25/11/11

Libri di Natale per bambini. Seconda parte

 

E' stupefacente come il sottile tintinnare di una campanella possa essere  straordinariamente speciale.
Un attimo prima il silenzio, il respiro lento per non far rumore, il leggero fruscio delle lenzuola e poi quel suono, lieve, unico, magico ad interrompere l'attesa.
Il viso si distende, gli occhi si illuminano, il cuore si scalda.
E' arrivato...

Se mi chiedessero di tornare bambina lo farei anche solo per questo.
Per poter sentire ancora il suono della campanella della slitta di Babbo Natale.
Per sognare una notte quel treno avvolto in una nuvola di vapore, per immaginare di salire in camicia da notte a bordo del Polar Express.
Il treno era pieno di ragazzi, in pigiama e camicia da notte. intonammo i canti di Natale e mangiammo dolci ripieni di torrone bianco come la neve. Bevemmo cioccolata calda, densa e ricca come cioccolato fuso. Fuori, le luci delle città e dei paesi brillavano in lontananza mentre il Polar express correva verso Nord. Polar express di Chris Van Allsburg
Un libro che fa viaggiare. Che accompagna  incontro ad una avventura unica e speciale. Attraverso colline coperte di neve e aridi deserti di ghiaccio fino ad un enorme città in cima al mondo, là,  dove vive Babbo Natale.
Un libro che fa sognare i bambini che credono ancora nell'incantesimo del Natale e che regala a  tutti gli altri un po' di quella magia che crescendo è volata via dal buco di una vestaglia. 
Una volta la maggior parte dei miei amici poteva sentire la campanella, ma con il passare degli anni per ognuno di loro divenne muta. Perfino Sarah, un Natale, scoprì di non poter sentire più il suo dolce suono. Ma anche se io sono diventato vecchio, la campanella continua a suonare per me, come per tutti coloro che credono davveroPolar Express di Chris Van Allsburg

E voi riuscite ancora a sentire il tintinnare della campanella?

"Te lo dico io:Babbo Natale è bianco. Non verrà da noi. Va dai bambini bianchi e basta", afferma Alphonse.

"Non è vero" rispondono le gemelle Amèlie e Amèlia.

"Non è vero, non è vero", ripete Mawauto. "Babbo Natale va in tutte le case dei bambini di tutti colori. I Bianchi, i Gialli, i Neri, anche i Pellerossa, gli Eschimesi e i Caffelatte. E poi, magari Babbo Natale è nero. Dopo tutto, nessuno lo ha mai visto"Natale bianco, Natale Nero di Beatrice Fontanel

Moussa una volta faceva il fabbro in Africa e ora abita in Francia con tanti nipoti di tutte le età.

 Vivono tutti insieme in una piccola casa, litigando e scherzando. Lui raccoglie le cose che le gente butta via e in cantina si è creato una piccola officina segreta dove nessuno può entrare. Moussa ascolta le voci dei bambini e quest'anno ha intenzione di creare per loro un Natale davvero straordinario.
Che strano, malgrado mi consideri cittadina del mondo non ci avevo mai pensato. "Che colore è Babbo Natale?" Rosa, ha risposto Aj quando gliel'ho chiesto . 
Prima di fargli questa domanda però ci avevo pensato e insieme ad un'amica abbiamo trovato una risposta che ci piace molto, molto di più.
Prima di dirvela però vorrei sapere cosa gli avreste risposto voi...

Una bellissima storia per imparare a guardare oltre.Da tutti i punti di vista...

Non posso negarlo, ho un debole per i pop up. Quei capolavori ingegneristici con la carta che quando volti pagina è un po' come aprire uno di quei Jack in the box. Il nostro ingegnere preferito è Robert Sabuda che pensate, ha scoperto la passione per i pop up nella sala d'attesa del dentista!
Ma anche questo libro di Alan Snow non è affatto male...
Se fosse uno degli elfi di Babbo Natale chiederbbe di lavorare con le renne oppure di poter usare una bella chiave inglese. E invece non abita al Polo Nord ma a Bristol ed è un  autore di favolosi  libri per bambini.

Come fa Babbo Natale a sapere cosa vogliono i bambini in regalo?Da dove vengono i giocattoli? A che ora arriva babbo Natale?
A queste e tante altre domande risponderà questo libro divertentissimo che dietro ogni pagina rivela un incredibile mondo fantastico. E se dopo averlo letto i vostri bambini sono ancora curiosi c'è sempre quest'altra edizione. Non ci sono pop up ma tantissime pagine in più.

in inglese

Una raccolta di filastrocche, poesie e favole che scaldano il cuore.
Un libro di una dolcezza infinita con le meravigliose illustrazioni vintage che fece Scarry nel 1950.
Ogni storia o filastrocca racconta di sentimenti buoni, di renne, orsi, tigri e scoiattoli. Per scoprire come trascorrono il Natale anche i nostri amici della foresta.
Il libro perfetto per una coccola prima di dormire. Giusto un attimo prima che i nostri figli entrino nel mondo incantato dei sogni, a bordo di un treno o chissà, magarivolando insieme alle renne sulla slitta di Babbo Natale...

Come l'altra volta, aspetto anche  i vostri consigli e vi faccio un'ultima domanda: i vostri figli credono ancora in Babbo Natale?

I vostri consigli:
Il viaggio di Elisabeth di Jostein Gaarder consigliato da Amalia. Qui una bellissima recensione del libro
Le lettere di Babbo Natale di J.R.R Tolkien consigliato da Pollon72. Qui la recensione sul suo blog.


Altri libri di Natale:

20 commenti:

  1. ciaooo!!!!
    a me piace molto il lato "consumistico" del Natale... ovvero le renne, Babbo Natale, l'albero, il presepe...
    purtroppo noi a Verona non abbiamo la cultura di Babbo Natale che porta i doni, o meglio, magari negli ultimi anni si, le nuove generazioni lo festeggiano (come halloween o altre festività a noi non tipiche).
    Noi festeggiamo Santa Lucia il 13 dicembre... e mia figlia è una sua ammiratrice sfegatata! ed è bello vedere quanto si impegna ad essere brava perchè così le porterà dei doni! ed è bello vedere quanto ci crede!!!! beata infanzia!!!
    a presto!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao, che bello questo tuo post. Ti seguo sempre e in realtà questo articolo non è proprio un eccezione :) I miei cuccioli credono appieno a Babbo Natale pensa che quest'anno la mia bambina di 7 anni, celiaca, mi ha detto di aver intenzione di lasciare una tazza di latte caldo e dei biscotti senza glutine per Babbo Natale sotto l'albero. Pensa che possa essere stanco e infreddolito...e magari celiaco!
    Mi sai dire da che età sono consigliati i primi due libri di cui parli? Grazie mille e continua così

    RispondiElimina
  3. @Vania: Questa cosa è interessantissima Vania.Scoprire come in una stessa nazione di regione in regione ci siano grosse differenze rispetto alle tradizioni. Quindi il giorno di natale i bambini non trovano i doni portati da Babbo Natale?E visto che la maggior parte dei libri, film, canzoni in commercio raccontano invece che è lui a portare i doni con la slitta come conciliano i bambini questa storia con la vostra bellissima di Santa Lucia?
    @Anna Lisa: Oh che tenrezza Anna Lisa, è veramente dolcissima la tua bambina! Eh certoperchè no, babbo Natale può assolutamente essere celiaco! Il libro Natale bianco Natale nero viene consigliato a partire dai 5 anni e mi trovo abbastanza d'accordo anche se ovviamente dipende sempre molto da come è il bambino. E poi ovviamente dipende da come lo si legge anche se è inevitabile che i bimbi alla fine facciano la fatidica domanda. ma di che colore è allora? o penso non sia mai troppo preto per introdurre un tema importante come la multiculturalità perciò da 5 6 anni credo vada benissimo. Polar express viene dato dai 4 anni concordo anche in questo caso!

    RispondiElimina
  4. Ciao Daniela,
    grazie per i consigli sui libri, li trovo davvero utili, specialmente il libro Natale bianco Natale nero, perchè insegna alla multiculturalità.
    Quest'anno abbiamo preso un libro, si chiama: il viaggio di Elisabet, un libro speciale, qui puoi leggere di cosa si tratta, a breve ne farò un post:
    http://www.lankelot.eu/letteratura/gaarder-il-viaggio-di-elisabeth.html
    ciao!

    RispondiElimina
  5. @Amalia: Oh cara sembra meraviglioso! Di Gaarder ho letto il Mondo di Sofia e C'è nessuno ma non conoscevo proprio questo libro. Lo prenderò sicuramente, grazie di cuore. Intanto l'ho inserito in fondo al post! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Topastro crede a Babbo Natale, così come io ci credevo quando ero piccina. E a dire la verità ci credo ancora! Mi emoziono e mi immedesimo tantissimo quando vedo film come Polar Express o quel film di cui non ricordo il nome, alla fine del film viene dichiarato che Babbo Natale esiste. E Il piccolo Lord? Natale è periodo di libri e film stupendi. Uno dei miei libri preferiti sul Natale è quello di Tolkien. Una raccolta di lettere scritte per i figli da parte di Babbo Natale con racconti di avventure e disavventure di ogni tipo e illustrazioni stupende.

    RispondiElimina
  7. @Pollon: Sei fantastica! Concordo con te Natale è proprio il periodo di libri e film stupendi! Per quello di Tolkien non so come ringraziarti, mi sembra un vero tesoro. devo fare un ordine e lo vorrei subito. C'è un edizione in particolare che mi consigli? Io ho trovato
    questa
    è la stessa che hai tu?

    RispondiElimina
  8. Se lo compri devi farmi sapere se ti piace. Io ho questa versione mi pare. In realtà il mio ha la copertina verde ma l'immagine è quella. Semplicemente il mio è stato stampato nel 1980 e non ha neppure il codice ISBN :-) avevo scritto una recensione tanto tempo fa: qui
    Lo scorso Natale ho letto alcune della lettere a Topastro. Orso polare, che aiuta Babbo Natale, è un gran pasticcione!

    RispondiElimina
  9. Se guardi nel mio profilo FB, foto, c'è un album dedicato ai LIBRI e ci sono alcune pagine di questo bellissimo capolavoro :-)

    RispondiElimina
  10. @Pollon: E' bellissimo quando si hanno in casa edizioni preziose che non si trovano più. Appena mi arriva ti faccio sapere anche se non ho dubbi! Lo inserisco subito tra i vostri consigli d'oro! Grazie ancora!

    RispondiElimina
  11. Sono fantastici questi post sui libri di natale. Ovviamente Stefano crede a Babbo Natale ovviamente ha solo 4 anni. Ma devo dire che un po' anche io ci credo. Insomma mi emoziono tantissimo tutti i natali, e la magia che si respira in questo periodo è fantastica.
    Però ora sto cercando anche un libro un po' religioso che racconti anche la versione Cristiana del natale ai bambini piccoli per non fargli dimenticare che Natale è il giorno di Gesù. OVvio per chi come me è religiosa.
    Comunque ancora tanti complimenti.
    Elena

    RispondiElimina
  12. ma che bello questo post, ne sta uscendo una miniera di informazioni utili per organizzarci,
    grazie ragazze!

    RispondiElimina
  13. Guarda, la Vichi va per i 5 anni e finora non mi ha chiesto niente del perchè arriva Santa Lucia e non Babbo Natale, nonostante tv e libri dicano il contrario.
    a me per esempio hanno sempre detto che santa Lucia è l'aiutante di Babbo Natale e siccome lui da solo in una notte non ce la fa a smistare regali, consegna gran parte di essi a vari santi (o personaggi) ad esempio: Santa Lucia o la Befana... e ci ho sempre creduto, ahaha!!! magari farò lo stesso con la Vittoria... !!!
    Pensa che i miei genitori sono entrambi risposati con due pugliesi. allora: a casa del marito di mia mamma (Fasano, provincia Brindisi) è sempre venuto Babbo Natale; a casa della moglie di mio papà (Cerignola, Foggia) oltre al Babbo, arrivano anche i Morti, il 2 novembre, perchè portano doni ai bambini in quanto sono stati bravi ad andare al cimitero a pregare per loro..... vedi, sono cose diverse, ma il risultato è sempre quello: i bimbi sono felici!!!
    a presto!!!!

    RispondiElimina
  14. Ciao Mammagiramondo!! Non so come ringraziarti, ho scoperto grazie a te i silent book e un pò di tempo fa ho preso "il ladro di polli" ed è fantastico, mia figlia lo adora, e io più di lei, mi piace tantissimo ascoltarla mentre legge!!! E ieri ho preso un altro silent book, "il pupazzo di neve" (io e mio marito ci siamo quasi commossi!) e "il libro dei regali straordinari" e sono uno meglio dell'altro (penso che qualcuno se li troverà anche sotto l'albero quest'anno ^_-!!!) Grazie per tutti questi preziosi consigli! Un abbraccio
    Laura

    RispondiElimina
  15. Bellissimo il pop-up di Snow. Sono andata nel sito e l'ho ordinato.

    RispondiElimina
  16. @Elegraf: Sei meravigliosa!
    @Amalia: Io "per colpa vostra";-) ho già fatto un altro ordine di libri!;-)
    @Vania: Grazie Vania per questo viaggio tra le diverse tradizioni italiane, è bellissimo!
    @Laura: ma che piacere! non sai quando mi fai felice! Si, il ladro di polli è adorabile!;-)
    @Sandra M: Fantastica Sandra! Ma è per te o per il nipote?;-)

    RispondiElimina
  17. Ahahah...ufficialmente è per il mio nipotino... ;O)

    RispondiElimina
  18. Ciao, sono qui grazie al commento di Monica, una lettrice del mio neonato blog, che ti ha linkata. Anch'io proprio oggi ho pubblicato un post sui libri di Natale, elencando ed analizzando brevemente alcuni dei nostri preferiti.
    Cosi sono passata a visitarti trovando dei titoli che non conoscevo. Grazie, i libri da noi sono una grande passione di famiglia, e siamo sempre alla ricerca di nuovi titoli con cui arricchire la nostra libreria. Quello Su Babbo Natale mi attira in modo particolare per il messaggio universale che sembra trasmettere.
    Ciao
    Michela

    RispondiElimina
  19. Che bella questa iniziativa, sono proprio alla ricerca di nuovi libri di Natale per arricchire le nostre serate con piacevoli letture natalizie , grazie

    RispondiElimina
  20. Posso suggerire altri due titoli?
    ''Natale nella stalla'' di Astrid Lindgren (l'autrice di Pippi Calzelunghe), che narra la nascita di Gesu', immaginata da un bambino nella magia della Svezia innevata.
    ''Storie e filastrocche di natale'' di Gianni Rodari, un libro per tutto il periodo delle vacanze di natale, che mi ricorda tanto il mio Ntale anni 70, quando ero piccola, con la befana e il presepe, l'albero e l'attesa dell'anno nuovo, la seranità e gli affetti ritrovati.
    Elena

    RispondiElimina

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin