18/12/14

Weekend di Natale a Salisburgo

Vista della città dalla bellissima Fortezza medioevale Hohensalzburg

Non è solo per i mercatini di Natale:centinaia di casette di legno distese tra giardini, castelli, piazze e persino dentro al cortile di una fortezza medioevale.
E'  per quell'intrecciarsi di luci, che ricamano il cielo e fanno risplendere la notte e decorano insegne e ponti, vetrine e case.
Per il ribollir di tini  traboccanti di  Glühwein e brulè alla mela, il sapore dei bretzel caldi spizzicati mentre si cammina, le patate con il burro fuso vicino al fuoco, gli Spätzle, i kaiserschmarren  con la cannella, la composta di mele e le noci tagliate a pezzi.

15/12/14

Haus steht Kopf: la casa capovolta in Austria


Domenica mattina sono uscita presto, scivolando in una Baviera insolitamente calda nonostante lo sfondo di monti  imbiancati e un tappeto  di  finissimi cristalli di ghiaccio che Charlie si è divertito a crocchiare come fanno i bambini con le foglie.
Ho passeggiato tra i campi intorno alla Pensione, immersa tra insoliti toni ancora fascinosamente autunnali eppure  striati qua e là da chiare tracce di un insolito inverno.
E tutt'intorno un tripudio di decorazioni a disegnare il profilo degli alberi, le porte, le case del villaggio a rendere ogni cosa ancora più magica perchè niente come il Natale fa risplendere un luogo di meraviglia e splendore.
Ho ripensato a Salisburgo, all'incanto dei mercatini (prestissimo il post), alle insegne di Getreide Gasse che ogni volta ci divertiamo a indovinare, agli schiaccianoci e a tutto quello che ci siamo mangiati sabato e che quasi quasi potevo proporre agli uomini di fare tappa anche a Innsbruck, di nuovo come ogni anno.
E poi mi è tornato in mente che da quelle parti c'era anche un'altra cosa che avrei voluto tanto vedere: un attrazione assurda e entusiasmante, folle e  strampalata ma troppo divertente per non fermarsi .
E allora sono corsa su in camera e, che ve lo dico a fare, la mia idea ha avuto un gran successo.
Perchè  dopo quella in Polonia, non si può proprio resistere a visitare un'altra casa... così pazzamente capovolta...

12/12/14

Napoli e la strada dei presepi


"Ma a te... te  piace ' o presepe?"
" No. Nun me piace. Voglio ' a zuppa ' e latte!
 da Natale in casa Cupiello, E. De Filippo
Ci sono Cicci Bacco, Zi' Vicienzo e Zi' Pascale  al cui teschio esposto alle Fontanelle si andavano a chiedere i numeri da giocare al Lotto. E la vergine Stefania, il Monaco, il Pescatore e Benino, che guai a svegliarlo che poi  scumpaion tuttè e' cosè.
Il presepe napoletano è un affascinante libro di storie che scivolano fuori da ciascuna statuetta di terracotta.
Una miriade di luoghi e personaggi, simboli, caricature, macchiette, emblemi di vizi e virtù, arti e mestieri, dal pollivendolo  al farinaro, il seminatore o il vinaio.
E dove più di ogni altro luogo al mondo si svelano i segreti di una tradizione vecchia quasi mille anni se non in quel lungo e stretto vicolo che spacca in due la città?

10/12/14

Tre giochi da viaggio per Natale


E' saltato fuori da una vecchia scatola di legno nascosta in una delle misteriose cavità delle nostra ex cabina armadio. Un coup de coeur, una madeleine, un aggrovigliarsi di ricordi e scene e luoghi  che avevo dimenticato di ricordare.
Io piccola con la maglietta con i cuori rosa e i pantaloni bianchi, un viaggio lunghissimo ed emozionante in auto, l'odore dell'erba bagnata, una barca grande, la luce rossa e blu e  verde e gialla e quel suono indimenticabile. Ta, ti, ti, ti, ta, to, ta...

04/12/14

I Mercatini di Natale dell' Alto Adige


Più di ogni cosa è  l'atmosfera.
Quel risplendere di nastri e luci e decorazioni che diffondono arcobaleni come i cristalli di Pollyanna.
Il profumo che scivola fuori dai pentoloni, la tazza con il brulè bollente che scalda le mani, l'odore buono del panpepato che ci avvolge come un caldo abbraccio insieme alle note di quelle canzoni che sanno di festa.
Adoro i mercatini di Natale. Le bancarelle traboccanti di addobbi e tutto quello che c'è intorno, le montagne innevate, una giostra antica, un Duomo grandioso, un fiume brillante come un nastro d'argento.

02/12/14

Ricette dal mondo: Carreaux de sucre al burro di arachidi




Non sarebbe Dicembre senza il profumo di dolci e biscotti.
Sapete, quello che volteggia di  stanza in stanza e  quando torni a casa ti fa dire, ah il natale. 
Il clac delle scatole di latta e i barattoli di vetro in cui affondare di tanto in tanto la mano mentre si sognano mondi incantati o si aggrovigliano nastri, la carta fruscia e lo stereo suona le note dell'Emperor o dello schiaccianoci.

27/11/14

Autunno sul Balaton

Vista sul Balaton dal lungolago di Tihany, Ungheria

Non sapevamo con esattezza dove saremmo riusciti ad arrivare.
Le strade in Transilvania sono sentieri lenti, attraversano paesi e villaggi e spesse volte occorre fermarsi per lasciar passare mucche o pecore o capita di dover guidare per chilometri dietro ad un carretto prima di riuscire a passare. 
Però il tempo scorre più veloce,  perché ci si perde dentro a sguardi e sorrisi, alla campagna infinita,   alle bancarelle di succhi e bottiglie di plastica piene di grappa  fino all'orlo, alle braccia alzate dei saluti. Al foliage, così bello come non si è mai visto.
Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin