!
Improvvisamente, Drippy notò una nuvola che si muoveva nel cielo. Drippy si disse,"Quella nuvola di sicuro sta bene ed è così caldo qui. Vorrei poter volare nel cielo fino a lei e rinfrescarmi un po."
E non appena pensate queste parole iniziò a volare!! Su, su, su nel cielo fino alla sua nuvola. Drippy stava evaporando!
Collage di Picnik11111

Drippy atterrò sulla nuvola dove trovò un'altra goccia di pioggia. Questa aveva con sè un binocolo. "Ehilà" disse l'altra goccia di pioggia.
"E così sei venuto quassù per fare una bella crociera eh?" disse l'altra goccia di pioggia.
"Giovanotto chiamami Capitan Salato, e tu come ti chiami ?""Io sono Drippy e sono venuto quassù per rinfrescarmi" rispose Drippy.
"Ordunque, da dove vieni giovanotto?" Chiese il Capitan Salato. Drippy si sporse dalla nuvola e indico l'acqua laggiù."Io stavo galleggiando là sull'oceano" disse.

Collage di Picnik22222

"Dove è diretta questa nuvola?" chiese Drippy. "Stiamo navigando verso laggiù" disse il Capitan Salino indicando le montagne in lontananza. "Sembra che ci sarà presto una tempesta!!"
"Se le cose si mettono male stai pronto ad abbandonare la nave"disse il Capitano."Si sissignore" rispose Drippy,"D'altro canto sarebbe divertente dare una occhiata alle montagne laggiù".
Il capitano aveva appena fatto in tempo ad avvertire Drippy le cose si fecero difficili davvero lassù! La nuvola inizio a rimbalzare in qua e là e Drippy fu pronto per saltare.
Mentre scendeva urlò un arrivederci al Capitano.
Saltando giù dalla nuvola Drippy cadde con la pioggia giù verso il terreno."Arrivederci giovanotto e Buon viaggio"urlò di rimando il Capitan Salato.
Drippy guardò giù mentre cadeva e vide un fiumiciattolo che dalla foresta serpeggiava tra le montagne."Quello si che è un bel posto dove atterrare"pensò.
Collage di Picnik33333333333

Ma Drippy mancò il fiume e atterrò su un albero. Saltellando di ramo in ramo scendeva sempre più in basso. "Uhuh!!" urlò drippy.
Scivolando su una roccia, Drippy dolcemente cadde nel ruscello che aveva visto dall'alto.
"Urrà!" disse "Questa sarà una bella corsa!!"
La pioggia cessò."AAh!" disse Drippy galleggiando tranquillamente, respirando la fresca aria di montagna e l'odore degli alberi.
"Questa si che è vita!!" sospirò
Drippy trovò una foglia che galleggiava verso di lui e ci si arrampicò.
Poi il ruscello comiciò a muoversi velocemente e divenne più largo. Era diventato un fiume.
Che meraviglia! pensò Drippy
Collage di Picnik44444444444444
Potete leggere in inglese la bellissima storia di Joel M. Kimball(ed acquistarla)
Dopo aver letto la storia ho pensato di ricreare il racconto con la mitica felt board da viaggio che non cessa mai di essere strumento utilissimo per raccontare e imparare divertendosi.
Ho ritagliato in dieci minuti le sagome con il solito pannolenci avanzato e ho disegnato qualche particola con il 3d liner .
Collage di Picnik252352
Mentre io raccontavo la storia di Drippy Aj metteva i pezzi sulla lavagna (e viceversa), sopperendo ai personaggi mancanti con la fantasia di un bambino.
Naturalmente l'abbiamo raccontata più e più volte in tante versioni diverse e con l'aiuto di Aj che si è divertito tantissimo.

E così senza accorgersene mio figlio ha imparato il ciclo dell'acqua...

Buon Earth day a tutti!
Nota:
Le foto dell'oceano le ho scattate in Settembre a Nazarè in Portogallo.
Nazarè è una cartolina del Portogallo un luogo senza tempo dove le donne puliscono il pesce e lo mettono a seccare su maglie metalliche sistemate tra spaventa gabbiani di pezza e le donne vestono ancora con pizzi multicolori che spuntano dalle ampie sottane scure.


13 commenti:

  1. Fantastica, questa felt board... davvero fantastica.

    RispondiElimina
  2. Grazie grazie sono contenta che ti piaccia!!!

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. ho letto la storia della goccia d'acqua a first-child adesso vado a conprare il pannolenci blu e proveremo a fare una felt board grazie :-D

    RispondiElimina
  5. @supermamma:ne sono felice, vedrai, è facilissimo! Mi raccomando se la metti sul blog linkamelo eh? ;)
    un saluto

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  10. Pdr For Medications
    http://www.babyplaceofcleveland.com/ - lexapro medication
    Since anxiety and depression are two health conditions that are chronic in nature, they have to be controlled only by a continuous medication.
    [url=http://www.babyplaceofcleveland.com/]buy lexapro[/url]
    Consultation with a physician is absolutely necessary in such cases.
    lexapro anxiety

    RispondiElimina
  11. I found lots of valuable information in this forum

    Greetings to all


    [url=http://najgraj.pl]Gry[/url]

    RispondiElimina
  12. hot teens hardcore
    sheamle hardcore
    teen hardcore orgies

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin