13/08/10

Hotel Grones. Quattro stelle sopra il cielo di Ortisei

 alpe di siusiDSC_0388  
Eccole sfolgoranti.
Si levano verso il cielo come ardite guglie. Migliaia di forme diverse e  colori che cambiano tonalità con l’umore dell’aria.
Ma sono pietre o sono nuvole?
E quei prati che sembrano finti, che scivolano verso valle incontro all'azzurro dei laghi o al bianco candido delle pecore. Se non verso le case color pastello, giù, a Ortisei.
Da milleduecento a duemila. Sono i metri che si salgono con l’ovovia rossa di Mont Seuc, pochi minuti per entrare in un paesaggio da sogno, dove il Sassolungo, il Catinaccio, lo Sciliar fanno da sfondo a tutta l’alpe di Siusi.
E poi i Salvans, le Salingen, nanetti, elfi e fanciulle tramutate in fiori da Re Laurino.
Ogni passo una scoperta e tra un fiore e una leggenda la strada  per il rifugio diventa più corta .
fioriDSC_0495
  Tanti sono i sentieri che si dipanano tra le montagne, una giornata di cammino o pochi minuti, a piedi o con il passeggino per i più piccini.
rotlando nei pratiDSC_0409
E’ il bello di questa terra dove tutto diventa a misura di bambino. Gli inconsueti e curatissimi parchi giochi che non mancano mai, gli enormi alberi di Natale e quel paesaggio che incanta tutti, con le sue fiabe, le sue leggende. Persino scendere e salire con l’ovovia diventa un momento eletrizzante.
E con le vette, sale anche l’emozione.
montagneDSC_0470
La giornata vola tra infinite passeggiate, mazzi di fiori, il pranzo al rifugio, sorrisi e momenti di relax, su quelle sdraio che paiono portate dal mare, sussurrando segreti incontro alla montagna.
   rifugioDSC_0459 
alpe di siusiDSC_0437
Si scende rigenerati, nel corpo e nell’anima.
uccellino al caffè in Piazza a ortiseiDSC_0539
torta e gelato a OrtiseiDSC_0545
Una fetta di torta nel cuore di Ortisei, dividendo lo spazio con i turisti, stranieri, italiani in vacanza con i bambini. Tanti bambini.
pantofoline a OrtiseiDSC_0328
negozio giocattoli di legnoDSC_0072
Che ridono delle statue buffe e si riempiono gli occhi di quei giocattoli straordinari realizzati ancora a mano e che hanno l’odore buono del legno ma anche della pazienza e dell’amore.
legnoDSC_0087

negozio giocattoli di legnoDSC_0066

statue a OrtiseiDSC_0036
Le strade brulicano di emozioni. C’è vita tra i colori delle case decorate da fregi e dipinti e lechiesette che paiono finte.
ChiesaDSC_0089
OrtiseiDSC_0062
Bastano pochi minuti a piedi per raggiungere il nostro Hotel, la comoda scala mobile e due passi sulla meravigliosa  passeggiata Luis Trenker che segue il vecchio affascinante tracciato della ferrovia. C’è anche una locomotiva di legno per ricordarlo, sosta inevitabile per tutti quelli che passano accompagnati da piccoli viaggiatori.
L’Hotel Grones è qui da due generazioni. Ti accoglie con i vestiti tradizionali, il sorriso, e quell’ospitalità che fa sentire a casa.
In camera ancora una volta il profumo del legno, la grande vetrata con la vista sui tetti che spiccano tra quel mare verde, punteggiato da alberi  come scogli e i monti che  incantano lo sguardo.
La nostra cameraDSC_0007
Panorama dalla cameraDSC_0001
monteDSC_0092
Hanno pensato a tutto. Le sedie e il tavolino sul balcone, il frigo pieno e il sidro di mele quello analcolico, che Aj adora. Da bere comodamente sul divano.
Mentre si gioca una partita a Schwarzer Peter approfittando di una distrazione, complice il paesaggio da sogno, per liberarsi della pecora nera.

scwarzer PeterDSC_0227
Accanto allo specchio, appoggiato sul mobile di legno chiaro c’è persino l’occorrente per la piscina, elegantemente poggiato dentro ad un cesto.
cesto per la piscinaDSC_0018
Sul letto, gli accappatoi.
E’ un invito irresistibile a scendere per gettarsi nell’acqua calda, ora che l’aria frizzante della sera è calata sulla valle. Un tuffo, una nuotata insieme nell’idromassaggio a ridere, noi tornati bambini, come lui, tra  schizzi ei costumi che si gonfiano.
piscinaDSC_0308
idromassaggioDSC_0283
Un aperitivo al bar della Hall mentre Aj gioca nell’angolo dedicato ai piccoli, tra cubi di legno, puzzle e libri.

Durante la cena assolutamente meravigliosa il cielo cambia colore e Sassolungo si tinge di mille sfumature. E’ solo un attimo mentre la reflex rimane abbandonata in un angolo, tutto si illumina di rosso e si rimane attoniti con il naso incollato al vetro.
Poi cala la sera, tra un bicchiere di vino e nuovi formidabili sapori.
cenaDSC_0118
mezzelune di patateDSC_0157

entrecoteDSC_0166
crespelle ripiena di schiuma al coccoDSC_0172
Mentre giù in basso le strade si svuotano, si accendono le luci delle case e anche le montagne, vanno a dormire…

Informazioni Pratiche:
Ortisei- Val Gardena:
Come arrivare:
Il sistema viario della Val Gardena è direttamente collegato con l’autostrada del Brennero (A22).
Da Sud si passa per Verona – Trento – Bolzano e si arriva a Chiusa; e da Nord si percorre il tragitto Innsbruck – Brennero – Chiusa. Qui è indicata l’uscita "Chiusa – Val Gardena". Seguendo la segnaletica stradale, in una ventina di minuti si raggiunge Ortisei, più avanti trovate S. Cristina e poi Selva Gardena.
Maggiori informazioni qui


La Val Gardena è stata una meravigliosa scoperta. Ortisei è splendido, tutto colorato, con una bella zona pedonale ricca di negozietti e gallerie d'arte. C'è sempre una festa o un evento, lì o nei paesi vicini.
 
Lassù sui monti:
Da Ortisei c'è l'imbarazzo della scelta. Noi abbiamo preso l'ovovia per l'Alpe di Siusi, una vera meraviglia. Dal centro c'è il comodissimo ponte da attreversare e sarete già all'impianto. Appena arrivati c'è un Ristorante e un bellissimo parco giochi. Il paesaggio fa rimanere senza fiato. Un comodo cartello indica i vari sentieri disponibili con i tempi di percorrenza. Si possono fare passeggiate incredibili. Molte delle strade sono adatte al passeggino, chiedete informazioni al centro o al vostro Hotel.
Da Ortisei si può raggiungere a piedi anche Val d'Anna . Maggiori informazioni sul sito.
Oppure si può salire con la funivia sulla Seseda, sempre assolutamente senza prendere l'auto.

Parchi giochi:
parco giochiDSC_0366
Passeggiata Luis Trenker
via Promenade
via Grohmann
via Mureda
via Nevel
Passeggiata Val d'Anna
via Scurcià

Dove dormire:
Sono davvero contenta di inserire questo magnifico albergo negli hotel di Mammagiramondo.
E' il posto assolutamente perfetto per passare un fantastico weekend o una bellissima vacanza.
La famiglia Grones è gentile, ospitale, attenta ad ogni particolare. Ci hanno fatto sentire coccolati, così come le cameriere, di una disponibilità e gentilezza meravigliose.
La camera è grandissima e dotata di tutti i confort ma più di tutto è meravigliosa la vista.
Consiglio vivamente la mezza pensione che prevede un menu diverso ogni sera.
Il cibo è assolutamente squisito.
Per chi viaggia con i bambini:
Nela hall c'è un piccolo angolo dedicato a loro, al ristorante potete chiedere quello che volete e la piscina riscaldata, magari dopo una giornata in giro per i monti,è un vero toccasana. Vedrete come dormiranno la notte!
Sotto l'Hotel c'è il Parcheggio, lasciate l'auto e riprendetela solo alla fine della vacanza. Qui è possibile. Il centro è a cinque minuti a piedi così come le cabinovie per salire e le passeggiate panoramiche.
Assolutamente consigliatissimo.

Da leggere:
Fiabe e leggende delle Dolomiti, straordinario.


13 commenti:

  1. Che spettacolo!
    Adoro l'Alto Adige e questo tuo post me l'ha fatto risognare.
    Ciao.

    RispondiElimina
  2. Un posto a misura di bambino, c'èdi tutto e di certo non si annoiano, posto davvero incnatevole!
    Vivere tra le montagne, in un atmosfera così incantevole, il tempo pare fermarsi, si acquista forse una percezione di una vita migliore, una vita di qualità... grazie per farmi sognare!
    Ti auguro buon ferragosto!

    RispondiElimina
  3. Che posti stupendi!
    Hai provato il Gardena ronda Express... sono un'eterna bambina?! Ciao Elisa

    RispondiElimina
  4. MERAVIGLIA!! Un posto davvero stupendo. Io vivo al mare e non credo potrei vivere altrove, con il rumore delle corde che nelle notti di vento battono contro gli alberi delle barche. Ma la montagna è davvero affascinante. Ci sono stata poche volte, sempre in estate, in Val di Fassa e sono sempre rimasta a bocca aperta davanti a paesaggi come quelli delle tue fotografie. Immensi prati versi, le rocce che svettano verso il cielo e tutto quel legno nelle camere d'albergo, nelle facciate, nei giocattoli. Le baite e le funivie. Che voglia di salire di alta quota!!!

    RispondiElimina
  5. Adoro questi posti ... anche se Ortisei ancora manca nel nostro carnet... intanto, speriamo di tornare in Val di Fassa se il tempo di fine agosto lo permetterà! Re Laurino aspettaci....

    RispondiElimina
  6. Mammagiramondo adoro la tua prosa poetica! M. Mazzantini una volta ha detto: "l'occhio dello scrittore ha le diottrie scatenate" (qc del genere..ndr..)Mi pare che ti descriva pienamente! un abbraccio

    RispondiElimina
  7. scusa per l'anonimo, sono nuova come blogger ed un pò impacciata...accetto consigli, aiuto ed amicizie! debbie

    RispondiElimina
  8. Che spettacolo! Non sono mai stata in Val Gardena ma abbiamo le ferie e settembre, quasi quasi ci facciamo un pensierino. L'hotel sembra bellissimo e se lo consigli tu :)
    Grazie per tutti gli stimoli, idee e consigli preziosi che ci dai.

    RispondiElimina
  9. Mannaggia!!!Noi siamo a Canazei in Val di Fassa, fino al 21.Siamo stati l'11 il 12 e il 13 da dei miei amici ad Ortisei.Averlo saputo....Dove hai trovato Schwarzer Peter, io l'ho regalato ad una mia amica e adesso che lo cerco per giocarci con il mio pupo non lo trovo.
    Baci Uffa

    RispondiElimina
  10. che meraviglissima!! me lo segno sicuramente, la tua descrizione e le foto sono meravigliose!! per me vacanza = mare, ma ho tanta tanta tanta voglia di montagna!! un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. gra bel reportage su ortisei, complimenti, peccato non ci siamo visto, sono anche io in vacanza a ortisei, ciao

    RispondiElimina
  12. @Alchemilla:Si, è un luogo da sogno! Ciao!
    @Amalia:Oh no, davvero annoiarsi è impossibile! Spero tu abbia passato un bellissimo ferragosto cara!
    @Donnette fever: :-) No la funicolare sotterranea parte dalla Seseda mentre noi abbiamo optato per l'Alpe di Siusi. però c'è sempre una prossima volta ;-)
    @Pollon: deve essere che il mare vi ci incolla addosso e non vi lascia più. L'ho sentito spesso dire da chi vive al mare, è una cosa straordinaria!
    Anche io non ho scoperto da molto la montagna d'estate, per me prima significava vetta bianche e discese pazze in snowblade. Adesso la sto scopredno straordinaria! Bacio

    RispondiElimina
  13. @Beta: Lo spedo di cuore! adoro quelle leggende.
    P.s noi saremo sul renon la prossima settimana ;-)
    @Debbie:Grazie, grazie, grazie! Sono davvero lusingata! Benvenuta nella blogosfera allora! di certo le amicizie qui non mancano!Più tardi ti scrivo ;-)
    @Sara: Grazie per la fiducia! Sarà una vacanza magnifica. Poi mi raccomando, voglio sapere tutto.
    @Barbara: Ma dai! Che peccato!
    Schwarzer Peter lo abbiamo trovato in un negozio di souvenir nel centro di ortisei, strano che da quelle parti tu non riesca a trovarlo. Comunque al limite aspetta domani... c'è una sorpresa in arrivo!;-)
    @Balubina: magari potresti fare una settimana al mare e una in montagna!;-)
    @carmine: Ma dai Carmine, che peccato! Goditi quei meravigliosi monti e se non l'hai già fatto fai i sentieri sull'Alpe! un carissimo saluto.

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin