30/11/11

Natale in Australia.



Nonostante la mia giornata sia cominciata alle 5.30 di questa mattina non credo che le prossime ore saranno sufficienti per fare ancora tutto quello che devo, prima della partenza. 
Ma va bene così, ormai lo sapete che sono  quella che si riduce sempre all'ultimo minuto, che ama riempire questo giorno sensibile fino a che non trabocca di mille suoni, impegni, sensazioni,  adrenalina e corse pazze.
La sua valigia è piena di soffici maglioncini invernali, camice a quadretti, pantaloni di velluto,  sciarpe di lana e  cappelli  che sfiorano due libri nuovi (questo e questo) da leggere in auto attraverso le grandi autostrade tedesche.
E poi la sera in Hotel per continuare a vivere  quell'atmosfera così magica avvolti dentro ad un piumone caldo
E a proposito di atmosfere da sogno mentre continuo con i preparativi per il viaggio vi lascio con un racconto favoloso, il secondo di questa  sezione tutta nuova che parla di  emozioni e scoperte, consigli e suggerimenti, piccoli e grandi viaggi. I vostri, quelli che sono troppo belli per non essere raccontati...

Natale Down Under 

Protagonisti: Tommaso, Emma
Età: 6 anni , 10 mesi
Destinazione: Australia
In viaggio con: Mamma e Papà
Consiglieresti questo viaggio?: Si
Punti chiave: uno straordinario viaggio che dimostra come viaggiare con i più piccoli sia possibile anche dall'altra parte del globo e un favoloso tuffo nelle insolite tradizioni natalizie australiane.

Scritto da Raffaella C.

29/11/11

Giveaway Ecogiochiamo

In America la chiamano Indian Summer,quando l'estate ha un ultimo sussulto e le foglie si tingono di mille sfumature. E' tempo di Natale eppure i raggi del sole riscaldano e  i bambini della neve dormono ancora. C'è tanta voglia di stare fuori,  a correre, giocare con le foglie e osservare gli straordinari cambiamenti della natura.
Ieri abbiamo portato con noi i nostri nuovi playsilk, straordinari teli di seta che si prestano a mille giochi di immaginazione.

28/11/11

It's beginning to look a lot like Christmas


It's beginning to look a lot like Christmas recita un intramontabile classico scritto da Meredith Wilson nel 1951
Eh si, l'aria di festa si è insinuata ufficialmente nelle case, scivolando dentro le vetrine, lungo le strade e sui tetti fino ad avvolgere con la sua magia paesi e città.
Alle 17:00 in punto di Venerdì scorso il Borgomastro di Monaco ha inaugurato  lo straordinario mercato di Marienplatz e nel fine settimana decine di bancarelle traboccanti di ogni genere di meraviglia hanno invaso tante piazze italiane.
Manca solo la neve...

25/11/11

Libri di Natale per bambini. Seconda parte

 

E' stupefacente come il sottile tintinnare di una campanella possa essere  straordinariamente speciale.
Un attimo prima il silenzio, il respiro lento per non far rumore, il leggero fruscio delle lenzuola e poi quel suono, lieve, unico, magico ad interrompere l'attesa.
Il viso si distende, gli occhi si illuminano, il cuore si scalda.
E' arrivato...

23/11/11

Echi natalizi, giveaway e sconti




Oh si, finalmente si entra in quello scintillante periodo dell'anno.
Quello in cui le giornate si accorciano ma il buio risplende di mille luci.
Delle vetrine addobbate, dei primi balconi lucenti, delle candele accese anche all'ora del tè.
I libri di un certo scaffale(domani la seconda parte) scivolano fuori e conquistano ogni angolo della casa , le scatole di latta traboccano di cosmopoliti sapori, il profumo dello zenzero e cannella fugge dalla cucina danzando di stanza in stanza.
E' tempo di leggere di neve, elfi e renne volanti, quello di impreziosire il nido, sedersi  la sera attorno ad un tavolo a giocare  sgranocchiando un biscotto o una fetta di torta. Il tempo di coccolarsi e avvolgersi in una sciarpa calda per andare insieme alla scoperta del mondo. Un mondo tutto nuovo perchè questo è il periodo dell'anno in cui ogni cosa si illumina di magia.


E a proposito di viaggiare questo è anche il tempo di  nominare il vincitore del Giveaway In viaggio con Leo...

22/11/11

Riserva Africana di Sigean

 
Un trionfo di colori.
Una naturale sinfonia cromatica  che attraversa il giallo della sabbia come le spine di un grano maturo. Il beige e l'ocra della rena fresca,  il grigio delle rocce, il verde che si perde nell'azzurro del cielo.
Procediamo lentamente con le ruote che scivolano su una striscia d'asfalto mentre i nasi  sono già  incollati al vetro del finestrino.
Solo pochi metri e non siamo più soli.

18/11/11

Giochi da viaggio:Travel Activity Bags


Occupano pochissimo spazio e sono perfette per intrattenere i bambini durante il viaggio.
Bastano un po' di borsette trasparenti e qualche idea semplice ma di sicuro effetto.
Sono le activity bags, da tirare fuori al ristorante, in aereo, in treno e in tutti quei momenti in cui il tempo sembra non passare mai. 
Per sorprendere i nostri figli come delle vere Mary Poppins...

17/11/11

Cronache di un bulbo di zafferano manchego


Tutto è iniziato là.
Un caldo Settembre come tanti. Noi, la Mancha, i giganti e la Señora Carlota.
Ma questa storia, in parte,  ve l'ho già raccontata.
Oggi vorrei rivelarvene un'altra che parla di magia e di emozioni, di natura e di cose piccole eppure enormemente grandi.

16/11/11

Giochi da viaggio:Lego travel set

Devo ammetterlo. 
Nonostante i trentaquattro anni compiuti continuo ad essere eternamente innamorata dei balocchi.
Quando entro in un negozio di giocattoli come quello di cui vi accennavo Lunedì mi si illuminano gli occhi, il cuore batte forte e mi sento come Charlie Bucket quando entra per la prima volta nella fabbrica di cioccolata.

Ovviamente non mi piacciono tutti i giocattoli.
Amo  quelli che lusingano la creatività e l'immaginazione piuttosto che ingannarla.
E tra questi ci metto anche i lego.
Più che le confezioni con le istruzioni da seguire quelle fatte semplicemente di cubetti più o meno grandi, ruote, finestre, mattoncini che invitano ad un gioco di incastri e sovrapposizioni dettate dalla fantasia.
Un paio di mesi fa di ritorno da Legoland abbiamo aperto le decine di confezioni che invadono gli scaffali della camera di Aj e  li abbiamo mescolati.
Tutti.
E la giornata è passata a costruire torri e palazzi, case e musei come avrebbe fatto il caro Ignacious che lui si che di costruzioni se ne intendeva.
Comunque qualche giorno fa mi è balenata questa idea e stamani mattina   mi sono messa all'opera.

14/11/11

Autunno a Ferrara


Quanto mi piace questo viaggio incontro all'Autunno.
Alla scoperta di borghi e campagne, colline e montagne che si preparano al cambiamento.
Colori, sapori, impressioni, magie che mutano di regione in regione.
Il miracolo è in apparenza lo stesso: quello delle foglie che invadono le strade, che crocchiano, frusciano, fremono, bisbigliano, eppure è tutto diverso. 

11/11/11

Biscotti di Natale dal mondo:Spitzbuben


Five little cookies in the bakery shop.
Shining bright with the sugar on top
Along comes Sarah with a nickel to pay.
She buys a cookie and takes it away.
Mettevo i naughty boys uno accanto all'altro sopra il piatto e poi cominciavo a recitare la mia parte mentre lei,  sempre contenta di fare questo gioco con me, afferrava uno ad uno i biscotti che sparivano velocemente in quella bocca tutta sporca di zucchero a velo.
A volte mi viene da domandarmi se si  ricorda ancora quindici anni dopo. Di quella ragazza italiana che ha vissuto nella sua grande casa di Brooklyn per un po'. Che qualche volta di giorno giocava con lei e la sera usciva per immergersi nel buio della grande mela, che poi con tutte quelle luci buio non è mai.
Mi salutava con quella sua vocina sottile e poi si alzava in punta di piedi per darmi un bacino e mi faceva sempre la stessa domanda.

09/11/11

Giveaway In viaggio con Leo.

Quando il viaggio non rientra nella normale routine familiare, spesso può capitare che un lungo tragitto in auto diventi calamita per noia e capricci.
Dal classico quanto manca ripetuto ad intervalli regolari  fino ai pianti inconsolabili dei più piccoli.
E per ogni bambino irrequieto c'è una famiglia preoccupata.
Qualche volta la soluzione arriva grazie a giochi e strategemmi, snacks, canzoni e passatempi capaci di tener occupati i piccoli viaggiatori fino all'arrivo a destinazione.
E un bambino soddisfatto è senza ombra di dubbio il fausto preludio di un  piacevole viaggio.
Ecco quindi che quando Chiara mi ha scritto per presentarmi In viaggio con Leo sono rimasta da subito entusiasta. 
La prima boutique italiana online ad offrire prodotti e accessori di puericultura indispensabili per affrontare in tranquillità qualsiasi "viaggio" con i bambini. In macchina, in aereo in bicicletta, per andare in vacanza ma anche semplicemente a fare la spesa al supermercato.
Chiacchierando sono venute fuori un sacco di cose in comune, l'amore per i viaggi e per i giochi, un figlio maschio e... il fatto di abitare a pochi chilometri di distanza!
E così davanti ad un cappuccino e un budino di riso è nata l'idea di questo giveaway.

07/11/11

Libri di Natale per bambini


Una delle cose più preziose che mi ha insegnato Nonnagiramondo è il gioco della felicità.
E' un po' come il "just being glad"game magistralmente raccontato da Eleonor Porter, un invito a vivere i piccoli grandi ostacoli della vita cercando il lato positivo e ridimensionando i problemi alla luce delle disgrazie, quelle vere.
Il babbo disse ai signori delle missioni se per favore potevano mandarci una piccola bambola di seconda mano. Quelli però sbagliarono e quando arrivò il pacco dall’Europa al posto della bambola trovammo un paio di stampelle. Certo, io rimasi piuttosto delusa, ma il babbo inventò il gioco della felicità. […] Disse: “Non ci rattristiamo, piccola, cerchiamo di trovare un motivo per essere allegri” e così nacque il gioco della felicità. […]

Santo cielo,non vedo quale felicità possa esserci in un paio di stampelle!
Pollyanna battè le mani: Altroché, la felicità di non doverle usare!
Credo che cercare di trovare la felicità sia qualcosa che si debba alla vita, a cominciare dall'apprezzare il fatto di avere una famiglia, stare bene, essere insieme. 
Godendo delle piccole gioie che si celano dietro a giorni apparentemente banali eppure così preziosi.
Come ieri.
Con quello che sta succedendo in Italia abbiamo deciso di non partire per  il weekend.

04/11/11

Viaggiare è (anche) il mio peccato: A Palermo con una bimba di sei mesi.


Dunque ci siamo. Mi sento un po' emozionata  ad inaugurare la nuova sezione Viaggiare è (anche) il mio peccato con il primo dei vostri bellissimi racconti di viaggio.
Ancora un piccolo  passo avanti per questo blog che cresce ogni giorno insieme a voi e che da oggi si arricchirà anche delle vostre esperienze.
Perchè lo ripeto, sono troppo belle per non essere raccontatetroppo utili per non essere condivise...





Protagonista: Michelle
Età:   6 mesi
Destinazione: Palermo
In viaggio con: Mamma e Papà
Consiglieresti questo viaggio?: Si
Punti chiave del racconto: ottimi consigli organizzativi per chi viaggi con i bambini piccoli.
Scritto da: Bruna di  Voglio credere nei miei sogni



03/11/11

A Fun Halloween

Un Halloween davvero bizzarro quello di quest'anno.
Ospiti del Fun Hotel Montemezzi abbiamo cenato in compagnia di mostri, scheletri e fantasmi mentre la Strega Amelia Fondidibottiglia raccontava storie e aneddoti da brivido.
E tra una tagliatella con salsa al brivido e un cosciotto del fantasma strani personaggi comparivano improvvisamente in sala per colpire vittime ignare con ogni sorta di scherzo.
A me è toccato un dessert, come dire, davvero  particolare...

02/11/11

Autunno in Valpolicella

 
C'è un 'altra meta che dobbiamo assolutamente aggiungere alla lista dei luoghi dove ammirare lo straordinario fenomeno del foliage.
Un viaggio  attraverso l'incantevole Valpolicella, seguendo i suggestivi itinerari che prendono il nome di quel Salgari che parlava di eroi e di corsari neri.
E poi più su, attraverso una selva  tinta dei caldi colori autunnali. Fino al Ponte di Veja, ve lo ricordate?

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin