05/08/11

Miniguida della Danimarca: Odense delle favole, seconda parte

L'albero dei desideri al Fyrtojet di Odense
A Odense le favole non finiscono mai. 
Ce n'è sempre almeno una nascosta in qualche angolo della città
E succede un po' come in quel divertente pop up di Lauren Child, Danny apre gli occhi e si accorge di essere caduto nel suo libro di fiabe preferito.
Accade proprio così.
Cammini per il Parco e d'improvviso ti ritrovi tra le pagine del brutto anatroccolo, passeggi per strada e incontri quel cane con gli occhi grandi come le macine di un mulino.
Piangi con la piccola fiammiferaia e ridi dell'imperatore nudo davanti alla straordinaria parata Andersen.

Ma non è finita qui.
Affinché il vostro viaggio si trasformi in un vera favola c'è un altro luogo dove i sogni divengono realtà.

Fyrtojet

Il Fyrtojet vi permette di vivere la magia di una favola come fosse vera. 
Una sorta di straordinario set  che ogni due anni allestisce la scenografia di una delle favole di Andersen. E quest'anno, neanche a farlo apposta, c'è la Sirenetta.
Il re del Mare;-)

Bastano pochi passi attraverso il corridoio dietro alla biglietteria per rimanere a bocca aperta.
In uno sfondo di luci e musiche e suoni c'è l'enorme galeone della favola. Poco più in là perfettamente inserito tra alghe e scheletri di balena il magnifico castello del re del mare.


 Le mura sono di corallo e le alte finestre a arco sono fatte con ambra chiarissima, il tetto è formato da conchiglie che si aprono e si chiudono secondo il movimento dell'acqua; sono proprio belle, perché contengono perle meravigliose; una sola di quelle basterebbe alla corona di una regina. da La Sirenetta di H.C. Andersen
E non si tratta di mere costruzioni messe lì solo per essere ammirate dall'esterno, sapete, come quelle facciate fatte di muri dipinti e capaci di ingannare chiunque fino a che non si spalanca una porta e dietro non c'è niente.
No.
Qui dentro c'è tutto un mondo da scoprire.
Stanze da esplorare, oggetti da toccare, bauli da aprire, letti per dormire, strumenti da suonare.



E per immergersi totalmente nell'atmosfera della fiaba ci sono i vestiti.
Ricordo che quando recitavo in teatro  non vedevamo l'ora di provare in costume. Certo anche in jeans e maglietta il cuore ce lo mettevi lo stesso; ma quando arrivava quel momento, quando infilavi la testa nel tessuto in broccato piuttosto che nella seta scivolosa, la trasformazione era completa. Ti sentivi come uno di quei personaggi. 
E qui, in ogni angolo di questo straordinario set ci sono decine, centinaia di bellissimi costumi da indossare.
Dal pirata alla sirena, la piovra, il principe, la principessa, il Re del mare.


Cappelli,  spade, pantaloni, giacche, e camice grandi o piccole, di ogni taglia.
Perchè al Fyrtojet a vestirsi non sono solo i bambini.
Per un giorno intero abbiamo giocato insieme. Arrampicandoci su una scaletta di corda mentre la nave naufragava, combattendo contro piovre e squali, controllando la rotta e stringendo un timone.

Ci siamo truccati e abbiamo letto storie.
E quando siamo usciti con gli occhi ancora macchiati di fantasia il mondo era più leggero...
*****
Parco Munke Mose
Ma le meraviglie non sono finite.
Pochi minuti a piedi dal centro c'è il meraviglioso Parco Munke Mose.
Il Parco si estende sul lungo fiume ed è il luogo ideale per un picnic o una gita in barca. Potete noleggiare barche o tanto per restare in tema favole, meravigliosi cigni pedalò.
In estate l'Odense Afart propone anche escursioni in battello lungo il fiume.
Charlie durante la minicrociera
Salite a bordo e immergetevi nella natura.

Durante la minicrociera potete scendere e salire due volte.
La prima per visitare il famoso Zoo di Odense e la seconda nel bellissimo parco giochi naturale di Fruens Boge.

Informazioni Pratiche:
Il meraviglioso centro culturale nato per far vivere ai bambini la magia delle fiabe di Andersen si trova nel giardino di Lotze proprio accanto all'Andersen Hus, il Museo di Andersen.
Per entrare potete passare dallo shop del Museo oppure dall'esterno alla sua destra.
Una volta pagato il biglietto riceverete un braccialetto grazie al quale potete entrare e uscire tutte le volte che volete. Considerate di passarci praticamente una giornata intera alternando la parata e magari il pranzo al delizioso Cafè Fyrtojet (menù per bambini disponibile).
Oltre a giocare e travestirvi al piano superiore c'è una bravissima truccatrice, una sala per le attività artistiche e molto altro ancora.
Il mio consiglio è quello di passare a Odense almeno due giorni interi. Dedicare il primo ad Andersen e il secondo alle attività del Munke Mose.
Le minicrociere partono ogni ora dalle 10:00 alle 17:00 ma controllate comunque gli orari alla biglietteria vicino ai cigni pedalò.
 Lasciate l'auto in Hotel e muovetevi a piedi, tutte le attrazioni sono a distanza di poche decine di minuti.
Qui potete dare un'occhiata alla mappa di Odense con le principali attrazioni. Il Fyrtojet si trova accanto al punto3.
Se avete ancora tempo ( e mi dispiace tantissimo di non esserci andata) non rinunciate al Museo ferroviario ricco di attività fantastiche per bambini.

12 commenti:

  1. Il tuo blog è fantastico!, mi emoziono sempre a leggere e vedere le foto. Grazie per il lavoro che fai! la passione che ci metti è contagiosa!, i tuoi viaggi sono preziosi suggerimenti: seguo le tue orme, per poi crearne di nuove.
    GRAZIE

    RispondiElimina
  2. @GinEle: Ti ringrazio tantissimo! E mi raccomando voglio sapere tutto delle nuove impronte!;-)
    Benvenuta a bordo!

    RispondiElimina
  3. Voglio tornar bambinaaaaa!!!!!!!!
    Bellissimo post (e posto!!!!), emozionante come sempre e da aggiungere alle prossime mete!
    ciaoooo
    MammaLella

    RispondiElimina
  4. Ah dimenticavo....grazie mille per la dritta sul sentiero degli folletti a Feldberg!! già inserita nelle tappe del tour on the road!
    Ciao ciao
    MammLella

    RispondiElimina
  5. Daniela, ma questo post è bellissimo!
    Un viaggio nella fantasia non può che essere occasione di stimolo non solo per Aj ma anche per voi.
    Ti permette di aprirti al mondo delle favole, di crearne delle nuove prendendone spunto da quelle conosciute, sono sicura che Aj porterà sempre nel cuore questo viaggio, grazie per averlo condiviso,
    Amalia

    RispondiElimina
  6. Peccato che le prossime ferie lunghe siano il prossimo anno....saprei già dove andare!
    Dopo i primi post quindi direi Ribe, ho detto alla family "so dove si va in vacanza il prossimo anno"
    e tutti dove? Nel paese delle favole! Dopo qualche breve racconto e una sbirciatina ai tuoi post:incredibile hanno detto tutti di si! Mappamondo alla mano piccoli e grandi eravamo lì a sognare...
    Un anno è lungo da passare, non so se si ricorderanno tutti di quella meravigliosa serata a legger favole e sognare, ma tra un anno ci risentiamo...anzi prima!
    p.s. basta una cariola per legoland?
    simona

    RispondiElimina
  7. Mio figlio è rimasto ipnotizzato dal tuo post sulla Danimarca.
    Noi quest'anno andiamo nel Costwolds e in Galles.
    A presto
    Angela

    RispondiElimina
  8. Ho deciso....grazie a te l'anno prossimo visiterò la danimarca.....un bacio

    RispondiElimina
  9. Quante meravigliose esperienze , il tuo cucciolo!
    Sandra
    P.S.:
    Il piccolo Charlie mi pare un po' perplesso...

    RispondiElimina
  10. @MammaLella: Ma figurati! Noi ce lo eravamo lasciati per l'ultimo giorno, l'unico in cui purtroppo ha piovuto.Abbiamo cercato un'alternativa al chiuso per far passare la delusione ed è venuto fuori il Bioscope a Mulhouse. Una giornata indimenticabile! Se vi capita qualcosa di simile approfittatene anche a voi. Il Bioscope è formato da tanti edifici e ha una parte all'aperto ma quasi tutte le attrazioni sono alchiuse e.. meritano davvero!
    @Amalia: Grazie a te per le tue parole che sono sempre così belle!
    @Simona: Che dire... sono davvero commossa... E'straordinario sentirsi un pochino parte di momenti meravigliosi come quelli che mi descrivi! E che, si, un anno è lungo la la preparazione e l'emozione di un viaggio mista all'attesa renderanno tutto ancora più speciali. per Legoland beh, facciamo due và!;-)

    RispondiElimina
  11. @Il mondo di iris: Bellissimo viaggio, panorami da sogno! Poi mi racconti?;-)
    @Annalisa: Mi fa davvero piacere. Mi raccomando allora, non perderti le prossime parti delle miniguida!;-)
    @Sandra: E quante per noi!;-) Perplesso? Ahahah Charlie è fantastico! E credimi, adora andare in barca e sentire il venticello tra i peletti!:-)

    RispondiElimina
  12. Che meraviglioso blog, complimenti! Il mio bimbo di 2 mesi, ha già viaggiato tantissimo quando era ancora nella pancia: abbiamo fatto un volo intercontinentale, è stato in crociera e in tante città, non mi sono mai fermata... Il suo primo mese a casa è stato difficile ma da quando abbiamo cominciato a fare gite e piccoli viaggi (lago, montagna...) è diventato più tranquillo! Adesso stiamo organizzando un viaggio a Copenhagen per fine settembre, avrà quasi 4 mesi! Siamo come te, il viaggio fa parte delle nostre vite da sempre :D Ancora complimenti per aver scelto di condividere la tua passione e le tue esperienze, in modo che siano utili per gli altri!

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin