17/06/10

Mancala, un gioco africano.

una partitaDSC_0286
Il gioco è uno strumento universale che aiuta a conoscere meglio se stessi e gli altri.
Il gioco è passatempo, svago e allo stesso tempo un veicolo che permette, quasi senza accorgersene, di appropriarsi di abilità utili nello sviluppo di ciascun individuo. Dal bambino all' adulto.

Conoscere giochi di paesi e tradizioni diverse permette di avvicinarsi in modo divertente ad altre culture e scoprirne, come per la musica, affinità e differenze, usi, costumi e talvolta persino i valori della civiltà di un popolo.
Non a caso nei paesi industrializzati sono diffusi giochi maggiormente competitivi. Al contrario nelle società di carattere tribale dove il principio fondamentale è quello della convivenza basata sulla condivisione di tutti i beni, sono più comuni i giochi cooperativi.
Il Mancala è un antichissimo gioco africano.
Secondo una leggenda diffusa tra i guerrieri Masai,  viene attribuito all'inventiva del mitico Sindillo, figlio del primo uomo comparso sulla terra, Maitoumbe. Il nome deriva dall'arabo naqala e significa, muovere.
Durante le ore calde del giorno, gli uomini venivano a sedersi in compagnia, sotto gli alberi ombrosi, a godere l'aria fresca e a scambiare parola, avendo un solo tipo di gioco per divertirsi: si tratta di un pezzo di legno in cui sono scavati grossi buchi, che viene messo in mezzo tra due uomini, con un certo numero di pietre, una trentina, e dopo una conta le spostano da un buco all'altro, finché uno dei due le possiede tutte, ed alcuni sono portentosamente abili". Richard Jobsen

In una delle versioni più diffuse il mancala è un tavoliere che ha due file parallele di sei buche, una fila per ciascun giocatore. . In ogni buca vengono messe quattro pedine,  i semi. Ai lati due recipienti, i mancala, contengono i semi guadagnati. Possono essere fagioli, semi, bacche o chicchi, sassi oppure come abbiamo fatto noi, conchiglie.
 Il "bottino" del nostro ultimo viaggio.
conchiglieDSC_0257
In commercio esistono meravigliosi mancala di legno ma un cartone da dodici uova può rivelarsi davvero perfetto (il nostro come potete vedere dalla foto è a dieci).

preparando il mancalaDSC_0270 

preparando il mancalaDSC_0275 Il tavoliere rappresenta il cielo e la terra e in alcune culture il movimento delle pedine simula gli atti della semina e del raccolto.
homemade mancalaDSC_0305
mancalaDSC_0293
In alcune regioni africane l'importanza del gioco è tale che l'esito di una partita viene a volte usato per decidere della nomina di un nuovo re o per sancire tra due capi tribù avversari l'esito di un conflitto. Presso alcune popolazioni il dono della prima tavola di Mancala segna il passaggio di un ragazzo all'età adulta.
Il gioco è talvolta considerato magico, riservato a re, capi e stregoni.

E' un gioco assolutamente interessante dal punto di vista antropologico ma quello che mi ha  maggiormente  colpita è il fatto che sia per natura un gioco di pace e non uno strumento di sopraffazione dell'avversario.
Anche se alla fine c'è un vincitore il senso del gioco è quello di divertirsi, di stare insieme e non necessariamente di vincere.

Regole:
A turno ciascun giocatore prende tutte le pedine contenute in una delle sei buche della sua fila e, procedendo in senso antiorario, le “semina” nelle buche che si trovano in successione dopo quella dalla quale le ha prelevate, una per buca compreso naturalmente il proprio mancala.

 Se, durante il gioco, uno dei due giocatori arriva con l'ultima sua pedina in una buca vuota oppure contenente più di due biglie non ne prende alcuna. Se invece la buca contiene 1 o 2 pedine, esclusa quella da lui deposta, ha diritto a prendere tutte le pedine della buca, compresa la sua.
Il gioco termina quando uno dei due giocatori non ha più pedine sufficienti per potersi muovere. In questo caso l'avversario cattura le pedine rimaste e vince il giocatore che ha catturato più pedine. Tuttavia, per evitare che una situazione del genere si presenti troppo presto nel gioco, è proibito vuotare completamente la fila dell’avversario, impedendogli così di fare una contromossa, a meno che tutte le mosse possibili non blocchino, in ogni caso, l'avversario. Il giocatore che non rispetta quest'ultima regola viene punito: il suo avversario cattura tutte le pedine rimaste in gioco.
Qui trovate disegni e regole più chiare.

Per quanto risulti apparentemente complicato una volta che iniziate a giocare vi renderete conto che è molto semplice. Ho spiegato a grandi linee il gioco a Aj che dopo solo due partite mi ha stupita ricordandomi una regola che avevo dimenticato.
Pur impegnandomi ha vinto entrambe le volte.
una partitaDSC_0291
homemade mancalaDSC_0319
Non ero sicura e invece è stato un vero successo.
Da provare con i bambini e con i grandi.

E per rimanere in questo affascinante paese dopo il Mancala si legge Mandela, le sue storie più care, storie antiche quanto l'Africa, raccontate attorno ai falò della sera da tempo immemorabile...
Le mie fiabe africane, Nelson Mandela













Per l'interessante bibliografia e la fonte delle regole :
Mancala
********
Per tutti coloro che mi hanno scritto per chiedermi dell’Agriturismo del Flower Monday scriverò presto un post. Per le altre richieste perdonate il ritardo e abbiate pazienza. Se è passata più di una settimana vi prego rimandate la mail che me la sono persa. Le vostre mail mi fanno davvero piacere ma ho difficoltà a rispondere a tutti velocemente.
 

20 commenti:

  1. hahahah Aj ha vinto 2 volte!! non avevo dubbi ..i bimbi ci stupiscono sempre!
    Bellissimo il gioco, anche se ci ho capito ben poco (vado a leggere il link che hai messo)
    Cmq, complimenti, ne sai sempre una più del diavolo! e questo mi fa capire che viaggiare non è solo per il gusto di non stare a casa ma sopratutto quello di conoscere, imparare e rispettare le culture degli altri.
    TVB

    RispondiElimina
  2. Carino il giochino, dove le scovi tutte queste cose interessanti io mi scrivo tutto e poi ripropongo a Andrea, vedessi come crescono i nostri fagioli magici
    Un abbraccio simo

    RispondiElimina
  3. Veramente interessante! Grazie per queste perle pressoché sconosciute!

    (secondo me dovresti scrivere un libro-raccolta con tutti i suggerimenti che proponi)

    RispondiElimina
  4. L'ideale per questi giorni di pioggia! Leti è ancora piccola, ma io tengo tutto a mente... e nel frattempo mi esercito ;-)!Grazie!

    RispondiElimina
  5. MOlto interessante questo gioco! Per noi è ancora presto,ma lo tengo segnato!!Grazie!

    RispondiElimina
  6. ora sono distrutta, troooppo stanca per capire le regole, ma mi sembra molto interessante.
    Ha ragione littleangel: tu sei una viaggiatrice con la V maiuscola!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Si, conosco il gioco, l'ho visto fare spesso anche sulla sabbia in Kenya. Ma dove trovi l'ispirazione per tutti questi spunti?

    RispondiElimina
  8. sai che mi ha emozionato questo post? sembrava davvero di essere seduti accanto a loro a giocare al "gioco della vita", tra campi e semine.. Grazie, tra l'altro può essere molto pratico come gioco da "trasferta" Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  9. Ma pensa, noi ne abbiamo comprata anni fa una versione Zanzibarina, in legno, perché sul posto ci avevano insegnato a giocarci e ne eravamo rimasti completamente ammaliati. Lì però lo chiamano Bao. Magari ne faccio un post con rimando al tuo, perché è davvero un gioco bellissimo, tanto semplice eppure magico, come dici tu, e come dice la tradizione. Il nostro fa bella e preziosa mostra di sé in salotto, ma la tua versione è perfetta per i più piccoli e da portarsi in vacanza!!

    RispondiElimina
  10. @littleangel:Si in apparenza sembra complicato ma ti assicuro che l'importante è inziarci a giogare. una vola capito che si può scegliere il mucchietto che si vuole e si comincia a distribuere ogni "seme" nei fori successivi il resto viene da sè. Credo che sia importante vivere le cose, soprattutto quelle che ci interessano a 360°. E la bella Biancaneve come sta? Chissà come sarà cresciuta. C'è qualche foto su facebook? Sei sempre un tesoro!
    @Simona:Guarda in questo caso si tartta di una reminiscenza di un viaggio sul Nilo. sulla neve c'e n'era una bella versione in legno e ho visto diverse persone giocarci. Poi si legge tanto e ovviamente internet è una miniera d'oro!Penso che comunque l'importante è essere curiosi!;)Sono contenta che vi sia piaciuto l'esperimento! e Andrea se ne prende cura? Bacio
    @Morgaine:Ti ringrazio cara, chissà... ;)

    RispondiElimina
  11. @Piccolalory:;) Mannaggia alla pioggia. Ho appena guardato le previsioni e ho visto che pare sarà così più o meno in tutta Italia nel weekend. Io avevo un'ottimo programma, vediamo...
    @EleVi: Intano allora via alle partite tra adulti! ;)Bacione
    @Mammasorriso: grazie ma sei troppo buona!
    @debbie: Innanzitutto benvenuta e grazie per la disponibilità che hai dato sul post Paura di Volare. ma adesso sei in maternità o hai proprio abbondanato la professione. Sai da bambina sognavo di fare la hostess! Quando studiavo a New York poi spesso c'era un gruppetto di assistenti che venivono con il pilota al pub dove andavo sempre. Chisà magari ci siamo incrociate... ;)
    Comunque bravissima, in effetti il Mancala fatto con buche nella sabbia è diffusissimo, avevo dimenticato di dirlo! un abbraccio e a presto!
    P.S Quella del certificato di battesimo dell'aria è un mio piccolo cruccio. Nei primi tre voli di Aj, tutti di linea, lo ho chiesto ma non è stato possibile averlo!):

    RispondiElimina
  12. @MammaC: Ma Grazie sono davvero contenta!
    @Antonella: Fantastico Anto! Ma certo,fai il post e magari metti anche la foto del vostro Bao. Per quanto riguarda il nome hai ragione, Mancala è in effetti il nome della famiglia di giochi e quello che si usa in generale. Ogni regione però ha un nome e talvolta regole un po' diverse anche se essenzialmente sono le stesse.In Italia ad esempio c'è n'è uno in vendita alla città del sole col nome di Kalaha.

    RispondiElimina
  13. Siii tutte le mattine lo guarda, guarda se è cresciuto, se ha messo le foglioline, e poi è contento perchè il suo fagiolo rispetto a quello mio e del babbo è il più alto di tutti
    Tutto bene al compleanno di ieri?

    RispondiElimina
  14. grazie! userò questo gioco con i bimbi al campo scout di luglio!!! un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Che bello! Ci stai proprio deliziando di un sacco di giochi davvero interessanti. Mi piace molto :-)

    RispondiElimina
  16. ciao Mammagiramondo
    che bello questo gioco!!! il contenitore delle uova è già pronto e la prossima settimana al mare raccoglieremo le conchiglie e poi via con il gioco!!!
    grazie per l'idea
    buon fine settimana e speriamo non piovoso!!! Patrizia

    RispondiElimina
  17. Ecco ecco, cara Mammagiramondo, ho pubblicato il mio Bao con riferimento al tuo blog... Buonissima settimana a te!

    RispondiElimina
  18. @Biancifiore: campo scout? fantstico! Poi fammi sapere se ha avuto successo!
    @Pollon: Grazie cara, la verità è che ho un debole per i giochi di società!;)
    @Patrizia: Ma bene! In effetti si possono usare un sacco di cose ma devo ammettere che le conchiglie hanno aiutato a rendere ancora più affascinante il gioco ;)
    @Antonella: E' meraviglioso!

    RispondiElimina
  19. Ciao Mammagiramondo. Hai realizzato un bellissimo articolo sul Mancala. Siccome l'hai spiegato molto bene quello che manca adesso è il gioco. Dato che ci sei perché non lo aggiunti nel tuo post?
    Il gioco vero e proprio lo trovi in questo link, c'è anche il codice così puoi inserirlo in questo articolo:
    http://www.giocare-online-gratis.it/mancala-il-gioco/

    Avrei voluto scriverti in privato ma non ho trovato un modulo di contatto ciao :)

    RispondiElimina
  20. PgoPlayvende e affittagiochigonfiabili per piscine, ristoranti, giochi in legno, playgrounall'aperto e da interni.

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin