02/09/10

Tradizioni dal mondo: Schultüte

DSC_0837
Un altro viaggio incontro a quei rottami dell'antiquità.
Usanze, memorie, miti,  che ci aiutano a comprendere meglio le nostre radici ma che  inducono anche a riflettere su ciò che è lontano e diverso.
Accogliere e personalizzare le tradizioni di paesi diversi dal nostro è uno dei tanti modi per presentare ai nostri bambini  culture differenti e sentirsi  ancora, qualche metro più vicini...

Il primo Schultüte di cui si ha memoria risale al 1810 nella città di Jena, in Germania.
Da allora questo rituale legato al primo giorno di scuola si è diffuso rapidamente nelle grandi città tedesche così come nei piccoli villaggi di campagna.
Inizialmente questi  coni di carta decorati con il nome del bambino e ripieni di cioccolato e caramelle venivano portati dai gentori a scuola e appesi in quello che era lo Schultüten-Baum, un grande albero di metallo.
Ai bambini piccoli veniva raccontata una affascinante storia...

 A scuola cresce un grande albero con frutti a forma di cono. Quando questi sono abbastanza grandi e maturi significa che il bambino è pronto per cominciare. Il primo giorno di scuola ciascun piccolo studente deve cercare il proprio frutto e staccarlo dall'albero facendo attenzione a non romperlo.
Oggi gli Schultüten vengono consegnati ai bambini direttamente dai genitori e contengono caramelle piuttosto che piccoli giochi ,oltre naturalmente a pastelli, matite e quant'altro necessario per cominciare il primo anno scolastico. Obbligatoria la foto con il cono in mano.
Oggi comincerete a studiare nella nostra scuola per draghi. Per voi questo è un giorno molto importante!Ora farò l'appello e quando vi chiamerò dovrete avvicinarvi. E non dimenticate il vostro cono! Nocedicocco va a scuola di Ingo Siegner
Gli Schultüten si trovano in vendita in ogni negozio in Germania ma ancora in molte famiglie è tradizione prepararli in casa.
Sebbene Aj debba aspettare ancora un anno prima di cominciare la  scuola non abbiamo potuto aspettare per preparare i nostri coni.
DSC_0850
Come costruire uno Schultüte:
Prendete un cartoncino e arrotolatelo a forma di cono. Potete tagliarlo a forma di quarto di cerchio o usarlo così com'è. Rettangolare o quadrato.
schultuete102D5000
Attaccate della carta velina colorata sulla parte superiore,all'interno del cono utilizzando una spillatrice o del nastro adesivo.
schultueteDSC_0802
Decorate il cono, potete farlo prima o dopo aver arrotolato il cartoncino.
schultueteDSC_0797
Riempite e chiudete con un nastro.
DSC_0860
schultueteDSC_0821
Le possibilità e le decorazioni sono naturalmente infinite.
Trovo inoltre che questi simpatici coni siano assolutamente versatili.
I draghetti non se lo fanno dire due volte: nel cono ognuno trova una noce di cocco fresca, un cartellino con il nome, una cartella, una cartina, matite, una gomma per cancellare e un temperamatite, una boreraccia , due quaderni, un costume da bagno e due braccioli gonfiabili, insomma, tutto quello che serve a un draghetto per andare a a scuola! Nocedicocco va a scuola, Ingo Siegner
Si possono riempire di caramelle per la festa di Halloween , di piccoli regalini per gli ospiti alla festa di compleanno ma soprattutto, possono trasformarsi in meravigliosi coni da viaggio.
schultuete da viaggioDSC_0868
schultuete da viaggioDSC_0861
Da tirare magicamente fuori al Ristorante, in treno o all'aeroporto e stupire i vostri bambini con questi pezzetti di Germania. Per scoprire nei dettagli cosa contiene il mio travel cone però, dovete aspettare le prossime settimane...
L'idea in più:
Ve lo immaginate un bel cono di stoffa, o magari di feltro?
Fonti:
Die Schultüte
Da leggere:
Nocedicocco va a scuola Avete visto la copertina?

13 commenti:

  1. Bello questa idea la conservo per il prossimo settenbre quando ci sarà il primo giorno di scuola.

    RispondiElimina
  2. Ma sai che una volta mia sorella, che sta a Monaco di Baviera, mi aveva raccontato di questa usanza?
    Adesso con questo post, me l'hai fatto ricordare, capita proprio bene, Francesco quest'anno comincerà la prima elementare!
    Grazie anche per il libro, Noce di Cocco, tempo fa ci è piaciuto tantissimo, prenderemo quest'altro libro, così in tema con la scuola,
    baci,
    Amalia

    RispondiElimina
  3. Che bella la versione della Schultüte da viaggio! :)

    RispondiElimina
  4. Anch'io ne sto costruendo uno per Ale che inizierà la primaria!
    L'ho trovata una bellissima iniziativa per rendere meno pesante il primo giorno di scuola!
    bellissimo post! ciao

    RispondiElimina
  5. ciao cara pensa che ho vissuto in germania per un anno e mezzo e non conoscevo questa bella tradizione, ne prpererò uno bello colorato per il mio adorato nipote, per il mio dany devo ancora aspettare un bel pò di anni.....:-))

    RispondiElimina
  6. ops è venuto fuori anonimo , in realtà il post precedente è mio: Annalxmay! sorry

    RispondiElimina
  7. Che bella idea? da preparare assolutamente!!! Ciao

    RispondiElimina
  8. Grazie per la newsletters, ti propongo anch'io un gioco da fare con gli origami:
    http://www.momsminivan.com/article-cootie-catcher.html
    te lo ricordi? Almeno io ricordo che lo facevamo a scuola e con le compagne ci divertivamo, ma non ricordo più se c'era un filo logico da seguire.

    RispondiElimina
  9. è un gran bella storia per iniziarli a cose nuove

    RispondiElimina
  10. bellissima idea!!! la conservo per l'inizio delle elementari. Io per il momento ho fatto un "calendario dell'avvento" per il count down. Sette buste appese a un nastro in camera, con i numeri dal -7 al -1 e dentro due caramelle, da aprire prima di lavarsi i denti (!) la sera e così rendersi conto di quanto manca all'inizio della scuola!!! è stato un successo!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. @Simona: Chissà se gli ometti saranno insieme...;-)
    @Amalia:Ma sai che mi pare che l'anno scorso me lo suggeristi proprio tu Nocedicocco?;-) Quello della scuola ci è piaciuto tanto. Mi vergogno un po' ma ti confesso che in certi punti avevo i lacrimoni!;-)
    @Sybille:Per non smentirmi mai Aspetto di vedere la vostra versione di quest'anno!
    @Mammasorriso:Mi auguro di vederl asul blog!;-)
    @Annalxmay: Ma a quante cose non si fa caso e si scoprono e si riscoprono lungo iln cammino!;-)
    @Nadia: la trovo una tradizione bellissima!

    RispondiElimina
  12. @Amalia:E come non me lo ricordo? Noi dicevamo un numero poi si sceglieva una figura. C'era: sei bella, sei una strega, sei una principessa... Ah le bambine!
    L'ho fatto anche a Aj ma non è che gli sia piaciuto più di tanto. secondo me il bello stava nel prepararlo da soli, di nascosto in classe e giocarci con gli amici!;-)
    @Carmine: Si una gran bella storia. Un saluto
    @Angela: bella idea! nella nostra scuola l'asilo comincia già domani.

    RispondiElimina
  13. Ottima ideaa!!!Di certo i miei fratellini si divertiranno un mondo!

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin